ecCETER, ecCETER…
14/11/2020
TUTTI (GLI “UOMINI” DE)I PRESIDENTI: MARINELLI, OLIVERI, DI LENA, CALDORA, FEDELE, SEBASTIANI. E Pavanati?
14/11/2020

Oddo, Sebastiani, Civitarese – Se son “rosa” FIORILLeranno

FIORILLO para il rigore di Iemmello (Perugia-Pescara, ritorno play-out 2020)

Vincenzo FIORILLO (portiere e capitano del Pescara):

“Nei giorni precedenti avevamo percepito l’importanza della partita con il Cittadella e in campo abbiamo risposto nel modo giusto. Al di là dei tre punti, sono soddisfatto per l’atteggiamento mostrato per tutti i 90’. Qualche segnale di ripresa si era intravisto anche a Lecce, dove però è mancata la continuità. Ci siamo concentrati sugli allenamenti, ma ovviamente abbiamo percepito le voci provenienti dall’esterno [sulla panchina di ODDO]. La risposta della squadra credo sia stata eloquente: una prestazione del genere non si fa se non c’è un buon rapporto con l’allenatore. Smentisco le voci di uno spogliatoio spaccato. Siamo sempre stati in sintonia con ODDO: c’è stato solo quel piccolo screzio tra lui e GALANO che, peraltro, si è risolto in un minuto. Sono episodi che accadono spesso, in tutte le squadre, e se ci fosse stato il pubblico sugli spalti forse non se ne sarebbe accorto nessuno. Poi Cristian è un ragazzo d’oro, un po’ introverso, ma in un attimo c’è stato il chiarimento. Le cause del brutto avvio sono altre. Non voglio cercare alibi, ma il Pescara è partito in ritardo: è un dato di fatto. Ci siamo radunati il 3 settembre svolgendo due settimane di lavoro atletico e nella terza abbiamo dovuto preparare la partita con il Chievo. La squadra ha pagato un conto salatissimo per il gap fisico e tattico, però sono convinto che recuperando gli infortunati potrebbe dire la sua contro chiunque.

La rosa attuale è più assortita, ha più forza, chili e centimetri dell’anno scorso.

ASENCIO e CETER sono impressionanti, ma vorrei citare anche VALDIFIORI, che è già una figura fondamentale dello spogliatoio. Sta ritrovando la forma migliore e a breve ci darà un grande aiuto”.

L’attuale dirigenza non ci ha fatto mai mancare nulla, credo sia l’unica ad aver già pagato i primi due stipendi della stagione; molti colleghi di B ci invidiano. Mi auguro si possa continuare insieme a SEBASTIANI. Questa è la mia settima stagione nel Pescara: diciamo che ho vissuto in buona parte l’«era SEBASTIANI». Ci siamo tolti tante soddisfazioni e qualche volta abbiamo sofferto. Se lascerà la Società rispetterò la scelta e il mio attaccamento al Pescara resterà invariato. SEBASTIANI ha detto che lascerà il Pescara solo a persone che potranno renderlo più forte, per cui non abbiamo nessun motivo per preoccuparci”.

“Roberto Civitarese [indicato da Pavanati come capo del suo staff – ndr] l’ho conosciuto tanti anni fa quando giocavo nella Sampdoria: mi ha insegnato tante cose e nel suo lavoro è molto bravo. La psicologia di un atleta mi affascina. Si dice sempre che ‘è la testa a comandare’. In altri sport, come tennis e basket, è largamente diffusa la figura del mental coach; in Italia nel calcio siamo un po’ indietro. Per come lo conosco, Civitarese ha grandi competenze, anche se non ho più contatti con lui dall’anno scorso” (fonte).

40mila.it

 

Lascia un commento

47 Comments

  1. esiliatofc ha detto:

    In parte è storia già vista, ai tempi del passaggio alla eurocat la gdf appurò che palloni, attrezzature d’allenamento, addirittura casacche e borsoni con materiali vari della pescara calcio furono ritrovate presso una società sportiva della provincia di Salerno riconducibile alla famiglia Soglia. Il gioco è sempre lo stesso, solo che nel corso degli ultimi anni, grazie alla globalizzazione, la tecnica è stata evidentemente affinata, con la gentile collaborazione di avvocati, commercialisti e notai, pronti a sfidare la sorte (e la giustizia), in cambio di una bella fetta di torta.

  2. alex74 ha detto:

    Indubbiamente per i suoi cazzi è il numero uno indiscusso e tanto di cappello. pe nu invece tante cappelle arret

  3. lufijedigin ha detto:

    sintetizzio io: vada come vada chi se la prendera’ nel culo siamo noi tifosi, mentre cullu’ continuerà a farsi sempre piu’ soldi senza fare un cazzo, grazie alla sua indubbia intelligenza , che oggettivamente non si può discutere.

  4. antateavanti ha detto:

    Sul gazzettino di porta nuova e piazza salotto leggo le opinioni rilasciate dagli ex presidenti biancazzurri sull’eventuale cessione societaria .
    Sebastiani viene lodato da tutti per il suo operato in questi anni…Una domanda sorge spontanea come diceva il mitico Lubrano di Rai 3 Ma questi personaggi che si sono allontanati dallo stesso ragionier Daniele allora lo hanno fatto per cosa ? Egoismo Incapacità Menefreghismo Incosistenza economica ( dubito si questo aspetto…) paura di esporsi acritiche della piazza . Certe volte queste considerazioni mi fanno riflettere e quasi apprezzare il ferguson dei colli

  5. alex74 ha detto:

    Comunque uagliu’ non avete minimamente il dono della sintesi. Leggervi è come andare in barca con mare forza 8

  6. alex74 ha detto:

    Ma nella storia per caso compaiono anche dei clown?

  7. tusciabruzzese ha detto:

    esiliatofc, storia chiarissima bravo Meno male che nella tua storia non apprivano anche zone d’origine dubbie ed amicizie dubbie, anzi dubbie per niente, dei sodali del personaggio che hai citato. Correggetemi se sbaglio, ma il tutto si chiama, nel caso citato da esiliatofc, organizzare un reato di bancarotta fraudolenta, cioè svuotamento di quel che c’è verso paradisi fiscali e societari. Ora, ci vuole poco a capire quando questo è in corso d’organizzazione … Ma, ovviamente, come direbbe Ivan Graziani, “tutto questo cosa c’entra con il rock’n’roll”?
    secret

  8. esiliatofc ha detto:

    Mo vi racconto una storia. Un mio parente fino a qualche anno fa era contabile, nonché uomo di fiducia dei titolari, di una grossa azienda. Dopo anni di fatturati faraonici, a causa di scelte aziendali sbagliate insieme alle mani bucate di alcuni dei proprietari, hanno portato la società in cattive acque, con un forte indebitamento. Su suggerimento del loro commercialista, un weekend sono saliti in una città del nord (lui con due dei titolari) per incontrare un guru del DEBIT RESTRUCTURING. In poche parole il gioco consisteva in questo: la società principale di questo personaggio, quotatissima in borsa e con un discreto capitale sociale, avrebbe costituito ad hoc un ramo d’impresa minore, a capo di cui sarebbero stati iscritti i vecchi proprietari (ma questo è assolutamente relativo visto il tipo di azienda e il segreto bancario e burocratico della nazione di nascita della nuova società) per acquisire l’azienda in questione e risanarne il debito con un piano pluriennale, attraverso una S.A.R.L. (societè anonime au capital limitè) con sede in svizzera, Lussemburgo, Andorra o Lichtenstein, che avrebbe chiesto una fideiussione a banche perlopiù accondiscendenti, già legate alla stessa holding da diversi intrecci e giri di moneta, coperte da garanzie più assicurative che economiche, per il valore certificato dell’azienda più un 10% per costi di gestione, per, almeno ufficialmente, acquistarla. Ovviamente parte di quei soldi restavano in nero nella tasca del guru, come indennizzo, e si cominciava attraverso un giro di piccole società satellite della società principale del tizio, ma a lui non riconducibili, tutte all’estero in paradisi fiscali, ad acquisire proprietà immobiliari, attrezzature e materiali/merci ancora nella disponibilità dell’azienda acquisita da sanare, a prezzi ridicoli rispetto al valore di mercato. Tutta questa manfrina, per distrarre legalmente capitali ancora “salvabili” prima che partisse una eventuale procedura di fallimento, permettendo ai vecchi titolari di rientrare legalmente in possesso di almeno un 70% del valore facendo ricadere la colpa del successivo inesorabile fallimento, senza più praticamente nulla da realizzare in favore dei creditori, su una fantomatica società estera, a responsabilità limitata per poche decine di migliaia di di EURo, difficilmente a loro riconducibile. Non è semplice da capire, ma il gioco è efficace. Ovviamente il mio parente scelse immediatamente di dissociarsi dalla faccenda, anche per rispetto verso i tanti fornitori con cui avevano lavorato a stretto giro per decenni con reciproca fiducia e stima, e di li a qualche settimana si licenziò dopo più di 30 anni, tagliando anche i ponti a livello umano con questi personaggi.

  9. vitabiancazzurra ha detto:

    Ma vi l’Arcurdet il principe anglo ugandese …la scena di questo che scende da una Limousine a piazza sant’andrea con lo chauffer in livrea bianca che gli apre la portiera e gli indica l’ingresso per il notaio D’Ambrosuo …pazzesco una chicca che che poche piazze possono vantare …non forse Cinecittà. Ma li cinciune tutti qua venn?? mai una oculata di uno coi soldi serio tifoso e competente…un sogno

  10. biancazzurri ha detto:

    Fiorin fiorello, lu ritard di condizione l’à fatt lu president’a tu che n’za sbrigàte accatt’à a oddo

  11. pescarese1976 ha detto:

    Tinem la calamita pi li cingiun rofl

  12. Pincione e l’arabo che aveij attraccà a Pescara con il transatlantico

  13. Max1967 ha detto:

    Ardetec’ Pincione

  14. benitino1936 ha detto:

    Pavanati a me non piace né a pelle né più a fondo, nella saccoccia. Cerca soldi dalle banche. Di suo non ci metterà proprio niente. Ma Fiorillo ci dirà che i veri tifosi non devono contestare ma supportare la società

  15. 433offensivo ha detto:

    Pavanati non mi piace…. A pelle.

  16. draculone ha detto:

    A so’ punto voglio che il “buon padre di famiglia” ci porti in eccellenza e ci metti la faccia cool SEBASTIANI NON FARE COME SCHIETTINO

  17. jumbo ha detto:

    Se siete iscritti su Linkedin cercate “Leo Pavanati”.

  18. Max1967 ha detto:

    E’ un profeta quindi vede quello che voi comuni mortali non potete vedere

  19. esiliatofc ha detto:

    Solo io sono stato attirato dal fatto che tra le competenze della società di Pavanati ci sia il “debit restructuring”??? Adesso sono sempre più convinto della mia idea iniziale. Dite a cussú e a cullù che nu nin tinem ne l’anell a lu nas ne la pret ngocc

  20. draculone ha detto:

    Profeta sta in un altro mondo

  21. pescaraforever ha detto:

    Profé che squadra segui? Domani non so se vinciamo ma di sicuro per una volta sono sicuro che non perdiamo visto che nzi joc! 🤣🤣🤣

  22. tusciabruzzese ha detto:

    Comunque noto che nel sondaggio è battaglia all’ultimo voto postale tra le le due facce della stessa medaglia
    mosking
    Ma fino a quando accettate i voti che arrivano per posta? Non vorrei che l’avvocato sarcastic Pavanati facesse ricorso e che quelli che hanno perso sul bilancio illecito pure
    sarcastic

  23. tusciabruzzese ha detto:

    Fiorillo, siamo tutti sempre con te! Particolarmente quando ti stai zitto e non te ne esci … Cioè, se poi esci dalla porta non ci dispiacerebbe mica

  24. draculone ha detto:

    E la sud, esploderà, quando il magico Pescara segnerà

  25. alex74 ha detto:

    Draculo’ io già ci vado da un pp di tempo, per altri motivi, ma su di.me.contateci

  26. draculone ha detto:

    Comunque appena si tornerà allo stadio, LA SUD RINASCERA’, ricordatevi queste parole

  27. johnny blade ha detto:

    Profèeee se ci stava ancora Donatello ti faceva na statua, come quella chiamata Il Zuccone.

  28. jumbo ha detto:

    Profè ci sta la gent a la civitell?

  29. Max1967 ha detto:

    È il capitano quindi l’intervista non fa una piega.
    Io cmq non mi scordo quando ha mandato a quel paese i distinti che contestavano mentre la nord applaudiva.

  30. vitabiancazzurra ha detto:

    Ma su Civitarese qualche seduta a Sebastiani ni po fa’ …anzi meglio di no avess a fa che dopo diventa buono e ingenuo e fa davvero anche gli interessi dei tifosi come un presidente normale dovrebbe fare che ne so tipo 60 e 40 …invece che 101 % puro lucro

  31. 433offensivo ha detto:

    A me i tribunali mi stanno sulle……

  32. 433offensivo ha detto:

    Profeta mi sa che l’unico tifoso dei tu😂😂😂😂

  33. Alex laugh1
    Profè vatt a fa nu bagn a lu fium saline

  34. caps ha detto:

    Certo dopo i proclami lo stadio il centro sportivo prima a Silvi e poi CSAngelo e poi L’albergo , tutte di proprietà e alla fine nulla. Nulla è di proprietà….Pavanati sarà un asset di comodo x togliersi il problema …. Vedremo ma le ciambelle non sempre riescono con il buco… E non sempre rimane sano.. sarcastic

  35. esiliatopes-pe ha detto:

    Tra dichiarazioni senza senso, società non sappiamo se esiste e di chi è, rimango sempre fiducioso…e sperare in qualcosa di positivo PESCARA NEL CUORE

  36. alex74 ha detto:

    profeta non sai manco quando gioca il pescara e i non tifosi siamo noi laugh1 laugh1 il terzo clown

  37. guerriero ha detto:

    TUTTI FUROI DA PESCARA SQUADRA INADATTA E SOCIETA’ INCAPACE

  38. profeta ha detto:

    Ma qualcuno di voi sarà mai tifoso del Delfino? Inizio ad avere seri dubbi. Domani vinciamo ed i GUFI passeranno un brutto sabato e domenica

  39. benitino1936 ha detto:

    Ma stanno pari pari quei due nel sondaggio???!!

  40. jumbo ha detto:

    Sebastiani come Soglia!

  41. Pavesini come Pincione!!

  42. TUTTI GLI UOMINI DEL PRESIDENTE……………………………. VIA DAL PESCARA !!!!!!

  43. alex74 ha detto:

    Spogliatoio sano laugh1 laugh1 ” se devo morire lo faccio con chi dico io”. senatori manco convocati. fiori’ arcundene natr. mi sembr cullu’ 2 ssu uaglion

  44. jumbo ha detto:

    Club biancazzurro “Leonardo Pavanati”… sarcastic

    Avvisatelo subito!!!

    https://i.ytimg.com/vi/PHndd3HNGVM/hqdefault.jpg

  45. nemicissim0 ha detto:

    Un colpo al cerchio, uno alla botte. Fa l’equilibrista, ma ci può stare.