I BIANCAZZURRI PRENDONO I VOTI (PESCARA-REGGIANA)
04/10/2021
PESCARA-REGGIANA: rinuncia al ricorso
05/10/2021

Per capire se avremo di nuovo la possibilità di vedere RIZZO in porta, ripassiamo le regole del calcio in materia di sanzioni disciplinari accessorie – ammonizioni o espulsioni – da comminare nel caso in cui un portiere (o un qualsiasi giocatore di movimento) commetta un fallo in area di rigore – 

Le norme in materia sono state modificate dall’IFAB nel 2016, dopo un periodo nel quale il fallo in area che negava una chiara occasione da rete doveva sempre essere sanzionato con l’espulsione.

Attualmente, la Regola 12 del Regolamento del Giuoco del Calcio (qui il testo) dispone – al paragrafo relativo al cosiddetto D.O.G.S.O (Deny an Obvious Goal Score Opportunity – “Negare una chiara occasione da rete”) – cheSe un calciatore, all’interno della propria area di rigore, commette un’infrazione contro un avversario, al quale nega un’evidente opportunità di segnare una rete e l’arbitro assegna un calcio di rigore, il calciatore colpevole dovrà essere ammonito se l’infrazione deriva da un tentativo di giocare il pallone; in tutte le altre circostanze (ad esempio: trattenere, spingere, tirare, mancanza di possibilità di giocare il pallone, ecc.) il calciatore colpevole dovrà essere espulso”

Premesso, quindi, che la sanzione disciplinare accessoria (ammonizione o espulsione) andrà comminata solo in  caso di chiara occasione da rete (non quindi, ad esempio, quando l’attaccante stia uscendo dall’area o sia sulla linea di fondo o spalle alla porta ecc.), il nodo della questione risiede nel fatto se il fallo sia commesso “nel tentativo di giocare il pallone” (cd. fallo genuino) o meno: e questa valutazione consente all’arbitro un certo margine di discrezionalità.

In via generale, è lecito affermare – ad esempio – che se il fallo è commesso affrontando un attaccante in possesso del pallone al fine di contenderglielo, l’infrazione andrebbe sanzionata solo con una ammonizione se maldestramente il difendente manca il pallone e prende la caviglia. Al contrario, andrebbe sanzionato con l’espulsione il fallo su un giocatore che non sia ancora in possesso del pallone (per esempio, quando questo gli viene passato ma prima che lo controlli) o che se ne sia liberato (ad esempio passandolo ad un compagno) o comunque in tutti i casi in cui il difendente non abbia la possibilità di intervenire sul pallone o se ne disinteressi.

Esistono però diverse situazioni-limite, nelle quali la discrezionalità dell’arbitro torna ad essere l’ago della bilancia. Si pensi, ad esempio, al portiere che esce a valanga su un attaccante che, entrato in area palla al piede, riesce a saltarlo. In una frazione di secondo si passerebbe da semplice ammonizione (se il contatto avviene mentre l’attaccante ha la palla ancora al piede, nel qual caso l’intervento del portiere è finalizzato a contendere la palla all’attaccante) ad espulsione (se il contatto avviene dopo che l’attaccante ha “saltato” il portiere, e quindi non si può più parlare, da parte di quest’ultimo, di “tentativo di giocare il pallone”, avendone perso la possibilità).

Nel caso di specie, la sensazione, guardando il fermo immagine che segue, è che DI GENNARO stia tentando di intercettare il pallone controllato dall’attaccante (le mani leggermente protese in alto e in avanti lasciano pensare a un tentativo di presa o di deviazione) e, fallito l’impatto col pallone che lo scavalca, abbatta poi l’avversario.

Se questo fosse vero, la sanzione equa per il portiere sarebbe stata l’ammonizione, avendo questi commesso il fallo nel tentativo di giocare il pallone; ma, oggettivamente, la chiamata è “al limite”: guardando l’azione a velocità normale, la sensazione che il portiere si sia catapultato sull’attaccante disinteressandosi del pallone è plausibile.

Non è quindi scandaloso – a mio parere e visto il margine discrezionale che la norma lascia all’arbitro in casi simili – che il direttore di gara l’abbia espulso.

Post scriptum: tutto il discorso vale ovviamente per i soli falli di contatto, dacché il fallo di mano che nega un’occasione da rete è sempre e comunque sanzionato con l’espulsione.

Nemicissim0

P.S.: nel ringraziare l’utente Nemicissim0 per averci inviato il suo contributo, cogliamo l’occasione per ricordare a tutti gli utenti che sono benvenute le loro proposte di contenuti. A tal fine, è possibile utilizzare la mail di contatto info@40mila.it (anche raggiungibile dal link nel menù principale in alto).

40mila.it

 

Condividi su:

Lascia un commento

42 Comments

  1. vitabiancazzurra ha detto:

    La colpa è di Rodomonti

  2. draculone ha detto:

    Cascettaro nato

  3. Milton Tita ha detto:

    Dite e cullu che i campionati si vincono sul campo… Se ne è capace …

  4. caps ha detto:

    Pensiamo alla Prossima Partita!!!..il nostro Schettino non avendo comperato un centravanti ha ancora soldi e li Spende in Avvocati!!;

  5. Max1967 ha detto:

    È un atto dovuto per il preannunciato ricorso del Pescara.
    Finirà con una archiviazione scontata.

  6. pesciarolo ha detto:

    Pescara Reggiana non omologata. Hanno fatto ricorso

  7. draculone ha detto:

    Ci sta anche Valdifiori per la porta

  8. biancazzurri ha detto:

    Uagliù, a Entella ji in porta ci mettesse Galano

  9. UK_Dolphin ha detto:

    Considerando che siamo in C e chi e’ a capo della societa’ Auteri e’ tanta roba. Per vincere il campionato ci vo li jucatur’, non basta solo chiamarsi Pescara, e per la squadra attuale arrivare ai play-off nazionali sarebbe gia’ un ottimo risultato. Cmq non vi preoccupate perche’ tanto il campionato non lo finisce, magari il panettone lo mangia ma la colomba non so…

  10. caps ha detto:

    Vabbè se in 4 mesi non hanno capito come si faccia una diagonale difensiva provandolo e riprovandolo , se dopo 4 mesi in una difesa a 3 nessuno chiama il pallone o come si facev na vot .. Uomooooo.!!! Mo nin zi fa chiù !! Lisc e Bus..e si perd tranquill!! Poi nota su De Marchi : impegno 10 , corsa 10 , grinta 10 ma ha un piccolo difetto ..passaggi nin giazzech!! Tecnica ..x lui cosa strana… Ma poi vogliamo parlare dei Crampi ad un ragazzo di 19 anni al 60 minuto…!! Una Volta l’allenatore serviva a dare insegnamento di tutto questo..evidentemente gli Allievi sono così Scarsi che non capiscono….oppure l’Allenatore ne Bone..fra poco sarà Gennaio Venderà Diambo o Sorrentino e tutti al prossimo Anno!!

  11. ilfigliodel36 ha detto:

    Per la trasferta a Chiavari io vedo bene in porta sia Rizzo che ha quasi parato il rigore e pure Illanes che deviato la punizione di prima declare

  12. ilfigliodel36 ha detto:

    Secondo mio padre finisce 1-1: danno una giornata di squalifica a Di Gennaro e una di pausa all’arbitro. Pareggio mosking

  13. vitabiancazzurra ha detto:

    So capite il prossimo anno torna il derby per la gioia sfrenata dei chietinesi che vivono x incontrarci e batterci .Mi sa che ci vediamo in lega pro

  14. tusciabruzzese ha detto:

    Perché quelli granata non erano il Torino?!? Vista la loro disattenzione, è probabile che i nostri pensavano che lo fosse. Di certo, non marcavano bene eventuali giocatori della Reggiana, casomai avesse giocato qui
    laugh

  15. nemicissim0 ha detto:

    È comprensibile che, davanti alla TV, si siano addormentati mentre il Torino pareggiava.

  16. tusciabruzzese ha detto:

    Però aiutatemi a capire due cose:
    1) in che modo Auteri è responsabile di ben 3-4 giocatori nostri che dormono sul pareggio del Torino?
    2) in che modo Auteri è responsabile se Ingrosso è un centrale così pivello da farsi scappare l’avversario in occasione del rigore? E ne ha già combinate varie altre …
    3) in che modo Auteri è responsabile per dover schierare un vecchio come Drudi come titolare, mentre doveva restare tutt’al più a fare la riserva?
    pardon
    Poi, se mi dite che in C si vince solo facendo barricate a 80 metri dalla porta avversaria, allora, ditemi: quali grandi prime punte contropiediste abbiamo preso? Suggerimento; Ferrari non lo è; De Marchi non riuscirebbe a controllare una palla da solo in contropiede (visto il piedino poco delicato che ha), Marilungo non ce la fa… Puntiamo tutto su Rauti?
    Infine, chi corre per il contropiede veloce? Memushaj non ce la fa, Diambo è lento. Restano solo D’Ursi e Clemenza: basterebbero?

  17. draculone ha detto:

    Un pensiero al tifoso caduto ai distinti, che ti possa rimettere al più presto

  18. nemicissim0 ha detto:

    Draculone, è quello che dico io. Stare a -5 alla settima, in proiezione ci porta a – 27 a fine campionato (38ª giornata). Roba da playout. Urge esonero subito.

  19. 433offensivo ha detto:

    Domenica a mio modesto parere, il pareggio sarebbe stato più giusto, ma ricordo che quasi la totalità dei punti, li abbiamo ottenuti sempre agli minuti o in quelli di recupero.
    Certo le partite durano 90 minuti più recupero, ma resta il fatto Che questo aspetto mi lascia perplesso

  20. draculone ha detto:

    Auteri è il “perfetto” a 70 anni

  21. Max1967 ha detto:

    La colpa è da suddividere all’80% allenatore 20% giocatori perché vuole a tutti i costi attuare uno schema suicida per C.
    I giocatori non sono idonei a questo schema?(che non vuol dire scarsi eh) cambi modulo.
    Gli allenatori testardi sono quelli che fanno meno carriera. Auteri docet.

  22. caps ha detto:

    Sono 4 mesi che si allenano insieme..Non sanno fare una diagonale difensiva , si perdono in area l’attaccante , si fanno bucare a centrocampo con facilità….Auteri pluri esonerato e x quello che vedo Supervalutato.. Siamo in C , ti capita un ciuccio ad arbitrare .. tu fai errori difensivi gravissimi.. le altre squadre sembrano tutte forti contro di noi..a me fa pensare che siamo Noi che come Squadra non ci siamo.

  23. draculone ha detto:

    La realtà dice che alla settima giornata siamo a – 5 dalla prima

  24. Fafinho ha detto:

    I nostri difensori presi singolarmente sono validi. Fanno una brutta figura solo per colpa dell’allenatore. Tenere la linea così alta in Serie C è suicidio tattico puro.

  25. nemicissim0 ha detto:

    …altrimenti si dovrebbero ripetere tutte le partite nelle quali un giocatore è stato espulso ingiustamente…

  26. nemicissim0 ha detto:

    Tuscia, non mi sono accorto della possibile deviazione del pallone da parte di DI Gennaro. Questo taglierebbe assolutamente la testa al toro. Rigore ed ammonizione. Quanto alla ripetizione della gara, l’errore tecnico (oltre che ammesso dall’arbitro) deve aver influito sul risultato. Bisognerebbe essere certi che Di Gennaro avrebbe parato il rigore, cosa che – come ben si capisce – è impossibile affermare. Tra l’altro, essendo una normale valutazione di una azione, l’errore commesso dall’arbitro non è di natura tecnica ma rientra nel margine di discrezionalità della decisione. L’errore tecnico si ha tendenzialmente quando la questione decisa male è oggettiva: espulsione di uno al posto di un altro, fischio finale all’ottentesimo, squadra che gioca in 12, uno sostituito che rientra, disputa dei supplementari invece dei rigori ecc ecc.

  27. Io concordo con Max
    Come già ho detto ieri in serie C bisogna essere all’occorrenza 11 cagancci con il sangue agli occhi, specie quando vedi che l’arbitro abbij a fa lu scem. È inutile piangere come le femminucce, alla prossima gara devono entrare incazzati e riportare il risultato.

  28. madelib ha detto:

    Seppur pleonastici, rinnovo i miei complimenti a nemicissim0 sia per la chiara spiegazione sia per l’ineccepibili cura e rispetto tanto della sintassi quanto della punteggiatura (quest’ultima in tutte le sue caratteristiche e finalità)!

  29. alex74 ha detto:

    Concordo al 100%con tuscia ed aggiungo che non tenere conto di due fuorigioco clamorosi e di una espuslione molto generosa di diambo che colpisce chiaramente prima la palla mi sembra troppo ingeneroso.

  30. tusciabruzzese ha detto:

    Un discorso diverso dalle colpe dell’arbitro, e quindi da non confendere, è quello delle responsabilità dei nostri difensori, i quali, come sostengo da un po’, sono scarsetti per poter puntare a vincere il campionato.
    Però, sul primo gol, fermo restando che io non vedo nessun fallo di mano dell’attaccante reggiano, se quest’ultimo era in fuorigioco (e ci sta) il nostro giocatore (mi pare fosse Rasi) non ha commesso nessun errore, ma si tratta di errata chiamata del guardalinee (an che se va detto che era difficile).
    Indubbio invece il disastro e le colpe dei nostri difensori sul secondo e terzo gol reggiano: i difensori sono scarsi per colpa del budget zero dato da Sebastiani a Matteassi e quindi non certo per le colpe di Auteri che, magari ne aggiunge di sue, ma che intanto ci tiene pur sempre al quarto posto al momento, malgrado manchino “na pund’ e nu centrale” (e pure gli altri difensori, e anche una mezzala alternativa a Memushaj)

  31. tusciabruzzese ha detto:

    Max, per me il rigore c’era perché il portiere non riesce a deviare la palla davanti a sé: in effetti, la palla prosegue nella direzione verso la quale corre l’attaccante, il quale l’avrebbe quindi raggiunta e messa in rete facilmente.
    Cosa diversa è la volontarietà del catapultarsi contro l’attaccante disinteressandosi dell’azione: trovo assurdo sostenere che Di Gennaro non abbia innanzitutto voluto tentare la parata! Quindi l’espulsione non c’era e la partita va ripetuta. Cosa che ovviamente non avverrà mai

  32. johnny blade ha detto:

    CULLÚ NON PROTESTA MAI. È UN CACASOTTO.

  33. Max1967 ha detto:

    Aggiungo solo che ci stanno perculando in tutti i gironi di C dopo il piagnisteo di domenica.
    Primo perché solo noi, ma siamo tifosi, abbiamo visto errori così “gravi” e secondo perché “questa è la C abituatevi”….

  34. Max1967 ha detto:

    Tuscia ma chi sti dì
    L’attaccante alza la palla per provare a scartare il portiere e casualmente sbatte contro il portiere mentre lo travolge.

  35. Fafinho ha detto:

    Non forniamo alibi. 3 gol presi da applicazione del ” sistema” difensivo del mister.
    Il terzo gol nemmeno alla Uisp. Follia pura!

  36. tusciabruzzese ha detto:

    Riprendo dal testo di nemicissim0: “il portiere si sia catapultato sull’attaccante disinteressandosi del pallone”? No, assolutamente no! Di Gennaro cerca d’intercettare il pallone e la prova provata è che lo devia pure, seppur solo di poco. Quindi è evidente l’errore tecnico dell’arbitro. In altre parole, ma stesso concetto: il nostro portiere tenta la parata, solo per lo slancio (ma d’altra parte è lo stesso slancio che ha anche l’attaccante) c’è il contatto successivo alla deviazione della palla. Assurda l’espulsione. Errore tecnico evidente e decisivo: si deve ripetere la gara. Mi chiedo cosa stia aspettando la società per introdurre un atto formale, anche se so che se poi l’arbitro non avrà il coraggio di scrivere la verità, non servirà a nulla. E il coraggio di ammettere i propri errori non è per i vigliacchi ma solo per chi ha dignità. Vedremo di che pasta è fatta questo arbitro …

  37. lusmitch ha detto:

    Il fallo di mano sul primo gol l’ho visto solo io ???

  38. Milton Tita ha detto:

    Se sei forte non c’è arbitro,fuorigioco o errore che tenga… non stiamo giocando in champions ma in serie C….parere personale ovviamente …nn diamo alibi a chi ne ne ha

  39. Max1967 ha detto:

    “Non è quindi scandaloso – a mio parere e visto il margine discrezionale che la norma lascia all’arbitro in casi simili – che il direttore di gara l’abbia espulso.”
    Quess’è

  40. vitabiancazzurra ha detto:

    Nemicissimo presidente dell’Aia a furor di 40mila…ma non l’azienda dei polli quella degli arbitri cornutazzi

  41. draculone ha detto:

    Si attendono precisazioni e chiarimenti sullo scritto di Nemicissim0 dall’addeddo sdamba della Pescara calcio laugh rofl laugh1