PESCARA – PINETO 2-0: i 99 MINUTI con i 40mila!
03/02/2024
UNA SOCIETA’ CHE PAGA GLI STIPENDI
05/02/2024

Giovanni BUCARO (Allenatore in seconda del Pescara):
“Sofferta fina a un certo punto, perché il secondo tempo lo abbiamo fatto bene e siamo sempre stati nella metà campo del Pineto.
Il Pineto è una squadra che subisce poco e gioca la palla lunga a scavalcare il centrocampo; e non ti permette di alzare i ritmi. Vero che anche noi eravamo lenti, tornavamo indietro con la palla e davamo tempo a loro di mettersi a posto. ZEMAN non era contento del primo tempo, perché eravamo sotto ritmo e tornavamo sempre indietro. E’ contento del secondo tempo per qualche giocata buona, che poi ci ha permesso di vincere la partita.
Noi abbiamo, a livelli di singoli, dei difensori importanti per la categoria. Vero che c’è l’aiuto della squadra perché partiamo dai 3 attaccanti a pressare la palla, a  non farli giocare, e quindi i difensori vengono agevolati. DI PASQUALE è cresciuto lui, ma è arrivato fuori condizione e c’è voluto tempo: e davanti c’era un giocatore come MESIK che è difficile da togliere.
FLORIANI, a fine primo tempo, ancora non stava benissimo: una brutta botta all’anca”.

Daniele SEBASTIANI (Presidente Delfino Pescara 1936 S.p.A.):
“Derby vero, perché è chiaro che quando si giocano queste partite c’è tanto impegno da parte degli altri, perché si gioca a Pescara e per loro è la prima volta tra i professionisti: e quindi è sempre difficile.
Noi abbiamo sbagliato il primo tempo, nel senso che ci siamo un po’ adeguati al loro ritmo, al loro gioco. Poi nel secondo tempo abbiamo accelerato di tanto.
Quando acceleri, con la qualità che abbiamo, prima o poi fai gol. E’ il terzo gol di DE MARCO, ma aveva anche dato una palla meravigliosa a MEROLA, che è arrivato un attimino di ritardo, perché sennò era una palla-gol anche quella. Nel secondo tempo abbiamo legittimato sicuramente il risultato.
Credo che quest’anno il nostro sia in assoluto il girone più difficile: ci sono tante squadre attrezzate. Non mi meraviglia il pareggio del Rimini a Perugia perché il Rimini è una buona squadra. Un campionato difficile, quindi: noi pensiamo a fare il nostro e poi alla fine tireremmo le somme.
Dei fischi nei miei confronti non me ne frega proprio niente, meno di zero, perché la gente che fischia, che parla, deve fare qualcosa ; perché è facile protestare, contestare, poi quando alla fine del mese si pagano gli stipendi, c’è SEBASTIANI, non ci sono loro. Non mi interessa. A me fa piacere che tifino per i ragazzi, perché devono aiutare i ragazzi. Per quanto mi riguarda non mi interessa proprio.
DE MARCO è un ragazzo che il Direttore ha preso conoscendone le caratteristiche; è chiaro che è un 2004 e va aspettato. I ragazzi giovani migliorano. Lo stesso DAGASSO oggi ha fatto una gran partita, come tutti. Quindi, ci vuole pazienza. È chiaro che di pazienza qui a Pescara se ne ha sempre poca, ma i giovani che abbiamo sono tutti quanti forti. L’abbiamo detto dall’inizio e lo ripetiamo adesso, poi magari puoi sbagliare una partita, puoi fare un errore, però credo che sulla qualità dei ragazzi ci sia poco da dire.
Io credo che oggi TUNJOV abbia fatto una buona partita: ha rincorso gli avversari e ha una qualità che è superiore alla media. È chiaro che ha bisogno di continuità. Il Mister gliela sta dando e credo che arriverà anche il momento di valutare TUNJOV per quello che vale.
FLORIANI ha preso quella botta lì, perché oggi di botte ne hanno prese tante. Assolutamente non mi è piaciuta la gestione dei cartellini. Noi abbiamo preso dei cartellini per dei falli veramente… Vabbè, però è inutile parlare degli arbitri perché sennò ci ripetiamo sempre: sbagliano i giocatori, sbagliano gli arbitri sbagliamo noi, per cui…
Quanto all’infermeria, oggi c’era CANGIANO a casa con la febbre, SQUIZZATO venuto per onore di firma, il Mister a casa con la febbre, VERGANI che ha ricominciato a fare qualcosa e spero che in settimana cominci anche a correre; ACCORNERO penso che in un paio di settimane sarà disponibile anche lui.
Quest’anno a gennaio, come mai è successo, potevo dare via mezza squadra, se avessi voluto fare cassa. Invece, non volevo assolutamente toccare gli equilibri di questa squadra. La squadra olandese ci ha pressato, eravamo in macchina ancora tornando da Milano e continuavano a fare offerte per MESIK. Non averlo ceduto non è stata questione di soldi, ma di volontà: se avessi voluto, a 600mila euro MESIK l’avrei venduto, ma all’ultimo giorno di mercato non mi andava di andare a fare dei movimenti per poi andare a cercare tra gli svincolati un rimpiazzo. Non esiste! MEROLA ce l’hanno chiesto diversi club di serie B. Non lo scopriamo noi: l’abbiamo preso in serie B, ha fatto un anno molto buono con noi ed anche quest’anno sarebbe in doppia cifra se non avesse sbagliato qualche gol di troppo. È un giocatore con qualità importanti; ma tutti i nostri giovani lo sono. Quanto a Mastrantonio del Cittadella e Lonardi del Südtirol, spostare giocatori di serie B non è facile. Se fai la serie C e non hai lo stesso appeal. Mi è invece molto piaciuta la volontà di MEAZZI. E anche di SASANELLI, che a tutti i costi è voluto venire a Pescara. Abbiamo preso CAPONE perché è un ragazzo di grandi prospettive: chiaro che va aspettato perché non giocava da qualche mese, ma già oggi ha fatto vedere qualcosa delle sue qualità. Io sono assolutamente soddisfatto del gruppo che abbiamo, anche in prospettiva futura, perché abbiamo messo insieme una squadra con delle potenzialità importanti”.

40mila.it

1115 GIORNI di SERIE C, 4563 di PRESIDENZA SEBASTIANI
Condividi su:

Lascia un commento

33 Comments

  1. nemicissim0 ha detto:

    Tuscia, concordo. Ci metterei anche il Gubbio, che non so in cosa abbia investito ma sicuramente ha in panchina un allenatore che sarà anche ignorante, ma profilo adattissimo alla serie C. Quindi, hai pienamente ragione a sostenere che la vera sorpresa siamo noi, inadatti in ogni componente.

  2. alex74 ha detto:

    Ora capisco perché tanta gente si tira le sconfitte. Cullu’ già è insopportabile quando perde figuriamoci quando vince due partite. Siccome non c’è un filtro fra lui e i tifosi non robotizzati tipo molti di noi allora non si puo far altro che augurgli tutto il male possibile, anche sportivo.

  3. Max1967 ha detto:

    Il primo anno di C abbiamo sperato di lottare per i primi due posti, il secondo anno per il terzo, il terzo anno per il quinto…
    Insomma un’ottima programmazione.

  4. tusciabruzzese ha detto:

    Carrarese, Perugia, Cesena: squadre che hanno investito e raccolgono i frutti. Anche la Torres ha investito, se non come denaro perlomeno in un’ossatura stabile. Paradossalmente, l’unica sorpresa rispetto all’investito e alla girandola di giocatori, siamo NOI!
    Totale mancanza di programmazione, di una rosa stabile, di investimenti per la prima squadra: strano essere lì!

  5. lusmitch ha detto:

    Certo che quando parla cullù sembra proprio un esperto di calcio… i giovani non siamo noi a non aspettarli, ma tu che al primo cross riuscito li hai già venduti a due nocelle..bravo hai proprio detto bene se non ci fossi tu a fine mese lo stipendio non te lo pagherebbe nessuno…

  6. alex74 ha detto:

    confucio classico esempio di IA mal riuscito

  7. confucio ha detto:

    Capone e Meazzi due ottimi acquisti. Ci fanno fare il salto di qualità. Con il Sestri Levante abbiamo vinto tre a zero ma hanno vinto contro la Torres. Non erano così deboli. Il secondo posto è nel mirino.

  8. draculone ha detto:

    CASCETTARO

  9. nemicissim0 ha detto:

    Come da me ampiamente previsto, Torres ormai in fase calante, farà i playoff da quarta o quinta. La corsa (???) va fatta sul Perugia. In questa sottospecie di categoria, la continuità di vittorie è tutto: basta affilarne 4 o 5 (come ha fatto il Gubbio o lo stesso Perugia) e ti ritrovi a scalare posizioni. La domanda è: Gubbio sarà per noi una svolta in questo senso, come lo fu ai tempi di Sansovini, oppure più prosaicamente BRAGLIA abbotterà la coccia a Zeman??

  10. tusciabruzzese ha detto:

    Pensiero completo del presidente: “Capone va aspettato.
    Va aspettato che quando pronto lo diamo via”

  11. lapa ha detto:

    Leggo gente che fa commenti euforici su questo Capone per mezzo dribbling tre stop sbagliati e 4 passaggi imprecisi …capisco che x trovare punti di ottimismo ormai si debba guardare anche il capello ma la realtà dice che viene da quasi due anni di inattività per grave infortunio e ha esperienze di campionato primavera ormai datate …certo se dovesse fare buone prestazioni il più felice sarebbe il magnate avicolo il tifoso dovra’tristemente assistere al solito pollettino allevato dal pediatra dei calciatori che un domani chissà sarà un giocatore formato

  12. Solo Pescara ha detto:

    Voglio solo adare avandi gon la mia geshtione ed andare avandi gon gueshto gambionato ed andare avandi angora …. FAI RIDERE BRESIDENDE

  13. Solo Pescara ha detto:

    “Non averlo ceduto non è stata questione di soldi, ma di volontà: se avessi voluto, a 600mila euro MESIK l’avrei venduto, ma all’ultimo giorno di mercato non mi andava di andare a fare dei movimenti per poi andare a cercare tra gli svincolati un rimpiazzo”.
    Non mi andava di andare ed andare avanti ad andare ad andare ….va vattene a fanculo Bresidende. Ignorande
    Spali solo letame bla bla bla …..vattene via

  14. nico956 ha detto:

    Settore sempre ..curva nord sul finale..poca roba però pure il ricciolini l ha sentito…

  15. alex74 ha detto:

    Ma da chi è stato fischiato il buffone?

  16. nico956 ha detto:

    Allora do i voti per ieri sera..squadra 6 ha fatto proprio il minimo indispensabile per vincere..pineto 3 se all andata ci avevano provato a fare qualcosa ieri sera zero assoluto hanno solo picchiato..e perso tempo…ieri mi sono caduti in antipatia..arbitro 3 ammonizioni per falletti e su quelli seri nulla ..cori contro pinokkio 5 minimo sindacale ..pubblico assente 3 le contestazioni da casa nn le sente nesduno e come dimostrato ieri sera con un minimo ..pinokkio scascetta..

  17. nemicissim0 ha detto:

    “Siamo in serie C e non abbiamo appeal”. Fatti una domanda e datti una risposta.

  18. guerriero ha detto:

    STADIO VUOTO A OLTRANZA CACCIAMOLO VIA CONTESTAZIONE A RIPETIZIONE

  19. dolphin ha detto:

    Altro che fischi a cussu lo dobbiamo riempire di cureje per 90 minuti ma vergognati ci hai ridotti a vedere il Pineto tieni pure il coraggio di parlare? Ma vatt a rusciulà sotto le montagne di Carpineto va

  20. bummon ha detto:

    For ever I ❤ SEBACH 😀 il capo cazzaro dell’universo è riuscito a superare anche il mitico personaggio di Collodi e cioè il Sig. Pinocchio che confronto a lui è diventato la fatina (:rofl:)

  21. Harken ha detto:

    Il girone più difficile il nostro?!?
    Il girone più difficile è, come ogni anno, quello A cui segue il B e il C. Come sempre salvo rarissimi anni (e non è questo il caso).

    Ma resta comunque un discorso relativo, alla fine B o C siamo sempre a 20 punti dalla prima.

  22. nemicissim0 ha detto:

    “Gruppo con potenzialità importanti in chiave futura”. Potrei anche essere d’accordo se il futuro alla pescara calcio si misurasse ad anni e non a mesi di agosto e gennaio. ATTORE DA OSCAR!

  23. tusciabruzzese ha detto:

    Riguardando gli highlights riemerge chiaramente come per fare due gol ci siano voluti due rimpalli favorevoli, in entrambi i casi conseguenti ad errori di Cuppone, sempre generoso quanto privo di tecnica nel tocco di palla. Senza quei due rimpalli casuali incredibilmente a nostro favore, c’è da chiedersi se avremo mai segnato prima della conclusione della PROSSIMA partita col Pineto. In questa, probabilmente NO!
    (:dash:)
    Ovviamente, Sebastiani si è ben guardato da fare l’unica cosa che doveva fare prima delle altre nel recente calciomercato: spendere una parte dei tanti milioni di euro con cui si è arricchito nel prendere una punta. A chi dice che il mercato ha dimostrato che non ci sono più i soldi, dico che la memoria è corta e che in ogni momento, in quattro e quattro otto, si può versare indietro in Società quanto percepito e finito nella propria ricchezza personale

  24. pier66 ha detto:

    Esiliatomarche te lo diciamo noi chi paga gli stipendi…. LUI NON LI PAGA DI SICURO…. PERCHÉ È DISOCCUPATO, hai capito? LUI NON TIRA FUORI NEANCHE UN EURO DI SUO, L’HAI CAPITO? Lui fa il presidente perché altrimenti non saprebbe come campare. Gli stipendi li paga la Pescara Calcio vendendo di tutto e di più, perfino i ragazzini del 2007. E smettila di scrivere scemenze

  25. tusciabruzzese ha detto:

    Come avete già detto, il suo maggior momento di nervosismo e di cascetta è stato sulla contestazione, a dimostrazione della connivenza di quei soggetti che lo proteggono, in cambio delle note prebende personali, evitando per anni di contestarlo continuamente e pesantemente. Storia nota e relativi soggetti e gruppo sputtanato …
    Però, ripeto, chi se ne importa: se si accetta che sono gruppi di folklore, nel loro ruolo non dissimili alle ragazza pon-pon del football americano che solo applaudono e danno spettacolo, si può invece stimarli appunto per lo spettacolo e il supporto positivo ai ragazzi
    (:bravo:)

  26. lafestadeicolli ha detto:

    ringraziamo il presidente per non aver ceduto mesik perché non gli andava di prendere uno svincolato. grazie presidente!!!!!!

  27. Max1967 ha detto:

    “È chiaro che di pazienza qui a Pescara se ne ha sempre poca”
    Lui è la prova lampante di questa affermazione, vende i giocatori dopo sei mesi. In 12 anni 12 squadre diverse, senza mai creare un’ossatura di base su cui costruire il campionato successivo.
    Sempre e solo per fare cassa e speculare.
    VATTENE!

  28. esiliatomarche ha detto:

    Tutti bravi a contestare ma al punto più importante: CHI PAGA GLI STIPENDI A FINE MESE? Silenzio assoluto. E’ facile fare il froscio con il culo degli altri.Chiacchieroni. Siete capaci solo a fare chiacchiere. Ma già siamo in democrazia e tutti posso, anzi devono, dire cyò che vogliono certo. Ma basterebbe che la tastiera fosse collegata al cervello di chi scrive.

  29. madelib ha detto:

    Sebastiani, VATTENE!

    Altro che non te “ne frega niente”, “Ciccio”!

    Sappiamo tutti che ti rode e sei andato ancora una volta “in cascetta”!!!

    Il “bresidende” peggiore della storia del Pescara, colui che scappa di fronte ai confronti con chi gli fa domande scomode e che va ospite solo quando gli conviene, salvo trovarsi a mal partito senza che se l’aspetti nessuno e, poi, si fa in modo di togliergli le castagne dal fuoco…

    Cori contro a gogò!!!

    Chi ha più genuinità? La gradinata o la curva?

  30. antateavanti ha detto:

    Petto abbottato dice che se avesse voluto la squadra sarebbe stata smantellata vista la valanga di richieste per i polletti già impiumati …Al mio segnale si scateni una standing ovation di 36 minuti . Alla domanda del suo mentore su qualche gentile coro nei suoi riguardi gli uscivano le fiamme dalle orecchie dove ci sente benissimo….questa è la cosa che fa incazzare di più Per tanto poco va così in cascetta Se gli facessimo una contestazione incessante e costante se ne sarebbe andato da un pezzo secondo me ma la Stampa lo coccola lo accarezza forse lo teme mai una domanda di quelle piccanti sulla gestione di squadra e società .Corleone 4.0

  31. tusciabruzzese ha detto:

    Ogni anno dice di aver messo su una squadra con grandi potenzialità … FUTURE!
    Il futuro di altre squadre gli è particolarmente “caro” …

  32. draculone ha detto:

    Non ce la faccio più neanche a leggere le sue dichiarazioni, VATTENE

  33. nemicissim0 ha detto:

    “Come MAI è successo, a gennaio potevo dare via mezza squadra se volevo fare cassa”. “Non ho venduto mesik non per i soldi ma per non dover poi ricorrere a qualche svincolato. Non esiste”.

    SEBASTIANI PREMIO OSCAR PER IL MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA!