Legrottaglie, buona la prima
25/01/2020
I BIANCAZZURRI PRENDONO I VOTI
26/01/2020

LE INTERVISTE DEL DOPO PORDENONE-PESCARA

SEBASTIANI:
“Oggi è stata la più bella partita giocata dal Pescara, più di quella con il Benevento. Oggi siamo stati semplicemente perfetti e, di fronte a questo Pescara, anche il Pordenone non è quello che abbiamo visto contro il Frosinone. Grande merito a questi ragazzi che hanno fatto una Partita con la “P” maiuscola. Le panchine non si conquistano con una vittoria o una sconfitta. Detto questo, godiamoci questa vittoria che ci voleva per far stare tutti più tranquilli, piazza e giocatori in primis. Può darsi di si, come può darsi di no che NICOLA sieda in panchina contro il Cosenza. Melchiorri è un giocatore del Perugia e noi non siamo abituati a rompere le scatole a giocatori che non sono di nostra proprietà. Certo è che alle condizioni del Perugia, potete stare certi che Melchiorri non vestirà la nostra casacca”.

LEGROTTAGLIE:
“Se una prestazione del genere arriva subito e non nel tempo significa che abbiamo tanto materiale per poterla migliorare ancora. Sono felice: una prestazione superlativa da parte di tutti e devo dire grazie ai ragazzi che sono stati di una serietà e di una disponibilità unica. Questa è una squadra che non ha mai perso qua e che è stata “messa sotto”, sotto tutti punti di vista. Il Pescara ha fatto vedere un bel calcio, mi sono anche io divertito nel vederlo giocare; quindi, consiglio di continuare così, perché faranno innamorare i tifosi e riaccendere una fiammella importante anche a Pescara. Mi aspetto di guidare il Pescara, il che può essere il Pescara primavera o prima squadra, ma è il presidente che decide. Io sono agli ordini della società e ringrazio per la possibilità che mi ha dato, che non è da sottovalutare. Se un presidente ha il coraggio di mettere un allenatore che non ha mai allenato in B, in un momento così particolare, c’è da fare i complimenti anche al presidente, che sennò facciamo sempre i complimenti agli altri e non a chi, invece, rischia e ha coraggio. Se deciderà di continuare con me, mi farà piacere e cercherò di migliorare ulteriormente. Il 3-5-2 dà degli ottimi risultati e se fatto in una determinata maniera ti consente di occupare bene il campo, di dominare il gioco, come piace a me. E soprattutto quando giochi con squadre che creano densità dentro il campo, questo sistema ti permette di creare tante tante soluzioni, tante linee di passaggio. Credo che a oggi è il ‘vestito’ che si sposa bene con questa squadra. Portare uno staff del settore giovanile in prima squadra è bellissimo; ed avere i giocatori in prima squadra che hanno giocato in primavera è fantastico. Corona il sogno e il lavoro di queste persone che fanno un lavoro a fari spenti, ma poi sono bravi. Oggi i complimenti li porto a tutti settore del giovanile, alla mia squadra primavera, al mio staff, perché qualcuno è rimasto lì e non è potuto venire con me qua. E quindi, grazie anche a loro. Grazie ragazzi! Grazie a tutti perché mi hanno fatto vivere una giornata speciale. È stato bello, dopo i due gol del Pescara di ZAPPA e di GALANO, vedere venire i giocatori sotto la panchina. Lo spirito va allenato e va curato. Lo spirito di gruppo è qualcosa su cui anche ho lavorato in settimana, cercando di tirare fuori, da loro, quello che sono veramente. Sono dei bravi ragazzi e hanno voglia di crescere e migliorarsi: lo hanno dimostrato oggi”.

ZAPPA:
“Sono contentissimo per il primo gol con questa maglia e lo dedico alla mia ragazza; e a mia mamma che, insieme a tutta la mia famiglia, è venuta fino a qua per vederlo: ne sono contento. Pippo MANIERO è stato molto bravo a darmi la palla in profondità e ho cercato di di mettere il fisico per spostare il difensore riuscendo a fare gol. Si vede che comunque siamo un bel gruppo e il mister è stato bravo con le parole a darci forza. Lui l’ha detto fin da subito che ci credeva e appunto ha detto andiamo a vincere a Pordenone: e così è stato. Noi l’abbiamo già provata questa difesa a tre e oggi ci siamo trovati molto bene. Sicuramente dobbiamo cercare di dare continuità a livello di risultati e portare a casa i tre punti anche con il Cosenza. LEGROTTAGLIE negli spogliatoi ci ha fatto i complimenti; poi martedì sicuramente ci dirà qualcos’altro”.

DRUDI:
“Una vittoria importantissima: ci voleva come il pane. Diciamo che abbiamo fatto una grande partita e siamo contenti. Naturalmente la dedichiamo a noi stessi; abbiamo passato un momento un po’ difficile con tanti alti e bassi. Speriamo che questa vittoria così importante in trasferta ci dia la forza e l’entusiasmo per continuare così il campionato. Quando c’è il cambio di allenatore c’è sempre una sterzata a livello di entusiasmo. E’ chiaro che adesso dobbiamo continuare su questa strada. Non so se LEGROTTAGLIE siederà sulla panchina del Pescara anche con il Cosenza, questo non spetta a me: io cerco di fare il mio. Giocare a tre o a quattro dietro c’è poca differenza se mettiamo questo atteggiamento. Questa vittoria ottenuta a Udine questo pomeriggio ci deve dare sicuramente una forza in più perché nel girone d’andata abbiamo avuto degli alti e bassi non abbiamo mai trovato una certa continuità. Speriamo che, con l’entusiasmo che c’era oggi, possiamo continuare e fare anche partite così in casa. Direi che ci sono tante cose positive, non solo la difesa. Abbiamo anche giocato bene. Abbiamo fatto un buon calcio. Secondo me è chiaro che non dobbiamo fare come nel girone di andata, dobbiamo trovare più continuità. Questo campionato, l’abbiamo visto, è molto equilibrato: con una sconfitta sei giù, con una vittoria guardi su. Guardiamo partita per partita. In casa non abbiamo fatto bene, speriamo di rifarci già da lunedì”.

TESSER (allenatore del Pordenone):
“Abbiamo fatto la peggior prestazione del campionato. La squadra avversaria ci è stata superiore tatticamente, tecnicamente e fisicamente. Il Pescara è stato nettamente superiore. Complimenti, hanno giocato bene ed hanno giocatori di qualità; e di questo ne ero certo. Noi siamo stati decisamente molto molto sottotono rispetto a una partita media. I numeri dicono che il Pescara non porta bene al Pordenone. Due sconfitte diverse, perché all’andata nel primo tempo avevamo quasi dominato la gara, poi nella ripresa c’era stato il ritorno del Pescara. Oggi non è stato così,  meritavamo di perdere: c’è mancato tutto oggi. Cercheremo di vedere in settimana cosa ci può essere mancato perché è sinceramente inspiegabile vedere tutte queste cose assieme. Il Pescara, non tenendo conto della partita di oggi, è sicuramente da play off”.

40mila.it

Lascia un commento

22 Comments

  1. madelib ha detto:

    Quoto nemicissim0 e tusciabruzzese.
    Come considerato ieri, la partita giocata dal Pescara è stata davvero gratificante. Non voglio più sapere da cosa sia dipeso; tra l’altro, Mister Legrottaglie (simpaticamente e goliardicamente “ribattezzato” da qualcuno con il nome di “Padre Nicola” -senza, con ciò, voler schernirne la figura o la fede-) ha sicuramente un bell’approccio in generale: lo si evince dalla serenità e dalla pazienza con le quali esprime le proprie idee e si rivolge al prossimo… Certamente non è della “stessa pasta” di più di qualcun altro (uno in particolare…) e, solo per ciò, gli è dovuto rispetto e non sarebbe dovuto essere stato trattato come una “scartina” (vero, “presidente”?…): a questo punto, sempre se riesca ad evitare la proverbiale e controproducente supponenza (indice di un’altra prerogativa tutt’altro che positiva), la “società”, in virtù di quanto espresso ieri dalla squadra, dovrebbe evitare di “smuovere” la situazione attuale, attendendo altre due/tre partite… Tanto, la prova del suo capriccio fallimentare è già dinanzi a tutti ed è inconfutabile… Chi vuol capire capisca…

  2. Admin Supremo ha detto:

    Online le pagelle di Pordenone-Pescara

  3. alex74 ha detto:

    Draculo’? Nel senso che non si potevano coniare? laugh

  4. biancazzurri ha detto:

    Uagliù, ieri so ite a Dacia. Lu vine bianch friulane é sempre bbone!! laugh1

  5. Pescara, tu dici che la rosa è buona, a me invece mi viene in mente che non sono professionali e sarebbero quasi da prendere a calci nel c….o , ieri correvano come matti .
    E questo cmq è sempre frutto di una società scellerata e vergognosa

  6. tusciabruzzese ha detto:

    VI dico la mia impressione su Legrottaglie “uomo”: se ascoltate dal vivo la conferenza stampa pre-partita, vi renderete conto che non “ci fa” ma “ci è” un po’ “nature”, cioè spontaneo, trasparente, quasi ingenuo. Cioè, ha un vero candore… quasi da teenager (senza offesa alcuna)! In questo, mi ha fatto un’impressione davvero da rara persona “sana” e corretta in questo ambiente. Sanamente genuina. Insomma, mi è piaciuto, ma spero che gli squali non se lo mangino

  7. Adesso state tranquilli almeno per una settimana. Societa’ da incorniciare, in settimana hanno fatto un capolavoro

  8. draculone ha detto:

    Ieri come tifo I nostri sono stati inconiabili. Peccato che non ci sia stato un accenno di contestazione verso questa societa’ che ad oggi non ha avuto il coraggio di cacciare un allenatore palesemente impreparato per la categoria ( mio parere le sue dimissioni erano concordate dall’inizio nel caso le cose andassero male), non ha rinforzato minimamente la rosa, e le lacune si sanno quali sono da molto tempo, ma ha fatto solo movimenti per aggiustare I bilanci

  9. johnny blade ha detto:

    E chi ce l’ha messo Zauri? Perché? E
    tutto sto tempo? Fosse la prima volta che succede,come no..
    Sempre la solita storia. Mai un senso di compiuto dall’inizio alla fine,manca sempre qualcosa.
    Persona superficiale ed egoista.

  10. pescara ha detto:

    Che volete contestare? Che Sebastiani ha vinto un’altra scommessa? La partita ha fatto vedere che la rosa è buona: era Zauri ad essere andato in confusione. Ai rangers il tifo. Alla società la gestione della squadra. Ognuno deve stare al suo posto.

  11. alex74 ha detto:

    Mi li so pers…ma ieri c’è stata contestazione? No perché dopo il comunicato mi sembrava scontato

  12. tusciabruzzese ha detto:

    Signore perdonami: anche oggi mi tocca quotare Max1967 cry :
    “Tutte le volte che abbiamo incontrato, come oggi, squadre che ci hanno lasciato giocare abbiamo quasi sempre vinto.
    Ma quelle che si chiudono e menano ci hanno sempre fatto soffrire o battuto”.
    Vado a dire 3 penitenze….

  13. nemicissim0 ha detto:

    L’idea che i giocatori che oggi hanno dominato siano gli stessi che hanno perso in casa con la salernitana mi lascia l’amaro pensiero che stessero facendo le scarpe a Zauri. Non è mai una bella cosa: se l’allenatore non ti piace, ne parli con lui o col team manager o col ds, e cerchi di risolvere il problema. Al limite, se hai le palle, ti rifiuti di giocare e ci metti la faccia. Ma remare contro non esiste (anche se pure io due sardelle a Zauri le avrei date). Capitolo legrottaglie. Mi pare nu brav uaglion. Meglio una scommessa come lui che una certezza di cessaria come di Biagio. E poi, in questo momento, ci sarebbe da sfruttare il fattore psicologico positivo: esordire con una vittoria e subito cambiare le carte ti fa ripartire da zero.

  14. Max1967 ha detto:

    Tutte le volte che abbiamo incontrato, come oggi, squadre che ci hanno lasciato giocare abbiamo quasi sempre vinto.
    Ma quelle che si chiudono e menano ci hanno sempre fatto soffrire o battuto.
    Quindi con il Cosenza già potrebbe essere un banco di prova importante.

  15. johnny blade ha detto:

    Incredibile: con benevento e chietinone noi 3v su 3.

  16. alex74 ha detto:

    Infatti col cosenza è tosta. quelli devono fare punti a tutti i costi. vediamo se facciamo un altra bella partita oppure arfacem come sempre che ci ricachiamo subito. stem allu 25 e cullu’ angor combr nu cazz di nind. quess è lu ver prubblem

  17. tusciabruzzese ha detto:

    Ripeto: noi bella partita ma loro sbagliavano di tutto anche senza pressione o parte nostra. Aspettiamo la prossima. Eravamo e siamo scommesse, non cessi. Non cessi ma manco fenomeni

  18. lapa ha detto:

    Se prende Di Biagio la serie A è sicura

  19. alex74 ha detto:

    Ci so rinunciat

  20. pescarese1976 ha detto:

    Come al solito: abbott lu pett quando vince e scappa quando perde. Gnorima certo è che sa sa cocc cert non la cambi eh? Vatt ariponn comba

  21. johnny blade ha detto:

    Certo che ogni volta che cullú parla ci riempie di gioie,di emoziomi e soprattutto di certezze.

  22. madelib ha detto:

    Al di là della serie B sempre più mediocre, ogni anno da vari anni, oggi c’è stata la dimostrazione che l’insieme dei calciatori della rosa del Pescara, volendo, è in grado di costruire un gioco piacevole, sia dal punto di vista tattico sia da quello tecnico; il tutto corroborato da eventuali giocate di qualche singolo. Dunque, non può essere esclusivo merito di “Padre Nicola”, ma il fatto che, prima di oggi, si è stati costretti a subire uno spettacolo spesso indecente induce a reputare confermato che la squadra, di fatto, abbia “giocato contro” Zauri; e la qual cosa non è d’encomio per chi scende in campo, poiché bisognerebbe essere professionisti SEMPRE e non soltanto se si abbia un tornaconto… Del resto, un certo tipo di filosofia di vita lo si ha d’esempio dall’alto e, proprio in alto, adesso, qualche nodo è venuto al pettine… Ma, con la solita nonchalance, anche stavolta qualcuno inventerà le nuove regole del gioco delle tre carte…