Mazzi di rose mal assortite – “E’ la somma che fa il totale?”
03/01/2021
REGGIANA-PESCARA: “Per me è stata la trasferta più bella”!
04/01/2021

34 anni e ancora a correre appresso alla palla … e pure a FIORILLO, che lo precede di sole 3 maglie biancazzurre. Pur vero che da portiere è più “facile” essere sempre presente (e difatti FIORILLO è stato l’unico sempre in campo durante il 2020, per le intere partite, in mezzo a tutti i calciatori di B!).
Ledian MEMUSHAJ, per tutti i tifosi del Pescara “Memu” o “l’albanese”, oggi duecentesima volta in biancazzurro alla sesta stagione a Pescara. Arrivato nel 2014 con il dubbio dei postumi di un infortunio al ginocchio, ha saltato il solo campionato 2017/18, giocato al Benevento da titolare per il girone d’andata (poi, al ritorno, “discusse” con De Zerbi, che lo tenne fisso in panchina). Nazionale albanese da10 anni per 41 volte (fino ad esserne capitano), approdò in Italia a La Spezia, quindi alla Sarzanese, per poi girovagare con tanta gavetta da Nord (ha giocato con la Valle d’Aosta) a Sud (Lecce).

Copre tutti i ruoli del centrocampo e anche quelli di assist-man, rigorista e battitore dei calci da fermo: qui l’analisi centimetro per centimetro della sua perfetta battuta su punizione di prima!

Ha segnato con la maglia biancazzurra 26 dei suoi 49 gol nelle 370 partite da professionista, taluni con traiettorie balistiche straordinarie:

Per 5 anni della sua carriera ha tirato rigori: 21 in tutto, con 16 realizzazioni. Al tifoso biancazzurro non ancora scende quello improvvisamente tirato d’esterno e finito fuori a Roma, sullo 0 a 0 contro la Lazio:

Circa 3 mesi dopo sbagliò anche il successivo tiro dagli 11 metri contro il Crotone: e li si fermò … per poi segnarne uno “chiave” nello spareggio a Perugia il 14 agosto scorso (dopotutto si accende quando vede i colori umbri, visti gli altri 4 gol al Perugia in carriera, suo bersaglio preferito):

Passa per “caratterino” ma in campo è stato espulso una sola volta (a Latina) … e solo per eccesso di esultanza! Un calcio a un microfono a bordo campo:

Sospettato (senza prove) di uno “scontro” con ZAURI in quel di Castellammare di Stabia a fine ottobre 2019, ha dato prova due mesi dopo di cosa ne pensa dell’essere spesso e consecutivamente sostituito verso il finale di partita, “spiegandosi” elegantemente e pubblicamente con lo stesso ZAURI a Livorno:

Per questo ed altro sospettato (senza prove) di essere parte di quello spogliatoio che fa fuori gli allenatori, in allineamento – o, se preferite, come “killer” – societario, amico dell’ex compagno di maglia e genero del Presidente, Ledian è un riconosciuto trascinatore, già capitano biancazzurro, oltre che protagonista dell’ultima promozione in A del Pescara in quel straordinario centrocampo di ODDO con TORREIRA, MANDRAGORA, VERRE e BENALI, a servire LAPADULA, CAPRARI e PASQUATO: per giocare a Trapani il ritorno della finale play-off, saltò la prima gara di Euro 2016 con la sua Albania!

Oggi, 200 kemisha te bardha dhe blu:

200 maglie biancazzurre!

40mila.it

 

Condividi su:

Lascia un commento

10 Comments

  1. draculone ha detto:

    Le sardelle vanno dosate laugh vogliamo il risultato

  2. alex74 ha detto:

    Se sbaglio ti autorizzo a tirarmi due sardelle in pubblica piazza in quel dell aggggipppone

  3. draculone ha detto:

    Alex nin fa lu chiacchiaron, ci vo’ lu risultati finale cool

  4. draculone ha detto:

    Dai con tutti i difetti che può avere, se si contesta Ledian agli altri che li dobbiamo linciare in pubblica piazza?

  5. tusciabruzzese ha detto:

    È stato un bel giocatore per la B
    wink

  6. alex74 ha detto:

    Oggi il pescara vince. Signetv sti parol e scommettete pure.

  7. alex74 ha detto:

    idem con patate

  8. hugobiancazzurro ha detto:

    Grande Ledian. Uno che alla nostra maglia di tiene.

  9. johnny blade ha detto:

    Manco a me.

  10. madelib ha detto:

    Premetto di non avere cognizione di causa e che, dunque, le mie parole saranno di scarso valore, ma, a parte riconoscergli di aver anche giocato buone partite, oltre che realizzato qualche bel goal ed assist, a me Memushaj non piace né mi è mai piaciuto.
    Dico ciò col dovuto rispetto della persona e del calciatore, ma, a parte ed oltre le “ventilate” “ipotesi” contenute sul suo conto nell’articolo in commento, Memushaj non mi ha neanche mai convinto sotto molteplici aspetti.
    Ripeto: mi baso su mie sensazioni. Che sia giunto a quota 200 partite col Pescara, per me, non rileva, al pari di altri, a differenza di chi, invece, pur avendone giocate meno, mi ha dato impressioni diverse e migliori.