Striscione P/R pre playout Pescara-Perugia
10/08/2020
I BIANCAZZURRI PRENDONO I VOTI (PLAYOUT PESCARA-PERUGIA)
11/08/2020

INTERVISTE POST PLAYOUT PESCARA-PERUGIA

L'abbraccio a fine incubo

Daniele SEBASTIANI (presidente Pescara): “non c’è da sorridere perché c’è una partita di ritorno e anche loro possono fare quello che abbiamo fatto noi qui. Ai ragazzi ho detto stasera facciamoci due risate ma da domani concentrati che mancano 90 minuti. Un gran secondo tempo e come al solito abbiamo preso un goal da `pollastrelli`; nel primo tempo poi c’era un rigore netto. Archiviamo questa e concentriamoci sulla prossima perché se andiamo al Curi pensando di avere due risultati su tre e pensando di avere già portato a casa il risultato, facciamo l’errore più grosso della nostra vita. Dobbiamo andare lì come siamo andati oggi all’Adriatico: cercando di fare risultato.
Non voglio dare alibi a nessuno ma se avessimo avuto alcuni giocatori per 3-4 partite in più, non staremmo a giocare i playout, ma staremmo al mare.
CAMPAGNARO non viene mai accantonato per scelta tecnica perché, se qualcuno lo dovessero fare, lo dovremmo rinchiudere in un manicomio criminale: lui può giocare anche in carrozzella se sta bene. Non siamo stati fortunati nelle ultime due gare interne con il Perugia avendo subito un goal di Iemmello in netto fuorigioco e oggi il rigore non dato sul fallo di Gyomber, che gli sarebbe costato la seconda ammonizione e l’espulsione.
Adesso guardiamo con attenzione la gara di ritorno perché il Perugia, guardando la formazione, non dovrebbe stare assolutamente lì. Né io né ODDO ci potevamo immaginare un finale di campionato così: oltre all’amicizia che ci lega, è un tecnico preparato ed essendo pescarese doc, qualsiasi cosa succeda ha un ‘problema doppio’.
Iemmello out è stata una scelta tecnica, ma hanno anche Falcinelli, Capone, Bonaiuto, Melchiorri: quest’ultimo e Iemmello li abbiamo cercati insistentemente a gennaio, ma non li hanno lasciati partire.
Dobbiamo andare a Perugia e non fare calcoli perché si è visto anche oggi che il Pescara non sa difendersi; quando abbiamo cercato di giocare a calcio, sono arrivati i risultati mentre quando abbiamo cercato di speculare abbiamo preso schiaffi dappertutto. Anche i giocatori si stanno giocando il futuro, molti hanno deciso di sposare il `progetto` e di vivere a Pescara, ma lo devono fare fino in fondo perché la categoria è fondamentale: non è solo il danno economico, perché come già detto, siamo pronti a qualsiasi evenienza, ma il fatto di mettere a serio rischio il `progetto` per cui ho lavorato per anni. Se vai in Lega Pro, fai fatica ad andare a prendere i ragazzini bravi perché scelgono altre piazze”.

Andrea SOTTIL (allenatore Pescara): “eravamo un pochettino frenati e non riuscivamo a trovare le geometrie giuste. Poi è arrivato quel goal evitabilissimo. Dobbiamo restare più attenti. I ragazzi sono stati bravi: ho chiesto di rimanere in partita, ché era ancora lunga. Nel secondo tempo siamo usciti fuori e ribaltato la partita: si poteva fare anche il terzo goal. Complimenti ai ragazzi. Abbiamo vinto il ‘primo tempo’: adesso dobbiamo riposarci e caricarci per il ‘secondo tempo’.
Eravamo sotto di 1 a 0 ma sapevo che ci sarebbe stata una reazione: avevo allertato BOCIC e CLEMENZA in caso non avessimmo ribaltato e per provare a cambiare qualcosa.
Abbiamo lavorato molto sulla velocità e rapidità di esecuzione: questa è una squadra molto tecnica e se gioca in velocità diventa ‘scorbutica’ e difficile da marcare. I giocatori lo hanno fatto bene, sono stati molto bravi e gli faccio i complimenti.
La formazione del Perugia me l’aspettavo: loro avevano 2 moduli e noi li abbiamo preparati tutti e 2. Non abbiamo subito tanto. Il loro goal è arrivato da un rinvio del portiere: dobbiamo stare più attenti ma, ripeto, quello che mi è piaciuto è che la squadra ha ribaltato la gara. Quando ribalti la gara vuol dire che sei concentrato e consapevole dei tuoi mezzi.
CAMPAGNARO voi lo conoscete meglio di me: io qualche volta ci ho giocato contro. Hugo è straordinario: veramente complimenti alla sua professionalità e serietà.
Dobbiamo andare a Perugia per giocare e ripartire dal secondo tempo. Con il Chievo, non per fare polemica, ma non è che non abbiamo giocato: abbiamo sbagliato delle rifiniture. Questa è una squadra che sa giocare a calcio e oggi lo ha dimostrato come in altre giornate.
Nel finale di partita non ho capito bene cosa sia successo: ho visto questa palla entrare ma io stavo richiamando i miei giocatori. Vorrei dire però che per noi c’era un rigore sacrosanto e netto. Io non voglio fare polemica con gli arbitri, ma non ho capito come si faccia a non dare un rigore del genere avendo a disposizione anche il VAR. C’era poi anche da ammonire Falcinelli che parava con la mano quando ci hanno dato il rigore: a me questa cosa sembra molto strana.
Oggi avevo chiesto ai ragazzi di vincere e lo hanno fatto: lo stesso atteggiamento dobbiamo avere a Perugia. Dobbiamo fare una gara di grande personalità, giocare la palla e pressare: una partita come il secondo tempo. Non ci dobbiamo abbassare e dobbiamo aggredire: questa è la partita da fare.
Si spera di recuperare qualche giocatore: abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti, anche solo 5 minuti o 1 minuto sono fondamentali.
Complimenti a MASCIANGELO che ha fatto molto bene: lui e ZAPPA hanno spinto molto sulle fasce e hanno difeso anche molto bene. Sono contento: queste sono le risposte che un giocatore deve dare all’allenatore”.

Hugo CAMPAGNARO (giocatore del Pescara): “è stata una rimonta importante, però è stato solo il ‘primo tempo’, manca ancora tanto e dobbiamo restare concentrati. Venerdì c’è l’altra partita: dobbiamo essere concentrati tutta la settimana, rivedere gli errori che abbiamo fatto per non ricommetterli la e fare una partita tranquilla come sappiamo fare.
Oggi mancavano tanti giocatori, è toccato giocare a me però bisogna dare il contributo quando uno può, anche se sono rimasto fuori a lungo per l’infortunio. Però, quando si è dentro il campo bisogna dare tutto: vogliamo dimostrare che teniamo alla categoria.
Sono stati giorni duri, però poi è stata una cosa positiva quando abbiamo saputo che ce la potevamo giocare un’altra volta: è stata come una vittoria, ci ha dato un po’ di fiducia e alla fine è stata una cosa positiva.
A volte non bisogna fare pronostici anticipati, il campionato è lungo, abbiamo iniziato abbastanza bene, poi i risultati non ci sono stati. Abbiamo fatto fatica, dobbiamo lottare con quello che abbiamo. Dobbiamo fare una battaglia a Perugia perché è importantissimo mantenere la categoria. Se mi tocca giocare lo farò cercando di divertirmi, però con la consapevolezza che dobbiamo fare una battaglia”.

Vincenzo FIORILLO (portiere del Pescara): “il gol subito poteva costare caro a livello mentale ma volevamo ribaltarla. All’intervallo ci siamo guardati e abbiamo deciso di mettere in campo il cuore. In queste partite deve venir fuori qualche altra qualità e non solo la tecnica. Venerdì sarà una battaglia. Per noi vale la vita questa salvezza.
Sicuramente ora un piccolo vantaggio c’è. Queste partite si giocano sul filo delle energie mentali. Bisognerà mettere un cuore grande per portare a casa il risultato. Sarebbe un grave errore andare a Perugia e proteggere il risultato però sfido chiunque a garantire che si giochi in maniera sbarazzina. Dovremo essere bravi e a trovare un equilibrio.
Ho salutato ODDO ma molto velocemente perché c’era molta tensione. Lui mi ha dato continuità. Quest’ultimo mese per me è stato un periodo impegnativo. L’attaccamento che ho per questa città enfatizza molto le mie emozioni. In questi momenti pesa tanto la situazione. La voglia che ho io di portare a casa questa salvezza è una questione personale per me”.

Roberto GORETTI (DS Perugia): “abbiamo interpretato bene il primo tempo, giocando la gara come l’aveva preparata il mister. Poi nella ripresa ci siamo abbassati troppo, è calata l’intensità e l’aggressività sui portatori di palla avversario e non siamo riusciti a tenere il risultato positivo.
Iemmello è stata una scelta tattica dell’allenatore: voleva giocare con una punta sola in grado di allungare la squadra.
Ora serve quello che è mancato per troppo tempo: ci è rimasta l’ultima pallottola ed è per noi o per loro. Sta ora ai calciatori mettercela tutta e dare tutto quello che hanno nell’ultima partita: abbiamo un’ultima possibilità e dobbiamo giocarcela al 200%.
Sicuramente quello del secondo pallone è un episodio anti-sportivo che è stato preparato dall’allenatore del Pescara: eravamo in tribuna e lo abbiamo sentito dire ‘datemi il pallone e poi lo tiro io’. Noi però guardiamo avanti e pensiamo solo a noi. Abbiamo fiducia nell’allenatore, che oggi ha preparato benissimo la partita. Sono convinto che sarà altrettanto bravo, determinato convinto e ‘cattivo’ nel preparare anche quella di ritorno”.

40mila.it

Lascia un commento

62 Comments

  1. draculone ha detto:

    Notizie di lu “barricat”? crazy

  2. biancazzurro86 ha detto:

    #FREEPESCARESE

  3. johnny blade ha detto:

    Ma quanti chiovi cia mess la moije di Barricato76 ieriser ?

  4. biancazzurri ha detto:

    mi stéte a fa espelle pe’ le 76 risate che mi so fatt’ rofl

  5. johnny blade ha detto:

    Oh avete visto le discoteche al chiuso a Riccione strapiene tutti senza mascherina. E gli stadi le scuole chiuse.

  6. johnny blade ha detto:

    Tisana9
    Ma sa ncastrat la bara?

  7. alex74 ha detto:

    stem allu ddu’mil e angor co sso’ t9? pur lu covid ha arrivat a 19

  8. Max1967 ha detto:

    Liberate pescarese76!

  9. johnny blade ha detto:

    Ciasand lu t9
    ÷ la canotta

  10. biancazzurro86 ha detto:

    De Pettoralis Abbottatis…

  11. johnny blade ha detto:

    Ijamm sebastiàaa ca se rimanemail in categoria poz ancor ndussá la canottaggio del PEMVXDXXVIII. . Quella ca si fatt stampá sbaijat. Gnurantóoo.

  12. johnny blade ha detto:

    Grazie Gessa!

  13. johnny blade ha detto:

    Sebastiàaa si vist come cia salit la stuppdaggn ? Ma che vu capi..

  14. johnny blade ha detto:

    433
    Il pleonasmo è un’espressione per cui si ha un’aggiunta di parole o elementi grammaticali non necessari, ma ritenuti erroneamente esplicativi di un’espressione già compiuta dal punto di vista informativo e sintattico. Un pò come facciamo con Frassino76

  15. johnny blade ha detto:

    Tisana76 è un barricato.

  16. alex74 ha detto:

    pettoralis76 mo l acchiappem un a un a quiss e li tritem com lu sal fin

  17. biancazzurro86 ha detto:

    BUTTATECI CULLÙ

  18. draculone ha detto:

    Jittetc nu Cillon dentr a la bar crazy

  19. draculone ha detto:

    Mi sta venendo nuovamente l’orticaria. Si aprirà? Non si aprirà? Maledetto 2020 laugh

  20. Fafinho ha detto:

    Buttate un pallone nella bara … mosking

  21. biancazzurro86 ha detto:

    Preparo il paletto di frassino… xD

  22. Fafinho ha detto:

    Forza aprite la bara… air_kiss

  23. Max1967 ha detto:

    Silenzio che tra un pochi minuti si apre la bara di pescarese76 il quale ci proporrà le sue perle di saggezza quotidiane

  24. biancazzurro86 ha detto:

    LE NIGERIANE SULLA PINETA POSSONO INSEGNARE COS’È LA DIGNITÀ A QUESTI FO****I GIORNALAISTI!!!

    CULLÙ VATTENE!

  25. biancazzurro86 ha detto:

    Naturalmente petto abbottato non perde occasione di farci andare di traverso ogni buon risultato.
    Fossi un giornalista, ogni volta che cullù apre bocca gli tirerei uno schiaffo sul cozzetto e gli direi: sul campo sei retrocesso, zitto e mosca ndundì.
    Meno male che non sono un giornalAista…

  26. 433offensivo ha detto:

    Cosa significa pleonasmi?

  27. draculone ha detto:

    Bravo Chamape adesso pensiamo solo a salvarci

  28. soloilpescara ha detto:

    chamape66 solo io ti posso capire è successo la stessa cosa anche a me. Santissime le tue parole

  29. tusciabruzzese ha detto:

    Che il DS del Perugia abbia detto di Oddo che “sono convinto che sarà altrettanto bravo, determinato convinto e ‘cattivo’ nel preparare anche quella di ritorno” mi sa tanto frecciatina… Se fossi un tifoso del Perugia e un allenatore pescarese non avesse schierato Iemmello per scelta tattica di “allungare” gli avversari, soprattutto persistendo dopo l’1a 2 quando non c’era più niente da allungarsi, penserei che Oddo “ci è” (incapace) o “ci fa” (il pescarese amico d’affari di ….)
    secret

  30. chamape66 ha detto:

    aua ‘, in questo momento m’interessa solo la salvezza del DELFINO..poi possiamo parlare di CULLU’ è di tutto il resto..ieri ho perso 2 anni di vita..Non so se riesco venerdì vederla( l’età avanza e il cuore è sempre più debole..),di una cosa sono sicuro..dovremo.lottare contro l’arbitraggio ed il clima ostile..mo vuij vede’chi te le palle..probabilmente Fiorillo, Hugo , Galano e Maniero…sarà una battaglia!! FORZA PESCARA SEMPRE

  31. madelib ha detto:

    Il fastidio mi ha indotto a scrivere male e con pleonasmi il precedente post… Ad ogni modo, l’avversione ancestrale che nutro per l’attuale dirigenza non sarà mai sopita… Adesso, Gessa sarà abituato a farsi espellere pur senza giocare, al pari del bulgaro…

  32. madelib ha detto:

    E bravo Gessa! Una giornata di squalifica per aver buttato il pallone in campo! Corretto ed incline al rispetto delle regole, del fairplay e della lealtà sportiva! Del resto… VERGOGNA!

  33. antateavanti ha detto:

    Cosa vuol dire una vittoria …già vi trovo più ringalluzziti 🤓 su questo sito . Il fatto è che quando vediamo quelle maglie in campo in ogni situazione il cuore è debole …anzi debolissimo

  34. nemicissim0 ha detto:

    Milton, tra l’altro, e non per gufare, non è ancora detto che ci salviamo e cullu arcasc in pit.

  35. tusciabruzzese ha detto:

    Milton, sfondi una porta aperta ok Qualche giorno fa ho fatto l’elenco delle “scommesse” di quest’annata: sostanzialmente il 90% dell’organico. Che vada bene o che vada male, il risultato calcistico è prevalentemente lasciato alla pallina della roulette
    bb

  36. Milton Tita ha detto:

    tuscia….. il suo problema nn sarebbe come risalire subito in b, bensi come ghallescdire una sguatra a guaddro soldi(per lui ovviamente)…. per i tandi ciornaliscdi in giro ber pescara, e’ inutile fare appelli e sottolineare che salvare la categoria ghe fondamentale .. I tifosi lo sanno, chi ha allestito questo assembramento no… chiedete al voscdro amigo se gha imbarado la lezione, io credo di no. comunque cussu te chiu culo che anima.. anche quescd’anno se lo scampa , senza aver cacciato un euro… per i tanti accoliti che sosteranno che trattasi di capacita’, ribadisco che trattasi di fortuna, siamo di fatto retrocessi sul campo.

  37. caps ha detto:

    Fino alle 23.05 di Venerdì….solo
    FORZA PESCARA

  38. nemicissim0 ha detto:

    Sottil: “eravamo un Pochettino”… ma parla di chi lo sostituirà in panchina? 🤣🤣🤣🤣

  39. Milton Tita ha detto:

    non solo l’allenatore, anche l’attaccande… visto che x pippo ghe sgaddada la riconferma

  40. Max1967 ha detto:

    o C o B sappiamo già con certezza chi sarà il prox allenatore del Pescara

  41. tusciabruzzese ha detto:

    Basta una misera vittoria per il 16esimo posto, dopo una retrocessione sul campo da 18esimi, e già ricomincia il delirio??????? “molti hanno deciso di sposare il `progetto`” (!!!!!) … e “il fatto di mettere a serio rischio il `progetto` per cui ho lavorato per anni” (!!!). “Se vai in Lega Pro, fai fatica ad andare a prendere i ragazzini bravi perché scelgono altre piazze”. I ragazzini??????
    punish negative bad

  42. Fafinho ha detto:

    Hugo, de facto, è il mister in campo. Quello in panca è una sorta di dirigente accompagnatore.
    La squadra si può tranquillamente autogestire e vincere a Perugia. Purché non si caghi sotto.

  43. Max1967 ha detto:

    Gioco zero.
    Sembravano autogestiti o gestiti da Hugo.

  44. tusciabruzzese ha detto:

    Alex sono d’accordo. Pur considerando il povero materiale a disposizione, Sottil non mi sta sembrando all’altezza. La squadra manco esprime quel che lui dice sono i suoi obiettivi come tipo di gioco!
    negative

  45. profeta ha detto:

    Vedrete che ne usciremo vincitori anche a Perugia e loro sprofonderanno in C. Il nostro futuro è roseo

  46. alex74 ha detto:

    Ieri al perugia glie ne potevamo fare 4 cusci stavamo tranquiilli invece ssu mbaurit sa cacat sott. Non mi sembra un allenatore all’ altezza. d’altronde chi l ha scelto?

  47. Fafinho ha detto:

    Sottil non fare cazzate! A Perugia bisogna andare all’attacco.

  48. biancazzurri ha detto:

    S. Maria Goretti mo n’esaggerà. ma chi sti ‘ddì? sci schema-sottil lu pallone ittàte in camp’. ma va va. vàtt’ne a lu mare va. ah ggià, ni ti lu mare a sPertugia beach

  49. Fafinho ha detto:

    Una gragnuola di pallonate la tirerei a chi sapete…….⚽️⚽️⚽️⚽️⚽️⚽️⚽️⚽️⚽️⚽️

  50. Fafinho ha detto:

    Per salvarsi ci vuole una squadra ” ignorante ” . Ieri forse si è vista per la prima volta dall’inizio dell’anno.
    Unico msg a Sottil : parti per vincere! All’attacco! Noi non possiamo reggere 100 minuti schiacciati sulla linea di fondo…testa alta…salire e pressare.

  51. biancazzurro86 ha detto:

    BUONGIORNO GENTAGLIA INFAME!!! SEBASTIANI VATTENE!

  52. Fafinho ha detto:

    Mo non facciamo i sofisti. Ieri la squadra è sembrata ad immagine e somiglianza di Hugo. Ha lottato ha menato..ha mostrato un po’ di astuzia. Di solito subiamo sempre noi le scorrettezze altrui….e non dimentichiamo che c’era un rigore clamoroso a ns favore.
    Al ritorno bisogno giocare per vincere. Se ci mettiamo a difendere dal 1.mo minuto perdiamo sicuro. Al Perugia possiamo fare un paio di gol…se aggrediti vanno in tilt…e forse fisicamente sono più cotti di noi.

    Importante è conferma di Hugo.

  53. nemicissim0 ha detto:

    Questo dice la Regola 5. Non ci si capisce molto, ma non si parla di rigori
    – un secondo pallone, un altro oggetto o un animale entrano sul terreno di gioco durante la gara; l’arbitro deve:
    o interrompere il gioco (e riprenderlo con una propria rimessa) soltanto se l’elemento esterno interferisce con il gioco, tranne che il pallone stia entrando in porta e l’interferenza non impedisca ad un difendente di giocare il pallone, la rete sarà convalidata se il pallone entra in porta (anche se c’è contatto con il pallone) a meno che l’interferenza non sia stata causata dalla squadra attaccante
    o lasciare proseguire il gioco se l’elemento esterno non interferisce con il gioco e farlo rimuovere il prima possibile

  54. Buongiornooooo
    Sottil ha dett che na vist nind, mo n’abbijet.
    L’importante era vincere. Il problema è il futuro sapendo che ci tinem subbì ancora cullù.

  55. hugobiancazzurro ha detto:

    Che c’entra chiedere il rigore con il pallone buttato in campo? Che dice il regolamento?

  56. Max1967 ha detto:

    La palla è stata lanciata da qualcuno seduto in panchina.

  57. alex74 ha detto:

    Ieri manco con il var hanno visto un rigore clamoroso figuremece se ci possono andare non dico a favore ma equi

  58. pescarese1976 ha detto:

    LU SPARAGNIN la vrivugn nza manc cosa sia sta ancor a di di iucatur non disponibile…ma ogni tant a lu specchje ti ci guird sci o no? ma secondo voi a perugia non troveremo un arbitraggio ostile? stem a vidè si mi sbaje a c’azzecch ncor na vot

  59. pescarese1976 ha detto:

    lu pallon in campo? nu vecchio proverbio dice <> ngi atr da aggiungere vrivugnetiv a lu terzo millenio ncor si cos succede…nemmeno in terza categoria

  60. pescarese1976 ha detto:

    ma sci gnorimà facemic du risat tand ci stem a fa na partita a scopa che vuoi che sia…ma pippiacir ietiv ariponn tutt quind sott lu fium salin iet iet

  61. nemicissim0 ha detto:

    Ma il fattaccio del pallone in campo, è stato Gessa o Sottil?