Arbitri per la 34a di BKT 2019/20
12/07/2020
VENEZIA-PESCARA 1-1: I 99 MINUTI!
13/07/2020

LUPO… IN FABULA E SQUALI IN LAGUNA

Pescara senza successi a Venezia dal 1991/92 (2-1 in B): continuiamo così e siamo

della “Serie: C(i)” affondiamo!

Andiamo in laguna con i soliti assenti cronici: TUMMINELLO, CHOCHEV, DI GRAZIA, MARAFINI, CAMPAGNARO, lista alla quale si aggiungono MELEGONI e BOJINOV. Ancora una volta, aggregato BELLONI alla prima squadra. Ci si attende la conferma del 4-3-3 reintrodotto da Andrea SOTTIL, con formazione largamente immutata, salvo il ritorno di SCOGNAMIGLIO che ha scontato la squalifica. Pur vero che a causa del denso calendario, il tecnico biancazzurro deve pensare ovviamente a un po’ di turnover: ma rimane l’esigenza di dare continuità ai suoi principi di gioco, come accennati contro il Perugia.

Intanto, è da notare com’è andato il Pescara a partire dal periodo del mercato di gennaio in poi, precisamente in tutto il girone di ritorno:

Girone da orticaria

anzi, da play-out. Venezia? 4 punti più di noi.

Ecco le dichiarazioni a riguardo del match rilasciate da Fabio LUPO (DS Venezia): Non avrei mai voluto che a 5 giornate dalla fine ci fosse un incontro di questo genere, con in palio dei punti importanti ma per un obiettivo che – probabilmente, anzi molto probabilmente – non era fra quelli del Pescara; mentre, magari, nel nostro percorso del campionato era possibile immaginarlo. Spero che il prossimo anno, però, entrambe possano partecipare a questo campionato ed ambire a ben altro. Il nostro Alessio Dionisi è un allenatore che vuol arrivare al risultato tramite il bel gioco ma, paradossalmente, questa identità ci ha aiutato più fuori casa che in casa, dove abbiamo perso tante partite: questo l’aspetto negativo che ha condizionato la nostra classifica, anche se è pur vero che in tante occasioni non siamo stati fortunati. Abbiamo colpito 14 pali in stagione. Da noi le squadre vengono a coprirsi, sono un pochettino più strette e – stando un pochino più basse – occupano di più gli spazi in fase difensiva; in casa loro ti lasciano qualche spazio in più. L’unico vantaggio è quello di aver avuto sempre una propria identità indipendentemente dallo schieramento dell’avversario, sia come dislocazione giocatori in campo sia come atteggiamento. Io credo che in  questo momento non si possa partire accontentandosi di un punto ma sempre per vincere le partite. E’ chiaro poi che cercare di vincere non significa giocare in maniera necessariamente spregiudicata o non equilibrata.  Il Pescara pensavo potesse assolutamente giocare almeno per un posto nei play-off e non so cosa sia non andato nel verso giusto per portarlo in queste posizioni ad impantanarsi. SOTTIL lo conosco: è pratico e bravo, soprattutto a utilizzare l’organico in funzione delle capacità individuali. La squadra è tornata a quel sistema di gioco che aveva regalato risultati importanti e prestazioni positive nella gestione ZAURI. Sono molto concentrato su ciò che i miei giocatori possono dare, convinto che, se giocheremo secondo le nostre potenzialità, potremo raggiungere al più presto il nostro obiettivo. In questo momento, la brillantezza della condizione fisica ha un valore veramente determinante, oltre all’interpretazione dei cambi. Longo ha segnato 4 gol ed è stato un acquisto azzeccato del mercato di gennaio; poi, si è svegliato Montalto facendo un gran gol nel match di Benevento.

Fabio LUPO (1964), pescarese di nascita

Bisognava ripartire quando ci fossero state le condizioni di sicurezza totali per tutti e quando non fosse stato offensivo per la morale e l’etica, perché quando parlavamo di calcio c’erano migliaia di morti ogni giorno. Il pubblico è una componente fondamentale del calcio e senza di esso non mi dà emozioni, non mi piace”.

Nei 13 confronti ufficiali tra le due squadre in Laguna il bilancio vede 6 successi arancioneroverdi (ultimo: 2-0 nella serie B 2003/04), 5 pareggi (ultimo 2-2 nella serie B 2018/19) e 2 affermazioni abruzzesi (l’ultima  come sopra introdotto – il 23 febbraio 1992, con le reti di PAGANO e DI CARA per i biancazzurri e gol della bandiera lagunare, su rigore trasformato da Andrea Poggi). Il Venezia una delle due compagini cadette 2019/20 che segna con meno giocatori: 10; e fa meglio in trasferta che in casa: appena 14 i punti lagunari al “Penzo” nella Serie BKT di questo campionato, 26 lontano da casa. Turn-over ai massimi per il Venezia, una delle formazioni che fa più cambi: 109. Inedita la sfida tecnica tra Alessio Dionisi ed Andrea SOTTIL. Squalificato Lollo (Venezia) e diffidati Aramu, Capello, Ceccaroni, Cremonesi, Fiordilino, Montalto (Venezia), GALANO e KASTANOS (Pescara).

40mila.it

Lascia un commento

30 Comments

  1. caps ha detto:

    Una retrocessione non risolverebbe nulla , anzi sembra il vecchio detto di quello che per fare dispetto alla moglie se lo taglia. Sapete come la penso sulla societa’ ma l’unico modo x un cambio e’ restare in B e come spesso accade prima o poi si andra’ incontro ad una copertura dei debiti che non sara’ possibile da parte degli attuali soci (nonostante le magie ) e li ci potra’ essere la possibilita’ del cambio societario. Se poi vedo come siamo ridotti , solo un miracolo ci potra’ salvare.

  2. nemicissim0 ha detto:

    Alex, il mio timore è esattamente quello espresso da Tuscia, ma anche in un certo senso da te. Non c’è nessuna garanzia che una retrocessione ci liberi da cullù, mentre è certo che una retrocessione (magari condita da qualche anno di anonimato in serie C) ammazzerebbe del tutto l’interesse verso il Pescara di una piazza che è già moscia di suo. Per attivare l’interesse dei bambini – perchè di quello parliamo quando parliamo di futuro – inutile che ci giriamo intorno: ci vogliono i risultati, le vittorie ecc. ecc. In mancanza di questo, a tifare per il Pescara in maniera disinteressata ci rimarremo solo noi: quanto possiamo durare? Dopodichè, senza ricambio generazionale, rimarranno solo le strisciate su DAZN.

  3. Max1967 ha detto:

    Basta vedere cosa pubblica tutti i giorni l’account twitter ufficiale della Pescara calcio e leggere i commenti degli pseudo tifosi.
    Molto imbarazzante.

  4. alex74 ha detto:

    Io non lo so nelle altre piazze come stanno messi e mi auguro che questo cessume sia capitato solo a noi perche’ senno’ vuol dire che oltre essere finito il movimento ultras c’e’ gente che ci sta pure cacando sopra nel nome degli interessi personali.

  5. alex74 ha detto:

    Tuscia infatti ho detto forse. Non mi riesco a capacitare come una piazza come era quella di Pescara fino a 10 anni fa si faccia mettere i piedi in testa da quell’essere senza fiatare. Ci deve stare per forza qualcosa sotto senno’ è impossibile. Gente che ai tempi miei incutevano terrore nel vero senso della parola che mo li vedi condividere su facebook li fiur e gli aperitivi. Con 10 anni ci siamo talmente lobotomizzati che chiunque po fa quello che gli pare indisturbato.

  6. tusciabruzzese ha detto:

    alex74, la mia paura è che manco se retrocediamo ce ne liberiamo, perché una società satellite serve sempre a qualcuno, e la tengono in vita. E a lui e a pochi altri assicurano comunque quel che gli serve per vivere… Insomma, non c’è garanzia di liberarcene, altrimenti forse il presidente non rischierebbe così tanto e così masochisticamente da far girare un allenatore esordiente dopo l’altro a poche giornate dalla fine o da rovinare organici a gennaio sfiorando (è la terza volta dal 2014) la retrocessione in C.
    Poi, se uno mi garantisce che andando in C ce ne liberiamo per uno meglio allora posso anche considerare il sacrificio. Ma di quanti anni?
    Ma tu guarda a cosa ci ha ridotti a discutere, Che depressione ….

  7. Max1967 ha detto:

    Infatti il top sarebbe restare in B e liberarci di cullù…pura utopia purtroppo.

  8. alex74 ha detto:

    Mettiamo in chiaro una cosa. Io come penso tutti quando diciamo che è meglio retrocedere non lo facciamo perché siamo masochisti e ci piac a vede’ lu pescar sprofondare( anche se qualche bel derby acceso sarebbe molto meglio di partite inutili con entella e via cantando) ma lo diciamo perché forse è l unico modo per levarci dalle palle cullu’. Se poi voi mi dite che pur di non retrocedere vi tappate il naso e sopportate io vi dico che dal mio punto di vista siete dei cazzoni, sportivamente parlando

  9. nemicissim0 ha detto:

    Tuscia, lo sapevo mezzo secondo dopo aver cliccato “pubblica il commento”… laugh

  10. draculone ha detto:

    Stasera solcheremo il campo lagunare anche per 5 minuti se c’è bisogno. Mi sa di averla sentita dire da qualcuno cool

  11. tusciabruzzese ha detto:

    … ma Maniero E’ immobile!

  12. nemicissim0 ha detto:

    Stasera si vince SE andiamo in vantaggio, SE non stacchiamo la spina, SE non c’è l’acqua alta, SE il Venezia ci lascia vincere, SE Bojinov pesa 72 kg, SE gli asini volano, SE Maniero diventa Immobile, SE Sottil acquisisce in due settimane l’esperienza di Jurgen Klopp, SE mio nonno tinev tre palle. Troppi SE, purtroppo. Vediamo SE il culo assisterà ancora una volta cullù.

  13. lapa ha detto:

    Stasera si vince ….SE Andati in vantaggio non stacchiamo la spina

  14. nemicissim0 ha detto:

    Ma il tipo in foto è Fabio lupo o andy luotto?

  15. nemicissim0 ha detto:

    Ero ironico. Io, pur volendomi liberare di cullu, non sono mai stato e mai saró tra quelli che preferiscono l’eccellenza.

  16. tusciabruzzese ha detto:

    Poi finisce che andiamo in C e non ce ne liberiamo perché, così come la Juve ha una Under 23 in C, noi finiamo per fare la U23 della nostra consorella emiliana
    fool

  17. Max1967 ha detto:

    Andare in A con cullù mai più…però andare in C un po’ mi romb’ lu cazz’

  18. nemicissim0 ha detto:

    Max, ma che timore vuoi avere? In definitiva la serie C potrebbe essere una buona spinta per liberarci di Cullù…

  19. Max1967 ha detto:

    Stavolta inizio ad avere un po’ di timore…speriamo bene per stasera

  20. vitabiancazzurra ha detto:

    Presente in quella indimenticata trasferta del 92 coronata dalla bella vittoria . Saliti in camper io e mio fratello lasciammo mogli e bimbi “parcheggiati” …il tempo di esultare e godere dei panorami lagunari e poi ripartenza Sembra passata una vita …
    Entrambe le squadre all’epoca avevamo solide società alle spalle niente a che vedere co la cinciaria reciproca di adesso

  21. draculone ha detto:

    Solo una vittoria può mantenere le speranze di salvarci. Tutti gli altri risultati ci porterebbero con un piede in C

  22. biancazzurri ha detto:

    Quant’è bell a mamme a sa foto! sarcastic

  23. draculone ha detto:

    Tuscia, ji li stev a spriscia’ lu ricciulin rofl

  24. Milton Tita ha detto:

    Grazie redazione … la foto rispecchia il mio concetto di ordigaria laugh

  25. profeta ha detto:

    A Venezia vinceremo e voi gufacci rimarrete con un pugno di mosche in mano

  26. tusciabruzzese ha detto:

    La foto, una delle sue migliori dal punto di vista estetico, presenta però dei puntini, come degli schizzi … Cos’era andato a finire sull’obiettivo della macchina fotografica?
    unknw

  27. ilfigliodel36 ha detto:

    Dice mio padre che C stiamo riuscendo a retrocedere. E non era facile per niente

  28. draculone ha detto:

    La foto di cullu’ è stupenda e realistica al tempo stesso. laugh

  29. alex74 ha detto:

    Mo vulet il pubblico? Pero’ quand ci stev avete fatto di tutto per disperderlo. Sci perche’ voi siete complici delle tante porcate che hanno di sertato gli spalti. Volete il pubblico pagante? Quello che chiede il permesso per fare il tifo? Quello che si sta zitt davanti alle nefandezze? Quel pubblico non saro’ io. Tenetv gli spalti vuoti quess vi meritate

  30. GIRONE DI RITORNO NON TORNARE ………………… E VATTENE VIA DAL PESCARA !!!!!
    CULLU’ NON TORNARE DA VENEZIA …………………. E VATTENE VIA DAL PESCARA !!!!!