Assemblea di B il14/2/2020: date play-off/out
10/02/2020
FALLIMENTO: E’ GIA’ SUCCESSO…
11/02/2020

TATTICA: CUORE NULLO, GIOCATORI QUASI, TRAINER CHISSA’, SOCIETA’ …

Pescaresi a Chiavari: l'unica eccezione al "nulla"

“Tutto non sarà che il nulla… ma solo dopo, … dopo averlo sofferto tutto” [A. Porchia] –

Non c’è nulla di tattica che si possa dire. Anzi, non si dovrebbe proprio scrivere nulla: lasciare la pagina bianca… Forse sarebbe meno deprimente che parlare di 4 “nullità”:

(1) Il “cuore”, quell'”intensità” agonistica che con il Cosenza aveva finito per coprire 60 minuti di “nulla” tattico o quasi, si è rivelato solo un nascondere la polvere sotto il tappeto per qualche giorno in più.

Finito il “cuore”… è finito tutto nel nulla, perché il resto non c’è stato; e forse proprio non c’è. E di certo non è la prima volta che succede: ne sa qualcosa ZAURI di un’assurda discontinuità di “atteggiamento”! Ma poi, chissà perché questi che di mestiere “prendono a calci una sfera” debbano permettersi il lusso di essere così discontinui a livello di grinta?

(2) Ecco, veniamo ai 14 scesi in campo …

o forse mai scesi in campo (a parte l’incolpevole FIORILLO).

FIORILLO può solo intuire la direzione, anche nel secondo rigore

Il “nulla” è stato tutta colpa loro? Possiamo chiedergli di gettare il cuore oltre l’ostacolo, ma se poi più di così proprio “non ci sapessero fare”? C’è forse poco di più da pretendere da loro.

Se sono ormai CINQUE MESI, centocinquanta giorni(!), che ripetiamo che serve una punta e invece ci tocca giocare mettendo titolare o uno che ha fatto spesso la RISERVA in serie B negli ultimi anni oppure uno che non è detto sarebbe in grado di fare la differenza manco in Primavera1 (ma in cambio giornalisti e società ci raccontano che lo vorrebbero dall’élite tedesca, spagnola e italiana!), è forse colpa di questi ultimi? E se fino al 2 gennaio u.s. (ma non un giorno in più!) si poteva chiamare in causa la sfortuna di dover attendere il mercato (ma già non era vero dato che c’erano da settembre svincolati a cui ricorrere), da 40 giorni, cioè quasi 1000 ore, è solo colpa di una società finora (come già altre volte in passato)  NON CAPACE di risolvere uno dei problemi banali del calcio: prendere UN giocatore nell’universo mondiale delle possibilità!

Quando poi ti ritrovi a giocare, anzi, non a “giocare” ma a “calciare” (di più non si è visto) con degli onesti “zappatori” (e non si parla di ZAPPA, che comunque anche nel suo fallo da rigore di ieri ha confermato di non essere un difensore), il tutto ancora una volta omaggio di un organico di “scommesse” e di “fuori ruolo” (mancano infatti numericamente i difensori veri, le “menti” e le ali pure) raccogliticci fra procuratori amici, società “madri”, ex giocatori e adolescenti gettati in pasto ai professionisti purché il tutto sia rigorosamente a costo zero, cosa vuoi pretendere di più dello “zero” stesso? (Il) Nulla!

Il tiro da puro centrocampista(!) di BETTELLA: raro lampo nel nulla di Chiavari

(3) Quanto sopra è quindi una scusante per il Mister?

Mica tanto… perché la scelta di giocare tanto di “quantità” (CRECCO, BRUNO, MASCIANGELO, MANIERO, etc.) e poco e nulla di qualità (KASTANOS, CLEMENZA, BOCIC, MELEGONI, DEL GROSSO) è stata pur sempre sua. E una quant-ità confusa, senza agonismo e corsa come si chiama? Null-ità.

E, in aggiunta, ma non aveva detto proprio lui che, giustamente, vedeva CRECCO come “quinto” del centrocampo a 5? E allora perché schierarlo da mezzala sinistra?

LEGROTTAGLIE a Chiavari

D’accordo, senza Machin e PALMIERO è dura per LEGROTTAGLIE ancor più di quanto già non fosse proprio facile per ZAURI dopo l’infortunio di TUMMINELLO e PALMIERO stesso. Però fare una scelta “difensiva” di mettere “braccia” più che “menti” per timore dello schieramento a “rombo” e del gioco tra le nostre linee da parte del centrocampo ligure, non ha pagato: e si è quindi rivelata sbagliata. Si dirà che poteva finire “0 a 0” senza la casualità dei 2 calci di rigore: risponderei che sarebbe comunque e sempre stato uno “0 a 0” fatto di “nulla cosmico” da parte nostra. Lo avevamo scritto dopo il match con il Cosenza: è un 3-5-2 che deve evolversi perché ancora troppo basico. E l’avevamo già detto anche dopo Pordenone: partita vinta soprattutto per l’atteggiamento più che per grandi novità tattiche (il che era normale), le quali non potevano essere già state apportate da un mister appena subentrato. Però, adesso dobbiamo pur iniziare a dircelo:

allenare non è solo “motivare”!

Detto di 3 colpevoli (“cuore”, giocatori e allenatore),

(4) dov’è che il tutto ha origine se non nel quarto ed ultimo colpevole, ma che è in realtà il “numero uno”?

E allora,

CHE LA CONTESTAZIONE CONTINUI…

ci sembra il minimo!

P.S.: visto che sono i giorni degli Oscar del cinema, vi lascio con un dialogo tratto dal film “La storia infinita” (1984):

Atreyu: Ma cos’è questo ‘nulla’?
Gmork: E’ il vuoto che ci circonda: è la gente che ha rinunciato a sognare. Ed io ho fatto in modo che questo ‘nulla’ dilaghi.
Atreyu: Ma perché?
Gmork: Perché è più facile dominare chi non crede più in nulla.

La traversa di MEMUSHAJ, ma gli unici a salvarsi sono “quelli” dietro i “legni”

Highlights Virtus Entella-Pescara 2-0.

Link alla precedente analisi tecnico-tattica.

W. RED ACTION

Lascia un commento

21 Comments

  1. johnny blade ha detto:

    Sì: sacrifica i tifosi.

  2. pescara ha detto:

    La società è in buone mani e Sebastiani sta facendo un gran lavoro. Sta dimostrando di avere coraggio e tanto spirito di sacrificio. Così si è espresso Olivieri su Sebastiani.

  3. alex74 ha detto:

    Quess è lu ver

  4. draculone ha detto:

    Alex, attualmente chiunque per me va meglio di cullu’, pure “cuccitell”

  5. alex74 ha detto:

    Sci ma oliveri nelle sue interviste non fa altro che elogiare cullu. Non vorrei fosse un sebbastiani 2

  6. antateavanti ha detto:

    Lacchè di cullu’ lebbra di Pescara

  7. draculone ha detto:

    #OLIVIERISUBITO

  8. pescarese1976 ha detto:

    Più volte negli ultimi periodi mi so fatt sempre la stessa domanda: MA CHI CAZZ DI PICCAT AVEM FATT noi tifosi del Pescara ad avere come proprietario LU SPARAGNIN. UKD, non hai fatto altro che riassumere uno stato di fatto che in questi ultimimi 3 anni sta rasentando il ridicolo. Ma quelli che cercano di vedere un qualcosa di buono, questi aspetti lo notano o chiudono gli occhi e passano avanti per pudore?

  9. UK_Dolphin ha detto:

    Positivo ed encomiabile l’impegno, ma qui parliamo di serie B calcio professionistico. Ci presentiamo, complici scelte e infortuni, con Bruno e Crecco a centrocampo e Maniero, Bocic, Borrelli in attacco guidati da un mister inesperto in panchina. Ando’ jeme? La prova di ieri e’ lo specchio della situazione attuale. SEBASTIANI VATTENE!

  10. Diamogli pure un premio a Bocic perché s’impegna per 15 minuti………… VATTENE VIA DAL PESCARA ……..non tu 433offensivo ……. Cullù

  11. 433offensivo ha detto:

    A me piace bocic… Quel ragazzo si imoegna

  12. 433offensivo ha detto:

    Articolo un po troppo teatrale…….mi dispiace questa volta non condivido…. 🤣😂🤣😂

  13. tusciabruzzese ha detto:

    Presidente Gmork: “… gente che ha rinunciato a sognare. Ed io ho fatto in modo che questo … dilaghi” …
    aggressive vava

  14. biancazzurro86 ha detto:

    @Amministratori: avete mai valutato l’idea di aprire/convertire questo sito in un forum?

  15. draculone ha detto:

    I problemi sono causati sempre e solo da uno

  16. vitabiancazzurra ha detto:

    Sebastiani Vampiro

  17. tusciabruzzese ha detto:

    Non lo so se sul serio non ci hanno messo grinta o se è stata la pochezza a livello di regia che ha impedito di giocare bene
    wacko

  18. biancazzurri ha detto:

    Sci ma però pe capì st’articolo sa da sapé cuntà fino a 4. Se arrivi solo fino a 3, allora lu presidente nté la colpa di ninte laugh

  19. madelib ha detto:

    Ma perché, pescara? Non si è ancora capito che, almeno per quanto concerne il nostro Pescara, “causa causæ est causa causati”?!!!!!
    Chi ha scelto i calciatori, chi ha scelto gli allenatori (soprattutto provenienti dalla Primavera)? Chi “disciplina” la quotidianità del Pescara? Chi conduce i mercati? Se la risposta a queste domande coincide con il legale rappresentante della “Delfino Pescara 1936 Srl”, ecco che chi ha scritto l’articolo ha fatto centro su tutti i pinto di vista!

  20. madelib ha detto:

    Ma perché, pescara? Non si è ancora capito che, almeno per quanto concerne il nostro Pescara, “causa causæ est causa causati”?!!!!!
    Chi ha scelto i calciatori, chi ha scelto gli allenatori (soprattutto provenienti dalla Primavera)? Chi “disciplina” la quotidianità del Pescara? Chi conduce i mercati? Se a queste domande lavrisposta coincide con il legale rappresentante della

  21. pescara ha detto:

    E ti pareva come al solito che se i giocatori fanno sciopero e l’allenatore sbaglia la formazione la colpa è sempre del presidente? Ma allora volete un presidente che detta la formazione lui.