AGENTE di LESCANO: “Non ha chiesto di andar via”
24/01/2023
INFO BIGLIETTI PESCARA-FOGGIA
26/01/2023

Nel giorno del suo compleanno, Giovanni GALEONE è raccontato dalla stampa nazionale. Ecco alcuni estratti – 

  • 4-3-3 e difesa a zona, precursore dell’armoniosa follia offensiva di ZEMAN (ma «L’unico da cui ho copiato è stato il maestro Liedholm») e campionato dominato, battendo nell’ultima partita il Parma di Sacchi: «Sono stato promosso in serie A quattro volte, ma solo il primo anno a Pescara ho vissuto il clima della festa già dalla sera precedente. Nessuno pensava che contro il Parma avremmo potuto perdere».
  • Il Profeta lascia una prima volta il Pescara. Lo cerca il Napoli di Maradona; poi, chiacchiera in piena notte con Berlusconi: «Erano le 3 di notte, stava parlando con Massaro. Quando mi vide disse a Sacchi, che era accanto a me: “Non ti dispiace se parlo un po’ col mister GALEONE, no?”. Discutemmo di pallone fino alle 5 di mattina. Poi mi disse: “GALEONE, mi telefoni. Ho dei grandi progetti per lei”. Non l’ho mai fatto».
  • Nella seconda esperienza a Pescara GALEONE allena e conosce Max ALLEGRI, mezzala magrissima e indolente, ma talentuosa. Tra i due nasce fin da subito una sintonia perfetta. Innamorati sul terreno di gioco («Max non sbagliava un movimento. Se gli chiedevi un lancio d 47 metri lui eseguiva un lancio di 47 metri») e uniti dalle passioni per il mare e la seduzione: «Non l’ho mai visto insieme a una donna che non fosse bellissima, intelligentissima e ricchissima».
  • Il doping («Quando giocavo ci rifilavano di tutto, ed era normale»): alcuni giocatori non sempre professionisti esemplari, come il brasiliano Jardel avuto all’Ancona, ha rivelato che in quegli anni consumava droga regolarmente. «Calciatori con problemi [di droga]? Ogni tanto; una volta uno pure bravo. Arrivava la mattina al campo completamente fiacco, annebbiato. Sicuro si faceva».
  • Nel marzo 1993, poco prima di essere esonerato dal Pescara, dopo una sconfitta col Torino GALEONE riceve una telefonata (che viene registrata) da Miriam Lebel, una para-psicologa di Genova consulente della società abruzzese. La dottoressa gli dice che alcuni suoi giocatori stanno giocando a perdere. Indica una partita, quella vinta 2-1 dal Taranto nel 1992 contro un Pescara già aritmeticamente promosso. GALEONE ricorda che alcuni giocatori, prima della gara incriminata, gli avessero riferito di come una persona chiamata «il serpente» (che gli inquirenti riterranno essere il d.s. Pierpaolo MARINO) li avesse invitati a non impegnarsi. Parte l’indagine, che si concluderà con una squalifica per sei mesi per GALEONE (e tre giocatori) per omessa denuncia, mentre MARINO prende 3 anni di inibizione per illecito sportivo (fonte).

40mila.it
4082 GIORNI di PRESIDENZA SEBASTIANI
Condividi su:

Lascia un commento

15 Comments

  1. Max1967 ha detto:

    Ma domenica Cuppone gioca? Lo chiedo per gli avversari che potranno risparmiare un giocatore così.

  2. nemicissim0 ha detto:

    Nico, io c’ero… che tempi!

  3. ilfigliodel36 ha detto:

    Ancora Vergani “Avrei preferito giocare di più e trovare continuità. Mi aspettavo di giocare di più. Ne parlerò con l’allenatore e vedremo sul futuro”! Copia-incolla di Lescano? Chiedo per aumentare lo spazio alla panchina dell’Adriatico

  4. ilfigliodel36 ha detto:

    Vergani: “Mercato? Non ho sentito nulla ma di sicuro vorrei più spazio…”. Anche tu? shock Chiedo per Facundo

  5. draculone ha detto:

    Io nella prima promozione andavo alla sud e tutte le domeniche era una festa

  6. nico956 ha detto:

    comunque quell anno la partita da infarto fu la penultima a bari contro il foggia di ZZ gia promosso,a noi serviva almeno un punto per poi giocarci tutto per la salvezza nell ultima parttita in casa con la triestina, se nn mi e venuto un infarto li nn mi viene piu , a parte quando arrivammo fuori lo stadio c era uno stato di guerra macchine incendiate di tutto di piu …ma dopo 20 minuti eravamo sotto 3 1…addio mare disse la panocchia…..poi miracolosamente…il foggia spense i motori e alla fine portammo a casa il 3 3 …ma essere allo stadio in quei momenti…..altro che brividi…

  7. nico956 ha detto:

    pier66 quel giorno a reggio emilia c ero anche io ero ai distinti del mirabello partimmo io ed un mio amico …era la prima dopo che era arrivato il martedi…..

  8. ilfigliodel36 ha detto:

    Prendiamo Galeone a febbraio per il dopo Colombo? Chiedo a Sebastiani per il DS

  9. draculone ha detto:

    Ilfigliodsl36, chi non trucca

  10. caps ha detto:

    X come siamo messi non riesco a vedere una prospettiva costruttiva . Mentre a Noi ci incartano la storiella di Lescano il calciomercato sta x chiudere .Il Nulla Cosmico… Sta alleggerendo il monte ingaggio ..al Prossimo Anno .

  11. ilfigliodel36 ha detto:

    Meglio i DS che truccano le partite per vincere o quelli che le truccano per perdere? Chiedo per una piazza

  12. pier66 ha detto:

    La partita finì 1-1 con pareggio di Michele Gelsi a pochi minuti dalla fine della partita

  13. pier66 ha detto:

    Di gran lunga il più grande di tutti che si sia mai visto a Pescara….. Galeone uno di noi….. Ho ancora una sciarpa che conservo come una reliquia in cui da un lato c’è scritto “GALEONE NEL ❤️, dall’altra “BENTORNATO GIOVANNI” infatti quella sciarpa la comprai in occasione della trasferta di Reggio Emilia con Galeone appena arrivato al posto di Carletto Mazzone

  14. tusciabruzzese ha detto:

    La vicenda Marino mi fa tenere bene a mente che statisticamente non c’è un’annata senza partite vendute …
    mosking
    E si vede …

  15. tusciabruzzese ha detto:

    nico956 ha detto:
    25/01/2023 alle 14:56
    Bn giorno..bhe li vogliamo fare gli auguri di buon compleanno..al profeta Giovanni..auguri mister..!!domanda se Giovanni litigo con scibilia..secondo voi con pinokkio quanto tempo avrebbe resistito..???
    ***
    Nico, la vera domanda è: cosa ne sarebbe stato delle signore di Sebastiani con Galeone intorno?
    rofl