Pescara Calcio: i nuovi numeri di maglia
04/02/2021
PESCARA-REGGINA: RESPIRO O TERAPIA INTENSIVA? E quel rigore…
05/02/2021

Roberto BREDA (allenatore Pescara Calcio):

  1. “Il segnale dato dalla società con il mercato e con i  numerosi innesti è molto chiaro: adesso sta a noi, sta a me, sta ai ragazzi. Il mantenimento della categoria è fondamentale e passa per i risultati che dobbiamo iniziare a fare il prima possibile, e già da domani perché è uno scontro diretto. Bisogna provare a vincerlo, ma squadre che vanno all’arrembaggio rischiano. Noi dobbiamo fare la partita giusta con grande determinazione, che non significa essere sbilanciati ma mettere la massima attenzione su ogni particolare, su ogni palla inattiva, su ogni contrasto. La voglia di vincere non dipende dal numero delle punte ma da quello che fai in campo”.
  2. “Le caratteristiche che spiccano nei nuovi arrivati sono la struttura e la fisicità, ma – discorso a parte per SORENSEN – sono anche giocatori tecnici. Nella nostra situazione, dobbiamo fare passi avanti sia dal punto di vista della concretezza e della struttura che del gioco e della pericolosità”.
  3.  “CETER sta bene: ha saltato qualche allenamento ma è rientrato in gruppo”.
  4.  “Quanto al lavoro svolto in settimana, i nuovi – al di là delle qualità – portano entusiasmo perché arrivano in un posto nuovo e con la voglia di mettersi a disposizione. Questo aiuta a stemperare la tensione che c’era prima. Dobbiamo mantenere consapevolezza dell’attuale classifica, ma anche sfruttare questo entusiasmo per cercare di venirne fuori”.
  5.  “Tutti i nuovi sono pronti a giocare: dobbiamo capire con quale minutaggio usarli per mantenere alta l’intensità, ma si sono presentati tutti pronti”.
  6. “Quando arrivano giocatori in buon numero e con certe caratteristiche si rimescola un po’ tutto, e credo sia un bene. Se tu sei primo, l’equilibrio non devi toccarlo, ma se sei ultimo occorre qualcosa di nuovo. Resto del parere che il nostro gruppo, anche prima di questi acquisti, era un gruppo positivo, ma in ogni caso i punti che abbiamo fatto sono questi e quindi bisogna fare qualcosa di diverso. Rimettere tutto in discussione può essere un modo sia per tirar fuori quello che possono portare i nuovi, sia per ottenere qualcosa di diverso da chi c’era anche prima”.
  7.  “Gli acquisti portano alternative e possibilità di nuove combinazioni, ma non credo sia giusto fare dei nomi di chi andava male prima: quando hai questa posizione di classifica vuol dire che tutti abbiamo da fare meglio. C’è stato un grande cambiamento, ma da questo dobbiamo poi tornare a concentrarci sulle cose concrete che sono l’avversario – perché anche lui si è rinforzato, come tutte o quasi quelle che stanno in fondo, ed il nostro processo di crescita e di efficacia”.
  8.  “Rispetto al passato, abbiamo ora una fisicità diversa, sia nel numero,sia  nelle alternative, sia nelle caratteristiche. Abbiamo una rosa molto più completa. Se vogliamo fare un certo tipo di partita, possiamo farla con più determinazione perché abbiamo maggiore intensità fisica”.
  9. “L’approccio alle partite non è mai stato da sconfitti in partenza. A volte i risultati sono stati anche frutto di episodi. Logico che adesso sappiamo di dover raddoppiare i punti dell’andata. Trenta punti significa fare un punto e mezzo a partita: non è una cosa impossibile, anche perchè non dobbiamo farli solo noi, ma anche le altre. Chi è più bravo, si salva. Fino alla mia settima o ottava partita, avevamo quella media, e dobbiamo cercare di ripeterla fino alla fine”.
  10.  “Un gruppo rinforzato non mi dà maggiori responsabilità: per mia filosofia, io mi sento sempre responsabile, a prescindere dai giocatori a disposizione, perché chi li allena e li manda in campo sono io. Ovviamente, preferisco essere responsabile di una squadra rinforzata, piuttosto che di una di minore qualità (ride, n.d.r.). E’ ovvio che ora devo fare risultato e sbagliare il meno possibile, capire come utilizzare al meglio le caratteristiche dei nuovi, sia negli sviluppi di campo che nella gestione delle energie”.
  11.  “Domani è dura che indoviniate la formazione, devo indovinarla anche io…”
  12.  “La B ti insegna che ogni partita è giocata sugli equilibri, e noi avevamo una fragilità di fondo legata agli inizi di stagione. Il mio primo periodo è andato a cavallo degli entusiasmi, ma poi qualche “fantasma” ti può venire. Perdere in casa con la Cremonese, sia pure in una situazione particolare, ti fa perdere entusiasmo e ti fa riemergere qualche paura in più. Adesso è importante capire che si riparte con un nuovo gruppo, ponendogli gli obbiettivi giusti, facendo capire che può portare quel tipo di media e da lì cercare di sbagliare il meno possibile”.
  13.  “La Reggina si è rinforzata, andando a prendere elementi funzionali al suo nuovo modulo seguito al cambio di allenatore. Sono passati dalla difesa a 3 al 4-2-3-1 o 4-4-2. Si sono migliorati, come quasi tutti in fondo, e la battaglia sarà ancora più tosta. Quanto a Reggio, se da calciatore devo tutto a Salerno, da allenatore, se non ci fosse stata la Reggina, non avrei fatto questo mestiere. Mi hanno chiamato quando nemmeno allenavo e mi hanno dato anche l’opportunità di impararlo, il lavoro. E’ ovvio che sono quindi molto legato a quella piazza e alle persone – Foti e Giacchetta – che in quel momento mi hanno dato quella opportunità”.
  14.  “Tante volte, dietro l’aggettivo ‘affidabile’ si cerca il nome, ma non è detto che sia sempre così. Secondo me sono arrivati due attaccanti forti: ODGAARD ha già dimostrato nella scorsa partita di di avere delle qualità; GIANNETTI lo conosco e può darci una grande mano, e quindi secondo me ci siamo rinforzati anche in avanti”.
  15. “I nuovi non devono necessariamente caricarsi la squadra, a me basta che portino entusiasmo, come stanno facendo, e l’entusiasmo, anche negli allenamenti, è contagioso. Abbiamo bisogno sia dei nuovi che degli altri: ognuno deve mettere quello che ha per ottenere una buona squadra”.

40mila.it

 

Condividi su:

Lascia un commento

23 Comments

  1. nemicissim0 ha detto:

    Poteva essere un turno favorevole, invece comincia molto male. Va beh. Ormai ci sta poco da cazzeggiare. Punti subito e con continuità.

  2. vitabiancazzurra ha detto:

    Incredibile vittoria dell’Ascoli con doppietta di Dionisi e rigore sbagliato al 93’dai pugliesi .Squadra di morti rivitalizzata da Sottil messa molto bene in campo ….ma noi avevamo il perfetto che scalpitava

  3. nemicissim0 ha detto:

    Un punticino fa morale e muove la classifica. E se vincevamo non avevamo rubato nulla.

  4. Delfinocurioso74 ha detto:

    Cussu pure domani tirera per un punticino forse non ha capito che dovema vince.Speriamo bene

  5. antateavanti ha detto:

    Intanto Dionisi appena arrivato è già andato a segno con l’Ascoli…Giannetti sarà capace di fare lo stesso domani ?

  6. draculone ha detto:

    Sebastiani aveva detto che Breda doveva mettere fuori le pecore nere, non i rinforzi acquistati una settimana prima rofl

  7. Max1967 ha detto:

    Sorensen già fuori rosa?
    Il punto 2 effettivamente era inquietante

  8. draculone ha detto:

    ARDETC SOTTIL

  9. caps ha detto:

    Ho visto le probabili formazioni .. mettono titolare un certo Valdifiori… Io non voglio dire nulla … Ma le partite disputate le hai viste? big_boss

  10. ilfigliodel36 ha detto:

    Sorensen non convocato! no mda

  11. alex74 ha detto:

    Ha dett che pure domani, nonostante la grande fisicità, nonostante che soretensen sia fisico ma con i piedi a banana, nonostate ci servono tre punti come il pane e il vino di dio..pure duman si caca sott..quess ha dett

  12. draculone ha detto:

    Max ha detto che alla Reggina hanno preso giocatori funzionali al modulo del nuovo tecnico, non come da noi che si prende un’accozzaglia di giocatori e poi l’allenatore, se è capace, deve adattarsi

  13. tusciabruzzese ha detto:

    A me il riassunto di nemicissim0 è parso un po’ prolisso, quasi un papiro. Il mio è:
    “Breda ha detto tutto e il contrario di tutto, cioè … niente”
    E mo’ provateci a essere più brevi!
    laugh

  14. Max1967 ha detto:

    la prossima volta fate un riassunto come cortesemente ha fatto, per me, l’utente nemicissim0

  15. hugobiancazzurro ha detto:

    Rivediamo Odgaard domani. Nella prima partita ha dato un bella impressione. Speriamo sia la nostra sorpresa.

  16. nemicissim0 ha detto:

    Max, è contento del mercato ma andava bene pure prima. Vuole vincere ma non vuole perdere. Non sa quale formazione schierare. I giocatori nuovi sono fisici ma anche tecnici. Fare risultato tocca a lui e alla squadra. Noi ci siamo rinforzati ma pure gli altri. Ci salviamo se siamo più bravi degli altri. Non ci sono più le mezze stagioni.

  17. Max1967 ha detto:

    faccio fatica nel leggere il nulla …
    mi sono fermato al punto 3

  18. nafettadicitrone ha detto:

    Cosa vi aspettate che dica il mister ?? qualsiasi dichiarazione gli si ritorce contro in questa fase .
    Vincendo domani davvero inizia un campionato tutto nuovo .Secondo me per le nostra possibilità di salvezza la partita di domani è di un inportanza vitale non solo per i 3 punti ma non vincere moralmente sarebbe una mazzata che ammazzerebbe anche un toro

  19. nemicissim0 ha detto:

    Se nei nuovi basta l’entusiasmo, potevano prendere quattro animatori turistici. BREDAAAAAA vedi che devi fare.

  20. vitabiancazzurra ha detto:

    Infatti il passaggio su Sorensen non lho capita ….sono uno dei 4 scemi

  21. draculone ha detto:

    CETER sta bene ma non si allena dash2

  22. ilfigliodel36 ha detto:

    mister dicci solo se Valdifiori va in tribuna o in curva

  23. tusciabruzzese ha detto:

    Nel punto 2 ha praticamente dato a Sorensen del “Crecco”
    laugh