CASCIONE post PESCARA – ANCONA 0-2
21/04/2024
DISORDINI PESCARA – ANCONA: LE IMMAGINI
24/04/2024

Pubblichiamo un contributo così come trasmessoci dall’autore – 

Ennesima, bruttissima e penosa pagina scritta a caratteri indelebili da questa società senza più vergogna. Raramente si era visto un Delfino così dimesso come quello messo malamente in campo domenica pomeriggio all’Adriatico contro l’Ancona da un imberbe Emmanuel Cascione. Eppure, si trattava di una gara relativamente importante, sia per conquistare un posto migliore in vista dei pur inutili play off, sia per salvare almeno la faccia davanti ai pochi tifosi presenti, che chiedevano solo una prestazione d’orgoglio contro gli storici avversari Dorici. Invece, i biancorossi hanno letteralmente passeggiato sulle macerie del Pescara, con un goal per tempo, nemmeno troppo spingendo sull’acceleratore, regalandosi così la speranza di salvarsi, all’ultima giornata, senza passare per i play out, cosa che fino a una settimana fa pareva un’utopia.
Praticamente i biancazzurri non hanno mai tirato verso la porta avversaria. Ci sarebbe, per assurdo, da sperare in un’indagine dell’ufficio inchieste FIGC, così almeno si potrebbe giustificare lo schifo visto in campo. Priva di un attaccante degno di questo nome, la Sebastianese dell’inesperto Cascione, almeno fino alla gara vinta ad Olbia, sembrava aver messo ordine in difesa: pura illusione anche questa!
A fare da antipasto a questa vergognosa prestazione – l’ennesima di un’ormai lunghissima serie inanellata in questa dozzina di ultimi anni – in settimana ci siamo pure dovuti sorbire la solita pagliacciata della presentazione Sponsor Day, con annesse dichiarazioni copia e incolla di futura e prossima cessione societaria, grazie ai consueti, stucchevoli e fastidiosi microfoni amici. L’orrore nelle parole di Gianluca Di Marzio, ospite della giornata con tanto di maglia gentilmente donatagli, che ha lodato le imprese di questa società, quale esempio per tutto il calcio italiano! Se anche un uomo che vive di calcio non riesce a capire che questo sport può sopravvivere esclusivamente rispettando i tifosi, anziché farsene beffe per tirare su moneta, allora è davvero finita. Caro Di Marzio, cosa gliene può interessare ai tifosi se qui i giovani vengono coltivati, tutelati e venduti, in stile allevamento intensivo? Che esempi fai di Bari, Palermo, ecc., che sono fallite? Fallire sarebbe il problema? Certo, per chi comanda lo sarebbe, ma non per i tifosi, che pur di liberarsi di questa situazione tumorale sarebbero ben disposti a ripartire anche dall’Eccellenza! Parole che hanno pure portato sfortuna, loro malgrado, citando il bel lavoro che sta svolgendo Cascione! Non riportiamo per intero tutto quanto detto da quest’uomo, fra un sorriso compiaciuto e l’altro, per pura pietà. A lui auguriamo solo di rinascere tifoso del Pescara e ritrovarsi a soffrire per una Sebastianese qualunque, forse comprenderebbe ciò che ha dichiarato.
Domenica prossima ultima giornata di questo ennesimo calvario, in quel di Fermo, contro una squadra già aritmeticamente penultima. Rimarrebbe un’ipotetica soddisfazione da cogliere, in effetti, ma puramente simbolica e indipendente dalla volontà del Delfino: a cinque giornate dal termine del campionato di serie A, la Salernitana, con solo 15 (quindici) punti all’attivo, potrebbe ancora togliere al Pescara targato Sebastiani, uno dei tanti record negativi fin qui accumulati dalla sua fantasmagorica gestione, ovvero quello del minor numero di punti conseguiti in un solo campionato a venti squadre, per la precisione 18 (diciotto) nel 2016/2017. Sarebbe una gran bella soddisfazione…

Fabio Ros

P.S.: nel ringraziare Fabio Ros per il suo contributo, precisiamo che il contenuto rappresenta sempre e solo un’espressione dell’autore e non impegna il punto di vista del sito 40mila.it. Cogliamo inoltre l’occasione per ricordare a tutti i tifosi biancazzurri che questo sito “appartiene” ai tifosi stessi della Pescara Calcio: sono pertanto benvenute proposte di ulteriori contributi. A tal fine, è possibile utilizzare la mail di contatto info@40mila.it (anche raggiungibile dal link nel menù principale).

40mila.it

1115 GIORNI di SERIE C, 4563 di PRESIDENZA SEBASTIANI
Condividi su:

Lascia un commento

21 Comments

  1. pier66 ha detto:

    Buongiorno a tutti…. Io penso che sia giunto il momento di alzare l’attuale del livello di contestazione, soprattutto in quelle poche partite di playoff che che la sebastianese farà…. Alla redazione chiedo cortesemente di provare ad intavolare questo argomento di discussione, Grazie. Sempre Forza Pescara e sempre sebastianese merda..

  2. draculone ha detto:

    STRUZZO, prima che pensiate male 😏

  3. draculone ha detto:

    Ma chi è lo str… zo con la testa sotto la sabbia?

  4. Solo Pescara ha detto:

    AAA cercasi un investigatore serio che possa trapelare la verità e mandare Pinocchio al pascolo da qualche altra parte lontano da Pescara insieme alla combriccola collusa.

  5. Solo Pescara ha detto:

    Se non ci si sta dentro al 100% non si saprà mai la verità assoluta. Il Bresidende gioca a scopa, ti butta il 2 di coppe e sorride come se fosse una carica. La shtamba chiede soltanto domande già scritte su un foglio di carta preparato da un amico che non lo metterà in posizione scomoda per i suoi motivi. Quello che si vede dal campo di gioco è palese anche confrontando le rose degli anni precedenti e allenatori passati. La colpa è attribuita ad altri – SEMPRE. Cullù si autoproclama il migliore di tutti i tempi, ma i conti non ridanno e nessuno che DOVREBBE chiede la domanda giusta??? Anzi, si riposiziona nervosamente per aver posto la domanda stessa ed abbassa lo sguardo per aver sfidato il rè sottolineando che era questo sito ad aver scritto la domanda. Esigere una risposta precisa da Cullù – come? Non ce dibattito e nessuno nega (a parte Repetto che gli disse soltanto di non attribuirgli la colpa – e guarda caso il capostazione ha mantenuto la faccia da poker). Se la domanda è scomoda risponde col muso e ci manda in settore con “non fade i gommergialishti fade i tifosi”. Tutta ‘sta storia fa venire la sciolta e viviamo veramente nel Matrix negativo della Sebastianese. Le risposte non saranno mai precise. Detto questo …. Sebastiani VATTENE

  6. lufijedigin ha detto:

    Qualcosa non torna, le domande serie ce le facciamo solo noi e non chi dovrebbe farle di mestiere….e non parlo solo dei giornalai..

  7. UK_Dolphin ha detto:

    Due anni fa ha messo sul piatto due milioni e mezzo, l’anno scorso si e’ “finanziato” con la cessione dell’albergo e con l’atto di transazione fiscale, altrimenti erano altri cinque milioni da ricapitalizzare. Quest’anno che si inventerà? Paga di nuovo? Il bello e’ che poi i giocatori “sfumano” per diecimila euro.

  8. nemicissim0 ha detto:

    Quello che mi chiedo io è: possibile che le banche abbiano accettato fideiussioni da uno che, apparentemente, non ha una attività imprenditoriale personale? Avrà un rilevante patrimonio immobiliare personale? Avrà introiti personali significativi? Delle due, l’una: o le banche hanno informazioni che il soggetto è personalmente solvibile, oppure le fideiussioni personali non esistono. Le banche non elargiscono più il denaro con la disinvoltura di 30 anni fa.

  9. tusciabruzzese ha detto:

    … o gli scheletri nell’armadio che è bene che nessuno apra troppo presto? Dopotutto, armadi ce ne sono all’EKK, ma anche armadietti per le canotte al Poggio, o altri armadi in ufficio …
    🙂

  10. UK_Dolphin ha detto:

    Di certo una ipotesi plausibile, o altri affari esterni alla societa’.

  11. Harken ha detto:

    UK_Dolphin e se tra le ipotesi ci fosse “ha veramente le fidejussioni personali (di cifre importanti) che lo tengono impicca..legato al Pescara”?
    Questo spiegherebbe l’accanimento terapeutico, cioè la necessità di continuare ad andare avanti a qualsiasi costo sperando nella culata della B pur di evitare l’alternativa (fallimento ed escussione personale).

  12. UK_Dolphin ha detto:

    Chiaro dall’ultima serie A quale fosse il suo obiettivo. L’unica cosa che non torna e’ questo prolungato accanimento terapeutico per mantenerci in vita in serie C con zero prospettive, che gli costa non poco. Aspetta di vendere? La valutazione, realistica, della società e’ inferiore al costo annuale sostenuto per mantenerla in vita. Ha un socio occulto? Avrebbe interesse a far “girare” più capitale e qui non possiamo permetterci un Sannipoli o rinnovare il contratto ad Aloi. A questo punto credo che resterebbe pure in D e se ne andrà solo quando avrà sistemato i suoi affari, qualunque essi siano.

  13. madelib ha detto:

    Quasi 14 anni fa (3 settembre 2010, quando la Caldora ed Edmondo non ricapitalizzarono, uscendo automaticamente dalla società) misi in luce le prime problematiche causate da Sebastiani (allora Amministratore Delegato).

    Dodici anni e mezzo fa (fine 2011) ho cominciato a “pubblicizzare” la mia non condivisione del suo modus operandi…

    Quasi dieci anni fa (dopo la fine del 2014) non sono stato più messo nelle condizioni di esprimere il mio pensiero…

    Ben sei anni fa, quando venivo preso per folle e, non poche volte, stigmatizzato ogni dove (o quasi), dicevo apertamente ed ovunque che l’unica soluzione era che Sebastiani dovesse USCIRE dalla società (in ogni modo ed a tutti i costi), ma mi veniva sempre risposto che “almeno, mantiene la categoria”… Ma io ho cominciato a “rilanciare”: si rendeva necessario il FALLIMENTO, altrimenti avremmo fatto una brutta fine…

    Oggi, molti di coloro i quali mi hanno avversato si ritrovano a prendere atto di quanto sopra…

    Abbiamo perso ben sei anni!!!

    Ora più che mai dev’esserci una catarsi: società, stampa e tifoseria.

    Tutto da rifondare.

  14. caps ha detto:

    Ripeto e Ripeterò Fino Allo Sfinimento: la Partita Con L’ Ancona Merita l’Ufficio Indagine . È Venuto a Mancare la Lealtà Sportiva Nei Confronti della Fermana e Olbia . Una Vergogna .

  15. nemicissim0 ha detto:

    Ros, per il resto condivisibile, sembra molto attratto dall’idea che la salernitana possa rubarci il record negativo. E’ già la seconda volta che lo menziona. Io invece spero che la salernitana vinca una partita, in modo che il suddetto record resti saldamente nelle mani di Sebastiani (che poi lo resterà comunque, dato che tre dei famosi 18 punti li abbiamo fatti a tavolino. Sul campo ne abbiamo fatti 15, esattamente come la salernitana a cinque giornate dal termine…)

  16. Solo Pescara ha detto:

    Incommentabile. Tutti i pagliacci escono insieme. Jiet a fatijà. Sebastiani VATTENE insieme ad RDG ed i giornalisti che c’avete rotto i marroni.

  17. tusciabruzzese ha detto:

    Dopo un mercato di gennaio “migliorativo”, il disastro del girone di ritorno – con una squadra che lotterebbe per evitare i playout – può preludere a quel che sarà il prossimo campionato, dopo un altro mercato estivo “migliorativo”

  18. tusciabruzzese ha detto:

    Ottimo Ros e vergognosi quei giornalisti che fanno come secondo lavoro i promoter di giocatori e plusvalenze. In cambio di che è fin troppo facile da immaginare

  19. Max1967 ha detto:

    SEBASTIANI VATTENE!

  20. draculone ha detto:

    FALLIMENTO UNICA SOLUZIONE!

  21. ilfigliodel36 ha detto:

    Ho letto la classifica dei punti nel solo girone di ritorno. Cesena 47, Carrarese 36, Juve NG 35, Perugia 33, Torres 30, Gubbio 29, Arezzo 27, Rimini 27, Spal 27, Sestri Levante 26; Pontedera 23; Ancona 20, Lucchese 20, Pescara 20, Fermana 18, Virtus Entella 18, Pineto 17, Vis Pesaro 17, Recanatese 15, Olbia 9.
    Se perdiamo domenica e l’Entella vince dobbiamo giocare i playout del ritorno!!