CHIUSO il CALCIOMERCATO ESTIVO 2023: ne PARLA SEBASTIANI
01/09/2023
DALLA JUVENTUS VERA A QUELLA U.23: lo specchio della decadenza (2/2)
02/09/2023

… giacché più di “qualcuno” dovrebbe avere il coraggio di “specchiarsi” – Quella “prima” volta, in serie A… 

Giovedì, 5 gennaio 1978
Il Pescara gioca la sua partitella infrasettimanale a Sulmona. In quella stessa Sulmona dove ha giocato anche appena 62 mesi fa in … campionato! In quella Vergogna, ottimisticamente chiamata “campionato” di Serie D, girone H. E non solo fu la partita della nostra unica vera sconfitta (1-0), giacché le altre due ebbero una storia molto particolare, ma fu anche il giorno in cui i tifosi pescaresi furono accolti allo stadio ovidiano piuttosto in malo modo. E invece, l’attesa per la partita di oggi rasenta il delirio; come se in Valle Peligna stesse per arrivare il Real Madrid.
Stadio “Comunale” stracolmo come non lo è mai stato prima d’ora, nonostante la neve e il ghiaccio, e dopopartita con assalto agli spogliatoi … non per menare l’arbitro o prendere a schiaffi Vincenzo Marinelli, ma per farsi fare gli autografi da Cadè e tutti i giocatori Biancazzurri, nessuno escluso: Nobili, Galbiati, Piloni, Zucchini … Santucci, De Biase … considerati alla stregua di Zoff, Rivera, Pulici o Facchetti.

Il Pescara 1977/78

La Maglia Biancazzurra, quella stessa maglia derisa, sbeffeggiata, calpesta e vilipesa con la più sarcastica delle godurie, ora rappresenta tutti: da Martinsicuro a San Salvo, dalla “Ripa” a Carsoli, da Cellino Attanasio a Civitaluparella. Tutti!
Dopo solo 62 mesi; neanche il tempo di cambiare generazione.
Per la cronaca, finisce 2-0, con reti di La Rosa e Bertarelli, ma è un dato di secondaria importanza, tutt’al più utile a ricordarci per l’ennesima volta che al giovedì abbiamo senza dubbio l’attacco più forte della Serie A. Solo che il campionato si gioca la domenica, purtroppo.
Nel frattempo, a Pescara siamo in ben altre faccende affaccendati: un occhio al passato, l’altro occhio al futuro.
L’occhio al passato si chiama Inter, con quello 0-0 conquistato a San Siro che, paradossalmente, continua a suscitare più rabbia che gioia. In altre parole, l’enorme soddisfazione, che dovrebbe imperare incontrastata per essere usciti imbattuti da uno stadio così importante, è stata completamente sopraffatta dalla rabbia furiosa per il gol mancato da Bertarelli, e quindi per una mancata vittoria che sarebbe stata “l’emozione della vita” un po’ per tutti; oltre che un “lingotto d’oro” per la classifica. Un gol mancato che TVA e Telemare continuano a farci rivedere praticamente tutti i giorni, forse perché le rispettive redazioni sono convenzionate con i maggiori gastroenterologi della zona.
L’occhio al futuro si chiama Juventus, quanto basta (e avanza) per spazzare via l’Inter e Bertarelli da ogni nostro pensiero.
La Società ha messo in vendita 32.000 posti dell’Adriatico, cioè 24.500 biglietti più 7.500 abbonati, grazie al fatto che gli ampliamenti di Curva Sud e Distinti sono di fatto completati … se così si può dire, giacché mancano ancora le ringhiere!… Anzi, per dirla tutta, nei Distinti mancano anche le nuove scalinate d’accesso (finite, ma non agibili … e anch’esse senza ringhiere), per cui si accede ai gradoni solo scavalcando dai vecchi Distinti, e facendosi issare sulle spalle da un amico!… Per non parlare poi di cosa succede con il deflusso di fine partita.
Una situazione che definire pericolosissima è puro eufemismo, ma in via Campania se ne fregano e vendono ugualmente i biglietti… (clicca qui per continuare a leggere)
Gabriele (“Gaby”) Orlando 
[estratto dal (mio e vostro) diario del PESCARA RANGERS] 

P.S.: nel ringraziare “Gaby” Orlando per il suo contributo, precisiamo che il contenuto rappresenta sempre e solo un’espressione dell’autore e non impegna il punto di vista del sito 40mila.it. Cogliamo inoltre l’occasione per ricordare a tutti i tifosi biancazzurri che questo sito “appartiene” ai tifosi stessi della Pescara Calcio: sono pertanto benvenute proposte di ulteriori contributi. A tal fine, è possibile utilizzare la mail di contatto info@40mila.it (anche raggiungibile dal link nel menù principale in alto).

 

40mila.it

1115 GIORNI di SERIE C, 4563 di PRESIDENZA SEBASTIANI
Condividi su:

Lascia un commento

11 Comments

  1. tusciabruzzese ha detto:

    Ho anche letto quest’altro piacevole scritto di Gaby. Alcuni estratti che copio-incollo:
    – “quinto stadio d’Italia, in quanto a presenze e incassi”!!!
    – “6 mila persone all’allenamento” (nonostante in zona retrocessione). Stasera più o meno lo stesso ma alla partita (ancora grazie Sebastiani per la serie C);
    – stupenda la definizione VALIDA PER TUTTI I TEMPI INCLUSI QUELLI ATTUALI: la maggior parte dei “giornalai” indigeni continuano ad essere impegnati nella “geometria dell’angolo retto”;
    – Pescara Rangers a caccia dei “Traditori e i Rinnegati di casa nostra”; “vera e propria caccia al tifoso juventino d’Abruzzo. E ne troviamo diversi”. “Viscidi Rinnegati di casa nostra, amanti dell’angolo retto e del più vomitevole leccaggio. Siete il nostro obiettivo “numero uno”. E state pur certi che finché ci saremo noi, dentro l’Adriatico non ci sarete voi”.
    La mia epoca!

  2. tusciabruzzese ha detto:

    johnny, a proposito: ho visto il film. Abbastanza ben girato, talora un po’ confusivo e dal messaggio etico a volte incerto. Complessivamente, comunque merita

  3. johnny blade ha detto:

    Sei peggio di Oppenheimer.
    Hai distrutto tutto.

  4. tusciabruzzese ha detto:

    Bello il ricordo dell’esordio del Pescara Rangers nell’anello superiore (anche se, momentaneamente alla Sud). C’ero per quel match ma l’avevo dimenticato

  5. antateavanti ha detto:

    Della partita del campionato del trio delle meraviglie ZZ -Cullu- Rdg non me ne frega una beata minkia
    Mi auguro solo che se dovessero stare allo stadio dei tifosi bianconeri mischiati ai pescaresi e non nella gabbia destinata alla baldracca torinese con tanto di bandiere sciarpe e magliette prendano zampatoni e sardelle a volontà E se sono di Pescara razione tripla .

  6. draculone ha detto:

    Ho un dubbio esistenziale, ma pi chi cazz facc l’abbonamento?

  7. draculone ha detto:

    SOLO PER LA QUAGLIA, OLTRE IL RISULTATO, IL PRESIDENTE È I GIOCATORI

  8. dolphin ha detto:

    Ti puzza pià nu ben per tutto il male che ci sti a fà ma vergognati

  9. nico956 ha detto:

    Io c ero ..e ricordo anche in quel campionato di serieD..nella partita in casa contro il Teramo che era anche una bella squadra .facemmo 17500 spettatori che se nn sbaglio in quella categoria e ancora un record ..insomma purtroppo erano altri tempi per noi ragazzi esisteva solo il Pescara..prima della retrocessione in quarta serie noi facemmo tantissimi campionati di serie C..ma gli spettatori nn andavano mai sotto i 13 14000 spettatori che in C era una media pazzesca..oggi se prendiamo 10 ragazzini e gli chiediamo per chi tifano..se ti va bene 1 max 2 ti rispondono Pescara….purtroppo..

  10. caps ha detto:

    Quando L’Arroganza , la Presunzione e la Mancanza di un Progetto Sportivo Vanno Al Potere Porta a Questo Sfascio . I Saltimbanchi al Secolo Giornalai , Scodinzolano e Consumano la Pregiata Lingua x Compiacere.. Ecco Dove si Arriva Quando Non Ci Sono le Giuste Progettualità Sportive e Capacità di Gestione che è Diverso dal Saper Tacchettare Soldi !!!!

  11. ilfigliodel36 ha detto:

    Ho letto solo che eravamo in 35 mila con lo stadio non ancora finito. Oggi 5 mila con Sebastiani non ancora finito. Io non c’ero. Mi trovate voi le altre differenze?