ZEMAN e SEBASTIANI post PESCARA – SPAL 1-2
14/02/2024
BILANCIO 2023 PESCARA CALCIO: Netto, quanto vale? E che c’è di valore nella Società?
16/02/2024

Il bilancio 2023 della Delfino Pescara 1936 Spa, pubblicamente depositato a firma di SEBASTIANI & Co., vede la cessione dell’EKK Hotel per quasi 3 milioni di euro. Precisamente, a tale prezzo è avvenuta in data 29 novembre 2022 la vendita totalitaria (… a un salvatore della patria…) della Delfino Servizi Srl, Società già proprietaria dell’EKK “per conto” della Società calcistica madre.
E dove sono finiti questi 3 milioni?
Aspettate un attimo, andiamo con ordine…

Dal bilancio precedente sappiamo che il totale dei debiti accumulati negli anni aveva raggiunto l’impressionante cifra di 27,5 milioni di euro! Ebbene, nel nuovo bilancio della Delfino Pescara 1936 Spa, cioè quello 2023 (disponibile a chiunque, giornalisti compresi, presso la Camera di Commercio), alla data del 30 giugno 2023 i debiti sono scesi a €20,6 milioni. E qui, se volete, già potete collegare che i 3 milioni dell’EKK Hotel sono finiti a pagare una parte dei debiti accumulati. Quindi, bruciato un “gioiello di famiglia”, l’EKK, senza investire nella prima squadra!
Ok, però, per scendere da €27,5 milioni a 20,6 manca ancora…; infatti, grazie ai 3 milioni dalla cessione dell’EKK Hotel, si scenderebbe solo da 27,5 a 24,5. E il resto? E qui arriva in aiuto il Fisco, “abbonando” una parte dei debiti tributari per più o meno 2,9 milioni di euro; a voler essere pignoli, lo “sconto” fiscale è stato addirittura di €5,1 milioni(!) ma – nel fare l’Atto di Transazione/Accordo di Ristrutturazione il 19 giugno 2023 – l’Agenzia delle Entrate ha scovato di che erogare sanzioni e penalità tributarie per €2,2 milioni, per un “vantaggio” netto fiscale quindi ridotto da 5,1 a 2,9 milioni. Da notare che il bilancio ammette che l’accordo è “originato dalla momentanea difficoltà finanziaria della società“!
E così, da €27,5 milioni di debiti del bilancio 2022, togliendo prima 3 milioni dalla cessione EKK e poi grazie anche a questi 2,9 milioni di vantaggio netto dal Fisco, si scende a €21,6 milioni. E qualcosa tra EKK e “regalo” dal Fisco è servito a rafforzare la squadra? No, mai!

Manca all’incirca un ultimo milione di euro per arrivare al nuovo dato di bilancio dei debiti, come sopra detto di €20,6 milioni. Quest’ultimo ce lo ha messo tal Daniele SEBASTIANI, di tasca sua, peraltro rinunciando a suoi crediti verso la Spa calcistica…

Ora, la gestione è in realtà fatta di molte altre entrate ed uscite prima di arrivare alla nuova situazione debitoria, ma a grandi linee queste appena raccontate sono operazioni chiave per comprendere come il drammatico livello di indebitamento raggiunto è stato diminuito. Merita ricordare che quando sottolineavamo che si trattasse di un livello “drammatico”, alcuni pretestuosi dicevano o che non era vero o che non era un problema.

Cosa c’è dentro gli oltre 20 milioni di euro di debiti ancora appesi al collo del delfino? Precisamente e formalmente – fino all’ultimo euro – sono 20.600.675, come da documento ufficiale in foto di copertina. Ebbene, ancora:

  • ci sono €1,3 milioni di debiti verso un misterioso terzo finanziatore non identificato, che (testualmente da bilancio firmato da SEBASTIANI) “si riferiscono a finanziamenti temporanei ricevuti per sostenere momentanee esigenze di cassa ed adempiere puntualmente alle scadenze federali previste per i pagamenti di emolumenti a calciatori, tecnici e dipendenti della stagione sportiva 2022/23”. Insomma, un prestito quanto mai salvifico visto che “esigenze di cassa”, se insoddisfatte, avrebbero potuto portare all’insolvenza (“fallimento”). Chi sarà stato questo salvatore?
  • i Debiti verso banche sono di €6,5 milioni (per i due terzi circa con scadenza breve). Del totale, €4,4 milioni sono debiti verso la Banca Sistema Spa per operazioni di factoring, un milione verso la Popolare di Bari e un altro verso la Banca di Credito Sportivo;
  • i Debiti tributari rimanenti sono di circa €3,3 milioni;
  • i Debiti verso dipendenti per previdenza sono per oltre €1,6 milioni;
  • i Debiti per il “Pescara bond” residuano per circa €2 milioni, generando interessi lordi annuali del 5% in contanti, oltre a un 3% in crediti per gli obbligazionisti.

Da notare che i debiti hanno generato 710 mila euro di interessi passivi.

Il bilancio 2023 continua… Ci vediamo alle prossime puntate. Ci attendono: ricapitalizzazione, il Poggio, i contratti per i campi di Silvi e Montesilvano, il valore del marchio (alto), quello conteggiato come Attivo per le fogne del Poggio(!) e quello dei giocatori di “proprietà” (circa un ventesimo del marchio!), le plusvalenze, e il cosa ha chiesto MESA in assemblea a SEBASTIANI. Eccetera…

40mila.it
1077 GIORNI di SERIE C, 4525 di PRESIDENZA SEBASTIANI

 

Condividi su:

Lascia un commento

60 Comments

  1. nico956 ha detto:

    Erano giorni che mi chiedevo chi era il solitario contestatore della tribuna che martedì stava arrivando alle mani con pinokkio e mi chiedevo ma se in tribuna ci vanno tutti i suoi amici e parenti come e possibile??stamattina mi hanno dissipato il dubbio..in pratica era uno spettatore della curva nord che aveva vinto una lotteria in un bar dove il premio era un biglietto di tribuna..bhe adesso ci posso vrede..!!

  2. Harken ha detto:

    Gli incassi incidono ma in modo marginale. Non c’è una scelta giusta, o diserti o contesti ma che lo si faccia tutti. Il fallimento non è detto che sia necessariamente solo economico: si può tirare avanti tagliando le spese e vendendo il vendibile, si fallirà dal lato sportivo (retrocessione).

    @tuscia non ho mai creduto alla presenza di fantomatici terzi nascosti che dirigono cullù e che gli fanno pure firmare le fidejussioni personali, il tutto per non esporsi per paura di contestazioni (da chi? che qua siamo morti di sonno). Una ricostruzione per non ammettere che cullù è stato capace di gestire una squadra a costo zero partendo dal tesoretto di verratti. Mi pare una dietrologia eccessiva, su cui non ci sono riscontri. Secondo te è più probabile che il misterioso acquirente sia uno dei fantomatici poteri forti che muovono l innominabile, o che magari è una società riconducibile ad un parente per salvare l ekk dal destino del Pescara?
    Ho sparato una ipotesi a caso, che cmq ha più senso del gruppo segreto…

  3. galassiapescara ha detto:

    @ilfigliodel36: in che senso “stanno reagendo male” ? Si incazzano con chi firma ? 🤔

  4. galassiapescara ha detto:

    Grazie Harken, come sempre esaustivo . La domanda mia infatti è complicata, possiamo rispondere solo tramite indizi. E come dici tu, la coperta è corta e in serie C se resti alle condizioni pinocchiane fallisci prima o poi perchè non sarai in grado a lungo di ripagare le banche. Brutto da dire ma una condizione per accellerare gli eventi è il non poter vendere i gioielli di casa, e l’unico modo è il non entrare ai playoff, cosa che l’anno prossimo sarà probabile. Gli incassi dello stadio secondo te gli sono ininfluenti ? Cioè, dire che non bisogna andare allo stadio per non fargli incassare cambia poco per cullù ?

  5. tusciabruzzese ha detto:

    Temo che la dipendenza da certi terzi, finanziatori diretti ed indiretti, forse non nominati in bilancio (chi ha speso ben 3 milioni per l’EKK? chi ci ha messo 1,3 milioni così d’emblée?) confermi che siamo, in fondo in fondo, in “mani altrui”…
    E non per forza benaccette per noi tifosi. Questo se 2+2 mi dà … 3 (:mosking:)
    (:secret:)

  6. pier66 ha detto:

    Sono d’accordo con l’ultima frase di UK DOLPHIN, bisogna insistere sul fatto di mandarlo in cascetta….. Quando viene contestato gli ribolle il sangue….. Quindi striscioni, volantini pulmini….. Ben vengano

  7. Harken ha detto:

    Cullù però è contemporaneamente socio e presidente, sono due cariche distinte quindi se lo statuto della società prevede che il presidente vada remunerato ne ha diritto.
    Sulle teste di legno per un fallimento pilotato ho enormi dubbi, visto che a garanzia del debito ci sono delle fidejussioni personali di cullù: le banche prima di accettare uno svincolo fanno i raggi X a chi dovrebbe rilevare le fidejussioni e diventare il nuovo debitore; chiaro che se è una testa di legno gli faranno una pernacchia, esattamente come fecero con Pavanati venuto per quel preciso motivo (poi andò a far fallire/non iscrivere il Novara).

  8. caps ha detto:

    Trovo Grave Che Uno Che Viene Già Pagato x Fare Il Presidente Aspetti il Fine Anno x Avere Ancora Più Soldi Che Lui Dice Che gli Spettano , Insomma Una Buona Uscita. Sbaglierò Ma Qualche Società “Lavasciuga” Si Sta Avvicinando , i Rumors si Fanno Sempre Più Forti . Cose Che si Ipotizzavano e Sono Quasi Realtà.. Uno Studio di Avvocati x Conto di Società Romane . Quindi Presto Inizieremo la Raccolta Fondi x Ripartire Dalla D . Sono Deluso del Numero Che Fin’Ora ha Aderito al Sondaggio

  9. nafettadicitrone ha detto:

    UK….mi è venuta l’orticaria rileggere quei nomi Li avevo rimossi …..ecco quando dice mi prendo quello che devo incassare e vil lascio la società ….deve ancora finire di fare la scarpetta Raccogliere le ultima uova nel pollaio E comunque a questi più conosciuti c’è da giungere l’esercito di giovanottelli che dalla primavera ma anche prima ha distribuito in questi anni ovunque….piccole cifre che sommate gli hanno permesso di iscrivere la società ai campionati e noi ingrati nn gli siamo riconoscenti……Comunque sia non basta affatto solo 1 milione per iscriversi in serie C includendo tutte le voci Questa cifra è appena sufficiente forse per la serie D

  10. draculone ha detto:

    STACCATE LA SPINA!

  11. lufijedigin ha detto:

    556 firme e non mi pare che qualche giornale abbia accennato a questa simpatica petizione.
    Chissà quanti Rangers hanno firmato…

  12. UK_Dolphin ha detto:

    I debiti bancari sono descritti nell’articolo: 6,5M. Di cui 4,4 relativo a operazioni di factoring (deve ancora incassare rate per Zappa, Masciangelo, Delle Monache, Sorrentino, Blanuta, Lescano e altri delle giovanili), 1M mutuo pluriennale dal Credito Sportivo e l’ultimo milione dalla Popolare di Bari con un piano di rientro a 40 rate mensili. Ed in serie C 4 milioni + calciomercato li fai sempre. Il piano triennale riportato nel bilancio consiste nel ridurre il costo del personale a 3M annui dai 5 e passa attuali. In parole povere squadre sempre piu’ di m….. No e’ troppo scaltro, sul campo finanziario non ce lo freghi. L’unico punto debole che ha e` la Cascetta. Li si dovrebbe insistere.

  13. Solo Pescara ha detto:

    SOLO PER IL GUSTO — ha firmato anche mia moglie

  14. ilfigliodel36 ha detto:

    Mi ha detto mio padre che i Rangers stanno reagendo male e scocciati all’iniziativa delle firme. Quel che non viene da loro li manda in cascetta? Chiedo per gli amici della frittura

  15. caps ha detto:

    Non So Come Finirà Ma Siamo Messi Molto Male . Può Abbottare il Petto Quanto Vuole Me Dalla A Ci ha Portato in C ( x il Momento ) Ha Distrutto l’Immagine Sportiva Della Pescara Calcio , ha Distrutto il Settore Giovanile Spolpandolo e x.Finire i Debiti di Gestione Sono Un Buco Nero . In Queste Condizione Non Ci Saranno Mai Acquirenti . Caro Gestore Questa è la Verità

  16. confucio ha detto:

    Zeman ricoverato aumenta i debiti senza copertura. Le banche si preoccuperanno.

  17. Harken ha detto:

    Si ma comunque con sto giochino non puoi andare avanti all’infinito. Se già è stato costretto a vendere la delfino sevizi per abbassare i debiti (o per salvare l’ekk dal destino del Pescara…)che altro può fare per i bond e alcuni debiti bancari a scadenza vicina?
    I tagli al lato sportivo li può continuare a fare, ma inevitabilmente ne risente la classifica.
    La coperta è corta.

  18. UK_Dolphin ha detto:

    Se il piano fosse stato quello di fallire l’avrebbe fatto nel primo anno di C. Invece si sta organizzando a medio lungo termine ristrutturando e rateizzando debiti e tirando fuori pure i soldi quando occorrono. La famosa fideiussione di cui straparla e’ quella per iscriversi di 350k, spiccioli, a meno che non abbia contratto debiti personali per ricapitalizzare. Fantascienza. Evidentemente ha interesse a rimanere nella sua posizione per affari non strettamente collegati a quelli societari. Non si intravede la luce alla fine del tunnel.

  19. Solo Pescara ha detto:

    La situazione del cane che si morde la coda: se per culata saremo promossi non lo schioderà più nessuno dal trono e lo strazio continuerà per molti anni. Se si vuole un fallimento dobbiamo attendere anni ed intanto l’agonia ci farà a pezzi. Bella roba.

  20. lufijedigin ha detto:

    Ovviamente alla prima… 🙂

  21. nemicissim0 ha detto:

    Lufijedigin, non sei lontano dalla verità… mo decidi tu se mi riferisco alla tua prima frase o alla seconda… 😀

  22. lufijedigin ha detto:

    Intanto siamo arrivati a 511 firme…rimetto il link gentilmente postato da Harken
    https://chng.it/XLNfmkN2t8
    Continuo a pensare che l hotel se lo è ricomprato con i sui amici di merende…

  23. tusciabruzzese ha detto:

    nemicissim0, siamo alla questione del vedere il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto!
    (:sarcastic:)

  24. nemicissim0 ha detto:

    1) non fallisce da un giorno all’altro, ma resisterà molto a lungo, sempre al ribasso; 2) la tenue speranza è solo tornare in B a culo (ma io aggiungo che la culata stavamo per farla l’anno scorso, chissà se e quando ci ricapita). A margine: Tuscia, la transazione fiscale non è un regalo che l’Agenzia fa a Sebastiani a scapito nostro, ma il contrario. Piuttosto che non prendere nulla, meglio prendere il 50 o 60%. L’inadempienza a monte, e quindi la responsabilità morale per quel 40% che come cittadini non vedremo mai destinato a servizi per tutti, è di Sebastiani, non dello Stato. L’Agenzia non è simpatica a nessuno, ma in questo caso ha fatto quello che doveva e che la legge prevede.

  25. nico956 ha detto:

    Bhe con il ricovero del Maestro che si opera ..ci vorrà un altro allenatore martedì erano in tribuna di Biagio e stellone…i compagni di Paddel….bn ..bn…stiamo a posto..!!

  26. Harken ha detto:

    La domanda delle domande.
    Credo sia impossibile dare una risposta, perché le variabili sono troppe. Pensa, io ero convinto zompassimo quest’anno quando siamo retrocessi. Poi è arrivata la fine delle comproprietà e a costo zero è stato possibile mettere su una squadra di proprietà (non ancora del tutto smantellata), che ha permesso di tirare avanti ancora (2/3 anni minimo).
    Quello che è inevitabile, anche prescindendo dalle variabili, è il progressivo calo qualitativo della rosa (perché cmq dietro non ci sta più la moneta). La squadra con Ferrari era molto più forte di quella con Lescano che era molto più forte di questa, che lo sarà molto di più di quella dell’anno prossimo e così via.
    Da un punto di vista sportivo c’è poco da fare. È assai probabile che già quest’anno arriviamo ai playoff per un pelo, il che significa che l’anno prossimo probabilmente non li facciamo nemmeno (salvo se finiamo nel girone C, il cui livello è più basso del B). C’è da capire solo in quanto finiremo ai play out o peggio, perché quella è la destinazione inevitabile.
    Fossi cullù, l’unica cosa sensata sarebbe sopravvivere a qualsiasi costo il più a lungo possibile, sperando nella culata (più da playoff che diretta), perché solo la B potrebbe dare una qualche minima appetibilità ad una società in queste condizioni.

  27. galassiapescara ha detto:

    @Harken . Secondo te , supponendo il peggiore degli scenari ( ossia : cullù non se ne va nemmeno sotto sarache , le banche tengono in vita la mummia morente e la stampa e parte della tifoseria rimane connivente) , quanto può durare sta situazione in serie C ? Le spese sono quelle che sono (costa 1 milione di euro solo il mantenimento della categoria) e i guadagni non tanti , secondo te cullù può resistere più di due-tre anni a partire dal 2024 ? Perchè io non lo credo affatto, fatti i dovuti accumuli per le saccocce prima o poi l’osso lo molla , con tanti saluti alla città . La serie C sterile a se stessa non si regge a lungo, proprio per niente. Almeno con questa orrenda formula proposta dalle merde al vertice del calcio italiano . Perchè poi se viene meno una delle variabili degli scenari che ho detto chiaro che falliremo molto prima .

  28. johnny blade ha detto:

    Bella la vita…

  29. UK_Dolphin ha detto:

    Tuscia. Se fosse fallito sarebbe costato molto di più alle casse pubbliche, stralcio dei crediti, costo degli ammortizzatori sociali per i dipendenti, mancati introiti da imposte etc. La parte più interessante e` che il piano di risanamento, auto imposto, prevede una rilevante riduzione del costo del personale. Gia immagino l’anno prossimo ad elemosinare prestiti dalle primavera di serie B, allenatore semi esordiente, Vergani-Capone gemelli del gol e ..”L’imbordande e’ mandenere la gadegoria boi se vengono i bleioff tanto di cuatanniado, aldrimendi bordassero loro qualgono ghe firma la fidejuzzione che io me ne va subbido..”

  30. tusciabruzzese ha detto:

    Ah, mi sono accorto ora di aver scritto un’ingenuità! Chi ancora lo difende, o cerca di confutare i dati pubblici di bilancio, o cerca di deviare l’interpretazione, non solo dice che “ci mantiene in C”, ma dopodomani dirà “ci mantiene in D”, e poi passerà al “ci fa vedere il calcio a Pescara” …. quando saremo sui campetti di quartiere!
    😀
    Vomitevole …
    (:bad:)

  31. tusciabruzzese ha detto:

    Il peggio rimane il fatto che si continua a svuotare il patrimonio senza rafforzare la squadra, anzi si “spende” e s’impoverisce la Società ma la squadra viene indebolita anno dopo anno.
    E c’è pure chi è contento perché ci mantiene in serie C!!!
    (:dash2:)

  32. 433offensivo ha detto:

    Si Harlen ora comprendo perché dicevi di andare direttamente alle banche .

  33. tusciabruzzese ha detto:

    Ora, come mi devo sentire come cittadino che paga le tasse all’apprendere che il fisco ha rinunciato a soldi che andavano anche a servizi per me (sanità, scuole, strade, sicurezza, soggetti svantaggiati di vario genere, etc.) per avvantaggiare quel tipo là?
    Praticamente, è come se fossero stati usati soldi anche miei, oltre che di tutti i contribuenti e tifosi biancazzurri, per consentirgli di mantenere la proprietà!!!
    Insomma, si faceva prima a darci la nostra piccola quota e farne un azionariato popolare, no?
    (Detto da uno che non crede per niente in quest’ ultima ipotesi, per chiarire che faccio tanto per dire)
    (:bad:)

  34. tusciabruzzese ha detto:

    3 milioni per l’EKK?!? (:laugh1:)
    Ma allora, a questo benefattore della fede biancazzurra, facciamogli pure comprare tutto il Pescara, che forse ne vale meno! (:sarcastic:)
    O, dietro dietro, forse è già suo?
    (:secret:)

  35. johnny blade ha detto:

    Che c’è di bello oggi? In generale intendo..

  36. lafestadeicolli ha detto:

    cioè 1.6 mln di debiti nei confronti di cullù? mi viene da ridere dopo tutto quello che ha preso

  37. ilfigliodel36 ha detto:

    Nella foto si legge attivo circolante 9 milioni soltanto. Come si a pagare i debiti con questi crediti? Manca la metà!! Chiedo per un ignorante di bilancio

  38. Melamposhow ha detto:

    Pensare a rinforzare la squadra con 20.000.000 di debiti scusatemi ma è da pazzi,piuttosto era meglio vendere Mesik per 600.000 euro

  39. Max1967 ha detto:

    Sui social leggo commenti imbarazzanti relativamente a questo articolo, un analfabetismo funzionale veramente preoccupante.

  40. esiliatomarche ha detto:

    Io nella mia ignoranza ci sto bene, nel senso che la mia laurea non mi fa sentire più nè più intelligente nè più capiscione di tante personei che continuano a scrivere qui sopra senza sapere ciò che scrivono.
    E’ una campagna anti-Sebastiani e ci può stare
    . Di Sebastiani abbiamo detto tutto e di tutto.Per me per mandarlo via (Sebastiani) ci vogliono i soldi e tutto il resto restano solo chiacchiere inutili.
    Queso è il mio pensiero, intanto continuo a sostenere la mia squadra, il Pescara

  41. Harken ha detto:

    433offensivo dici bene, è esattamente così. Capisci ora perché dicevo provocatoriamente di andare a manifestare sotto la sede delle varie banche chiedendo di far fallire il Pescara?

  42. nemicissim0 ha detto:

    😀 forse pensa che un bilancio sia un romanzo, che ognuno può interpretare come vuole per “influenzare” gli altri… Purtroppo, un bilancio è fatto di numeri, tra l’altro messi per iscritto e firmati direttamente da chi quei numeri li produce, e quindi c’è poco da interpretare. Basta LEGGERE, non c’è nulla da interpretare o manipolare…

  43. pier66 ha detto:

    Esiliatomarche se tu sei semi analfabeta, mica vuol dire che lo devono essere tutti….. Ci sono persone che hanno studiato e sono magari laureate in economia e finanza e sono ben capaci di leggere un bilancio pubblico..

  44. alex74 ha detto:

    Nemicissimo dipende da quale pillola prende. L’ altro giorno ad esempio stava incazzato con squadra e presidente. È da capire

  45. 433offensivo ha detto:

    Grazie Harken e UK Dholpin per le delucidazioni. Ora penso di avere le idee più chiare e se ho ben capito i creditori scelgono il male minore , meglio prendere 1 ogni anno che per avere 10 rischio di non prendere nulla….giusto? Ho capito bene?

  46. nemicissim0 ha detto:

    Esiliatomarche, se ti proclami ignorante, come fai a dire che l’analisi del bilancio fatta dal sito è sbagliata? Dicci, dicci…

  47. Harken ha detto:

    @433offensivo immagina questa situazione.
    Sei creditore di 100mila euro verso un tizio che ha un giro di affari sempre minore con la sua azienda, arrivando a 0 in pratica sia come entrate sia come proprietà dell’azienda.
    Questi 100k generano ogni anno degli interessi (diciamo 1k), che il tizio riesce sempre a pagarti.
    Alla fine di ogni anno hai due scelte: 1) chiedi il pagamento dei 100k che lui non ha, facendolo fallire e ricavando dalla vendita dei suoi beni se ti va bene 5k. 2) non fai nulla e aspetti 1k di interesse che lui paga regolarmente, sperando che la sua azienda si riprenda e ti ripaghi anche il resto.

    Se pensi che la soluzione 2 sia quella economicamente più sensata, ti sei risposto sul perché i vari creditori aspettino senza mandarlo per aria.

  48. esiliatomarche ha detto:

    Caro Moderatore non tii forzare a capire tanto non è per te. Tu vedi le cose come ti fanno comodo e cerchi di influenzare la tefoseria di ignoranti come me.

  49. UK_Dolphin ha detto:

    Grazie per la precisazione Nemicissimo.

  50. UK_Dolphin ha detto:

    @ 433 Offensivo. I debiti importanti erano con il fisco e sono stati ridotti, visto che preservare la continuità aziendale e occupazionale e` prioritaria. Quelli con le banche si riferiscono principalmente al factoring, incassi anticipati relativi alle operazioni di calcio mercato, tranne il milione con la Pop. di Bari e l’altro con il misterioso creditore di cui parla l’articolo. Non sta messo poi così male.

  51. nemicissim0 ha detto:

    Certo, poi ci sono anche casi in cui il debitore dice al creditore “mi procuro i soldi in questo modo, per es. vendendo un’immobile, e ti pago” e in quel caso il creditore può mettere come condizione che il terzo acquirente partecipi all’atto e si faccia contestualmente la vendita e la transazione, trasferendo il prezzo al creditore seduta stante, ma questo è un caso alquanto diverso dall’obbligarsi a fare qualcosa per migliorare astrattamente le proprie condizioni finanziarie in futuro (“mi obbligo a contenere i costi”… e se non rispetto quest’obbligo e riesco comunque a pagarti, che facciamo? La transazione non è adempiuta?)

  52. nemicissim0 ha detto:

    UKD, normalmente un atto di transazione non comporta alcun obbligo per una delle parti di “fare o non fare” qualcosa (tipo: mi obbligo a contenere le spese, a non sforare di X il monte ingaggi ecc. ecc.). Queste sono cose che non hanno alcuna rilevanza per la parte creditrice della transazione (in questo caso l’Agenzia). In altri termini: al creditore si può spiegare precontrattualmente come e perchè gli conviene rinunciare a una parte del credito (“siamo in crisi, più di questo non possiamo, facendo esecuzioni forzate non recupereresti nulla ecc. ecc.”) e, una volta che si è convinto, mettere per iscritto che importo gli dai e in quante rate. Al creditore non glie ne frega nulla di se e come ti procuri i soldi: se non onori la transazione (intanto si incamera le poche rate che hai pagato e poi) le cose tornano esattamente come prima, cioè con l’INTERO debito da saldare.

  53. UK_Dolphin ha detto:

    Sarebbe interessante sapere quali obblighi comporta l’atto di transizione fiscale a livello di contenimento dei costi, visto che Cullu’ parla di garanzie necessarie per lo sforamento del tetto ingaggi (imposto?).

  54. draculone ha detto:

    SDADE ZERENI, I GONDI ZONO ABBOSDO

  55. madelib ha detto:

    Chi vuole legga l’odierno articolo pubblicato sul quotidiano locale ed inerente alle recentissime dichiarazioni del “petto abbottato”: l’ennesima chiosa ipocrita…
    Ilare.

  56. 433offensivo ha detto:

    Scherzi a arte, la mia domanda resta sempre la stessa: com’è possibile che una società così indebitata possa ancora essere in vita? E perché nessuno , soprattutto quando il ragioniere fa certe dichiarazioni, nessuno mette in risalto ciò che appare evidente?

  57. 433offensivo ha detto:

    Ho trovato visto chi ha più debiti di me. Ora sono più sereno

  58. Harken ha detto:

    Grazie redazione.
    Secondo me non appesantiva, ma io sono burocrate dentro e non faccio testo 😀

  59. 40mila.it ha detto:

    Caro Harken, per non appesantire troppo la lettura, ci siamo limitati.
    Comunque, ci sono anche:
    – debiti della Spa verso Daniele Sebastiani per €1,6 milioni;
    – debiti verso fornitori per €2,3 milioni;
    – debiti verso enti organizzatori, osservatori e tecnici per €1,1 milioni;
    – voci minori per il restante.

  60. Harken ha detto:

    Scusate ma 2+1,6+3,3+6,5+1,3 fa 14,7 ml, ci mancano 5,3ml tra le voci debitorie.