LE INTERVISTE DEL DOPO VIRTUS ENTELLA-PESCARA
09/02/2020
Assemblea di B il14/2/2020: date play-off/out
10/02/2020

I BIANCAZZURRI PRENDONO I VOTI

Le pagelle di V. Entella-Pescara, di G. D’Intino –  

FIORILLO: 6

Unica sufficienza di un brutto Pescara. Si trova due volte a sfidare dal dischetto i tiratori liguri, intuisce in entrambe le situazioni ma si deve arrendere a De Luca prima e a Rodriguez poi.

BETTELLA: 5
Del terzetto di centrali è il più positivo. Fuori posizione in occasione del primo fallo da rigore. Qualche buona incursione palla al piede.

DRUDI: 4,5
Partita fotocopia di quella casalinga contro il Cosenza. Sbaglia tantissimo rischiando spesso in fase di impostazione. Anche lui fuori posizione in occasione del primo rigore.

SCOGNAMIGLIO: 5
La difesa balla contro le strette combinazioni degli attaccanti avversari. Lui che è il più lento e macchinoso soffre contro l’agilità di De Luca.

ZAPPA: 5
Anche oggi protagonista, anche se in negativo, della gara. Pecca di ingenuità abbattendo Mazzitelli cercando di rinviare un pallone che vagava in area.

MEMUSHAJ: 5,5
Anche per l’albanese una partita al di sotto delle aspettative. Prova a prendere in mano il centrocampo ma gli avversari lo arginano al meglio. Colpisce una traversa su una punizione da posizione proibitiva.

BRUNO: 5
Chiamato a sorpresa a sostituire Palmiero non riesce a incidere sulla gara. Bene in qualche copertura difensiva ma totalmente nullo in fase di costruzione [dal 54’ KASTANOS: 5,5 Non replica il buon ingresso visto contro il Cosenza, esce anzitempo per infortunio (dall’80’ CLEMENZA: s.v.)].

CRECCO: 5
Nel primo tempo è un fantasma. Nel secondo, quando si sposta sulla fascia, riesce a fare qualcosa in più. Il suo tocco di mano fortuito regala il secondo rigore all’Entella.

MASCIANGELO: 5,5
Nel primo tempo si fa vedere ogni tanto in avanti ma il suo contributo non basta. Viene sostituito per cambiare modulo (dal 54’ BOCIC: 5,5 Il ragazzino serbo prova a sfondare il fortino ligure ma viene riempito di calci e cala di intensità).

GALANO: 5
Le poche volte che si ritrova con la palla tra i piedi cerca soluzioni personali ignorando i compagni. La retroguardia bianco celeste lo argina rendendolo innocuo.

MANIERO: 4
Probabilmente la sua peggior partita da quando è tornato a Pescara. Sembra stanco già al suo ingresso in campo. Non difende un pallone e non crea niente di pericoloso per gli avversari.

LEGROTTAGLIE: 5
Al di là delle scelte di formazione oggi non si è vista la solita carica e determinazione che il mister barese riesce a dare ai suoi ragazzi. L’Entella batte il Pescara con due rigori ma la sensazione è che meritasse comunque di vincere la partita.
G. D’Intino

P.S.: nel ringraziare l’utente D’Intino per averci inviato il suo contributo, cogliamo l’occasione per ricordare a tutti gli utenti che sono benvenute proposte di articoli. A tal fine, è possibile utilizzare la mail di contatto info@40mila.it (anche raggiungibile dal link nel menù principale in alto).

Lascia un commento

9 Comments

  1. lucapescarese2 ha detto:

    Faccio un analisi anche dell’arbitraggio…il primo loro rigore non c’e’ mai…il difensore Zappa e’ in possesso del pallone di petto prende il tempo all’avversario e si appresta a spazzare…e’ il loro attaccante che fa fallo . Il difendente ha anche una sorta di “priorita” quando e’ in possesso del pallone
    pescara : d’accordo con te i giocatori nostri sono trattati anche troppo bene …che si svegliassero e corressero di piu’!

  2. Fafinho ha detto:

    Colucci per Verratti.Ds DelliCarri. Il Maresciallo Arce. I tifosi clienti. Caraglio.Sculli capitano. StroppaBergodiBucchi. Quintero nella teca di cristallo. 2 punti girone di ritorno. La “pizza “.Non sono queste le partite da vincere. Bjarnason venduto il 31agosto. Zuparic a centrocampo. MarinoCosmi. BaroniOddo. La traversa di Bologna. Oddo in A santo subito.Lapadula venduto subito.Manaj. Bahebeck rotto.Zaparic in auto a Napoli.Zeman. Retrocessione. I kazaki lo stadio nuovo Pescarello.Il miglior presidente dal 1936. Zeman Epifani Pillon. Pillon.Machin al Parma. Semifinale playoff. Zauri. La punDa. Legrottaglie.Machin via di nuovo. Il mercato fatevelo voi. Ci rimetto 6 milioni l’anno. TO BE CONTINUED?

  3. Manca il voto a Sebastiani e Marinelli ……………………….. un 6 di sufficienza ……………. totale del voto 3 per entrambi ……………….. Però diventa 10 non appena sloggiate ………………ANDATAVENE VIA DAL PESCARA !!!!!!!!!!!!!!!!!!

  4. draculone ha detto:

    Gestione sempre peggiore. Con lui non c’è mai un limite al peggio

  5. Fafinho ha detto:

    Assenza di Machin pesa come un macigno. Non sarà Zidane ( come dice qualcuno) ma crea superiorità numerica e imprevedibilità. Galano e Memu orfani del guineiano. Drudi mediano mi ricorda Zuparic a centrocampo…Mossa della disperazione…Attacco ridicolo senza una punta decente ( Maniero poverino fa anche troppo) e con due primavera in panca. Difesa contata, basta un cartellino giallo e siamo nella melma. Quale prospettiva?

  6. Fafinho ha detto:

    Padre Nicola ha già esaurito effetto sorpresa. Senza i giocatori nemmeno il padreterno potrebbe fare meglio

  7. Fafinho ha detto:

    Squadra mediocre. Società pessima. Il Lecce vola in A, Crotone Frosinone e Benevento ormai strutturate su alti livelli. Noi annaspiamo vivendo alla giornata. Centrocampo distrutto , attacco inesistente, difesa contata. Si rischia grosso.. speriamo di salvarci ma sarà dura. Con il Capostazione sarà sempre peggio, nessuna ambizione nessuna prospettiva di crescita.

  8. Max1967 ha detto:

    L’ effetto padre Nicola è finito…

  9. pescara ha detto:

    Questo succede con calciatori a cui arriva sempre lo stipendio a fine mese. Ha ragione il presidente del Cittadella: facciamogli prendere la partita IVA e che si arrangiassero.