E ROSATI … CADE’!
23/05/2020
AI TEMPI DEL CORONAVIRUS (41): COVIDA ESTIVA IN ARRIVO?
25/05/2020

CADE’ E IL SOGNO DIVENT…A REALTA’!

1976, fine Novembre: finora un anno solare avaro di soddisfazioni. Abbiamo un solo punto di vantaggio sulla “zona retrocessione”… Ma sta arrivando il tempo de… 

L’INCANTATORE DELL’ADRIATICO!

Alla nona giornata della stagione 1976/77  battiamo la Ternana 3-1 (DI MICHELE, LA ROSA, MOSTI): è la svolta. Nello stesso mese nascono i PESCARA RANGERS; ad Angelo MANZO  la virtù e l’audacia di tale visione: UNA SFIDA ARDUA, MA VINCENTE! Dopo 3 pareggi, alla 12esima battiamo di misura il Novara (LA ROSA) e alla successiva, con la vittoria esterna – sul neutro di Prato – contro il Rimini per 2 a 1 (CESATI, LA ROSA) inanelliamo il sesto risultato utile consecutivo e raggiungiamo il quinto posto in classifica. Qualcuno guarda verso l’alto e vede che la serie A è a soli 2 punti. Altri iniziano a rendersi conto che Tom ROSATI è il passato, almeno per ora…  Intanto:

P I L O N I,   M O T T A,    M O S T I, …

La poesia si instaura a Pescara! Alla 14esima, l’Adriatico ha le vertigini: 3-0 al Cagliari secondo in classifica (LA ROSA e un terzino fluidificante che continua a segnare: MOSTI, MOSTI). Chi c’era, come chi vi sta scrivendo, non può dimenticare… Alla 15esima l’indimenticabile vittoria fuoricasa contro la capolista Vicenza, con il contropiede di 60 metri di REPETTO all’84esimo e la nascita di un’amicizia di colori che farà la Storia del calcio italiano. Intanto, la Storia si sta scrivendo anche in campo: terzi; per la prima volta nella storia biancazzurra siamo virtualmente in serie A! Ma è ancora lunga… 2-0 al Lecce mentre le altre si fermano: SIAMO PRIMI! 3-1 al Palermo per il decimo risultato consecutivo senza sconfitte. Ma sono tutti lì… A fine andata: Vicenza e Monza prime con 26 punti; noi a un punto appaiati al Como. Ci seguono Lecce a 23; Cagliari e Atalanta a 22. E’ tutto ancora da scrivere, ma strabuzzano gli occhi gli oltre 20mila che assiepano pigiati l’Adriatico e seguono i colori più belli nelle trasferte di una stagione del cui finale non si osa parlare.

Girone di ritorno: lo facciamo tutto tra primo e quarto posto, ma Vicenza e Monza iniziano presto ad involarsi causa qualche nostro pareggio di troppo. E’ durissima. Andiamo a vincere a Taranto 0-2 alla 27esima (PRUNECCHI, LA ROSA): terzi. Con noi ancora il Como; dietro l’Atalanta a un punto, Lecce a 2 e Cagliari a 5. In 7 squadre si lotta per 3 posti: ma ci siamo anche noi! Riprendono però i pareggi e siamo quarti alla 31esima. Scendono giù in classifica Como e Lecce ma ci sorpassa l’Atalanta e si avvicina il Cagliari. Davanti, sempre Monza e Vicenza. Perdiamo a Cagliari 2 a 1 per la loro gran coppia d’attacco (gol di Piras e Virdis): NOBILI accorcia troppo tardi. Il terzo posto di Atalanta e Monza fugge a 2 punti. 34esima giornata, meno 5 domeniche alla fine: battiamo la capolista Vicenza 2 a 1 (ZUCCHINI, Donina … MOSTI!) in un Adriatico colmo all’inverosimile!

G. Cade’ e G.B. Fabbri (allenatore del Vicenza)

Si resta in 5 a lottare per 3 posti: Monza (45 punti), Vicenza (44), Atalanta (44), Pescara (43), Cagliari (42). Vinciamo a Lecce con un gol di NOBILI, schiantando le residue speranze dei salentini di rientrare in corsa; l’Atalanta perde lo scontro diretto a Vicenza e torniamo terzi in solitaria a -1 dalla vetta. Penultima giornata: scontro diretto con l’Atalanta all’Adriatico, entrambe al terzo posto. Finisce zero a zero: un match nervoso, bloccato dai bergamaschi, da cardiopalma, contro la squadra del cuore del nostro mister. E tanti rimpianti per il loro salvataggio sulla linea nel finale!

Sugli spalti c’è il magone dell’occasione persa ma anche della paura scampata per la possibile sconfitta che avrebbe danneggiato un’intera stagione. Dalla collina della Rex, centinaia di spettatori senza biglietto hanno guardato il match con il binocolo! Altre centinaia sui terrazzi che danno sull’Adriatico. Un migliaio e più attaccati alla radiolina intorno dallo Stadio. Altri diecimila e più da casa.

Lo stadio Adriatico possiede quell’anno ancora un solo anello, sia ai distinti – laddove si assestano anche i giornalisti – che alle curve.

Eppure, a fine torneo casalingo, il cassiere a momenti non crede ai suoi occhi: l’incasso stagionale arriva a 1 miliardo di vecchie lire!

Però ci ha raggiunto il Cagliari. Vicenza quasi in A, 2 punti avanti; Monza secondo, avanti di uno. Domenica 19 giugno 1977, ultima giornata da infarto: giochiamo a Ferrara contro una Spal a un punto sopra la retrocessione e che deve quindi assolutamente vincere. I pescaresi invadono Ferrara. Chi è rimasto a Pescara accende la radiolina su “Tutto il  calcio minuto per minuto“: 18′ un autogol ci spiana la strada… siamo temporaneamente in serie A! Ma solo per 3 minuti: 21′ segna Virdis e il Cagliari ci raggiunge in classifica; siamo ora in 3 al secondo posto, per 2 posti disponibili. 21′ Quasi in contemporanea a Virdis, ORAZI raddoppia e consolida la nostra pretes..A! 11 minuti, 32′ del primo tempo, e torniamo in A diretta: il Modena, che deve vincere per salvarsi superando la Spal, segna contro il Monza! Andiamo al riposo sul 3 a o (41′ PRUNECCHI), camminando sulle nuvole. Alla ripresa, dopo l’immediato gol di NOBILI per il nostro 4 a 0 al 48′, arriva la doccia fredda: 49′ segna Bertuzzo per l’Atalanta contro il Rimini. Spareggi a 3 per 2 posti? In campo smettiamo quasi di giocare: si guarda solo la panchina per aggiornamenti, anche se bastano le urla dei nostri tifosi incollati alla radiolina sugli spalti per capire… Al 56′ l’Atalanta raddoppia. La situazione peggiora in 10 minuti: a Modena è il 66′ e il Monza pareggia con Buriani. Siamo ora in 4 agli spareggi per 2 posti per la A. Dopo 2 minuti, l’imprevedibile: sembra aiutarci … chi? L’Ascoli! Rimonta 2 gol a Cagliari, escludendo quest’ultima dagli spareggi al 68′. Poco più di 20 minuti al termine: siamo di nuovo in 3 per 2 posti liberi. Il Vicenza segna (consolidando il suo primato) al 69′, ma alla vetta assoluta non ci pensiamo più. Al 74′ consentiamo il primo di due gol alla Spal: irrilevanti per entrambi. La testa dei nostri non è più in campo a Ferrara. Il cuore non regge più: ma da Bergamo e Modena non arrivano buone notizie. Si, al 76′ il Como pareggia ma dovrebbe segnarne un altro per invischiare anche il Vicenza (per eventuali spareggi a 4 con 3 posti a disposizione): peraltro, arrivano notizie di sassaiola dagli spalti comaschi e di possibile vittoria a tavolino per i vicentini (e infatti sarà poi così). Purtroppo, all’84′ segna il Cagliari. Ci si rassegna quasi: di nuovo in 4 appaiati al secondo posto, per 2 posti. Ma la lancetta dei secondi non termina il suo giro e… sempre 84′, il dramma monzese… Arrivata seconda all’ultima giornata, dopo mesi sempre virtualmente in A, un autogol(!) condanna la squadra lombarda a Modena. Quest’ultima si salva a danno della Spal, superata in quell’ultima giornata anche dalle vincenti  Ternana e Brescia! Quella domenica di giugno 1977, sugli spalti di Ferrara assistiamo al dramma emiliano mentre non sappiamo se festeggiare o no. Spareggi a 3 con Atalanta e Cagliari, per 2 posti liberi per il Sogno…

Ma intanto Pescara si è innamorata di un distinto signore del Nord …

Parco D’Avalos: la passerella sospesa per bambini, dedicata a Cadè

Football da romanziere, quello di Giancarlo CADE’, un insegnante vero, il cui talento da trainer fu solo in parte contraccambiato da trionfi professionali: ne meritava di più. Quel calcio, più di quello moderno, era un cerchio pressoché privilegiato, riservato a rari. Helenio Herrera, in una conversazione, dichiarò: «Anni fa mi è capitato di essere sconfitto da un tale Cadè, sapete dirmi chi allena ora?».
Amava la musica classica così “forte”, da seguirla con la mente a volume prominente nella sua abitazione di Francavilla.

Giancarlo CADE’ impugnò mille maniere per farsi stimare dalla gente pescarese: e ci riuscì. Non solo per le iniziative agonistiche ma, perfino e specialmente, per un’indole genuina che gli consentiva di legare da buon padre di famiglia con tutti i calciatori. La figlia Rosanna: “per mio papà la squadra era come una famiglia. A Francavilla accanto a noi c’era l’hotel Smeraldo dove alloggiavano diversi giocatori; mio padre spesso la sera organizzava il film serale pre-ritiro e quindi la nostra casa diventava una famiglia allargata. Poi, avevamo mia madre che era molto solare e ha contribuito a tenere sempre unito l’ambiente. A mio padre, quando ultimamente sentiva qualche suo ex, si illuminava lo sguardo. Oltre ad essere un rapporto di stima reciproca, era anche un rapporto di reale affetto”. E un episodio che il mister si deliziava sempre riferire: «Non eravamo partiti benissimo in quel campionato. Dopo la sconfitta di Avellino per 3-0 alla quinta giornata, facemmo quadrato negli spogliatoi per pensare unicamente alla salvezza. Contrariamente, poco dopo iniziò una grande rimonta.
Tra gli episodi che ricordo con maggior piacere ci sono le lacrime di PRUNECCHI, il quale segnò una rete al Lecce dopo due anni di astinenza: e da quel gol seppe trovare nuovi stimoli per offrire in seguito un grande contributo alla causa della nostra squadra. Come dimenticare, poi, la rimonta di Novara? Eravamo sotto, prima 2-0 e dopo 3-1, ma riuscimmo a pareggiare ugualmente grazie a una doppietta messa a segno da ORAZI. Vincemmo poi anche a Taranto e a Lecce, che avevano il campo inviolato da moltissimo tempo; ed espugnammo il terreno della capolista Vicenza grazie a una marcatura di REPETTO».

Il resto è Storia biancazzurra. Il resto è ESODO: sabato 25 giugno a Terni, domenica 3 luglio a Bologna … A Terni risuona:

PILONI; MOTTA; MOSTI; ZUCCHINI; ANDREUZZA; GALBIATI; LA ROSA; SANTUCCI; ORAZI; NOBILI; PRUNECCHI!

25/06/1977, Terni: Pescara-Cagliari

In panca: MANCINI, REPETTO, DI MICHELE.

Caldora a Terni

Attacchiamo più del Cagliari, ma la tensione è tanta. Malgrado l’espulsione di Casagrande al 69′, CADE’ dirà: «nella partita con il Cagliari non avemmo un arbitraggio favorevole e lo 0-0 finale ci stava abbastanza stretto».

Per giunta, all’87’ era arrivata pure l’espulsione di MOTTA, che dovrà saltare il match-clou a Bologna.

Ma abbiamo ferito il Cagliari che, stanco, 4 giorni dopo perderà nel secondo tempo contro una più fresca Atalanta, che così va già in A, matematicamente. A Bologna, ora, contro la ex squadra di CADE’ ci basta il pareggio per conseguire il terzo posto.

Per la nostra prima storica serie A, decine di migliaia di biancazzurri invadono l’autostrada, i binari …

… e lo stadio a Bologna.

Curiosità: quella domenica, sulla panchina bergamasca sedeva il difensore 24enne Percassi, oggi alla guida dell’Atalanta! Per il Pescara, SANTUCCI va in campo da terzino nel ruolo dello squalificato MOTTA; a centrocampo rientra REPETTO; DI MICHELE dà il cambio a PRUNECCHI, che resta in panchina con MANCIN.

PILONI; SANTUCCI; MOSTI; ZUCCHINI; ANDREUZZA; GALBIATI; LA ROSA; REPETTO; ORAZI; NOBILI; DI MICHELE!

Dirà il mister della prima storica A biancazzurra: «Con l’Atalanta ci bastava il pari. All’epoca dicevo sempre di non vendere la roba prima di averla acquistata! Era un modo efficace per mantenere alta la concentrazione dei miei ragazzi. Fu una partita abbastanza tranquilla: entrambe andarono in serie A».

Possiamo finalmente chiudere, ancora con la figlia Rosanna: “forse sono troppo di parte ma posso dire senza peccare di presunzione che mio padre è stato un grande allenatore e un grande uomo; e spero che, oltre che come allenatore, venga ricordato proprio come persona e come uomo”.

Ciao Signor allenatore, Ciao grande Uomo. 40mila saremo a tifar con te… per sempre!

40mila.it

Lascia un commento

62 Comments

  1. alex74 ha detto:

    vita grazie per questi spaccati di vita. laugh1 E ndi ngazza’ che hai il 99% del muro a tuo favore. Ti vuliss fa lu sangue amaro per l1%? Fa lu serio e continua a raccontarci queste storie che spaccano. A me le hai spaccate alla grande

  2. lecote ha detto:

    Frecheteee mi fate schiatta’ rofl

  3. vitabiancazzurra ha detto:

    E lu vere a lava’ la coccia all’asino è na perdita di tempo ….la gnurantita’ si daglia gon un grissino meglio del donno

  4. Max1967 ha detto:

    SEBASTIANI VATTENE A FARE A LA MOVIDA!

  5. S’era stato zitto 3 giorni…………………. invece…………………. BOCCA APERTA……………. VATTENE VIA DAL PESCARA !!!!!

  6. johnny blade ha detto:

    io ricordo il guerriero di Capestrano. Eravamo amici

  7. draculone ha detto:

    Vi dirò di più, in quella occasione si formarono i MAI DOMI che si occupavano delle tigri

  8. alex74 ha detto:

    Te l arcurd pur tu? Che tempi draculo’. Cazz ne vonn capì ssi bardasciun nati negli anni 50.

  9. draculone ha detto:

    Alex, io mi ricordo il gladiatore alla civitella cool

  10. alex74 ha detto:

    Grazie germano. Buonanserata

  11. germanodacuneo ha detto:

    x alex74 – Me la ricordo bene la coppa acerbo. Ero giovane ma quanti ricordi. Come non dimenticare però anche le gare di bighe che si tenevano a roma un po di anni prima. Che tempi. Prima dell’ultima guerra la corsa automobilistica di Pescara (Km 25,500) si chiamava Coppa Acerbo, ma dopo la guerra era stata rinominata Coppa Città di Pescara, toccando le località di Spoltore, Cappelle e Montesilvano. Buona giornata e sempre forza Pescara.

  12. johnny blade ha detto:

    Ah sì! I bigherelloni! Sì sì.

  13. alex74 ha detto:

    Me la ricordo bene la coppa acerbo. Ero giovane ma quanti ricordi. Come non dimenticare però anche le gare di bighe che si tenevano a roma un po di anni prima. Che tempi

  14. vitabiancazzurra ha detto:

    Buongiorno
    non esiste solo l’Amarcord pallonaro.. per chi avesse voglia di vederlo questo video finalmente è il piu completo di quelli frammentati esistenti in precedenza. Potevamo essere qualcosa di grandioso nel tempo…
    https://youtu.be/xSdb33pMfC4

  15. johnny blade ha detto:

    Abbiamo vinto gli europei 2020
    https://www.repubblica.it/sport/calcio/2020/05/24/news/europei_di_calcio_alla_playstation_italia_campione-257536195/
    Ci sono pure le interviste crazy

    Non c’è mai limite al peggio

  16. alex74 ha detto:

    E comunque dopo la sola baeback e dopo che ha elogiato l operato di cullu più volte pe mme si po sta ddo’ sta. Avremo un secondo cullu’

  17. johnny blade ha detto:

    Cassano è barese e so affari loro.

  18. alex74 ha detto:

    Ha fatt cchiu’ beneficenza totti a pescara che cuss. Lasc perd il divo

  19. antateavanti ha detto:

    Mi sembrano pretestuose le critiche a Verratti …intanto lui ora fa il calciatore e non ho mai visto un atleta professionista in attività fare l’imprenditore nello stesso ambito lavorativo in piena carriera, non credo sia illegittimo ma comporterebbe tante anomalie conflitti e incompatibilità a mio avviso modesto e profano .
    Anch’io in passato ho fatto battute della serie… se non lui,speriamo che un parente dello sceicco del psg un giorno passando da pescara e innamorandosi di noi e ispirato magari da Verratti,possa farci diventare il Leicester d’Italia. Chi ci dice poi che il manoppelese fra 10 anni o meno non diventi il proprietario del Delfino Pescara ?? Allora per fare un esempio qualunque,dovrebbero lamentarsi moltissimo i tifosi del Bari che quel lord di Cassano non abbia salvato la società negli anni scorsi …?!

  20. johnny blade ha detto:

    Alcune indiscrezioni parlano di 17mln all’anno…(corriere dello sport).

  21. johnny blade ha detto:

    Fino al 2024 prenderà 9mln all’anno. La gratitudine e l’amore per il Pescara..solo chiacchiere..

  22. johnny blade ha detto:

    Co tutti si migliard putess fa caccos..

  23. alex74 ha detto:

    Concordo con gionni su verratti e lo vado dicendo da quando è andato via da pescara. Cuss per me vale molto poco

  24. alex74 ha detto:

    Ma ca da abbutta’ draculetto. Ne aveta magna’ di past e faciul. E comunque io sono nato per appicciare i fuochi perché se non ci fossero i fuochi sarebbe tutto triste

  25. pescarese1976 ha detto:

    Alexsettantaquattro76 ma sembr appiccia’ LU foc laugh1 mo t’abbend draculetto76 e ti facc abbutta’ la coccia com nu scupin rofl

  26. johnny blade ha detto:

    L’unico che può comprarsi iol Pescara coi soldi è Verratti. Ma a cullú2 non gli frega niente..
    Me lo ricordo solo per fracibeck..

  27. germanodacuneo ha detto:

    x pescarese 1976 – Oh ma chi è su mezz bacucc chi scriv wacko sto scherzando friends un articolo che merita il massimo del rispetto. Chissà se Germano avrà letto e se lo avrà fatto spero che gli sia piaciuto 😉… Confermo che l’ho letto e mi è tanto piaciuto. Per questo bel amarcord aggiungo qualcosa che ho vissuto in prima persona. … nel frattempo si era giunti al campionato 1976-77, dove alla fine il Pescara conquistava la serie A.
    Spareggio con l’Atalanta a Bologna, data storica 03 luglio 1977.
    Sono tra quei trentamila, c’è chi dice quarantamila, fortunati che possono dire con orgoglio: “ Io c’ero“.
    Per quest’occasione sono tornato da Cuneo a Pescara e col treno Biancazzurro sono andato a Bologna per vedere la partita con mio fratello.
    Ho ancora il biglietto dei Distinti che reca il numero 004433.
    E’ stato un giorno indimenticabile, partito alle 9.00 sono tornato alle 3.00 di notte perché i tifosi pescaresi, che erano rimasti a Pescara avevano occupato pacificamente la stazione ferroviaria.
    Siamo rimasti fermi più di due ore nella stazione di Montesilvano.
    Alla partenza da Pescara sul treno, addobbato con bandiere bianche azzurre, c’erano più di mille persone, intere famiglie, che si erano portate da mangiare e bere. Sembrava una vera scampagnata, una festa popolare.
    Mentre io ero a Bologna mia madre, che è stata sempre una sportiva, con mio padre seguiva la partita alla radiolina sul balcone di casa in fondo a viale F. Kennedy.
    Alla fine della partita con l’Atalanta, finita 0 a 0, hanno esultato come i trentamila tifosi pescaresi presenti a Bologna.
    La serie A, ripeto, era stato un magnifico sogno, ora diventata realtà!

  28. alex74 ha detto:

    Ottima idea nonno’. Sarebbe bello anche tornare allo sctatio giacca e cravatta come si usava una volta, fregare le aquile dei tifosi avversari e tirare i vangatoni ai giocatori durante le partite…il tutto però con smartphone e social a portata di mano pecche’ sennò cuma cazz fa la gend a sparlare su internet?

  29. tusciabruzzese ha detto:

    Scherzi a parte, ma se riabbattessimo il secondo anello di curva e distinti? Lo stadio apparirebbe più pieno; o perlomeno meno vuoto. Mi sembra un’idea!
    laugh

  30. tusciabruzzese ha detto:

    199 contro 2 … “Alex74 c’est moi”!
    drinks

  31. alex74 ha detto:

    lapa è inutile che continui a stuzzicarmi perché se vulem fa diventa’ questo muro un ring hai trovato la persona giusta. Poi quando uno esprime un parere personale non vi va bbene. Siete 200 contro 1 ma rimanete insoddisfatti e mi provocate. Voi non state bene ve lo dico io

  32. lecote ha detto:

    Io invece prima di morire(e penso che ciamang poco)spero che un giorno possa venire da noi un presidente tipo quello del PSG…senza passione ma con una freca di soldi mail

  33. pescarese1976 ha detto:

    Spero e mi auguro che un giorno possa venire da noi un presidente tipo come quello del Vicenza, non chiedo la luna ma solo unire al business anche l’amore per la propria squadra ed avere rispetto per i suoi tifosi

  34. pescarese1976 ha detto:

    E far capire a tutti noi quanto sia importante sentirsi PESCARESI e amare questa maglia con i colori più belli del mondo

  35. pescarese1976 ha detto:

    Ma nessuno di voi ha notato che l’anno in cui c’è stata l’impresa della A con Cade’ coincide con la nascita dei RANGERS? E nessuno di voi ha visto nel video che passava un ragazzo con la maglietta RANGERS? Spero che queste immagini possano dare un risveglio alle coscienze dei PESCARESI

  36. lapa ha detto:

    Bell’articolo e bei commenti.
    Per chi non gradisce ce sempre la possibilità di guardare Braccobaldo Show o Sailor Moon ….non ricordo in quale puntata ce pure una scazzottata con sassaiola.
    Ma Forza Delfino Pescara non lo scrive più nessuno?

  37. pescarese1976 ha detto:

    Questa è Pescara NOI siamo la storia LU SPARAGNIN passerà e di lui non resterà nulla….anzi una cosa resterà la cullin di lu Pogg che si ni sta pi cala’ picche’ le fogne non sono in regola dash2 laugh1

  38. pescarese1976 ha detto:

    Un applauso lungo 40000 km a chi ha fatto il video

  39. Max1967 ha detto:

    Visto che mo va di moda l’assembramento forse, oggi, l’unico luogo sicuro al mondo oggi potrebbe essere lo stadio Adriatico

  40. vitabiancazzurra ha detto:

    Emozioni intensissime oserei direi quasi dei brividi da orgasmo quelle che ho avuto la fortuna di vivere nella mia vita biancazzirra….La promozione in B col gol di Battellone e quella col gol di Sauro Massi i 2 spareggi bolognesi apoteosi di tifosi in trasferta che mi risulta mai eguagliata finora per i numeri( solo i palermitani erano scarsi 30mila in finale coppa italia a Roma…) l’era d’oro Galeoniana, la Zemanlandia irripetibile, la cavalcata con Oddo. Però 2 cose su tutte sono stampate nella mia mente, l’aver vissuto l’1-3 all’olimpico contro la Roma che mi ha suscitato un godimento mai provato prima ne ripetuto in uno stadio e l’altra certamente più amara che dolce ma che mi ha inorgoglito tantissimo, far parte di questa tifoseria e di questi colori e cioè la partita splendida della finale Play off contro il Bologna ….in quello spicchio di Curva stavamo vivendo un pezzo di storia strabiliante…peccato davvero per il mancato lieto fine ma vedere uno stadio gremito impaurito e attonito di fronte a una squadra dal gioco superlativo è stato il TOP

  41. caps ha detto:

    Un uomo Vero che che ha guidato la nostra squadra facendo un gioco niente male e che dopo 40 anni mi emoziona ancora. Se poi vedo il presente e le nostre prospettive … speriamo di salvarci e non fallire questo e’ il massimo a cui ambire.

  42. johnny blade ha detto:

    È morto Tonino il tabaccaio storico di piazza salotto..

  43. alex74 ha detto:

    biancazzurri ma vu mett lo schiaffo di rosati o il mito della strapaesana? Nin pazziem. I 100 mila in piazza con zeman stavano li pe passa’ na serata in compagnia.

  44. biancazzurri ha detto:

    * l’avème arvissut’

  45. biancazzurri ha detto:

    Fàfì, ji penz’ che l’arvissut’ nghe NZIaMài Zeman e Ottìi! Oddo mapperò cullù ciaccise dope in serie gA cry

  46. Fafinho ha detto:

    Grazie redazione. Amarcord favoloso. Speriamo un giorno di rivivere anche un decimo di quelle emozioni.

  47. johnny blade ha detto:

    On quel Cagliari giocava Virdis che in settimana andrò a trovare.

  48. tusciabruzzese ha detto:

    a me sono venute pure le ‘palle’ d’oca a vedere il video delle frecce biancazzurre su La Storia di De Gregori. Tanto di ‘capello’ al montaggio e alla scelta della colonna sonora
    hi

  49. alex74 ha detto:

    certo che se mose’ e napoleone leggono ste paggggine gli viene la pelle d orca

  50. hugobiancazzurro ha detto:

    Mi piace la foto della stretta di mano tra Cadè e Fabbri. Il nostro mister sembra quasi non considerarlo, ma non è vero. Mi fa pensare a quanto era già importante Cadè rispetto a Fabbri. Però non sono più periodi che si possono ripetere.

  51. pescarese1976 ha detto:

    Chissà se Nobili e Repetto leggono queste pagine e chissà se la figlia del mitico Giancarlo Cade’ lo avrà fatto. LU FARMACIST si dess sol da vrivugna’

  52. pescarese1976 ha detto:

    Mio padre mi ricorda di quegli anni come unici del Pescara, lui era iscritto al Club Biancazzurro di Via del Cercuito. La sede si trovava esattamente fronte ex consorzio provinciale

  53. pescarese1976 ha detto:

    Oh ma chi è su mezz bacucc chi scriv wacko sto scherzando friends un articolo che merita il massimo del rispetto. Chissà se Germano avrà letto e se lo avrà fatto spero che gli sia piaciuto 😉

  54. pescarese1976 ha detto:

    Cia sand cia rimast solodapiagn76 laugh1

  55. Max1967 ha detto:

    Condivido la linea editoriale…se parlem’ di mo c’iattocc’ a parlà di cullù bad …se parlem degli anni 80/90 ci ve da piagn’ per come si è ridotta la curva dash …a sto punto c’iarmast solo gli Amarcord wacko

  56. tusciabruzzese ha detto:

    Casomai ti fosse venuto il dubbio, c’ero a quel Pescara-Cagliari 3 a 0 … 2 gennaio 1977 mi pare
    buba

  57. alex74 ha detto:

    Nonnotuscia76 ormai ci so fatt lu call. Quess si sono messi d’accordo gionnilumilanes76, tu e vitavecchia76 pe farmi i dispetti ma arman pe la faccia vostr

  58. tusciabruzzese ha detto:

    Un altro amarcord?!!!! Ossignore … “gestionari” del sito e ora chi se lo sente ad Alexspacca74crani?
    laugh