PESCARA-CITTADELLA 1-2: I “99 MINUTI”!
14/02/2020
LE INTERVISTE DEL DOPO PESCARA-CITTADELLA
15/02/2020

Pescara colpevolmente spuntato. Arbitraggio da boxe

Ospiti avanti con Diaw, poi il pari nel primo tempo di ZAPPA. Il capitano dei veneti, nella ripresa, firma la sesta vittoria esterna: è piena zona playoff per i “rugbisti” veneti.

PESCARA – Sesta vittoria esterna del Cittadella che sbanca Pescara 2-1. Immediato il vantaggio ospite con Diaw al 5′, poi ZAPPA pareggia i conti al 21′. Nella ripresa i veneti si riportano avanti grazie al rigore di Iori (74′): Venturato è in zona playoff con vista sulla promozione diretta.

Passano soli 5′ e il Cittadella è già in vantaggio: gran palla filtrante di Proia che pesca Diaw in area, l’attaccante ospite scarica un bolide sotto la traversa che non lascia scampo a FIORILLO e certifica lo 0-1. Al 9′ il Pescara spreca la palla per l’immediato pareggio con ZAPPA che, a tu per tu con Paleari, cicca la conclusione. La gara vive di continui ribaltamenti di fronte e su uno di questi, al 21′, ZAPPA si fa perdonare e pareggia: gran terzo tempo sul cross di MELEGONI e palla all’angolino basso per l’1-1. Al 32′ ancora padroni di casa sugli scudi. Punizione dal limite dell’area di MEMUSHAJ, Paleari si distende e risponde presente. Risposta del Cittadella 4′ più tardi con il contropiede che porta al tiro Rosafio: FIORILLO para di piede. Poco dopo termina la partita dell’infortunato DEL GROSSO: al suo posto LEGROTTAGLIE inserisce ELIZALDE. Dopo 3′ di recupero un buon primo tempo si conclude in parità.

La ripresa si apre subito con il colpo di testa di Diaw in area su cross di Rosafio, palla alta. Il Cittadella preme e non permette al Pescara di uscire dalla propria metà campo, con i veneti che si guadagnano un calcio di punizione nei pressi del limite dell’area: si incarica della battuta Branca che vede il pallone impattare sulla barriera, poi la sfera torna sui piedi del numero 23 che impegna FIORILLO in mezzo ad una selva di gambe: sul corner successivo Perticone di testa, il portiere abruzzese blocca a terra. Al 57′ i padroni di casa si riaffacciano con una grande azione personale di ZAPPA, la palla arriva a BOCIC che, da ottima posizione, trova la gran chiusura di Frare. Ne scaturisce un angolo da cui arriva il colpo di testa di DRUDDI: Paleari vola e dice no. Gli abruzzesi protestano per un ennesimo fallaccio di D’Urso su PALMIERO non sanzionato: sarebbe stato il secondo giallo. Il Cittadella picchia senza remore davanti a un arbitro incapace di usare i cartellini in modo da tenere a freno i falli continui dei veneti. Al 74′ Diaw viene steso in area e Illuzzi, una volta tanto correttamente, concede il rigore al Cittadella: dal dischetto va Iori, che spiazza FIORILLO. Ospiti di nuovo avanti 2-1. La gara s’innervosice sempre più: l’arbitro consente decine di falli duri ai veneti ma subito ammonisce BOCIC per proteste e addirittura allontana LEGROTTAGLIE. 5′ più tardi Diaw ha l’occasione per il terzo gol, ma non inquadra la porta. Il Pescara tenta il tutto per tutto ma è completamente senza incisività nella linea d’attacco per la cronica mancanza di un centravanti di livello adeguato: allora inserisce anche MANIERO, ma attacca solo con la forza della disperazione. Vince il Cittadella, che si rilancia in piena zona playoff.

Feed RSS – Vai alla notizia originale

Lascia un commento

20 Comments

  1. vitabiancazzurra ha detto:

    Dovrei ripetermi scrivendo cose molto pesanti, però….meglio che lascio perdere sarei bannato subito.
    So solamente che ormai quell’individuo mi fa venire il reflusso gastrico .

  2. pescarese1976 ha detto:

    il post di alex74 del 15/02/2020 alle 07:35 ”non fa una piega”. in poche parole caro alex hai racchiuso il momento del pescara calcio. ci sarebbe da chiudere con un meraviglioso: NDRAVVATTIN e purtit appress LU FARMACIST, GLI ZERBINISTI )i maggiori colpevoli del sfascio) e BELFAGOR

  3. biancazzurri ha detto:

    Ieri sera ngi steve nisciune. 300 bijitte vinnute. Sebbastià, non hai salvato il calcio a pescara. Gliai succhiato lu sangue. Sta a morì dissanguate

  4. Bankowski Marinelli Sebastiani ………. a Pescara vivete ……….posso capire Druda …………. che sta lontano ……….. già la Lega vi sta a dire chiaro e tondo che non ci si può solo spartire i contributi e i soldi della TV……….. senza mai rimetterci niente nella cassaforte ……. Pescara sa e non dimentica ……….. ANDATEVENE VIA DAL PESCARA

  5. 433offensivo ha detto:

    È evidente che La Rosa è incompleta. Hanno avuto 2 mesi di tempo per cercare una punta, per provare a colmare le lacune che avevamo ed invece….durante il mercato , ancora una volta abbiamo avuto la straordinaria capacità di indebolirci.
    Ora che Machin abbia voluto andarsene ci può stare, ma una società competente, non si fa trovare spiazzata, se sente l’odore che un Machin va via, si muove subito per trovare un sostituto all’altezza.
    Purtroppo un conto è fare il mercato potendo investire , un altro conto è farlo appoggiandosi solo a prestiti o svincolati.

  6. tusciabruzzese ha detto:

    Siamo una selezione mista UISP-Primavera, altro che serie B

  7. Max1967 ha detto:

    Il ciclo di cullù ormai si sta esaurendo e purtroppo qua a Pescara i cicli finiscono sempre in malo modo

  8. alex74 ha detto:

    Ma forse è mej accusci’. Arpartem da zero che quess ci meritiamo tutti. L unica cosa importante e non vederlo più.

  9. alex74 ha detto:

    E vu stet ancor a da rett a le trasmissioni antisportive che parlano di tattiche e moduli in mezzo a sto sfacelo? Legrottaglie sta facendo pure troppo ma la realtà è che ssa mezz lui non centra niente purtroppo. È stato pure espulso mentre i macellai autorizzati non sono manco stati ammoniti. Ma di che vulem parla’? Tutto ad un tratto, dopo anni dtrattamenti equi, li in alto ci vogliono vedere morti. CHI SAI MAI PERCHÉ?

  10. alex74 ha detto:

    La fotografia del momento del pescara e’ che siamo stati costretti a far giocare un difensore che aveva fatto 37 minuti di partite l anno scorso in serie c. Siamo stati costretti a giocare con meta primavera. Siamo stati costretti a giocare contro la lega( che stranamente da quando è finito il calcio mercato e non da quando è iniziata la contestazione a detta di qualcuno) ci vo vede’ morti. Il tutto in uno stadio con non più di 2000 spettatori. DI CHI SARÀ LA COLPA? MA CHI LO SA?

  11. Admin Supremo ha detto:

    Il linguaggio volgare non è tollerato.
    C’è un regolamento che gli utenti devono rispettare.

  12. alex74 ha detto:

    Sci ma pur tu se ti metti a di mongoloidi e curvetta di merda è ovvio che cacche vaffa te la da pia’. O no?

  13. biancazzurro86 ha detto:

    Cancellare pure i commenti che danno dell'”indegno” ad altri utenti no, vero? Solo i miei.
    So capit, sto sito sta prendendo l’andazzo dell’altro!

  14. alex74 ha detto:

    pescara COMPLIMENTI PER LA CAZZATA DEL SECOLO..TE LE STUDI LA NOTTE? rofl

  15. Max1967 ha detto:

    È vero che ci hanno menato ed è vero che l’arbitro andava a senso unico…però a me è sembrato che i nostri a un certo punto appena venivano toccati si buttavano per terra…atteggiamento da perdenti.

  16. Si rigioca di domenica……………………….. Altri 10 giorni senza vedere un tiro in porta …………………………………. Spero solo divedere altri striscioni …………………………….. HAI TRADITO LA TUA CITTA’ ……………. …………………………. VATTENE VIA DAL PESCARA

  17. ilfigliodel36 ha detto:

    Dice mio padre che Galano non sapeva dove andare dentro il campo

  18. pescara ha detto:

    Da quando è iniziata la contestazione, gli arbitri non ci rispettano più. Se gli si fa capire che la società è sola, arrivano e se ne approfittano. Proprio bravi.

  19. tusciabruzzese ha detto:

    Dice tutto la scritta scorrevole che conta i giorni da quando questa società di spolpatori ci fa giocare un campionato senza un reparto bad

  20. Fafinho ha detto:

    Sembriamo il Lanciano spolpato dai Maio dopo quel gennaio. Una squadra di uaglionetti che provò a lottare fino alla fine ma ormai condannata dalla fragilità tecnica. Nulli in attacco. Ps: arbitro INDECENTE vergognoso