Gli arbitri dell’11a giornata della Serie BKT
10/12/2020
BREDATTICA PRE PESCARA-VICENZA
11/12/2020

Damir CETER VALENCIA (giocatore del Pescara): “Per me è motivo d’orgoglio aver segnato gol che hanno fruttato vittorie. Voglio continuare così, facendo gol, per aiutare la squadra a fare più punti possibili. Purtroppo, in questo momento ASENCIO è infortunato. Per noi è una grave assenza, però penso che tutti siamo utili alla causa e non solo io. Siamo un bel gruppo e tutti sono giocatori importanti.
È troppo presto per dire cosa è cambiato con BREDA. Abbiamo lavorato una settimana con il nuovo allenatore e devo dire che lui parla molto con la squadra spiegando in maniera chiara quello che vorrebbe da noi giocatori.
Mi trovo molto a mio agio nel 3-5-2. Tuttavia, a prescindere dal modulo, penso che si debba tenere alta l’attenzione. Solo così arrivano i risultati.
L’intesa con GALANO è ottima. Lui è un giocatore che tecnicamente fa la differenza e averlo accanto è sicuramente una garanzia per quanto riguarda la fase offensiva.
Ho avuto qualche problema muscolare, ma ora sto meglio e nel lavoro quotidiano cerco sempre di non farmi male, puntando su dei lavori preventivi a livello atletico.
Ho visto il fotomontaggio nei panni di San Cetteo. È bello, vuol dire che i tifosi hanno fiducia in me, ma è anche una grande responsabilità
Nello spogliatoio mi chiamano ‘Papi’: è una parola che noi sudamericani utilizziamo parecchio. Io la uso come sinonimo di amico e tutti i miei compagni ora mi chiamano così.
Spero di arrivare in doppia cifra, sarebbe importante. Io voglio fare molto di più per aiutare la squadra e ogni gara deve essere disputata come se fosse una finale.
Adesso dobbiamo puntare a metterci al sicuro. La squadra, però, è forte e secondo me più avanti si potrebbe ambire a qualcosa in più.
In Colombia la pandemia va un po’ meglio dell’Italia, perché non abbiamo avuto una ricaduta invernale come è accaduto qui. I miei genitori abitano a Cali, una città di quasi 4 milioni di abitanti: la situazione è sotto controllo rispetto all’Italia. Mi manca molto il mio Paese. Non vedo la mia famiglia da un anno e mezzo. È dura stare lontano dai miei genitori. Voglio fare bene per provare a giocare con la Colombia. Sarebbe una cosa stupenda”.

Milos BOCIC (giocatore del Pescara): “Abbiamo fatto una prestazione migliore ad Ascoli rispetto alle altre partite, ora dobbiamo continuare su questa strada, giocando cosi e facendo punti. Pescara è una grande piazza che ha sfornato tanti giocatori, sono convinto che posso fare una buona esperienza qui e sono felice di giocare nel Pescara. Mi allenerò al massimo; quando il mister mi chiamerà in causa farò vedere cosa so fare.
Con il Vicenza la partita è complessa perché loro sono una grande squadra; ma noi faremo la nostra partita cercando di ottenere più punti possibili.
Abbiamo creato un gruppo stupendo, è una seconda famiglia. Sono tutti bravi ragazzi e sono contento di farne parte”.

Raoul BELLANOVA (giocatore del Pescara): “E’ stata un’annata difficile a causa del Covid, ma sono soddisfatto di questo 2020. Sono arrivato all’Atalanta a gennaio e ho fatto l’esordio in serie A con i nerazzurri. Sono contento di essere stato mandato qui a Pescara a fare esperienza e crescere in questa bellissima piazza. Sono anche felice di aver centrato la qualificazione ai prossimi Europei con l’Italia Under 21: non vediamo l’ora che ci siano i sorteggi e che si scenda in campo per cercare di vincere il girone e passare al turno successivo. Sono soddisfatto di aver contribuito con due assist importanti. Farò di tutto per cercare di essere tra i convocati per l’Europeo. Ma questo è un passo successivo perché ora penso solo a far bene qui a Pescara”.

Vincenzo FIORILLO (capitano del Pescara): “Cosa posso dire ai tifosi del Pescara? Che questa squadra, seppur con una partenza ad handicap, d’ora in poi lotterà in ogni partita, come ha dimostrato di saper fare, e darà tutto per risalire questa classifica. Adesso, per noi, saranno tutte partite fondamentali e non abbiamo più tempo da perdere. Dovremo affrontarle tutte con lo spirito di Ascoli. Ora arriverà il Vicenza, una squadra molto organizzata e molto aggressiva, che rispecchia le caratteristiche del proprio allenatore; ma noi adesso, con il nostro spirito, daremo filo da torcere a tutti. Voglio precisare che i senatori di questa squadra si sono sempre allenati bene e comportati in maniera più che professionale. Sul lato tecnico, poi, in serie B questi giocatori non si discutono. Ribadisco che sul lato professionale sono stati tutti impeccabili in questo gruppo. Quando le cose girano male, si creano tante dinamiche che non ti permettono di esprimere il tuo potenziale, sia individuale che di gruppo. Non avere avuto a disposizione dei giocatori per noi importanti, o in condizione, nel primo scorcio del campionato un po’ ci ha penalizzato. Ora mi auguro che tutti arrivino al cento per cento perché così potremo risalire in classifica”.

Giacomo DICARA (ex giocatore del Pescara e del Vicenza): “Per me è la partita del cuore… diviso a metà. A Pescara sono nato e cresciuto, ho esordito a 16 anni, ho conquistato due promozioni in A e una salvezza. È il sogno di ogni bambino giocare nella squadra della propria città. E ci sono riuscito. Vicenza rappresenta l’apice della carriera: una semifinale di Coppa delle Coppe, una salvezza in A, un campionato vinto. Ho sentito anche ultimamente Mimmo Di Carlo; sono contento per lui che si è rimesso in gioco e ha dimostrato ancora una volta di essere un bravo allenatore”.

 

40mila.it

 

Condividi su:

Lascia un commento

11 Comments

  1. johnny blade ha detto:

    Tra sebastiani e..?
    Per capire👋 ciao Benitino

  2. benitino1936 ha detto:

    Avete notato che Fiorillo ha lasciato Simone Pepe come procuratore e è passato alla Bia? Sono segnali che i rapporti con Sebastiani non sono più quelli di prima

  3. biancazzurri ha detto:

    Lu Bredatore di Asculi oggi nin dice nint’?

  4. benitino1936 ha detto:

    Ce li danno gratis solo perché hanno problemi congeniti

  5. draculone ha detto:

    Un giocatore che deve stare attento in allenamento non è che stia così bene, peccato

  6. caps ha detto:

    Nin ti fa male…sinno nin tineme nisciun dash2

  7. ilfigliodel36 ha detto:

    Jumbo grazie per la risposta sul nome dello stadio ok

  8. lapa ha detto:

    Un grazie a Pablito per le emozioni che ci ha regalato con la maglia azzurra….ci ha lasciato troppo presto. 2020 davvero un anno di concentrazioni funeste

  9. tusciabruzzese ha detto:

    Quasi quasi, un pensierino a Di Cara per il mercato di gennaio. Mi dicono sia svincolato. Ad età per i centrali della difesa … siamo in linea …

  10. antateavanti ha detto:

    San Cetteo quello ufficiale lo dobbiamo pregare sul serio se vogliamo fare gol e punti senza che si infortuni ogni settimana fino a che il ragioniere non compra la punta dei sogni che ci ha promesso