ASCOLI-PESCARA 0-2: I 99 MINUTI CON I … 40MILA!
04/12/2020
I BIANCAZZURRI PRENDONO I VOTI (ASCOLI-PESCARA)
05/12/2020

04/12/2020, ASCOLI-PESCARA: “FRASI CELEBRI”

Pre-partita – 

Daniele SEBASTIANI (Presidente del Pescara): “Oggi si affrontano due squadre che purtroppo non hanno mantenuto fede agli impegni di questo inizio stagione e hanno dovuto cambiare. E’ sempre brutto quando bisogna cambiare ma a volte bisogna dare una svolta. BREDA è venuto a Pescara con molti stimoli e con grande entusiasmo: adesso bisogna dare tempo anche a lui”.
“Per il mercato noi non ci siamo mai tirati indietro; però, onestamene, abbiamo avuto una serie d’infortuni che hanno condizionato i risultati e l’andamento della squadra. E’ poi chiaro che paga sempre l’allenatore: dispiace, ma bisogna guardare avanti e poi intervenire nel prossimo mercato se ci sarà la possibilità”.
“Spero che anche nei confronti del calcio s’intervenga perché sono aziende che hanno perso tanto: la serie B in proporzione alla A ha perso moltissimo. L’apporto della tifoseria sarebbe importante per la presenza sugli spalti dei tifosi; poi, porterebbe anche incassi. Noi viviamo di sponsor che non sono quelli nazionali che restano a prescindere; noi abbiamo aziende locali che sono anche loro in difficoltà”.
“Adesso qualche giocatore è rientrato e anche se ne abbiamo fuori qualcuo d’importante tutti devono dare il loro contributo. Non siamo una squadra di prima fascia ma sicuramente non siamo da ultimi posti”.

Massimo Pulcinelli (proprietario dell’Ascoli): “Pensavamo che mister Rossi fosse irraggiugibile per la categoria ma ci ha dato disponibilità e accettato la sfida insieme a noi; siamo qui alla prima gara”.
“Abbiamo introiti almeno del 20-25% in meno per il Covid rispetto allo scorso anno: dobbiamo stringere i denti, organizzarci per farcela e obbligati a stare attenti al bilancio”.
“Sono convinto di avere un gruppo competitivo di ragazzi e all’altezza della serie B. Siamo partiti male ma speriamo di rifarci: abbiamo un età media molto bassa e ci sono ragazzi che possono mettersi in mostra in questo palconscenico”.
“Ai tifosi dico ‘stateci vicino: ci mancate'”.

Post partita – 

Roberto BREDA (allenatore Pescara): “A me piace lavorare su quello che va fatto in campo, dare dei compiti. In fase di possesso c’è ancora tanto da fare perché siamo macchinosi. Soprattutto si doveva fare il terzo goal, però come intensità, atteggiamento e voglia di mettere in pratica quello che si è fatto, sono molto soddisfatto. Abbiamo fatto una partita da squadra, ci siamo tolti dall’ultimo posto della classifica ma bisogna continuare a lavorare. Sono contento che abbiano segnato tutti e due gli attaccanti; e potevano segnare anche altri. Mi piace l’atteggiamento che ha avuto CAPONE e tutti i ragazzi che sono entrati. CETER ha bisogno di un’attenzione particolare e va letto nelle fasi di recupero, ma più gamba metti in settimana e meno fatichi in partita: e questo vale per tutti. Sono stati tutti bravi. Siamo partiti per andarli a prendere alti ma già dopo un quarto d’ora c’era chi boccheggiava; e anche gli attaccanti che andavano a coprire mancavano di lucidità quando dovevano andare a segnare. Le ripartenze sono state fatte bene e mi è piaciuto chi è entrato perché ha rialzato il ritmo e l’intensità. Siamo stati attenti per tutti i 100 minuti e per questo sono contento. Devo fare due dediche: a SABATINI che ho conosciuto da avversario e a mia figlia che oggi compie 16 anni. Sui corner, tre o quattro vanno a uomo e gli altri a zona. Poi, dipende anche dagli avversari che hai davanti. A me piace lavorare su concetti concreti, cioè ‘fai questo in questa situazione’, ‘fai questo in quest’altra situazione’. E siccome abbiamo avuto poco tempo, la differenza l’ha fatta l’interpretazione dei giocatori d’esperienza come VALDIFIORI, BALZANO, MEMUSHAJ, BOCCHETTI. ANTEI deve riprendersi la forma migliore giorno dopo giorno; però, appena entrato ha fatto un intervento fantastico in scivolata, da giocatore vero. E’ un giocatore importantissimo per noi e spero possa dare una mano come tutti gli altri, anche perchè i tempi non li possiamo sapere”.

Daniele SEBASTIANI (Presidente del Pescara), post-partita: “Abbiamo fatto la partita giusta. Siamo partiti forte; e se hai i giocatori te la puoi giocare con tutti. Adesso fare dei paragoni non è nemmeno bello. Il Pescara ha giocato da squadra questa sera, ha fatto una gran partita. La squadra è stata compatta. La difesa credo che abbia dimostrato di non dover invidiare niente a nessuno. Il riento di ANTEI anche per soli 10 minuti ci ha dimostrato che giocatore è. E non ci dimentichiamo SCOGNAMIGLIO che non è al meglio ma lo diventerà presto. Credo che questa squadra al completo, come ho sempre detto, non sarà da primissimi posti ma non sarà nemmeno da soffrire. Oggi mi è piaciuta la determinazione e la cattiveria: in serie B si deve giocare così su tutti i palloni, ‘menando’ in senso buono, senza tirare indietro la gamba. Credo che il Pescara stasera abbia giocato la partita che deve giocare. Ci sono delle situazioni dove vai anche in depressione. Quando si dice di creare la svolta: questa è la svolta, cioè di ridare degli stimoli ai ragazzi che li avevano persi. Però, adesso non dobbiamo soffermarci su quello che è stato e che sarà: noi dobbiamo giocare così e ce la giocheremo con tutti.
Ancora non ho avuto modo di parlare con Massimo [ODDO] ma lo farò presto perché sapete che rapporto ho con lui. Sinceramente quando fallisce un progetto mi dispiace: in questo caso mi dispiace ancora di più.
Il Pescara stasera ha dimostrato di sapere stare in campo nella partita più difficile: incontravamo una squadra in difficoltà come la nostra, che ha cambiato allenatore come noi. Poi, questa piazza non ci è normalmente molto favorevole: questa era la partita più difficile in questo momento e l’abbiamo fatta da grande squadra. Potevamo fare qualche goal in più e qui ci manca qualche pizzico di cattiveria in più, perché quelle palle vanno messe dentro.
L’allenatore non poteva fare altro se non portare tranquillità e novità. Sicuramente ci ha messo anche del suo perché ogni allenatore ha le sue caratteristiche. Adesso, però, dobbiamo aspettare delle conferme: non è che vinciamo una partita e poi ci sediamo. Dobbiamo giocare tutte le partite con questa determinazione. Poi, ci sono anche giocatori che sono entrati in forma come MEMUSHAJ e VALDIFIORI; nonché c’è MAISTRO che ha giocato nel suo ruolo. Poi, anche quelli che sono entrati come CRECCO, che ha giocato poco, hanno fatto bene. E pure CAPONE: ma Capone quelle palle le deve mettere dentro.
Io non voglio difendere nessuno, ma abbiamo avuto tante defezioni, siamo partiti in ritardo; poi gli infortuni: ho sempre detto che non siamo da primi posti, ma nemmeno da soffrire lì dietro. Dobbiamo continuare a lavorare: io ho visto un grande lavoro questa settimana e dobbiamo continuare a farlo perché i ragazzi devono crescere come condizione; anche perché se vai a vedere la partita, dopo 30 minuti siamo andati un po’ in affano, perciò si deve crescere di condizione”.

Christian GALANO (giocatore Pescara): “Abbiamo fatto una grandissima prestazione, basta guardare la partita. Siamo stati squadra, cosa che non siamo stati nelle scorse partite. In questi giorni abbiamo sofferto molto e questi tre punti sono di tutti: dai tifosi alla Società. Ora c’è un nuovo mister e dobbiamo seguirlo: non si può sempre cambiare allenatore. Per me è stato un gol importantissimo. Quando sento la fiducia sforno sempre prestazioni buone come questa. Ora ci attende un tour de force: sarà difficile ma con il lavoro ne usciremo bene. Dedico il gol alla mia fidanzata e alla mia famiglia, ma anche a me stesso che dò l’anima ogni partita”.

Luca ANTEI (giocatore del Pescara): “Sono molto contento perché non giocavo da undici mesi. Sono ancora più contento per il risultato: i tre punti ci servivano. Ora spero, con un po’ di tempo, di tornare al meglio della condizione. Comunque mi sono sentito bene già dai primi contrasti. Siamo stati una squadra quadrata, compatta e aggressiva. Non potevamo continuare così come fatto fino ad ora”.

Salvatore “Sasà” BOCCHETTI (giocatore del Pescara): “BREDA è stato chiaro dal primo giorno in cui è arrivato dandoci due-tre concetti chiave su cui lavorare. Abbiamo fatto una grande partita. Sapevamo che i nostri tifosi ci tenevano al ‘derby’ e siamo stati sempre tutti sul pezzo. Dal portiere agli attaccanti. Ci tenevo moltissimo a non prendere gol: ne sono contento per Vincenzo [FIORILLO] perché per un portiere è fondamentale prendere fiducia. Adesso sto bene fisicamente, sono al 100%. Preferisco fare il centrale dei tre. Stasera ci tenevamo tanto perché non meritiamo la classifica ma lo dobbiamo dimostrare sul campo”.

40mila.it

 

Lascia un commento

34 Comments

  1. draculone ha detto:

    Dov’è il problema, c’è il procuratore colto nella difficoltà sempre pronto ad aiutare tutti , tale SIMONE PEPE

  2. johnny blade ha detto:

    Ma è vero che Giant Ceter non ha un procuratore e si gwstisce da solo?

  3. Max1967 ha detto:

    Fino a mo la curva se pure a distanza non ha mai contestato.
    A sto punto ci aspettiamo gli applausi al loro presidente.

  4. antateavanti ha detto:

    Ceter a campo aperto e in contropiede e davvero da serie A infatti i gol che ha fatto sono quasi fotocopia …è un centravanti vecchio stampo tipo Bobo Vieri e se impara a dialogare nello stretto negli ultimi 20 metri diventerà un giocatore di passaggio in B .Intanto preghiamo la salute alle sue gambe e sopratutto agli attaccanti del Cagliari Se per pa fine di Gennaio il colombiano avra6fatto 7-8 gol e in sardegna hanno problemi in attacco cussu fa la fine di Machin…ma possiamo riprenderci sempre Bunino per rimpiazzarlo

  5. warhua ha detto:

    Ceter è devastante. Le difese avversarie faticheranno sempre a tenerlo a bada perché, di fatto, è un giocatore di serie A.

  6. caps ha detto:

    Addio TikiTaka , gioco semplice , raddoppi aggressività e lanci negli spazii dove Ceter è devastante…ma Galano ha dimostrato le sue grandi qualità ma anche i limiti che non gli hanno permesso il salto di qualità. Difesa e centrocampo tonici e senza pause. Speriamo bene

  7. benitino1936 ha detto:

    Madelib ha detto che tutti, calciatori compresi, hanno preso in giro la tifoseria non impegnandosi al massimo. Caro madelib, questo succede perchè alcuni nella tifoseria organizzata si sono venduti e applaudivano con la scusa di dover incoraggiare invece che sputare in faccia ai calciatori. Hanno fatto anche comunella in privato con Fiorillo, Mucciante, De Carolis e Sebastiani. È chiaro che poi se chi doveva essere a difesa di una fede ha tradito questa fede, allora ognuno fa quello che gli pare e la tifoseria tutta quanta viene presa in giro. Tutto è permesso da quelli che si sono venduti

  8. profeta ha detto:

    Che bello vincere e convincere! Adesso iniziamo la risalita in barba ai gufi chietini

  9. johnny blade ha detto:

    Ngulo ieri pure memu sembrava rinato…
    Po ess che quiss hann ammutinato fino a mo.

  10. draculone ha detto:

    Come non dare ragione anche a te , Alex, il senso di appartenenza è solo un lontano ricordo

  11. alex74 ha detto:

    Sci che poi quando vedi ssi sturdillit esultare e abbottare il petto manco avessr vind la Champions ti riviene voglia di augurargli tutti i mali possibili. È come una cane che si morde la coda

  12. draculone ha detto:

    Condivido in pieno il parere espresso da Madelib, soprattutto l’ultima parte

  13. lefferituel ha detto:

    Il reggimicrofono riccioluto “anche Capone non mi è dispiaciuto”… caro Unto & Bisunto ‘ngh sa faccje t’armast solo da j ffa’ lu protagonist di telenovelas sudamericane.
    TE-NA-DA-J’!!! – F.T.S. = Fuck The Stationmaster – CULLU’ FRUSTALLA’

  14. johnny blade ha detto:

    Cmq abbiamo vinto perché sto andando in giro in questi giorni con tuta e felpa del PE36..
    Cercherò di continuare così.

  15. warhua ha detto:

    Ma non credo proprio alla storiella dei giocatori che remano contro.
    Ieri ho visto dei giocatori felici di giocare a un calcio che sapevano giocare.
    Nessuno ha remato contro Oddo. Semmai, come ho già detto, ci saranno stati probabilmente dei problemi (notevoli) sull’applicazione del gioco che voleva Oddo e questo, ovviamente, può aver portato a incomprensioni e nervosismo con ulteriori ripercussioni sul gioco stesso.
    Finiamola con in giocatori che remano contro Oddo, non si sa bene per quale motivo.
    E’ proprio il gioco di Oddo, così come quello di Zeman, che può portare, se difficilmente attuabile dai giocatori, a “incomprensioni”. Tutto qui.

  16. madelib ha detto:

    Non ho letto ancora i commenti né i post precedenti: dunque, esprimo le mie considerazioni al netto di eventuali ed inconscie influenze…

    Premesso che, di fronte, abbiamo avuto un Ascoli inconsistente ed imbarazzante (peraltro, nemmeno degnato più di tanto da un arbitro mediocre…), il cambio di allenatore potrebbe anche aver determinato un verosimile “effetto placebo”, che avrà inciso pure sull’approccio alla gara nonché sull’atteggiamento propositivo avuto nel corso dell’intera partita.

    Tuttavia, dovremo attendere ulteriori e numerose verifiche (a cominciare da Sabato prossimo, in casa contro il Vicenza), prima di poter disporre di adeguati ed attendibili termini di paragone per poter affermare, con un certo ottimismo, che “La squadra c’è”…

    Appunto: la “squadra”.

    Ma cos’è una “squadra”?

    Una squadra dovrebbe essere un gruppo di Uomini (con la “U” maiuscola), Seri e Professionisti, oltre che Professionali (pure con le iniziali maiuscole…)…

    Mi chiedo: sarebbero da considerare tali di fronte ad un cambiamento conseguito ad un semplice cambio di allenatore (a tutto voler concedere)?!!!

    Non può escludersi, dunque, che le “prestazioni” precedenti della “squadra” fossero condizionate da un comportamento preordinato a far fuori l’allenatore (di turno) precedente, a ragione od a torto…

    Ma, se così fosse (e, a mio avviso, è stato), ciò vorrebbe dire che la “squadra” ha “remato contro” (cosa, a mio parere, già assai evidente), a prescindere da oggettivi limiti caratteriali, tecnici e, soprattutto, umani (nel senso nobile del termine…).

    E, se ciò è accaduto, è avvenuto a discapito della tifoseria vera: una tifoseria che, assieme ai colori biancazzurri, da troppi anni ormai è presa in giro da chiunque, a partire dai vertici societari (per meglio dire, dal vertice factotum del “Pescara calcio”) e dai mercenari di turno (in prestito e/o mezzi scassati), senza sufficiente professionalità e senza Amore per la maglia (impossibile pretenderlo quest’ultimo…).

    Ciò, senza tener conto del fatto che, nel NOSTRO Pescara, non ci sono più “bandiere” rispetto a qualche tempo fa: infatti, non significa alcunché, oggi, la militanza di qualcuno da qualche anno, perché è una militanza sostanzialmente fredda ed interessata…

  17. warhua ha detto:

    Io non credo affatto che ci sia stata inimicizia tra Oddo e i giocatori., tantomeno per motivi caratteriali.
    Credo, invece, che ci siano stati problemi sull’applicazione del gioco e che siano stati questi problemi a portare poi a delle incomprensioni tra giocatori e allenatore.
    Breda sta cercando di attuare un calcio semplice e immediatamente attuabile dove ognuno ha ben presente cosa deve in ogni situazione. E’ chiaro che se un giocatore riesce a fare quello che dice l’allenatore, tanti problemi si risolvono da soli.

  18. tusciabruzzese ha detto:

    nemicissim0, se è come dici tu, e ci sta, rimane il fatto che si tratta non solo del “problema Oddo ma di una Società che da sempre non è in grado di “proteggere” i suoi allenatori contro giocatori che fanno quel che gli pare

  19. nemicissim0 ha detto:

    Comunque, la capacità di Oddo di inimicarsi i senatori è stata la sua fine. Li hai dovuti togliere e ovviamente a quel punto non li puoi più utilizzare perché ti fanno le vacche in campo. I giovani da soli non sono all’altezza e non coprono tutti i ruoli… va bene il livello non eccelso della rosa, ma pure cullù (Oddo) ci ha messo molto del suo. E non parlo di tattica ma di gestione delle risorse umane.

  20. Fafinho ha detto:

    Non regge il paragone con esordio Legrottaglie. Quello era ennesimo mister allo sbaraglio.
    Il mister Cronometro invece ha masticato centinaia di partite di B….
    Secondo me abbiamo trovato un buon Bepi bis. Un allenatore onesto e adatto alla categoria.
    Ovvio che la punta centrale è imprescindibile.

  21. johnny blade ha detto:

    Lu pett ha turnat abbottat

  22. draculone ha detto:

    Ma quando Sebastiani chiederà ai tifosi di stargli vicino e che gli mancano come ha fatto Pulcinelli? laugh

  23. Max1967 ha detto:

    Ieri non fa testo.
    I vecchi si sono impegnati ma lo faranno ancora?
    Arbitraggio scandaloso a nostro favore
    Ascoli inguardabile
    Aspettiamo le prossime partite sperando che non sia solo una rondine

  24. wemilio ha detto:

    Breda, dopo Pillon un allenatore vero, finalmente.. big_boss
    Mi spiace per Oddo, ma tecnicamente e caratterialmente mi pare un tecnico fortemente involuto

  25. 40mila.it ha detto:

    Nel banner scorrevole è stato inserito il link agli highlights del match Ascoli-Pescara

  26. draculone ha detto:

    Devo ammettere che come si era presentato, Breda non mi era piaciuto affatto, ma la partita di ieri, ha detto che mi sono sbagliato. Vedremo se mi continuerà a dare torto

  27. draculone ha detto:

    Alex le quote di soloilprofeta sono a perdere, è na carta fatta

  28. alex74 ha detto:

    Fra 10 minuti entra Soloilprofeta e dice: ma non sapete neanche godervi una vittoria? Quotato 1.05

  29. alex74 ha detto:

    Ieri ho visto capone calciare quei due tiri davanti alla porta con una svogliatezza unica. La doveva distruggere la rete ma cuss secondo me non è in grado di giocare in serie b. Abbiamo una batteria di seconde punte e trequartisti che fa rid. Ecco perchd6 è importante avere almeno una punta integra e decente, oltre galano ovviamente. Su ceter e asencio non farei grande affidamento

  30. alex74 ha detto:

    Tutto ruota intorno al fatto che se abbiamo un attaccante ce la possiamo giocare, altrimenti ddo cazz iamm? Anche oddo ha vinto una partita quando aveva ceter. Cuss a gennaio, e non il 30, ha da caccia la moneta per comprarne un paio. Sennò pure breda farà la solita fine di tutti

  31. Godo per la Vittoria con gli Ascolani🤘, ma i cambi di allenatore molto spesso alla prime uscite fanno risultato. Resta il fatto che Oddo ha fatt n’atra figur da voccapert, cmq calma calma, vediamo dalla prossima

  32. germanodacuneo ha detto:

    l Pescara, con Oddo, avrebbe vinto la partita? Se sì, per il prosieguo c’è da preoccuparsi. Voglio dire che la vittoria è stata facilitata più dal demerito dell’Ascoli che… dal solito Pescara. Da sabato le altre squadre non saranno dell’altezza della squadra ascolana. Non bisogna entusiasmarsi troppo….

  33. germanodacuneo ha detto:

    Per le partite di oggi gufaggio multiplo….

  34. draculone ha detto:

    Cullu’ pure su rai sport ha it a piagn miseria rofl