Highlights 20a giornata Serie B 2020/21
01/02/2021
UNA ROSA DA 30… DOMANDE! Sarà la buona VOLTA che…?
02/02/2021

Daniele SEBASTIANI (Presidente del Pescara): “Sul mercato dico che bisognava intervenire perché è del tutto evidente che se abbiamo solo 16 punti abbiamo delle lacune .
Le colpe le hanno i tecnici, la Società, un po’ tutti; e si è cercato di porre rimedio prendendo dei giocatori che secondo noi possono darci una grande mano. La cosa che mi inorgoglisce è che giocatori anche facenti parte di squadre di alta classifica, vedi ad esempio GIANNETTI, si sono mostrati subito convinti e vogliosi di venire a Pescara pur avendo noi una bruttissima posizione di classifica. Sapete, anche tra loro i giocatori si informano e parlano dell’ambiente della Società di destinazione e tutti – sottolineo tutti – mi dicono che colleghi e compagni oggi a Pescara hanno parlato bene della Società sotto tutti gli aspetti: non solo quello relativo alla puntualità degli stipendi che posso affermare, senza tema di smentita, essere un nostro fiore all’occhiello non riscontrabile in molte società anche di serie A.
I nuovi arrivi sono giocatori che avevamo in mente già tempo fa, non sono ripieghi. Molti hanno sempre da parlare non conoscendo però regolamento e dinamiche del mercato e delle rose da comporre. Noi a settembre non abbiamo potuto inserire altri elementi anche perché c’è una precisa lista da rispettare che viene dalle norme federali. Poi in attacco eravamo completi e prendemmo due giocatori ottimi per la categoria… Chi poteva pensare al serio infortunio di ASENCIO e ai problemi fisici di CETER?
TABANELLI è in prestito ma esiste un discorso aperto per un’eventuale conferma. DESSENA non voleva essere ceduto da Cellino ma poi, all’ultimo, REPETTO ha siglato l’accordo. Riguardo DIAMBO, il DS del Benevento Pasquale Foggia ce lo ha espressamente richiesto memore delle prestazioni che gli aveva visto fare nella Primavera, incrociandolo da tecnico… Lo stesso giocatore era giù di morale per non trovare spazio in formazione e quindi abbiamo deciso di darlo in prestito con diritto di riscatto. Il ragazzino ROSSI l’anno passato era destinato alla Juventus poi tutto è saltato causa pandemia: era deluso da ciò e lo abbiamo accontentato mandandolo in una società di serie A . VOLTA c’è ma non bisogna considerarlo: lo abbiamo preso guardando al prossimo anno; se poi farà in tempo a rientrare in questa stagione, tanto meglio. Sono impressionato dalle spiccate motivazioni di GIANNETTI. Per Kristoffersen vedremo: deve sottoposi alle visite mediche e convincere lo staff tecnico. Raul [ASENCIO], sabato, mi ha espresso il desiderio di cambiare squadra e ci siamo subito adoperati per accontentarlo perché noi non tratteniamo nessuno controvoglia, col presupposto e d’accordo con la Società di appartenenza che la destinazione fosse gradita non solo al giocatore ma anche alla Pescara Calcio per evidenti motivi.

Ti puoi chiamare anche Messi ma se non ci stai con la testa, meglio separarsi.

Il rimpianto è Pirola, che l’Inter ha girato nella sessione estiva al Monza: avevamo già l’accordo col club nerazzurro per il prestito della durata di un anno e mezzo ma l’infortunio di Paletta ha fatto saltare tutto. C’è stato il tentativo fino all’ultimo di convincere Moncini ma il ragazzo accusa un infortunio alla caviglia e non se l’è sentita. Ci ha detto che vuole curarsi e rientrare con calma.
Sento sempre questo ritornello di una rosa troppo folta che sinceramente inizia a stufare. Ricordo intanto che con la pandemia in corso non puoi avere rose strette. E noi dobbiamo salvarci e per farlo abbiamo bisogno dal primo all’ultimo dei nostri in organico. Quindi più scelta c’è e meglio è. D’altra parte, una serie di motivi ci portano ad avere una rosa folta, non certo una nostra volontà. Se qualcuno sarà di malumore perché avrà meno spazio o rischia il posto, ho detto al mister che se si accorge che qualche giocatore rema contro o non lo vede impegnato può e deve accantonarlo:

fuori le eventuali pecore nere!

Qui l’intento comune di tutti deve essere uno solo, la salvezza! Non esistono le priorità dei singoli ma della squadra tutta.  Certamente qualche scontento di trovare poco spazio ci può essere ma, a riguardo, vi assicuro che io stesso e i direttori saremo presenti come lo siamo sempre per smussare queste situazioni e far capire che se si retrocede il fallimento è anche loro, dei giocatori, non solo della Società.
Pensiamo di aver operato bene ma il giudice supremo sarà, come sempre, il campo”.

40mila.it

 

Lascia un commento

42 Comments

  1. nemicissim0 ha detto:

    Si vanta di fare il suo dovere. Mitico. laugh

  2. benitino1936 ha detto:

    Che volete? È un ragioniere. Il suo mestiere è pagare gli stipendi, no?

  3. caps ha detto:

    L’ultimo posto in classifica è il raggiungimento di una programmazione decennale. Il depauperamento tecnico , la vendita all’ingrosso dei ragazzini sono dei veri tasselli stellari della sua gestione. Continui su questa strada è il girone F della serie D non c’è lo toglierà nessuno. Ritroverà dei suoi vecchi amici , insomma un luogo un habitat un traguardo ambito dalla sua persona.

  4. Max1967 ha detto:

    Che poi pagare gli stipendi puntualmente dovrebbe essere la normalità
    C’è poco di cui vantarsi.

  5. tusciabruzzese ha detto:

    Presidente lei ci ha detto, a proposito degli stipendi, che cosa la inorgoglisce. Pensi un po’ che a noi, che siamo tifosi strani, inorgoglisce la posizione di classifica
    sorry

  6. johnny blade ha detto:

    Propongo nuovo inno pescara calcio
    https://youtu.be/t9Ir7cHYDdo

  7. vitabiancazzurra ha detto:

    Incapaci di avere una Società Seria dal Novembre 2011….Dove Sono Gli Ultraaa

  8. draculone ha detto:

    UK è da dieci anni che cussu movimenta una infinità di giocatori per aggiustare i bilanci

  9. nemicissim0 ha detto:

    Dai che a cullù gli va sempre di culo. E di conseguenza salveremo la categoria.

  10. UK_Dolphin ha detto:

    Abbondanza a centrocampo che permette di proporre qualunque modulo. Restano i problemi in difesa, lenti e non in forma i centrali, poca qualita’ sulle fasce. Buono Giannetti in attacco, ma non e’ uno che segna costantemente. A me da l’impressione del solito mercato di Cullu’, movimentare e generare fatturato per gli amici procuratori con operazioni poco logiche dal punto di vista sportivo.

  11. Fafinho ha detto:

    Concordo con Alex. Al nostro cyborg ” Roy Betty ” danese bisogna crossare e lanciare. Eventi alquanto rari a Verona.
    Terzini stoppati o cross in curva.

  12. alex74 ha detto:

    Bellanova ha un bel piede educato hai ragione

  13. draculone ha detto:

    Masciangelo e BELLANOVA, Alex, e che cazz, mica ci vuole uno scienziato rofl

  14. alex74 ha detto:

    Visto che ormai come unico attaccante abbiamo sto odgard visto che su ceter non si può contare e visto che a sto odgard i palloni glie li devi dare crossando…CHI CAZZO CROSSA? ecco perché dico che facciamo sempre le squadre a cazzo di cane

  15. draculone ha detto:

    Ma le due o più vittorie consecutive le devi fare, è questo il problema

  16. Delfinocurioso74 ha detto:

    I giocatori di un certo spessore sono arrivati, quello che mi preoccupa di più che non abbiamo un calendario facile con la regina bisogna vincere cosa non del tutto facile, bisogna avere pure un po di fortuna cosa che fino a ora ci manca la serie b è un campionato che è diventato difficile ci sono società come Benevento spal Frosinone che vengono chiamate corazzate fino a qualche tempo fa non ce li pensavamo proprio erano piccole squadrette oggi tutto questo è cambiato e anche in serie B se non fai una programmazione ho non compri determinati giocatori rischi di giocare in c.

  17. biancazzurri ha detto:

    Fuori le pecore. Dentro i castrati shock mosking sarcastic

  18. alex74 ha detto:

    caps se stiamo ancora in b con questi incapaci è solo questione di culo.

  19. nemicissim0 ha detto:

    Alex, ciavem ridott male male… laugh

  20. caps ha detto:

    Uagliu’ la C non la voglio fare. Se stanno bene i nuovi c’è la possiamo giocare. Eppoi un po’ di culo ci vo pure..

  21. nemicissim0 ha detto:

    In questo momento, fino al vicenza nessuna può dirsi tranquilla: bastano due sconfitte o due vittorie di seguito e si cambia drasticamente posizione. Tipico del campionato di serie B: se rimani agganciato al treno salvezza (o a quello promozione), basta un filotto positivo a marzo/aprile e centri l’obbiettivo. Si può fare. Io non voglio retrocedere solo per sperare che cullù se ne vada.

  22. alex74 ha detto:

    nemicissimo sti a scherza’? blindiamo lo 0 0. Il credo di bred è prima non prenderle…poi quando le gai prese limitare gli ematomi per il prossimo match

  23. ilfigliodel36 ha detto:

    Salvezza diretta a -4. Inizia a essere per niente facile mda

  24. alex74 ha detto:

    Concordo con tuscia. Dossena è un vero lusso per noi dopo aver vinto il mondiale con bearzot nell 82

  25. nemicissim0 ha detto:

    Al prossimo turno è quanto mai obbligatorio battere la reggina. Con entella e reggiana allo scontro tra loro e l’ascoli che va a lecce, potremmo mettercene qualcuna dietro. E anche quelle ancora davanti, cosenza e cremonese, non hanno partite facili e potremmo accorciare anche su di loro. Giornata che sulla carta può essere favorevole, però bisogna vincere…

  26. tusciabruzzese ha detto:

    Dobbiamo essere onesti e ammettere che Dessena è un vero lusso per giocarci la salvezza in questo campionato 2012/13
    hi

  27. caps ha detto:

    Pensiamo a salvarci , ora una possibilità c’è l’abbiamo, ma altro che pecore nere Abbiamo Lu Mintone Nero da buttare fuori!

  28. Fafinho ha detto:

    Per giocare a pallacanestro siamo a posto. Abbiamo aumentato altezza media a 1, 90 mt….
    Scherzi a parte ora i nomi ( le figurine) ci sono….bisogna vedere il campo…

  29. benitino1936 ha detto:

    Quando arriva Volta…ren?

  30. 40mila.it ha detto:

    La nuova rosa del Pescara è su https://www.40mila.it/rosa/.

  31. Max1967 ha detto:

    l’analisi di nemicissim0 è perfetta.

  32. biancazzurri ha detto:

    “Vi so purtate pure le pecore pe fa li rustelle e manghe cuntente stéte?” crazy

  33. draculone ha detto:

    A dire il vero, la crescita c’è stata, da allevatori di polli a pecorari, il brogeddo sta dando i suoi frutti cool

  34. draculone ha detto:

    NON BUÒ DARBARE LE ALI

  35. nemicissim0 ha detto:

    Nulla di nuovo. A tratti ammette che vi siano delle colpe, ma non se le assume direttamente nè punta il dito contro nessuno: annacqua il tutto con “colpa di tutti”, che equivale a dire “colpa di nessuno”. A tratti fa finta di cascare dal pero: che ne potevamo sapere degli infortuni? Eh già, perchè non si sapeva che quei due erano già infortunati o comunque fragili al punto da fare una partita si e tre no? A tratti fa il magnanimo: ci sono dei giocatori, poverini, che erano delusi e li abbiamo accontentati, mandandoli a giocare. Non è invece che c’entrano i soliti accordi sottobanco, le solite pressioni dei procuratori, i soliti ricattucci? A tratti sembra assertivo e propositivo: la linea dura contro le pecore nere? A chiacchiere, benissimo, poi vedremo a chi bisognerà fare favori…

  36. johnny blade ha detto:

    Ma allora c’è Repetto..

  37. alex74 ha detto:

    Spero che con la reggina ci piet un’altra sonata che ve la dovete ricordare fino a che campate.

  38. alex74 ha detto:

    Deve sempre sottolineare che la societa’ è fregn e che anche i giocatori che calcano palcoscenici importanti vengono a pescara ultimo in classifica perche’ ci sta ess. Ting nu nervos quand send cuss e i suoi lecchini del cazzo che non immaginate. Per piacere redazione non mettere piu’ le sue interviste. Te lo chiedo in ginocchio pecche’ poi io non lo so cuma po i a fini’

  39. draculone ha detto:

    Ma chi poteva pensare che Asencio e Ceter non stavano bene? laugh1

  40. tusciabruzzese ha detto:

    “I nuovi arrivi sono giocatori che avevamo in mente già tempo fa, non sono ripieghi”. SICURO, C’E’ UN PROGETTO!!!
    rofl

  41. nafettadicitrone ha detto:

    Presidente stavolta anche i più critici dovranno riconoscere la tua buona fede e l’attaccamento a questi colori ..poi il campo darà il verdetto