LA SETTIMANA DEI BIANCAZZURRI E LE “ULTIME PAROLE FAMOSE”
28/02/2020
Coronavirus: rinviate 5 partite di A. Si giocherà l’infrasettimanale di B?
29/02/2020

6a “LETTERA” DI NICOLA (pre Pescara-Ascoli): RIPARTIAMO DAGLI ULTIMI 25 MINUTI DI CROTONE!

Legrottaglie in conferenza stampa pre Pescara-Ascoli

E’ crisi?
“Nel primo tempo la nostra squadra non ha messo in pratica quello che poi ha fatto vedere negli ultimi 25 minuti. L’obiettivo è fare per 70-80 minuti quelle che facciamo per 25. E’ lì che sto cercando di puntare un po’ più il focus del mio lavoro. Se in quei minuti in cui non fai quello che devi fare non hai la saggezza di tenere un pochettino anche la partita in piedi, è normale che possano venire fuori queste prestazioni. I ragazzi sanno sicuramente di non aver fatto una bella partita. Parlare di crisi? Come dico sempre, la crisi potrebbe anche essere un’opportunità. Sono stati bravi anche gli altri, gli avversari. Adesso sta a noi: come ho detto all’inizio, dal primo giorno in cui sono arrivato, ‘oggi’ inizia il campionato. Dirò la stessa cosa ai ragazzi per domani: ‘domani inizia il nostro campionato’. Ogni partita è una finale: ogni partita è decisiva da qui alla fine”.

Cambiare sistema di gioco?
“Ancora non ho deciso. La domenica, quando mi alzo, il tempo è ancora dalla mia parte: nel senso che il tempo a volte ti dà delle idee e delle soluzioni nuove. Non nascondo che ho provato diverse cose durante la settimana: ma per me togliere un giocatore da un reparto cambia pochissimo. Anzi non cambia nulla per quanto mi riguarda, perché comunque io lavoro sui principi. E che ci siano tre o due attaccanti, io [comunque] li faccio muovere sempre secondo i miei principi di calcio. Quindi non è un problema togliere un difensore. Anche perché, come avete visto, con 5 difensori abbiamo preso quattro gol. Non è che se sono 4 ne prendi di più. E’ l’atteggiamento che hai verso la gara, verso la partita, verso le situazioni, che ti dà vantaggi o svantaggi“.

Clemenza dal primo minuto?
“Potrebbe essere anche una soluzione. I dubbi li ho: durante la settimana, non vi nascondo, ho visto la squadra allenarsi benissimo sotto tutti i punti di vista. E non vi nascondo che tutti i calciatori mi stanno mettendo in difficoltà perché faccio fatica a fare la formazione. Per un allenatore è la cosa più bella: quando arrivi alla domenica e c’è il dubbio. Significa che tutti si sono allenati bene e tutti meritano di giocare. Lo dico in maniera sincera: tutti meriterebbero di giocare”.

L’atteggiamento arrendevole?
“Mi ‘pre- occupo’, cioè mi sto pre-parando a occuparmi di questa situazione. Lo dico anche nella vita: non sempre hai le risposte a tutto quello che stai vivendo. Se avessi la risposta al perché la squadra ha giocato in quel modo nei primi 45 minuti, il problema l’avrei già anticipato e quindi tutte le partite finirebbero a vantaggio della mia squadra. Non è facile avere tutte le risposte e quindi non la posso avere sul perché abbiamo fatto 50 minuti così, dove abbiamo preso 4 gol; e poi fatto 25 minuti dove potevi farne quattro. Non sono d’accordo che il Crotone ha smesso di giocare. Nessuno rischia così perché se facevamo due gol invece di due pali riaprivamo la partita: e il Crotone avrebbe rischiato di disperdere tutto quello che di buono aveva fatto. Io non credo che una squadra sul 4 a 0 smetta di giocare. Siccome ho fatto il calciatore, da difensore sul 4 a 0 mi arrabbiavo se prendevo gol; e volevo farne sempre di più. Quindi, quei 25 minuti mi fanno credere che con quella attenzione, quell’atteggiamento e quella voglia, ne puoi dare 4 al Crotone. Poi parliamo dei 50 minuti: un disastro. Siamo stati ingenui in tante cose e sbagliato tantissime cose, anche semplici. Quindi, io la risposta non ce l’ho. Quello che gli posso dire, però, è che non devono sbagliare l’atteggiamento. Se l’atteggiamento di quei 25 minuti lo mantengo per tutto il resto del campionato, sono convinto che alla lunga verrà fuori il risultato che ci spetta, quello che ci meritiamo. L’atteggiamento deve essere sempre mantenuto”.

La fase di non possesso?
“Noi abbiamo preso i primi quattro gol con difesa ampiamente schierata e con 11 persone sotto la linea la palla. E in tutte le volte che c’erano i loro giocatori che tiravano in porta, contate le maglie gialle! Erano molte di più di quelle rosse. E quindi la domanda nasce spontanea e non è un problema tattico o di occupazione del campo: è un problema di attenzione. Ho visto proprio mancanza di attenzione nei particolari. Soprattutto se guardo il primo gol: quel primo gol è un gol che non puoi prendere perché è una situazione preparata per tutta la settimana. Un giocatore girato di spalle deve essere aggredito. Se non l’hai aggredito, una volta che si gira devi ‘scappare’ a togliergli la profondità. E quindi sono errori tecnico-tattici quelli che abbiamo fatto. Ma non voglio più ritornare alla partita di Crotone: abbiamo già analizzato tutti gli errori con i ragazzi. Hanno sicuramente fatto un esame di coscienza; ed io come tutti perché, quando si perde, si perde tutti; e quando si fa bene, lo facciamo bene tutti. In settimana si allenano bene; i ragazzi stanno bene. E posso garantire ai tifosi, posso garantire a voi giornalisti e a tutta la città, i giocatori hanno pienamente hanno dimostrato che ci tengono; ci tengono alle sorti del Pescara e ci tengono a questo lavoro. Lo fanno con grande abnegazione. E a me questo lascia sereno e tranquillo. Poi, so benissimo che un allenatore è legato ai risultati. Vengo da 22 anni di calcio e lo so benissimo come funziona il calcio. Ci sono i risultati di mezzo”.

MEMUSHAJ, GALANO, PALMIERO non stanno più dando quello di cui hai bisogno? E pure DRUDI?
“Io sfido chiunque a dire che un qualsiasi giocatore non sia motivato nel suo lavoro. Un po’ come lo siete voi: avete grande passione del vostro lavoro. Quando andate negli studi, non andate mica perché dovete fare un favore a qualcuno, ma perché ci tenete e vi impegnate: cercate di dare il massimo. Poi, ci sono dei momenti, come succede anche a voi e a tante tante persone normali, in cui passi delle situazioni o dei momenti difficili, dove vorresti fare cose che però non ti riescono e non ti vengono bene. Questa potrebbe essere anche la situazione di alcuni calciatori: si impegnano a fare il massimo ma in quel momento il loro massimo non è quello che tutti quanti magari ci si aspetta. E, quindi, c’è da da aspettarli: c’è da continuare a lavorare avendo lo stesso atteggiamento. Lo dico i miei calciatori: potete sbagliare tre partite, ma quello che non può mancare è l’atteggiamento che avrete durante tutto l’anno. Quello non si deve sbagliare perché alla lunga l’atteggiamento porta a tutto. Io la penso così e quindi non mi preoccuperei di tre giocatori. Io parlo sempre di tutto il gruppo. Magari ci sarà poi un momento in cui questi tre ‘tireranno’ più degli altri. Quindi, dobbiamo cercare di far sì che quando due o tre non sono in condizione, dobbiamo riuscire a liberarci con gli altri che stanno meglio”.

PAVONE?
“Io sono sempre quello che pensa che quando un giocatore si trova nella condizione di flow, il che è bellissimo, lì tu lo devi sfruttare. PAVONE ha fatto vedere di starci in questo gruppo, perché è un ragazzo positivo, benvoluto anche dal gruppo; si impegna, è sempre costruttivo. E quindi: perché no? Intanto, lo portiamo sicuramente in panchina e poi durante la gara, se dovessi avere bisogno di un giocatore con le sue caratteristiche perché mi serve attaccare la porta in una certa maniera, perché no? Io tengo in considerazione tutti; l’età non mi interessa”.

L’Ascoli?
“E’ una squadra che alterna vari sistemi: soprattutto due. Spesso giocano con il trequartista, spesso lo allargano e giocano con due linee da 4. E’ una squadra che fa ‘gioco diretto’, che fa bene sulle seconde palle, aggredisce e fa ripartenze. Quindi, la nostra attenzione deve essere nella gestione della palla perché dovremo cercare di commettere pochi errori tecnici e soprattutto essere bravissimi nella transizioni negative”.

Il coronavirus?
“A cosa serve avere paura? Non bisogna avere paura perché la paura, come detto in altri momenti, diventa devastante e ti blocca. Non mi metto assolutamente nei panni di chi deve giudicare però ho una mia idea personale; è solo un mio parere, che può essere condiviso o non condiviso: se uno decide di far non giocare delle squadre o di farlo a porte chiuse, allora non deve giocare nessuno. Se uno decide che c’è un problema vero, allora il problema è per tutti. Quindi, mi prenderei due settimane di tempo, chiudendo i campionati, anche per rispetto a quello che sta accadendo. E fra due settimane ne riparliamo…. Se la priorità è il benessere della società tutta, dimostriamolo che in questi momenti interessa più la vita che giocare a calcio. Era una buona occasione ed opportunità per dimostrare come Nazione che abbiamo una priorità: la vita. Facciamo due settimane di quarantena. Questo è il mio parere: si chiudeva per due settimane il campionato e poi si riapriva quando e se c’erano le condizioni. Per me non è calcio quello a ‘porte chiuse’. Se devo fare calcio, lo faccio con i tifosi, perché il calcio è spettacolo. E’ come fare teatro senza pubblico: mi spiegate cosa andrebbero a fare gli attori? Ma lo dico non per giudicare gli altri. Però, io avrei Stoppato per due settimane tutti quanti”.

Difesa a 4?
“Ho lavorato tutta la settimana con la difesa a 4… anche perché a 5 già sappiamo come si fa. Per la fase di non possesso cambia poco, perché alzi un interprete rispetto all’altro per andare sempre a impedire la costruzione: o con 3 uomini o con due, a seconda di come vuoi farlo. Possiamo giocare a 3 punte per mettere ancora più a loro agio alcune nostri giocatori che, come si diceva prima, forse nell’ultimo periodo non si stanno esprimendo al massimo del loro potenziale. Quindi, sto cercando di trovare intorno a loro il vestito migliore per farci dare quello che loro sanno dare: magari GALANO decentrato un po’, portarlo un po’ più sul suo ruolo naturale“.

A Pordenone, si è fatto un 3-4-2-1 ma c’era Machin…
“Non posso pensare oggi ancora a Machin dopo un mese che se n’è andato. E quando non hai la palla puoi anche difendere a 4, ma quando ce l’hai poi ti puoi anche mettere in un’altra maniera. Se ogni tanto si ferma l’immagine si vede proprio la squadra che lavora in un modo quando ha possesso e in un modo [diverso] quando non ha la palla”.

GALANO?
“Figuriamoci se solo perché hanno fatto un’intervista dopo la partita, io cambio sistema di gioco. Io conosco Cristian [GALANO]: un ragazzo buono, un ragazzo d’oro. Cioè, non voleva assolutamente dire qualcosa in quella maniera per screditare il lavoro dello staff e dei compagni. L’ha detta perché a volte, quando finisci la partita, sei nervoso; e bisogna stare attenti a come comunichiamo. A volte si dicono delle cose che magari non sono veramente quelle che credi di dire. Magari voleva dire qualcosa ed è venuta fuori una comunicazione che ha fatto credere che ce l’avesse con qualcuno. Assolutamente non abbiamo di questi problemi. E non faccio un cambio [di sistema] perché lui l’ha detto. Io faccio il cambio perché, alla fin fine, io non devo fare quello che piace a me, ma devo fare quello che più serve alla costruzione: per il gruppo. Però, ripeto: nessuna ansia. Ci abbiamo anche sorriso. E lui è un ragazzo che deve solamente pensare a dimostrare quello che è, perché è veramente un bel giocatore: ha grandi qualità e noi puntiamo molto su di lui perché è un ragazzo che ci deve far divertire, perché ha delle grandi qualità”.

Manca un leader nel Pescara? Come dopo il primo gol a Crotone?
“Secondo me non ci deve essere un leader: ci devono essere più leader all’interno di una squadra. Il primo leader devo essere io e il leader, in generale, deve poi cercare di tirare fuori altri leader. Sta a me fare questo percorso di lavoro col gruppo: tirare fuori altri leader, cosicché quando ne manchi uno, gli altri leader prendano in mano la situazione. Poi, in campo, più che l’allenatore, è la squadra che comanda: ecco, l’errore che abbiamo fatto a Crotone è stato non considerare l’importanza di tenere il risultato in piedi dopo il primo gol. Tenere cioè la partita aperta perché nel secondo tempo, come voi avete visto, poteva poi succedere di tutto”.

L’infermeria?
“Abbiamo ELIZALDE che si è fatto male; poi, i soliti che non sono disponibili. Abbiamo anche DEL GROSSO da valutare perché ieri non si è allenato. CAMPAGNARO si è allenato due o tre giorni, quindi dovrebbe essere disponibile, ma è tanto che non gioca: quindi, ovviamente, dobbiamo anche stare attenti un po’. E poi ci sono DRUDI, BORRELLI e MASCIANGELO che, per tutta la settimana, hanno avuto problemi influenzali: valuteremo”.
Parola di Nicola.

40mila.it

Lascia un commento

60 Comments

  1. alex74 ha detto:

    Quindi ha finit la contestazione? wacko

  2. vitabiancazzurra ha detto:

    Comunicato dei Rangers? apparentemente duro ma ancora una volta fanno un insalata ….omettendo di menzionare scrivendo nome e cognome del vero responsabile di questa situazione penosa . Attaccano i giornalisti ma per motivi futili dovrebbero scrivere le vere ragioni e vergognose .

  3. biancazzurro86 ha detto:

    Non retrocediamo, questi scacciacani domani daranno pure l’anima per non perdere…
    Ormai conosco i nostri polli: si grattano le ⚽️⚽️ fino a quando non si avvicina la “zona orticaria” per poi fare 1 / 2 partite buone per tornare in vacanza.
    Forse l’unico che dà sempre il 110% è Galano, pkké lu rest…🤢🤢🤢

  4. 433offensivo ha detto:

    Nemmeno 2 anni fa quando ci salvammo pareggiando l’ultima a Venezia temevo di retrocedere come ora….

  5. 433offensivo ha detto:

    L’Ascoli ha una gara da recuperare…. Con alcuni risultati oodierni perdere domani sarebbe un dramma…. Perché abbiamo tutti gli scontri diretti, eccetto uno… In trasferta

  6. lucapescarese2 ha detto:

    draculone : secondo me allo stadio non ci sta piu’ nessuno… i tifosi una volta andavano sempre …ho letto il comunicato …vabbe’ vorrei proprio vedere chi le scrive ste cose…poi a questo punto domani dopo quello che hanno scritto mi aspetto una curva piena e calda…vedremo…

  7. biancazzurro86 ha detto:

    Benzade a fare i difosi non i giornalishdi… (su comunicat sembr scritt da cullù).

  8. Max1967 ha detto:

    Meglio non leggerlo…che tristezza.

  9. Che dicono ? Speriamo non le solite caxxate

  10. biancazzurro86 ha detto:

    Questi anziché contestare la società attaccano “i tifosi che fanno i giornalisti” (ps. chi sarebbero questi tifosi che fanno i giornalisti?).
    Non commento sennò va a finire come qualche sera fa.

  11. UK_Dolphin ha detto:

    Nuovo comunicato PR.

  12. antateavanti ha detto:

    La crisi potrebbe essere un opportunità…mi è bastato leggere questa frase applicata al calcio che non riesco a scrivere ne a commentare …jetvn tutt affangul cullu lallenatore i giocadori i numerosi lacche e sopratutto i “venduti”

  13. Biancazzurro fatt nu panin nghì la purchett , nu litrozz di montepulcian con gli amico e vai tranquilloooooo

  14. biancazzurro86 ha detto:

    Ad ogni modo avevo la tentazione di farmi il biglietto online, ma se non si chiarisce sta storia del virus è meglio che sto a casa; che se me lo becco rischio di mandare al camposanto almeno due persone qui a casa…
    Non posso rischiare, non esisto solo io.
    Mi rompe non poter andare domani. Virus di 💩.

  15. Domani solo per contestare
    CULLÙ VATTENE ROVINA DI PESCARA

  16. biancazzurro86 ha detto:

    Ma se oggi non vendi quello che VUOI vendere, figuriamoci se si può fare un’offerta per un qualcosa che NON SI VUOLE vendere.

  17. soloilpescara ha detto:

    Sono ancora in attesa che qualcuno presentino presidente una proposta congrua per l’acquisto della società

  18. soloilpescara ha detto:

    Con tutta sincerità degli Ascolani non me ne po che fregare search domani dobbiamo aiutare e spingere la nostra squadra a vincere

  19. Max1967 ha detto:

    950 è un buon numero in questo periodo

  20. draculone ha detto:

    950 è nella norma. Noi all’andata eravamo molti di meno

  21. biancazzurro86 ha detto:

    950… una volta non venivano tipo in 2.000?

  22. Max1967 ha detto:

    Quindi saremo i soliti 2000/2500

  23. pescara ha detto:

    Saranno 950 gli ascolani. Il dato è definitivo. Noi siamo a 1250 biglietti comprati.

  24. UK_Dolphin ha detto:

    Liberarsi di Cullu’ e’ ben piu’ importante della categoria, degli ascolani etc. L’ agonia e’ durata fin troppo. Concordo con chi afferma che la contestazione include poi tutti. D’altronde sa mezz’ chi ci vu salva’? Repetto il figliol prodigo? Chi firma contratti pur sapendo di non essere piu’ in grado di competere a questi livelli? Io mi sono gia’ messo l’animo in pace che si riparte dai dilettanti da qualche anno ormai, sperando che chi rilevi la societa’ dopo di lui abbia un po di passione e sia economicamente autosufficiente.

  25. johnny blade ha detto:

    In A campionato falsato.
    Intanti fanno prendere il volo alla lazzie .

  26. biancazzurro86 ha detto:

    Ad ogni modo il pareggio del Venezia poteva essere positivo perché ha impedito che ci scavalcassero (temporaneamente o meno), però, il rovescio della medaglia, è che ha mosso la classifica del Cosenza…
    Siamo in piena lotta playout.
    (…e tanto per non farci mancare nulla la Lazio è 1ª in A…).

  27. ilfigliodel36 ha detto:

    M’ha chiesto mio padre se pure a Di Grazia l’abbiamo ammazzato

  28. draculone ha detto:

    Lupescarese, i tifosi ci sono e ci saranno in qualsiasi campo e categoria, come successo in passato. Il resto, non so, io non lo vedo

  29. biancazzurri ha detto:

    caps, e mò Coraggie e Voglie chi so? Atr ‘e du’ da la Primavera?

  30. johnny blade ha detto:

    i giocatori sono senza palle ?
    E chi gliela ha fatta la visita medica?

  31. alex74 ha detto:

    La colpa è sempre e solo di cullu’ che ha fatt una squadra di scazzati cronici. Mica la mi’? Concordo con Max sulla contestazione ed aggiungo che domani nin mi ni frec nind della partita e degli ascolani. L’unica cosa che voglio vedere è la contestazione a quell’essere

  32. biancazzurro86 ha detto:

    @lucapescarese siamo l’unica squadra che è riuscita a battere il Benevento, facendogli oltretutto 4 pere.
    Mo vabbon Machin, Tumminello, l’indebolimento e tutto… ma quiss se tirano fuori le ⚽️⚽️ potrebbero fare molto più che trovarsi ad 1pt dai playout.

    Lo hanno detto pure i P/R: “a volte ci sarebbe stato da sputarvi in faccia” (anche se poi li applaudivano pure dopo figure di 💩 colossali… e vabbè… la coerenza dei neo-rangers è nota a tutti).

    CIO NON CANCELLA LE COLPE DI SEBASTIANI.

  33. Max1967 ha detto:

    Infatti non ho mai condiviso la teoria “contestiamo la società e sosteniamo la squadra”
    La contestazione è una e basta. Chi ci capita ci capita.

  34. alex74 ha detto:

    Ma Di Grazia che ha fatt? Sta infortunat dal 1994

  35. lucapescarese2 ha detto:

    biancazzurro86 : giusto credo che i giocatori abbiamo l’alibi che tanto dicono male al pres anche se in campo fanno cagare ( e potrebbero impegnarsi di piu’) come dissi in altri commenti credo che la curva debba fare sentire la sua voce anche con i giocatori

  36. biancazzurro86 ha detto:

    Concordo con lucapescarese (per una volta), qua mi sembra che con la scusa di Sebastiani quiss fann quell che ji par.
    D’altro canto chi me lo fa fare di impegnarmi se tanto le parole se le piglia cullù?

    Il problema del Pescara va dal bresidendissimo fino all’ultima ruota del carro, non funziona NIENTE, comunicazione compresa (soprattutto sui social).

  37. lucapescarese2 ha detto:

    Max1967 : io lo dico da molto…il problema di questa squadra sono i giocatori a livello caratteriale e mentale! Il mister fa anche troppo per loro per quanto mi riguarda… Non hanno gli attributi ! Quando avranno il coraggio di cacciarli forse e dico forse potremmo anche vincere , pareggiare o perdere ma di sicuro nessuno potra’ dire che non c’e’ stato impegno…speriamo di avere una smentita da domani

  38. caps ha detto:

    Una partita da giocare con i resti di un gruppo messo in condizioni precarie x volere societario . Spero che ci mettano Coraggio e Voglia di arrivare prima sul pallone e speriamo bene..

  39. lucapescarese2 ha detto:

    draculone : ti si dimenticat la cosa piu’ importante… Urgono TIFOSI!

  40. draculone ha detto:

    URGE ALLENATORE, PRESIDENTE , DS, CENTRALE DIFENSIVO, CENTROCAMPISTA E ATTACCANTE. In pratica ci serve un RESET TOTALE

  41. 40mila.it ha detto:

    AGGIORNAMENTO –
    Per la sfida contro l’Ascoli, fra i biancazzurri in organico non risultano convocati BOJINOV (squalificato), DEL GROSSO, BALZANO, TUMMINELLO, CHOCHEV, PUCCIARELLI, KASTANOS, DI GRAZIA ed ELIZALDE.
    Tra i convocati, come anticipato, c’è PAVONE.
    L’intera rosa a disposizione è sempre sulla pagina specifica del sito

  42. johnny blade ha detto:

    Sebastiàaa ti si mbettit sti ann eh?
    Mo li vid gna ti si sgonfij lu pett..
    Duman so caxxamari

  43. johnny blade ha detto:

    Le prove…ahahah..
    Roba da scienziati probabilmente.

  44. biancazzurro86 ha detto:

    Se domani non andiamo a punti ci ritroviamo nei playout, oltre che di nuovo senza allenatore… Bello giocare col fuoco bresidende?

  45. alex74 ha detto:

    Vedem di pia’ almeno un punto domani che non è mica detto che dobbiamo vince pe forza. Co ste flemma che tenem se perdiamo andiamo in C diretti.

  46. alex74 ha detto:

    Mi fa mbazzi’ quiss.. le prove tecniche.. il var ci sta dall’anno scorso, funziona bene ed è ormai collaudato.. quiss stann angor a fa le prove tecniche. Un meteroite sulla coccia va da pia’

  47. tusciabruzzese ha detto:

    Si, Johnny, domani ci sono le prove tecniche di Var all’Adriatico. Ma non verrà usato per le situazioni di gioco. E’ solo per quelli in “cabina di regia”, che non comunicheranno in diretta con l’arbitro. Insomma, è solo una prova tecnica senza nessun impatto sulla partita

  48. johnny blade ha detto:

    Cmq tutte ste chiacchiere ij nge
    la facc a legg..sembra nu filosof

  49. johnny blade ha detto:

    Domani c’è il var?

  50. E no Johnny………………………… più facile farla sporca con 5 piccoli contratti che con uno grosso ………………..di un giocatore che non sta mica a pensare a fare i giochini con la busta paga ma pensa a sé stesso…………… lo smazzatore di soldi della Lega……. vediamo se ce la fanno pagare ancora domani sera…………………… ma siccome c’è il var come test po esse che ci va meglio……………….. VATTENE VIA DAL PESCARA !!!!!!!

  51. johnny blade ha detto:

    Coi soldi per campagnaro bujinov chocev apache comanche sioux ngiá asciv nu iucator bon?

  52. ilfigliodel36 ha detto:

    MI ha fatto notare mio padre che l’Ascoli, che ha un solo punto in meno di noi, è ai playout. Ma ha una partita in meno di noi. Quindi se domani perdiamo siamo ai playout noi shock

  53. johnny blade ha detto:

    100.000 eur pe nfa nind..

  54. johnny blade ha detto:

    Aaaahh gambagnar..bella la vita..

  55. Per Campagnaro dobbiamo anche stare attenti un po’ di ce il mister……………………… Mister, e perché E che gli avete sparato? ………………….. IL RIDICOLO, VATTENE VIA DAL PESCARA !!!!!!

  56. AppressAluPscar ha detto:

    Ma non ci stava uno che doveva ripartire dai primi 15 minuti con l’Inter? Poi come è finita? Nicola è un bravo ragazzo, con una bella parlantina, la sua chance l’ha avuta, ma se non vince e convince domani, è meglio che lasci il posto a un allenatore. Anche se non vedo a chi.

  57. alex74 ha detto:

    Che tristezz

  58. tusciabruzzese ha detto:

    Ho sentito l’audio della conferenza stampa e vi dico una sola cosa: URGE UN ALLENATORE VERO. SUBITO! Questo non vede più di una delle due facce della luna ….
    dash2 help dash bad

  59. Max1967 ha detto:

    Leggere il contenuto di queste conferenze stampa farebbe crescere l’autostima anche a un idiota.