Riparte la Serie BKT: presentazione di tutti i match della prima di ritorno
17/01/2020
LA SETTIMANA DEI BIANCAZZURRI E LE “ULTIME PAROLE FAMOSE”
18/01/2020

I duelli storici di 40mila.it – 17/01/2020: QUANDO? CHI? QUALE? CHE? COME?

QUANDO? A che anno si riferiscono le foto dei due calciatori?
CHI sono?
QUAL E’ l’altra squadra?
CHE giornata era quella in cui si affrontarono a Pescara le due squadre?
COME finì?

Allora, vediamo un po’…
Serie B 1990/2000,16a giornata: di domenica come la prossima in casa; giorno 19, come la prossima in casa anche qui! Ma era dicembre: 1999. Allo stadio Adriatico, arbitrava Serena di Bassano del Grappa.
La nostra formazione: APREA, GREGORI, GIACOBBO, CHIONNA, ZANUTTA, GELSI, ALLEGRI, SULLO, MAURIZIO ROSSI, PALUMBO, ZANINI.
Chi ci allenava? Elementare Sherlock… Giovanni GALEONE! Il presidente: chiaro, Pietro SCIBILIA.

E loro chi sono? Ovviamente, la Salernitana, con: Lorieri, Bolic, Fusco, Ricci, Semioli, Melosi, Tedesco, Vannucchi, Marco Rossi, Guidoni, Di Michele. Allenatore. Gigi Cagni.

Come andò? Un attimo, prima pagate il biglietto!

Al minuto 28 una grandissima punizione del 31enne GELSI ci porta in vantaggio, ma qualche minuto dopo – al 31esimo – il pessimo Serena s’inventa un rigore che David Di Michele (nella foto) trasforma per il momentaneo 1-1. I tifosi ospiti festeggiano.

Nel secondo tempo, giocato solo dal Pescara, al 63′ ZANINI (25 anni) esegue un bell’assist per Maurizio ROSSI (nella foto – 29enne) che insacca, riportandoci in vantaggio. Al minuto 78, però, un bolide su punizione di Vannucchi porta il risulato su 2-2. Le emozioni non finiscono: nei minuti di recupero il Pescara ha la possibilità di riportarsi in vantaggio con una punizione da buona posizione, ma il bolide di GELSI viene intercettato da un evidente fallo di mano in area di Marco Rossi, uscito dalla barriera. L’arbitro è l’unico a non vedere il fallo, scatenando le proteste sia in campo che sugli spalti. A farne le spese, con un cartellino rosso per protesteal minuto 90+1, 2 biancoazzurri: Max ALLEGRI (allora 32enne) e Maurizio ROSSI (29enne). Poco dopo arriverà il triplice fischio fissando il risultato sul 2-2.

Con questo risultato il Pescara si troverà quartultima in piena zona retrocessione, mettendo in difficoltà Mister GALEONE, molto contrariato a causa del comportamento arbitrale: solo 17 punti dopo 16 giornate.
Alla fine del campionato il Pescara, partito favorito e stazionato nelle zone alte della classifica fino alla 9a giornata, concluderà al 13° posto con 47 punti: di fatto, evitammo lo spareggio salvezza per soli 2 punti! La Salernitana terminerà il campionato al 7° posto con 52 punti. Il nostro giocatore più presente sarà Daniele GREGORI (34 presenze).
Era la stagione di B alla quale partecipava il Napoli di Novellino e di Massimo ODDO, promosso in seria A insieme a Brescia e Atalanta (tutti a 63 punti). Ma a vincere il campionato, con pieno merito, fu il Vicenza di Mister REJA con 67 punti e un certo “Giacomino” DICARA in difesa. Parteciparono al campionato anche le due genovesi, senza però raggiungere la promozione.
La classifica cannonieri evidenzia come era diversa e difficile la serie B in passato: la vinse con 24 goal Francioso (Genoa), seguito con 23 appunto da Di Michele (Salernitana, che totalizzerà 189 gol in carrierea di cui 83 in serie A); poi, 22 Schwock (Napoli), 21 Hubner (Brescia), 20 Comandini (Vicenza). Poco più indietro seguono giocatori del calibro di Toni, Marazzina, Doni, Carparelli. E si deve arrivare all’undicesima posizione per trovare il nostro miglior marcatore: Federico GIAMPAOLO (con 12 reti).

Una curiosità: quanto era alto David Di Michele? Un metro e 70… un’altra: quanti gol in carriera per il nostrocentrocampista Maurizio ROSSI? Ben 52, di cui 11 in serie A.

CILLON

P.S.: nel ringraziare l’utente CILLON per averci inviato il suo contributo, cogliamo l’occasione per ricordare a tutti gli utenti che sono benvenute proposte di articoli. A tal fine, è possibile utilizzare la mail di contatto info@40mila.it (anche raggiungibile dal link nel menù principale in alto).

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

5 Comments

  1. johnny blade ha detto:

    Ij so del 68

  2. biancazzurri ha detto:

    Ahhhh ma’ allor’ pure tu si vecchie Gionni…..Ji m’arcord’ sole su dimmichele aqquà…….. invece

  3. johnny blade ha detto:

    Tuscia incece lo conoscevo e andai a san siro con mio padre apposta per lui.
    Milan Cavese 1a2. Lui segnò il gol della vittoria di testa davanti a più di 60mila. Forse lo vidi pure in Vicenza Pescara 1a1.

  4. tusciabruzzese ha detto:

    Johnny, io mi ricordo invece il nostro Di Michele fine anni ’70, gran stacco e colpo di testa, bell’attaccante, detto “Gigi Riva dell’Adriatico”. La secondo promozione in A fu in buona parte merito dei suoi gol. Ma tu si tropp’ giovane per arcurdartele …
    laugh

  5. johnny blade ha detto:

    Uno è Di Michele della salernitana,uno forte ai tempi
    il pescarese…