IL DELFINO SALUTA ANDREA SOTTIL
29/08/2020
Bruno saluta i biancazzurri
31/08/2020

40MILA.IT CHIACCHIERA CON… MARCO “IL SINDACO”

Partorito il Mister per l’intera prima squadra, poteva forse mancare una chiacchierata di 40mila.it con il ventilato allenatore in pectore dei prossimi attaccanti biancazzurri?
O, forse, è il caso di dire … con uno dei bomber più prolifici e più amati della storia del Pescara? Quello di Verona, quello di Gubbio, quello del gol al Catania sotto la pioggia: 

Marco “il Sindaco” SANSOVINI

ci ha raccontato qualcosa di sé e della sua esperienza al Pescara … ed altrove!

Marco, i pescaresi ti hanno già chiesto di tutto, per cui permettici di fare quelle domande che gli altri ci sembra non ti abbiano mai fatto:

1) Sei di Roma e hai iniziato nelle giovanili giallorosse … Ma ancor prima, tifavi Roma o Lazio da piccolo?
Io vengo dal quartiere Don Bosco, dove quando nasci non puoi essere della Lazio: non è proprio contemplato…

2) Nell’anno di B con DI FRANCESCO, obiettivo di partenza la salvezza: abbiamo spesso avuto l’impressione che la squadra giocasse con 10 giocatori nella nostra metà campo e SANSOVINI da solo a “fare reparto” lì davanti, un po’ come dire: primo non prenderle che tanto Marco prima o poi qualcosa inventa … e tu inventavi: un gol, un fallo da rigore a nostro favore … Era così che la pensava DI FRANCESCO?
Qualcuno può aver percepito questo, ma era completamente diversa, l’idea del mister, che personalmente ritengo il migliore che ho mai avuto. Quello che provavamo e l’idea che intendeva inculcarci non è, evidentemente, quella che ha percepito la gente: quando andavamo in campo, a prescindere dal risultato finale, noi eravamo soddisfatti di quello che facevamo, perché credevamo in quello che ci chiedeva il mister.

3) Di male in peggio: arriva ZEMAN e ti sposta ad … ala!!! E ala di fascia, cioè a fare avanti e indietro bello decentrato. E invece IMMOBILE che svariava naturalmente messo bello comodo lì al centro dell’attacco. All’inizio non hai pensato che sarebbe stato più logico il contrario? Quanto spirito di adattamento dovesti metterci? Eppure eri l’unico lì davanti già affermato…
Onestamente, dico che volevo fare anch’io la punta centrale. Il mister continuava a provarmi in posizione laterale … Io tentavo in tutti i modi di farglielo capire: in allenamento tendevo a spostarmi al centro per dimostrargli altro … ma ZEMAN è uno che difficilmente cambia idea. E allora mi sono messo di buona lena a fare l’esterno. Inizialmente ho fatto una fatica immane e non nascondo che dopo un’amichevole a Città Sant’Angelo, in cui ho fatto una figura pessima, avevo pensato di andare via, non mi sentivo in grado. Ma poi mi sono detto che il mister era sempre stato uno in grado di valorizzare gli attaccanti e mi pareva brutto essere il primo a non esserlo: ho resettato tutto quello che avevo in testa, ascoltavo ed eseguivo. Ed è andata bene!

6 giugno 2010: SANSOVINI gela il Bentegodi

4) ZEMAN faceva cazziatoni a MANIERO e IMMOBILE, attaccanti come te:  e tu? La passavi liscia?
Ma no, mister ZEMAN non era uno da cazziatoni. E neppure IMMOBILE e MANIERO ne prendevano: erano piuttosto punzecchiature per colpirli nell’orgoglio e stimolarli a fare bene. Ed infatti, questi episodi finivano poi con una risata. Più che MANIERO ed IMMOBILE, era INSIGNE quello che veniva più spesso “preso di mira”. Io, molto meno …

5) Dacci un aneddoto di spogliatoio di quell’anno zemaniano…
In realtà, durante gli allenamenti noi eravamo divisi in “due” spogliatoi. Il mio era quello più tranquillo e non mi ricordo di particolari aneddoti da raccontare… diciamo che il casino proveniva piuttosto da quell’altro spogliatoio, dove c’erano i “giovanotti”: metti IMMOBILE, INSIGNE, VERRATTI … Dalla mia parte eravamo più tranquilli: io, CASCIONE, GESSA …

6) Ti giravano quando ti preferì CAPRARI?
Beh, un po’ ho rosicato, ed è normale… però io vedevo che Gianluca, a differenza di me, aveva il ruolo dell’esterno nelle proprie corde: tecnicamente sapeva saltare l’uomo nell’uno contro uno, cosa in cui io non sono mai stato particolarmente bravo. Io giocavo in quel ruolo in modo diverso, senza palla, con gli inserimenti in profondità, ma per quello che chiedeva il mister lui era probabilmente più adatto. Ed infatti, con me in campo, il gioco d’attacco si sviluppava prevalentemente sulla sinistra con Insigne, ed io spesso riuscivo a finalizzare. Però, si vedeva che Gianluca era un gran giocatore: lo era da prima e lo ha confermato dopo: io mi sono ritagliato questo ruolo di primo subentrante e anche così ho continuato a segnare. Ma in quel momento l’obiettivo di tutti era di vincere il campionato.

28 aprile 2012: Gubbio-Pescara, SANSOVINI

7) Poco fa hai detto che DI FRANCESCO è stato il miglior mister che hai mai avuto. OK. E il peggiore? O più diplomaticamente: quello con cui proprio non ti sei preso?
Beh, fare un nome e dire che è stato il peggiore è brutto ed irrispettoso: diciamo che non ho avuto gran fortuna con uno che ho avuto sia a Pescara che a Grosseto…

8) SANSOVINI trequartista!?!?! Come la pensavi su questa “idea”?
Ti riferisci a La Spezia? Più che altro facevo il terzo d’attacco … Devo dire che mister STROPPA a La Spezia si era presentato veramente bene e io continuo a dire che è un ottimo allenatore e un’ottima persona, e credo anche che avesse delle ottime idee. Però quell’anno aveva grandi pressioni e verso la fine forse è andato un po’ in confusione. Quanto a me, a parte l’anno di ZEMAN, ho sempre preferito giocare in posizione più accentrata. Anche l’anno prima avevo fatto molto bene da centravanti: avevo giocato qualche volta come terzo d’attacco ma prevalentemente operavo al centro, anche da solo, ed avevo fatto diversi gol. Pensavo quindi plausibile una riconferma in quel ruolo.

22 febbraio 2015: missile sotto la pioggia!

9) La penultima domanda: alla prossima ti candidi a Sindaco oppure no? In quale città?
No, e quindi in nessuna! (Ride, n.d.r.) Non è roba mia, sono cose serie e le deve fare chi le sa fare…

10) L’ultima fattela tu: quella domanda che avresti voluto ricevere ma non ti hanno mai fatto….
Una domanda che forse mi avrebbe potuto fare qualcuno dei miei allenatori, e non mi hanno mai fatto: “ti piacerebbe fare qualche partita da centrocampista centrale”? Si, mi sarebbe molto piaciuto…però a fine carriera: finché uno segna, che bisogno c’è di fare il centrocampista centrale?

In un totale di sei stagioni a Pescara, Marco SANSOVINI ha collezionato 169 presenze e realizzato 54 reti, terzo marcatore di sempre nella storia del club.  Ha contribuito da protagonista alla promozione in serie B nella stagione 2009/2010. Ha conquistato la serie A sul campo, con onore e sedici reti, nella stagione 2011/2012, ma gli è stato negato l’esordio nella massima serie con la maglia del Delfino. Per impegno, dedizione e rendimento è considerato

una delle ultime vere bandiere biancazzurre.

40mila.it

 

Lascia un commento

39 Comments

  1. johnny blade ha detto:

    Avete visto Cellino quanto s’è preso con Tonali…

  2. Fafinho ha detto:

    Con il culo del Capostazione Bunino farà 20 gol…

  3. alex74 ha detto:

    Per il mercato c’è tempo fino ad ottobre. Non abbottate. Gia tropp che ha piat un allenatore. Mo si devono riposare

  4. johnny blade ha detto:

    tutti e 3 attaccanti svincolati

  5. johnny blade ha detto:

    io prenderei Incocciati o Comandini (ha fatto doppietta al derby de la madunina)
    o Raducioiu.

  6. alex74 ha detto:

    Ah ok allora va bene la sua candidatura però io non lo voto. Ma bbuttat

  7. draculone ha detto:

    Vive a Pescara, l’ho incontrato tantissime volte a correre o andare in bici per la riviera

  8. alex74 ha detto:

    Scusate ma sansovini ddo’ abita? No perché per fare il sindaco almeno deve risiedere qua

  9. ilfigliodel36 ha detto:

    Solo Sansovini può dare un po’ di grinta a Borrelli e Bunino

  10. Max1967 ha detto:

    L’importante è che arrivi il centravanti che ci farà fare i caroselli

  11. vitabiancazzurra ha detto:

    Buongiorno a tutti ….volevo avvisarvi che il solito obbiettivo di mercato pure quest’anno lo prendiamo l’anno prossimo ….chi è?? Ma come, non lo sapete ? È il famosissimo SFUMATO jolly tuttofare può giocare anche in porta !

  12. biancazzurro86 ha detto:

    Maniero quando stava con noi era un bel giocatore, poi a Bari mise na panza che non ha più tolto… un po’ lo capisco. laugh

  13. lapa ha detto:

    E aggiungo il dottor Pinocchio con Maniero ha trovato la gallinella dalle uova d’oro . Come dimenticare la vendita al catania pur di racimolare qualche centinaio di migliaia di euro (dopo che nelle interviste di pochi giorni prima andava dicendo che il rinnovo del contratto era pura formalità) Un altto a cui non tarpare le ali… Con Melchiorri stava formando una coppia ideale con gol e assist di entrambi…ma si sa quando arriva Gennaio niente può frenare la smania di vendere la mercanzia che ha ben figurato al girone di andata .

  14. draculone ha detto:

    Lapa, sante parole

  15. biancazzurri ha detto:

    LU SINDACO! L’UNICO! hi

  16. lapa ha detto:

    Vorrei spendere un commento per il trattamento ricevuto da Maniero dal signor ragioniere avido .
    Ora è inutile stare qui a discutere di sfumature dopo 12 anni che conosciamo il ragazzo…oltre ai gol mangiati gli stop sbagliati e tanto altro Nessuno dico Nessuno con un briciolo di onestà intellettuale può disconoscere il massimo impegno del ragazzo Sempre che lo ricordo,sia l’anno di Zeman che quest’anno ha fatto i gol DECISIVI. Visto i bandoni che girano in B molti transitati qui vi sembra giusto non confermare Maniero anche come riserva della riserva ?? Con 7 gol l’aveva di contratto ma l’ultimo gol lo ha fatto nei play out e quindi non vale x il nuovo contratto per uno che avrebbe finito la carriera con la maglia con più presenze ….amche da questi dettagli si vede lo spessore di certa gente . Disgusto totale verso questi violentatori del Delfino

  17. pescarese1976 ha detto:

    draculetto76 pi li suld l’avess fatt pur ji quindi evviva la sincerità ma ca l’avem da fa sand iamm su quiss so prpfessionisti e lu lavor a loro😎

  18. tusciabruzzese ha detto:

    Ovvia la diversità tecnica tra lui e Caprari, anche se usati nello stesso ruolo; e interessante la sua spiegazione di come cambiava lo sviluppo del gioco della squadra a seconda se in quella posizione ci fosse appunto lui o Caprari
    acute

  19. johnny blade ha detto:

    ONORE A SANSOVINI.
    De Cullis Cuionis.

  20. SINDACO…………………. FINCHE SEI IN TEMPO…………………. VATTENE VIA DAL PESCARA !!!!!!!!!

  21. draculone ha detto:

    Io avrei fatto lo stesso

  22. pescarese1976 ha detto:

    Mo ciarivo’ la mullett fa saji l’acqua pur pammont li cullin laugh iamm su li sand sta mparadis

  23. biancazzurro86 ha detto:

    Una delle macchie di infamia che rimarrà a questa società è quella di non aver mai fatto giocare il sindaco in Serie A, sia nel 2012 che nel 2016.

  24. vitabiancazzurra ha detto:

    Pe76 hai toccato un punto dolente Con ciò senza nulla togliere …la societa e recchia di gomma non gli garantivano nulla …in serie A forse la panchina…lui davanti all’offerta dello Spezia mi sembra un bi o triennale a 300 mila euri ha fatto una scelta e non lo si può condannare x questo …piuttosto che fare pancalhina a Caraglio vukusic abbruscato e jhonatas 3 bandoni e mezzo ha preferito essere titolare protagonista e con un bel c/c per la vecchiaia .

  25. draculone ha detto:

    Tisana76, 50 e 50

  26. Max1967 ha detto:

    169 presenze e 54 gol…lui ha lasciato un solco

  27. pescarese1976 ha detto:

    Sanso a fatt la nostra storia ma na cos ci li da dic: ti ho si it pi la mullett o picche LU SPARAGNIN ta cacciat🤔

  28. johnny blade ha detto:

    Sta bruciando pure PUNTA ADERCI 😢

  29. tusciabruzzese ha detto:

    Ma che domanda è “ti candidi a Sindaco?”?!?!? Non lo è già?
    acute

  30. Grande Marco
    Concordo con Vita, se i goal di Sanso li avesse fatti qualche fenomeno della serie A i grandi salotti sportivi ne avrebbero parlato per settimane.
    Sono ancora molto incazzato in quanto non gli è stata data la possibilità di giocare con la nostra maglia in serie A, probabilmente saremmo retrocessi ugualmente ma sono sicuro che Marco si sarebbe distitnto con la sua tecnica e con tanto cuore, a differenza di tanti sciagurati mangiapane a tradimento che per colpa di cullù hanno indossato indegnamente la nostra maglia🤘

  31. biancazzurro86 ha detto:

    Sopra casa mia piove la cenere… 😑 Sta bruciando qualche collina…

  32. hugobiancazzurro ha detto:

    Simpatica intervista. Di Francesco un grande tecnico. Bravo pure Stroppa.

  33. draculone ha detto:

    Lui a differenza di qualcun’altro non sarebbe mai e poi mai andato a salutare i burini

  34. antateavanti ha detto:

    Ma l’allenatore a cui alludeva il sindaco era per caso l’ex roccioso difensore della giuventus?….eppure in un derby a Lanciano a cui assistetti con allenatore Cuccureddu vidi 1 ora di grandissimo calcio che a un certo punto avevo i brividi ….peccato che fu solo un fiore nel deserto….avevamo quel Micco veloce che saltava facile l’uomo ma si mangiava i gol a grappoli stile Marras …chi se lo ricorda .
    Sentendo e vedendo qui nell’articolo la sintesi estratta da you tube di quel Verona Pescara …ho avuto un certo sadico piacere a sentire il commento mooolto di parte del telecronista negazionista della realtà …..pensando al pesce marcio che attendeva i butei in curva sud al ritorno e alla bomba vincente di Massimo Ganci ….

  35. vitabiancazzurra ha detto:

    Sebastiani: Non è stato facile arrivare alla conclusione della trattativa. Oddo non accettava il contratto annuale con opzioni di rinnovo, ma chiedeva un biennale (sarà comunque legato ai risultati) e ha detto sì solo dopo averlo ottenuto. “Nessun tira e molla. Questo è il nostro modo di operare, se Oddo non fosse fidato di noi sarebbe stato il colmo. Sarà legato a noi da un biennale, ma è chiaro che i risultati saranno fondamentali. Credo che pochi club in Italia difendano le proprie scelte tecniche come ha fatto il Pescara in questi anni, sarà così anche con Massimo”, ha spiegato il presidente Sebastiani. (Da tmw) Penso che neanche il Maglio di un Fabbro possa riuscire la scalfire a sconfinata faccia di ….di questo signore….Incredibili alcuni passaggi di questa dichiarazione

  36. draculone ha detto:

    Io lo metterei nel parco attaccanti altro che dirigenza

  37. tusciabruzzese ha detto:

    Sanso centrocampista centrale!?!
    shock

  38. vitabiancazzurra ha detto:

    Mitico Sanso….tutti i gol non casuali di alta tecnica da attaccante di razza .Andate su you tube a rivedervi quello in casa contro il Varsse l’anno di zeman ….qualcosa di fantastico inserimento stop in corsa con un piede e tiro gol con laltro in serie A lo faceva Totti ci facevano 6 trasmissioni …La bellezza dei suoi gol la rapacità l’intensità con cui buttava la palla in rete mi ha fatto ripensare spesso a Rebonato