I BIANCAZZURRI PRENDONO I VOTI (CARRARESE-PESCARA)
06/09/2021
NZITA squalificato
07/09/2021

Riceviamo e pubblichiamo il resoconto della trasferta sul campo della Carrarese (foto ufficiali Massimo Mucciante – Pescara Calcio) – 

L’andata una vera odissea: code chilometriche in più punti dovute sia ad incidenti che al traffico di rientro. Nonostante io sia partito alle h. 9:30 (in macchina) sono arrivato al 20° del primo tempo!
Peggio è andato ai ragazzi coi pulmini partiti alle h. 10:30 ed arrivati all’inizio del secondo tempo con una bella “inchada” nel deserto silente e deprimente del decadente stadio dei Marmi, struttura piuttosto fatiscente, coi bagni chimici al posto delle toilette e con un servizio bar che aveva finito la birra ben prima dell’arrivo degli ultras (restati quindi a bocca asciutta).

Ma questa è la serie C, signori: bisogna rendersene conto, adeguarsi ed affrontarla… per poterla abbandonare al più presto.

Bella poi l’esultanza di capitan MEMUSHAJ, nonostante le critiche che recentemente e giustamente gli sono piovute addosso per essere stato corresponsabile della retrocessione, con l’aggravante da senatore.

Ma il calcio è così:

segnare un gol e vincere, aiuta a cancellare dissapori e a far tornare sorrisi.

Bella l’esultanza di gruppo al secondo gol, segno che la squadra (per adesso) è coesa.

Spiace per l’infortunio di Bocic.

Al momento ci godiamo questa posizione di capolista solitaria sperando venga incrementata nel tempo e nella misura. La squadra può solo crescere e non è eresia sperare in un consistente filotto alle prime giornate che possa lanciarci, modello Ternana dello scorso anno.
Incessante il sostegno degli ultrà che pur essendo arrivati tardi (vero traffico e incidenti, ma quando impareranno ad anticipare le partenze?) con cori, megafoni, sciarpe e bandiere, hanno rappresentato una vera scossa nell’ambiente davvero triste dello stadio lunigiano.

In finale di partita insieme ai cori di esultanza per l’importante (ma non bella) vittoria, non hanno dimenticato di rivolgere un “pensierino” al nostro caro Presidente.

L’obiettivo comune di un subitaneo ritorno in serie B non fa dimenticare la sua presuntuosa gestione e le disastrose e umilianti retrocessioni.

Tempo al tempo: i nodi vengono sempre al pettine prima o poi!

Oggi eravamo un centinaio belli, uniti e compatti come non si vedeva da un po’. Speriamo che già dalla prossima partita il popolo del Delfino torni a vivere dal vivo la sua passione riempiendo l’Adriatico e tornando a colorare di biancoazzurro le autostrade d’Italia!

vecchiock

P.S.: nel ringraziare il tifoso del Pescara vecchiock per averci inviato il suo contributo, precisiamo che il contenuto rappresenta sempre e solo un’espressione dell’autore e non impegna il punto di vista del sito 40mila.it. Cogliamo inoltre l’occasione per ricordare a tutti i tifosi biancazzurri che questo sito “appartiene” ai tifosi stessi della Pescara Calcio: sono pertanto benvenute proposte di ulteriori contributi. A tal fine, è possibile utilizzare la mail di contatto info@40mila.it (anche raggiungibile dal link nel menù principale in alto).

 

40mila.it

 

Condividi su:

Lascia un commento

22 Comments

  1. vecchiock ha detto:

    Ps: il fatto che in C la società valga poco o nulla non la rende più facilmente acquistabile dato che i debiti (quelli reali) restano quelli in qualsiasi categoria. La permanenza in C potrebbe anche azzerare le richieste economiche di Sebastiani, ma i debiti contratti con fisco e fornitori restano pesanti e chi subentra li dovrebbe onorare senza contare sui ricavi delle prime due leghe, per cui a un potenziale acquirente diventa più facile attendere che il malato muoia.
    Perché investire parecchi milioni di euro in C, quando con pochi spicci puoi ripartire dalla D e investire meno della metà per vincere due campionati?
    Se invece si torna in B è vero che i debiti non spariscono, ma una oculata gestione può contare sugli elevati ricavi da tv e sponsor, spalmare i debiti e magari guadagnarci anche. Né più né meno come fatto finora dal Fergusson dei Colli. Magari con meno spocchia, presunzione e magagni.
    La permanenza in C quindi è l’unica cosa da evitare. Puoi farlo cercando di tornare sù tifando e costruendo oppure fasciando e tirandoti nei tempi più brevi possibili la morte del Delfino. A voi la scelta!

  2. vecchiock ha detto:

    Non chiedo di avallare nulla, né assolvo la tifoseria organizzata dalle sue colpe, dal lassismo, dall’essersi fatta scivolare addosso la retrocessione in maniera imbelle.
    Chiedo solo di dare preminenza al tifo e al ritorno con compattezza sugli spalti.
    Puoi mandare via il Presidente solo in due modi (se si escludono ovviamente quelli violenti).
    1) Col fallimento della società e la ripartenza con un nuovo Pescara dalla D.
    2) Col ritorno ai ricavi permessi dalla serie B facendo tornare appetibile a terzi una società che in C varrebbe poco o nulla.
    Quale preferisci?
    Io la seconda. La prima la considero solo come ultima spiaggia.
    Certo come da te scritto “…poi quella persona abbottera’ ancora di piu’ il petto invece che alzare i tacchi”, ma è una fase necessaria e solo un nuovo entusiasmo portato da una promozione, solo una curva di nuovo potente, potranno attrarre alternative societarie e fare pressioni su quella attuale.
    La prima opzione comporterebbe una agonia e una fase di rinascita che durerebbero non meno di 3 anni. Prima di tagliarmi l’uccello voglio provare a scopare e a godere ancora. Poi col caxxo dritto mi inculerò chi merita di essere sodomizzato.

  3. Max1967 ha detto:

    Quoto il post di Alex.
    Per me, ricompattare la curva oggi a queste condizioni, è fare un favore a cullù.

  4. alex74 ha detto:

    vecchiock gia’ ti ho espresso il mio giudizio in privato. Apprezzo la tua grande voglia di tornare subito nel “calcio che conta” e ancor di piu’ apprezzo il tuo spirito ancora uaglionesco. Per quello che mi riguarda anche un semplice vaffa come lo chiami tu riavvicinerebbe tante ma tante persone in curva. Si perche’ tanta gente è “scappata” proprio perche’ ormai questi ragazzi non rappresentano piu’ la pescaresita’ che tanto ci ha contraddistinto nel tempo (e tu da vecchio cherokee dovresti saperlo) Il voler tornare a tutti i costi in una categoria che per quello che mi riguarda al momento non ci appartiene è pura utopia pensando che poi quella persona abbottera’ ancora di piu’ il petto invece che alzare i tacchi. Qui è come il cane che si morde la coda. Come facciamo sbagliamo ma non accetto minimamente che si dia il contentino del coro sfiatato di 5 secondi contro cullu’ tanto per dire.. e ma nu’ lo contestiamo. Il calcio per quello che mi riguarda è fatto ancora di valori, se vogliamo chiuderci gli occhi perche’ dobbiamo tornare in serie b io non ci sto. Poi ognuno faccia quello che vuole. Io non contestero’ piu’ i rangers per le loro scelte ma non avallero’ mai il loro modo di fare.

  5. ilfigliodel36 ha detto:

    Arrivato Vukusic a Messina. Avranno fatto i caroselli di certo sarcastic

  6. vecchiock ha detto:

    Arrivati in ritardo dopo 8 ore di viaggio stressante fatto di code in autostrada col punteggio sul 1-1 la priorità era quella di SOSTENERE la squadra con forza e identità. OBIETTIVO RAGGIUNTO. Partita vinta e squadra compatta ed esultante sotto i tifosi.
    Tornare in B e farlo con una curva ricostruita e forte ha la precedenza su tutto, perfino sul ragggioniere. Perchè senza il primo requisito non ci sarà il secondo. Senza il secondo non si potrà pensare seriamente ad un futuro con una diversa presidenza.
    A meno che voi non pensiate che 4 vaffa cantati e 10 striscioni “contro” siano sufficienti e entrare nel mondo della favole e darci la bacchetta magica della Fata Smemorina (cit. Cenerentola) e far sparire il figlioccio di Collodi (cit. Pinocchio).
    Non è mai troppo tardi per comprendere queste sottigliezze che sottili non sono e pensare prima a sostenere e tifare e poi a liquidare i conti sportivi. Mi auguro che il giusto livore che vi accompagna sia ugualmente sfogato con le ugole all’Adriatico a parte i lontani esiliati che sono in tanti a scrivere qui, ma proprio per questo lontani anche dal vivere quotidiano e dalla percezione delle priorità.

  7. alex74 ha detto:

    È proprio cosi Tuscia. Comunque è inutile, secondo me, continuare a parlarne. Facesseronil tifo, quello che vogliono tanto ormai abbiamo capito la linea che non cambierà mai.

  8. tusciabruzzese ha detto:

    Ma si, come dice Johnny, “bello”… Importante per lo spettacolo e il folklore che ci sia un tifo organizzato che si diverte e fa gruppo, canta insieme e fa colore. Altra cosa è che sia pure libero e indipendente: un “pensierino … in finale di partita” e basta, come è scritto qua, non lo rende infatti ormai più rappresentativo della maggioranza dei tifosi biancazzurri. Quello, per ora, proprio no. Però, sostegno a chi come vecchiock ci si impegna mantenendo ben chiaro, contemporaneamente, che non bisogna “dimenticare la sua presuntuosa gestione e le disastrose e umilianti retrocessioni”
    drinks
    Certo, che se invece di fare l’inutile sforzo di memoria di “non dimenticare” lo si contestasse ora e subito, allora, al di là del bel folklore, tornerebbero a essere anche un gruppo rispettato per la sua libertà.
    Vabbe’, di questo si è già detto che è inutile continuare a parlare. Per ora, già è già qualcosa di bello vedere queste foto e leggere pagine come questa

  9. vecchiock ha detto:

    Max1967 ha detto:
    06/09/2021 alle 16:16
    Una piccola correzione…
    L’anno scorso è stato il Perugia e non la Ternana a stravincere il campionato.

    MAX nessuna correzione: il Perugia l’anno scorso ha vinto il girone solo perché lo ha perso il Padova.
    Io mi riferivo alla trionfale cavalcata della Ternana che ha comandato il girone C dall’inizio alla fine. Mi auguro che il Pescara ne ricalchi le orme.

  10. draculone ha detto:

    Anteavanti, gome avrebbe deddo gualguno, gorazzade

  11. antateavanti ha detto:

    Modena Reggiana finisce in parità. Mi sono visto l’ultima mezz’ora .Sono squadre di levatura superiore non paragonabili minimamente alle tre di categoria incontrate da noi finora .La Reggiana mi sembra davvero attrezzata .D’altra parte con un centrocampo con Cigarini e Sciaudone e attaccanti come Rosafio ex cittadella e Lanini di categoria sulla carta si candidano a favoriti …ma la carta non vince è il campo che sentenzia . Vedremo

  12. vitabiancazzurra ha detto:

    A Zalerno il mio amico di merendine Lotito ingaggia Ribery…a 40 anni se sta bene i suoi 20 minuti da Gambione li buo fare …l’ho gonsigliado io a glaudio che me indendo di gende che viene a svernare rodda e anziana Io di Galgio ne cabisgo miga gome voi 4 scemi

  13. draculone ha detto:

    Due partite due vittorie, se son rose fioriranno, intanto incameriamo per tempi peggiori

  14. vitabiancazzurra ha detto:

    Veramente la Ternana il campionato l’ha sfasciato e stravinto con distacco ….anche il Perugia lo ha fatto ma non nelle proporzioni dei cugini delle fere

  15. johnny blade ha detto:

    Bello.
    Belle foto.

  16. biancazzurri ha detto:

    Onòre a vecchiock! hi

  17. ilfigliodel36 ha detto:

    Ho letto che Illanes aveva un risentimento al polpaccio e che Chiarella ha accusato un problema alla spalla durante la rifinitura. io pensavo invece che non avevano potuto giocare perchè viaggiato con il pulmino dei Rangers laugh

  18. draculone ha detto:

    Da questo si deve ripartire dal NU SEM NU, per poi portare tutti i nodi al pettine

  19. Max1967 ha detto:

    Una piccola correzione…
    L’anno scorso è stato il Perugia e non la Ternana a stravincere il campionato.

  20. tusciabruzzese ha detto:

    Sono convinto, come ho sempre sostenuto, che sono i risultati a dover portare più gente. E che più gente “fa più tifo”. Ok, non sarà gente da “oltre il risultato” ma a me, sinceramente, non fa differenza: m’interessa vedere lo stadio con più gente. Gente che poi, almeno in parte, si accoderà al tifo organizzato, facendo del bene così anche a quest’ultimo

  21. nafettadicitrone ha detto:

    Chi ben comincia è a metà dell’opera almeno così dice il proverbio e stiamo uniti tutto l’ambiente compreso questo sito spesso troppo critico nei confronti della società vedrete che faremo un gran campionato poi vincerlo sarà molto difficile ma sono certo lotteremo per il primo posto fino all’ultimo Credo in De Marchi ….può fare 15 gol con Auteri che gioca un calcio propositivo . Dobbiamo essere più continui durante i 90 minuti spesso ci rilassiamo . Un plauso ai trasfertisti…un viaggio scomodo così lo fa solo chi ama nell’anima questi colori

  22. nemicissim0 ha detto:

    Ma il Miscter si chiama Ghaudieri gon la Gha? Io gredevo di aver ingaggiato Garmine Gaudieri ghex giogadore del Besgara. Gomungue sia, scta facento bene.