EMPOLI-PESCARA 2-2: i 99 minuti con i … 40mila!
09/02/2021
I BIANCAZZURRI PRENDONO I VOTI (EMPOLI-PESCARA)
10/02/2021

Roberto BREDA (allenatore del Pescara): “Non era facile andare a giocare in casa della capolista quando venivi da quattro sconfitte. Soprattutto nella fase iniziale giochi con timore; ma dopo i ragazzi si sono sciolti. E va bene così. La squadra è viva e lo ha dimostrato sul 2 a 1, dove si poteva sbandare: invece, siamo rimasti in partita e abbiamo provato sempre, anche perché la palla del 2 a 0 l’abbiamo avuta noi. Mi è piaciuto l’approccio sia di chi ha giocato che di chi non ha giocato. Ho peccato di presunzione nel cercare d’inserire i nuovi andando a cercare una nuova identità, lasciando quello che ci aveva portato a fare 12 punti in 8 gare; adesso bisogna inserire i nuovi in questo contesto. L’idea oggi era di ‘schermarli’ e ripartire in velocità e nel secondo tempo l’abbiamo fatto molto bene. Con il 3-5-2, siamo andati a prendere alti sia il Brescia che l’Ascoli; ma non è quello il discorso: l’importante è avere equilibrio. In questo momento non possiamo pretendere di comandare il gioco ma in qualsiasi maniera bisogna fare punti e mantenere la categoria. MACHIN ha fatto una partita di grande sostanza, dando una mano in tutti i reparti. Bisogna far punti e fare il bene del Pescara fino a quando siamo chiamati a farlo. Sia a Terni che a Chiavari ho giocato con la difesa a 4, ma ogni squadra ha il suo vestito. Io e Massimo (ODDO) le abbiamo provate tutte pensando che con giocatori di qualità si possa fare tutto, ma non è così“.

Massimiliano BUSELLATO (giocatore del Pescara): “Il mio gol è nato da una sgroppata combinata con CETER:  ho visto che lui era marcato e si trascinava dietro i difensori, mi sono infilato negli spazi e sono riuscito a segnare. Siamo consapevoli che dobbiamo fare tanto e di più, dando continuità a un risultato così. Ho avuto anche un’altra occasione ma un loro difensore è riuscito a respingere col ginocchio. Dite che sono indispensabile? No, siamo tutti utili e dobbiamo impegnarci tanto per uscire fuori da una brutta situazione”.

Alessio Dionisi (allenatore dell’Empoli): “Nello specifico il primo tempo è stato duro, loro non hanno mai provato a metterci in difficoltà e si sono difesi, ma non voglio parlare di loro. Siamo stati puliti, ma non è stato facile. La ripresa si è messa male subito ed è iniziata una nuova partita, siamo stati imprecisi sul 2-1, potevamo far gol. Il rigore è molto discutibile ma è andata così. Non siamo soddisfatti pienamente del risultato ma non posso imputare nulla ai ragazzi. Dare continuità è importante. Ora andiamo a Ferrara ma la SPAL è tra le candidate alla promozione. Sarà difficile ma facciamo il nostro percorso. Gli episodi nelle ultime due gare non sono dalla nostra parte. Credo che l’arbitro abbia fatto abbastanza bene, sicuramente negli episodi non siamo stati fortunati. Il rigore era discutibile, BUSELLATO poteva prendere il rosso, ma Serra ha deciso così. Non c’è il VAR e accettiamo le decisioni, non vogliamo trovare alibi anche se è doveroso parlare di episodi sfortunati. Il turno infrasettimanale è difficile per tutti, non è facile dare continuità e fare prestazioni all’altezza. Siamo stati bravi oggi ma loro ci hanno concesso poco campo. Peccato dopo il 2-1, potevamo fare meglio. Recuperiamo e pensiamo a Ferrara”.

40mila.it

 

Condividi su:

Lascia un commento

32 Comments

  1. benitino1936 ha detto:

    Sempre per nascondere le responsabilità di Sebastiani, i giornalisti dipendenti stanno tutti esagerando l’equilibrata riflessione di Breda che dice che contro la Reggina ha messo troppo presto troppi nuovi arrivati. Tutti a dire che ha ammesso le sue colpe e che forse comincia a capirci qualcosa! Non vi vergognate per niente di quanto siete solo dei sottoposti a 90 gradi?

  2. tusciabruzzese ha detto:

    Tatticamente anche Breda si è dovuto arrendere all’evidenza, contro la quale aveva già sbattuto Oddo: la pochezza (escluso Bocchetti) e/o la lentezza dei difensori (terzini compresi) è tale da essere costretti a difendere a 5, con 3 centrali più i 2 terzini. Il che, cioè il 5-3-2, brucia un posto a centrocampo (3 invece di 4) proprio quando ci siamo re-imbottiti di centrocampisti aggiungendo Taba, Dessena, Basit e Rigoni a Memu, Valdifiori, Busellato, Omeonga, Fernandes!!! Solita incapacità nel costruire una squadra che abbia un senso tattico! E questo senza contare che giocando a una punta rimane un solo posto per Machin, Maistro e Galano in appoggio a tale punta. Se poi si dovesse pure giocare a due punte … L’incapacità calcistica totale al potere!
    dash dash2

  3. germanodacuneo ha detto:

    Un buon punto per la classifica, ma non per la salvezza che è ancora molto difficile. Dispiace che Ascoli, Brescia e Cosenza abbiano pareggiato nei minuti di recupero. Se sabato non si vince con il Venezia anche il buon punto rimediato con l’Empoli non sarà servito a niente….

  4. Max1967 ha detto:

    senza gli arbitraggi a favore oggi avremmo 12/13 punti
    Questa la dice lunga su come stiamo messi nonostante qualcuno ci stia proteggendo.

  5. draculone ha detto:

    L’Ascoli ha un presidente che vuole bene alla sua saccoccia e ai tifosi, oltre a Sottil che ha riportato entusiasmo

  6. alex74 ha detto:

    Ora come ora la tifoseria ascolana ci è nettamente superiore. Bisogna essere obbiettivi nel dirlo. Ma ci passa in coccia chiunque. E con questo non voglio dare le colpe solo ai rangers a ma a tutti noi. Ci siamo rincoglioniti dietro i social e abbiamo dimenticato cos’e’ la vera vita di strada.

  7. alex74 ha detto:

    Vedete che vuol dire avere a che fare con un soggetto arrogante, presuntuoso e n’fam? Una volta un arbitraggio a favore lo avremmo preso come un regalo dal cielo, un qualcosa per il quale festeggiare con birra e arrosticini e ballare la tarantella fino all’alba. Mo’ la coscienza ci dice che una persona cosi bastard non merita neanche un arbitraggio a favore. Merita solo che tutto il vento che ha buttato in questi anni si tramuti in tempesta

  8. benitino1936 ha detto:

    Ad Ascoli i tifosi hanno accompagnato la squadra allo stadio con i fumogeni e i cori https://www.cronachepicene.it/2021/02/09/entusiasmo-ascoli-fumogeni-e-cori-accompagnano-la-squadra-verso-il-match-col-frosinone/254273/ . E questo per l’entusiasmo e la combattività portata da Sottil, quello che tu presidente fallimentare non ti sei degnato neanche di chiamare per dirgli “grazie ma vorrei avere Massimo”. Come ti senti per avere sbagliato anche questa volta presidente? Quando pensi di indovinare qualcosa nella tua vita da presidente?

  9. tusciabruzzese ha detto:

    Bisogna avere fiducia: Busellato è più giovane di Scognamiglio. Diamogli tempo e farà meglio anche lui. Già dopo il prossimo gol penso che riuscirà a centrare meglio e più duramente le palle dell’avversario. Ieri è stato un buon inizio e certamente si allenerà in questo. FORZA BUSY: CE LA PUOI FARE!

  10. alex74 ha detto:

    Io voglio vedere contro il venezia e contro tutte le altre che rimangono la stessa grinta messa ieri. Che poi siamo talmente scarsi che l’unico modo di giocare che conosciamo e palla lunga per il centravanti è un dato di fatto e non penso che breda o chiunque altro possa farci qualcosa. Ma badate bene.. quando dico scarso non dico che le ballerine singolarmente sono da buttare.. è il concetto di squadra di calcio che manca .. ma da anni ormai e per colpa di chi sappiamo. Una domanda mi nasce spontanea, ma perche’ chi segna nel pescara subito dopo impazzisce e cerca di farsi espellere? Scognamiglio ci è riuscito alla grande, busellato un po meno.

  11. draculone ha detto:

    Ieri però non ha preso appunti, chissà perché

  12. biancazzurri ha detto:

    La rosa è scarse e la papera nin gallégge

  13. nemicissim0 ha detto:

    Lapa, hai mai visto Zeman alzarsi dalla panchina? Non è quello il punto: se hai il manico puoi stare pure a casa, i tuoi giocatori sanno cosa devono fare. In questo caso il problema è diverso: cosa vorresti che facesse, 90 minuti in piedi a urlare PALLA LUNGA PER CETEEEEEEEEEER?

  14. benitino1936 ha detto:

    Investire un milione per uno Forte? Ah ah ah, piuttosto ci porta in serie C. Preferisce prenderne 5 con premio di valorizzazione e quello che succede in campo succeda. E perchè Dionisi, che sta salvando l’Ascoli da solo e Montalto a gennaio non si potevano prendere?

  15. vitabiancazzurra ha detto:

    Mi duole dirlo anzi la mia è cascetta, ma mi auguro che Forte del Venezia ci molli una tripletta .
    Non ci posso credere . Coi soldi di ingaggio di almeno 7-8 bandoni in rosa ci comprava questo centravanti preso dai veneti l’ultimo giorno di mercato a 1 milione e 100mila euro (già a quota 12 gol) profilo ideale Esperto di categoria età giusta e mai con infortuni gravi alle spalle….sempre a caccia di svincolati parametri zero vecchi a fine carriera e gente che come si mette le scarpette x allenarsi la prima volta si infortuna e il bello che ci ricascano nn guariscono per tutto il campionato poi una volta ceduti ridiventano sani e giocano sempre …il caso di Falco che ha trascinato due anni fa il Lecce in A è pazzesco ma anche lo stesso Palmiero esempio più recente

  16. draculone ha detto:

    Ma ne vogliamo parlare che per l’ennesima volta va a parlare l’addeddo sdamba per la società?

  17. esiliatofc ha detto:

    Di ieri apprezzabile l’impegno profuso da alcuni (su tutti masciangelo, balzano, guth, busellato tabanelli e ceter) ma come al solito diversi cali di tensione della difesa, e non soltanto sui gol, con rilanci sbagliati e interventi svirgolati che puntualmente finiscono sui piedi degli avversari, pronti a fare male. Entrambe le azioni da cui sono scaturiti i gol dimostrano quale sia il limite evidente di questa squadra: cercare sistematicamente il lancio lungo e alto per la punta. Nelle ultime 4 partite sia odgaard che ceter sono puntualmente finiti ingabbiati nella rete dei centrali avversari, fisicamente alla pari e pronti a raddoppiare sull’unica punta di manovra. Cercando di andare IN VERTICALE, senza dare indietro sta cazz di palla ai difensori dando il tempo all’avversario di chiudersi, si arriva negli ultimi 20 metri avversari e li tutto può succedere. In tutto questo, latita evidentemente il play. Valdifiori non lancia, non fa movimento per avere tra se e i compagni pa linea di passaggio libera, ma tiene palla attirando a se la marcatura e scarica sempre sui centrali. Andava preso un elemento alla Fossati (ex Verona, perugia e cagliari) i Mazzitelli, esperienza in b, dinamismo e piede caldi… Palla avanti, palla indietro, palla nello spazio, come nella migliore tradizione delle squadre che lottano x salvarsi.

  18. tusciabruzzese ha detto:

    Ci hanno preso sottogamba dal 15° al nostro primo gol. Poi in 10 minuti hanno fatto vedere tutta la differenza che c’è tra un presidente che non c’entra niente con il calcio e un presidente che fa calcio. Probabile che abbiamo pareggiato solo per il rigore, senza il quale chissà … Poi, dopo il 2-2, un bel finale, con aggressività, grinta, quasi quasi giocato alla pari: dimostra che, al di là della pochezza della rosa dataci da Sebastiani a inizio campionato, c’è anche una pochezza societaria nello stimolare i giocatori a impegnarsi, nel far sentire loro il fiato sul collo. Il perché lo sappiamo: prima gli affari con i procuratori e poi il risultato calcistico. Dopodiché la voce non la puoi alzare più e il risultato è che hai creato un ambiente fin troppo leggero e rilassato, con un presidente senza carisma e il nulla societario intorno a lui

  19. alex74 ha detto:

    Certo che esaltarsi per un punto rubato ci vo lu curagg con la doppia gg maiuscola. Se l arbitro ti cacciava giustamente quel busellato e non ti dava giustamente il rigore era la quinta sconfitta. Lo voglio rimarcare perché il laziale quando ci sta da pararsi il culo pe ste cose ha da vedè come lo fa. Detto questo abbiamo giocato con la grinta che andrebbe messa sempre. Quindi stiamo a vede se le ballerine si degnano di riproporlo di nuovo nelle restanti partite.

  20. madelib ha detto:

    Errata corrige:

    1) il difensore dell’Empoli aveva (senza virgola) […];
    2) la sua realizzazione […] ha costituito (al singolare) […].

    …la fretta senza rileggere…

  21. madelib ha detto:

    Buongiorno a tutti.

    Chi nasce tondo non muore quadrato….

    Ho apprezzato la prestazione caparbia, ma mi chiedo dove fosse di casa prima (una rondine non fa primavera): a prescindere, punto ben strappato in casa di una squadra (capolista e decisamente più forte) e meritato per la concentrazione e l’impegno profusi.

    Al di là di ciò, se si è obbiettivi ed intellettualmente onesti, non può negarsi che il rigore non c’era (dal fermo immagine che ho effettuato mettendo il video in pausa, si vede chiaramente che il difensore dell’Empoli, aveva immediatamente tirato indietro il braccio, che, al momento del tocco da parte del pallone, era aderente al corpo con la mano addirittura nascosta dal corpo stesso); inoltre, la sua realizzazione rocambolesca e fortunosa hanno costituito un episodio decisivo per determinare il risultato consequenziale (cosa che non può dirsi per altre situazioni verificatesi in partita). Diversamente, sarebbe come prendersela col termometro se indica che c’è febbre…

    Il Pescara resta il Pescara….
    …anche il Lecce vinse a Roma 2-3 nel 1986…

  22. lapa ha detto:

    Cmq non si può vedere Breda a bordo campo fermo e passivo ma che carica può dare alla squadra un lampione così ?? squadra senza società e senza una guida in panchina

  23. jumbo ha detto:

    Niente, pur volendo evitare certe defecazioni putrefatte scorrendo la home di YouTube mi è comparso il sorriso a 75 denti di quella FACCIA DA CA**O RICCIOLINUTO.

  24. nemicissim0 ha detto:

    Pare che Rigoni abbia giocato con infiltrazioni e dolori forti. Un caso di “non li prendiamo mica rotti”?

  25. johnny blade ha detto:

    Cmq la maglia è troppo bella. Che spreco.

  26. draculone ha detto:

    Dionisi cascettaro

  27. johnny blade ha detto:

    Vabbè se questo è un rigore regalato aboliamoli tutti.

  28. draculone ha detto:

    tutto so partitone di Machin non l’ho visto e aveva pure sbagliato il rigore

  29. hugobiancazzurro ha detto:

    Abbiamo giocato mettendoci grinta. È tutto quello che serve in B.

  30. Max1967 ha detto:

    arbitro cornuto 🤘

  31. tusciabruzzese ha detto:

    Busellato, guarda, non so chi ti abbia mai chiesto se ti senti indispensabile. Considerala una domanda di chi ha sbagliato mestiere e doveva invece vendere ghiaccioli al polo

  32. cimpiel ha detto:

    E basta con il rigore regalato. Anche Romagnoli é stato graziato, doveva essere ammonito.