PESCARA-AUDACE CERIGNOLA 2-0: I VOTI BIANCAZZURRI
23/10/2022
#IONONDIMENTICO
25/10/2022

Pubblichiamo un contributo così come trasmessoci dall’autore – 

Più che del netto successo di sabato pomeriggio contro l’Audace Cerignola (2-0 il risultato finale), gara senza storia che ha avuto come grande protagonista un imprendibile Alessandro Crescenzi, il quale ha prima provocato il rigore del vantaggio – realizzato dal solito Facundo Lescano, attuale capocannoniere del girone C con sette marcature – e poi servito un assist al bacio per il neo entrato Edoardo Vergani, dobbiamo purtroppo disquisire del pareggio infrasettimanale con il Giugliano, che ha provocato già un discreto allontanamento in classifica dalla corazzata Catanzaro: cinque i punti di distacco.
L’1-1 del Partenio di Avellino è stato mal digerito dal Delfino, soprattutto a causa di un arbitraggio davvero scadente. Purtroppo la Lega Pro non è la serie A e nemmeno la B e questo chiaramente vale anche per i direttori di gara, qui non assistiti dalla tecnologia e, di conseguenza, potenzialmente in grado di influenzare i risultati con i loro errori. Meglio farsene una ragione e sperare che anche alle rivali, ogni tanto, possa capitare qualche incidente di percorso.
Non è mai una bella cosa augurarsi le altrui disgrazie, ma purtroppo il Pescara non è padrone del proprio destino, tant’è che, giornata dopo giornata, si palesano ormai almeno due certezze: i biancazzurri di Mister Colombo, mercato di gennaio permettendo, sono certamente destinati ad una stagione di vertice, ma, ahinoi, i giallorossi calabresi sembrano sempre più irraggiungibili.
Purché, incrociamo le dita, il distacco dalla prima non sia addirittura destinato ad aumentare, non ci resta che attendere fiduciosi (necessariamente …) la sfida – a quel punto già decisiva, almeno per il Delfino – della quindicesima giornata all’Adriatico. Per Mora e compagni sarà una sorta di finale anticipata. Il vantaggio psicologico del Catanzaro, a cui saranno sufficienti due risultati su tre, potrebbe però essere ribaltato dalla dinamica regolamentare della serie C: il Pescara avrà a disposizione solo la vittoria per continuare a sperare nella promozione diretta; un’eventuale sconfitta, in compenso, non pregiudicherebbe certo una posizione privilegiata nella griglia dei play off. Quindi, immaginiamo fin da ora un assalto all’arma bianca verso la porta difesa da Andrea Fulignati, vada come vada. Ma avremo tempo e modo per riprendere il discorso, giacché manca ancora un mese all’evento.
Domenica prossima appuntamento da non sbagliare, fuori casa, contro la Juve Stabia, fin qui una delle migliori compagini del girone, ovviamente dopo le tre dominanti.

Fabio Ros

P.S.: nel ringraziare Fabio Ros per il suo contributo, precisiamo che il contenuto rappresenta sempre e solo un’espressione dell’autore e non impegna il punto di vista del sito 40mila.it. Cogliamo inoltre l’occasione per ricordare a tutti i tifosi biancazzurri che questo sito “appartiene” ai tifosi stessi della Pescara Calcio: sono pertanto benvenute proposte di ulteriori contributi. A tal fine, è possibile utilizzare la mail di contatto info@40mila.it (anche raggiungibile dal link nel menù principale in alto).

 

40mila.it

1025 GIORNI di SERIE C, 4473 di PRESIDENZA SEBASTIANI

 

Condividi su:

Lascia un commento

29 Comments

  1. nemicissim0 ha detto:

    Tuscia, quello che vado predicando non è un dogma di fede ma una mera constatazione di fatti: se una squadra di cosiddetti professionisti gioca un torneo amatoriale come la serie C, è obbligatorio che debba vincere tutte le partite. Altrimenti tanto varrebbe disputare un campionato vero.

  2. vitabiancazzurra ha detto:

    anzi qualcun’altro ….

  3. vitabiancazzurra ha detto:

    Arrivano buone notizie da Torino ….forza procura e che l’onda possa arrivare e travolgere anche qualcos’altro fra San Benedetto e Vasto……

  4. tusciabruzzese ha detto:

    nemicissim0 ha detto:
    24/10/2022 alle 16:34
    La juve stabia è uno scoglio non da poco e non ho buone sensazioni, campo sintetico e sempre ostico per noi.
    °°°
    nemicissim0, che ti succede?!? La tua fede vacilla??? Non perdere la bussola: le vinceremo tutte da qui alla fine. E poi ci volteremo a guardare se qualcuno sarà ancora affiancato a noi!
    sarcastic

  5. biancazzurri ha detto:

    A me mi sa ca s’arrivéme pari a n’atra scuadra si contano gli incontri di retti unknw

  6. johnny blade ha detto:

    5pt sono pochi per chi comanda. Tanti per chi insegue.
    A pari punti tra due squadre, chi passa?

  7. draculone ha detto:

    Che Colombo è un grande non ci sono dubbi. IL PROBLEMA È SEMPRE E SOLO UNO. Cussu’ è capace di vendere pure Lescano a gennaio per monetizzare

  8. Max1967 ha detto:

    Almeno con Cancellotti abbiamo sfatato il tabù dei giocatori cessi che in altre piazze facevano sfaville.

  9. tusciabruzzese ha detto:

    Vero quello che ha riportato nico per quanto rigaurda il match ultimo: Colombo non ci pensava due volte a richiamare fortemente i suoi da bordo campo.
    Bene così…

  10. nico956 ha detto:

    Guardate che quelle cose me le ha raccontate questo mio amico che ha assistito nn per sentito dire..poi lo conosco da una vita..e nn avrebbe nessun motivo…ma poi se durante le partite dato uno sguardo alla panchina..lo vedete da soli che chi nn fa quello che dice lui i cazziatoni in diretta fioccano..ad esempio domenica ad inizio partita ingrosso due volte ha girato palla con una certa lentezza ..il buon Alberto sbraitava a più nn posso …nn e uno che te le manda a dire..!!

  11. nemicissim0 ha detto:

    La juve stabia è uno scoglio non da poco e non ho buone sensazioni, campo sintetico e sempre ostico per noi. Delle due, l’una: se passiamo, è un segnale deciso che possiamo mantenere il passo delle prime; se invece perdiamo, amen: inseguiremo solo i playoff (magari con la soddisfazione di vedere una squadra comunque solida e combattiva), verremo quasi certamente eliminati e sarà l’ennesimo fallimento sportivo di Sebastiani. In quel caso, l’unica speranza residua sarebbe quella per cui l’esperienza di quest’anno possa costituire la base da cui ripartire per l’assalto decisivo l’anno prossimo, ma conoscendo il modus operandi dell’ayatollah, poco ci credo.

  12. antateavanti ha detto:

    Vero…..Cancellotti sta facendo prestazioni super sia in difesa ma anche in attacco ….Sono le variabili impazzire del calcio che resta lo sport più bello malgrado tutto …niente di scontato .Giocatori che maturano tardi quelli eterne promesse quelli che danno il meglio nelle giovanili poi si sciolgono e finiscono in serie minori quelli che salgono sul treno giusto al momento giusto quelli hanno il procuratore sbagliato o non hanno il feeelig con l’allenatore di turno etc etc….Solo noi tifosi siamo sempre pronti in ogni categoria anche con presidenti mercanti e speculatori

  13. 1936 ha detto:

    Oltre noi tifosi che siamo tornati a fare la differenza.
    Grande curva sempre calorosa come domenica per il mister.
    Solo per la maglia!

  14. 1936 ha detto:

    Sulla sinistra potrebbe essere Crescenzi la svolta.
    Senza bisogno di un nuovo esterno.

  15. 433offensivo ha detto:

    Diciamo che sette vittorie in dieci partite, sono un ruolino di marcia assai confortante.
    Abbiamo giocato contro Cerignola, Giuliano , Monterosi…è vero, ma anche contro Foggia e Avellino , piazze blasonate.
    Tuttavia, bisogna ricordare, che se anni fa il bacino di utenza contava, oggi questo fattore non incide più come un tempo
    In serie A per esempio ci sono società di città più o meno come la nostra, tipo Bergamo, Salerno, Monza…e altre, come il Sassuolo che ha una tifoseria molto poco numerosa.

  16. nemicissim0 ha detto:

    Nico, freeeeeeechete… se è vera anche la metà di quello che ti hanno raccontato, la mia stima per il mister cresce a dismisura. Speriamo solo che non faccia saltare lo spogliatoio. laugh1

  17. nico956 ha detto:

    Raga la mentalità e quella del boemo..lo so perché due ragazzi che giocavano con me ora giocano nella under 17..ed il papà di questi due mi ha raccontato che le ultime due partitelle infrasettimanali le hanno giocate contro di loro..bhe il caro Alberto così disponibile e gentile nelle interviste..in allenamento e uno nn duro ma feroce..per farla breve settimana scorsa dopo 10minuti ne ha presi due che stavano giocando con sufficienza li ha cacciato dal campo e rimandati a casa …visto che oggi nn avete voglia andatevene a casa ci rivediamo domani…un altro che aveva giocato ad Avellino stava facendo la cyclette a bordo campo..e andato lì gli fa..se stai qui a vedere la partitella te ne puoi andare a casa ..fai girare velocemente queste cazzo di ruote…ad un altro delle nostre giovani promesse che la sera prima era andato a mangiare al macc..e durante l allenamento stava male di stomaco..gli fa ..bhe vattene a casa ci rivediamo quando hai digerito quelle porcherie che vai mangiando..il caro Alberto nn guarda in faccia a nessuno..scuola ZZ..nn ammette distrazioni e li vuole tutti lì intorno perché li controlla uno ad uno….questo nn scherza….ed i risultati si vedono ..se trova l esterno sinistro giusto….saranno cazzi per tutti anche per Crotone e Catanzaro…mo abbiamo aspettato anni per tornare competitivi…un altro mesetto possiamo aspetta..!!!nota a parte..cancellotti..ma vi ricordate cancellotti dello scorso anno..inguardabile..nn ne azzeccava una .quest’anno..sembra il gemello di Spinazzola…..quindi un po’ di pazienza .ancora…e sn dolori per tutti!!

  18. tusciabruzzese ha detto:

    Certe volte mi scopro a sognare ad occhi aperti che questa squadra a primavera fisicamente voli come quelle di Zeman …

  19. nemicissim0 ha detto:

    Nico, mannaggia santa… guarda che si scherza… a me andrebbe benissimo, lo ripeto, gettare le basi con questo mister e con questo gruppo per tentare di migliorarlo e preparare la scalata vincente l’anno prossimo. Se poi, come dici tu, riusciamo a rimanere agganciati fino a primavera e poi vincere le ultime dieci di seguito e sperare in un calo altrui, meglio.

  20. nico956 ha detto:

    Continuo a leggere commenti che pensa che costruire una squadra di calcio che funzioni sia come giocare a quel gioco di cui nn ricordo il nome che va di moda ora .dove metti giocatori a casaccio ..se segna prendi due punti se fa autogol meno due .ma di che parlate ..per creare una squadra ci vuole tempo il Catanzaro due anni fa e arrivato tra le prime 5 lo scorso anno secondo e poi è uscito ai play..e intanto ha continuato a rinforzare la squadra …noi veniamo da anni di abbandono totale abbiamo rifatto totalmente la rosa..e solo perché nn so per quale miracolo abbiamo azzeccato un grande allenatore..che la squadra si esprime già a questi livelli..quindi tornate con i piedi per terra..e toglietevi questa aria di superiorità ..verso altre squadre noi questi meritiamo di incontrare perché pinokkio ha fatto macelli e questi ci toccano..ora noi essendo nuovi nn possiamo che migliorare ..Catanzaro e Crotone..penso che sn già al massimo..quindi se stiamo calmi e restiamo in scia fino ad una decina dalla fine possiamo anche fare il miracolo..nn abbiamo niente da perdere..sn loro che partivano per vincere per forza….e che cazzo un po’ di umiltà nn guasta..!!

  21. nemicissim0 ha detto:

    Vedo che sto facendo proseliti e la gente comincia a capire come funziona. Max ha detto: “Dobbiamo riporre la fiducia solo in noi stessi cercando di vincere tutti gli scontri diretti rimasti con entrambe. A quel punto ce la possiamo giocare”. E io aggiungo che siccome catanzaro e crotone vinceranno tutte le altre (tranne ovviamente i loro scontri diretti), per giocarcela con loro dobbiamo per forza vincere tutte le partite, non solo gli scontri diretti.

  22. caps ha detto:

    Potremo giocarci il Campionato se la Squadra farà Un Salto di Qualità Importante . Altrimenti restando così possiamo pensare a li Cannilicch che non ci sono.. Fermo Restando che a Gennaio può accadere che PettoAbbottato Batti Cassa… Rimane difficile dopo 12 anni pensare ad Altro.

  23. ilfigliodel36 ha detto:

    Colombo ga detto che “soprattutto gli attaccanti devono capire che attraverso segnali di generosità, come una rincorsa, un contrasto o una scivolata, possono farsi amare dai compagni. Al contrario, se uno non si sporca mai la maglietta, quando commette un errore viene criticato. L’esempio è Cuppone, su questo aspetto è lui l’anima del Pescara. Nonostante qualche errore tecnico, dà sempre tutto”. bravo

  24. dolphin ha detto:

    Cioè ma vi rendete conto di che stem a parlà? Gelbison, Monterosi, Monopoli, Audace Giuliano e vu state ancora a parlà di gioco e trame ietv a fa nu gir sopra al Voltigno e magnatv du rustell laugh ma vavet mpazzit o cosa dash

  25. draculone ha detto:

    Ma il Catanzaro con Vivarini in panchina è in “autogestione”? SPERIAMO CHE SCOPPI UNA POLVERIERA laugh

  26. Max1967 ha detto:

    Il campionato è troppo scadente, di un livello a dir poco imbarazzante.
    Quindi puntare su un crollo del Catanzaro è troppo velleitario. Difficilmente perderà punti lungo la strada.
    Dobbiamo riporre la fiducia solo in noi stessi cercando di vincere tutti gli scontri diretti rimasti con entrambe. A quel punto ce la possiamo giocare.

  27. 433offensivo ha detto:

    Sono stupito dalla qualità del gioco del Pescara.
    L’azione del gol contro l’Andria o il secondo contro il Cerignola, sono qualitativamente roba che difficilmente vedi in serie C

  28. 433offensivo ha detto:

    Condivido pienamente la riflessione di Nemicissim0.
    Negli altri gironi , con gli attuali punti, il Pascara sarebbe primo.
    Il Catanzaro lo sapevamo, ha costruito una squadra di categoria superiore. Questo non sempre è sinonimo di certezza di vincere un campionato, ma nel caso dei Calabresi, è ovvio che la rosa a disposizione è davvero importante. Il campionato possono perderlo solo loro…almeno questo è il mio parere

  29. nemicissim0 ha detto:

    Non sono d’accordo su un paio di considerazioni. L’errore dell’arbitro, anche se marchiano, non ha influenzato la gara nè danneggiato il Pescara. Anzi, a detta di Colombo, l’espulsione di un laterale ci ha danneggiato meno che quella di un centrale. Parlare della sfida col Catanzaro come di una finale da cui dipende tutto il campionato è un’esagerazione: un distacco di cinque punti, mancando 28 partite, può essere azzerato o triplicare a prescindere dall’esito della partita col Catanzaro. E poi, stiamo parlando del catanzaro quando c’è anche un crotone che viaggia allo stesso passo.