LE INTERVISTE DEL DOPO PESCARA-COSENZA
04/02/2020
I BIANCAZZURRI PRENDONO I VOTI
04/02/2020

Pescara, che vittoria in rimonta al 94′!

L'esultanza al pareggio

Decide il gol di Bocic al 94′, ma i calabresi erano passati in vantaggio con Asencio ed erano 11 contro 10. Poi il rosso a Sciaudone, il pari di Zappa e l’espulsione di Kanouté. Galano sbaglia un rigore – 

Due su due, anche se col brivido. Nicola Legrottaglie coglie il secondo successo consecutivo da quando siede sulla panchina del Pescara e sale in classifica.

Per il Cosenza, sconfitto con onore, il rimpianto è enorme. Il primo tempo è infatti tutto di marca ospite, con gli abruzzesi che faticano a produrre gioco, vengono salvati da Fiorillo (miracoloso al 27′ su D’Orazio) e nel recupero finiscono anche in inferiorità numerica per l’espulsione di Palmiero (doppia ammonizione).
A inizio ripresa, il Cosenza trova il gol del vantaggio con Asencio che sembra indirizzare definitivamente la partita. Bello il cross di Prezioso, letale l’incornata del giovane attaccante. Il Pescara, però, non molla neanche sotto nel punteggio e negli uomini. Ad aiutare la squadra di Legrottaglie ci pensa una folle entrata di Sciaudone su Galano al 57′: l’arbitro Rapuano non ha dubbi ed estrae il cartellino rosso diretto per il centrocampista del Cosenza.
Ristabilita la parità numerica, arriva anche la rete dell’1-1. Lo realizza Zappa su cross di Crecco al 69′. La piega della gara diventa così favorevole al Pescara, che spinge alla ricerca della vittoria. Ci va vicinissimo Crecco al 75′, ma il suo colpo a botta sicura finisce sull’esterno della rete. Poi all’87’ è Bocic ad avere una buona palla gol, ma Perina dice di no con splendido riflesso.
All’89’ la grandissima occasione: Perina in uscita stende Memushaj, è rigore. Dal dischetto va Galano, ma il portiere ospite para ancora.
Anche il Cosenza ha la chance di vincere, con Asencio che colpisce il palo in pieno recupero.
Ma quando il pareggio sembra ormai scritto, ecco l’acuto di Bocic che scatta sul filo del fuorigioco e dalla sinistra con il piatto beffa Perina. È il 2-1 del Pescara.
Al Cosenza (che finisce in 9 per l’espulsione anche di Kanouté) resta solo il rammarico e una classifica che mette i brividi. Mentre gli abruzzesi agganciano la zona playoff.

Vai alla notizia originale

Lascia un commento