RISULTATI SONDAGGIO DI CAPODANNO “IL 2019 DEL PESCARA”
31/12/2019
CHIACCHIERATA CON… PAGANO(!), L’INDIMENTICATO “ROCCOVOLANTE” (1a p.)
03/01/2020

LE “METEORE” DI GENNAIO – IL CAMPIONE DEL MONDO!

15/01/2017: Alberto Gilardino in Napoli-Pescara

Domani si apre il famigerato mercato di riparazione, nel quale regolarmente il Pescara è chiamato per l’appunto a “riparare” le mancanze del mercato estivo evidenziatesi nel corso del girone d’andata. O anche ad intervenire, semplicemente a causa d’infortuni verificatisi nei primi mesi di campionato. Oppure a fare operazioni finalizzate ad obiettivi di mero bilancio. O a fare circolazione di “pedine” solo perché qualcuno (ad es. procuratori) ci guadagna ad ogni “giro”. O, forse, pensando già ad impostare addirittura il campionato successivo… o le plusvalenze successive… o l’attività di “clinica” o di “centro svezzamento”, o… Etc., etc..
Insomma, i motivi per acquisire e/o “liberarsi” di calciatori si rivelano tanti e non sempre legati alle aspettative dei tifosi biancazzurri, sintetizzabili nel logico:
rafforzare la squadra e migliorare le prestazioni e i risultati sul campo.
E allora si vede di tutto, con conseguenti delusioni, perdita di credibilità, disaffezione, critiche, polemiche, “danni” alla squadra e impoverimento della rosa con allenatori chiamati a fare miracoli e “traditi” anch’essi rispetto ai bisogni evidenziati e alle promesse e dichiarazioni pubbliche.
E così, spesso, ci si ritrova con le
“meteore” di gennaio,
giocatori che arrivano e passano in breve tempo, senza lasciare il segno, se non un’altra delusione, un’ulteriore perdita di credibilità, un altro “tradimento”, nonché ulteriore disamore, disinteresse, allontanamento, distacco, indifferenza, disimpegno e raffreddamento (non meteorologico) del tifoso.
Nomi ce ne sarebbero tanti, ma citiamone uno per le similitudini con la situazione attuale…
Era l’anno de
“na punta e nu centrale”,
l’anno del “rotto” (come tanti facilmente scommettevamo) BAHEBECK (presto ribattezzato “Fracibeck”) e del “il mio idolo? io tra 10 anni” MANAJ… Mercato di gennaio 2017 come il mercato di gennaio 2020: serve l’attaccante, subito, “pronto”, non “rotto”, non “fracico”, non “vecchio”, non “ragazzino di belle speranze”. Insomma: niente scommesse.
Ce n’era uno che già il tifoso avrebbe gradito nell’estate 2016, per affrontare la serie A con Oddo… Ma si disse che volle restare in Toscana. Dichiarò “l’obiettivo di segnare con l’Empoli 12 gol nella stagione di serie A 2016/17” per tagliare lo storico traguardo delle 200 reti. Con gli azzurri firmò un contratto di un anno più opzione per il rinnovo fino al 2018! Una decisione, quella di trasferirsi ad Empoli, dettata da motivazioni extracalcistiche: a Firenze è di casa; lì ha anche aperto un ristorante.
“Una scelta di vita”.
Si vede che dall’estate 2016 al 9 gennaio 2017 era già passato un anno (!), chissà che il ragionamento che i tifosi non possono capire è che c’era stato un capodanno di mezzo!
Si vede pure che un anno di contratto in questo calcio vuole dire… “contratto a giornata”!
Si vede che il ristorante a Firenze aveva già un cuoco…
Si vede che le motivazioni extracalcistiche sono sempre molto forti in ognuno di noi con minimo senso morale…
Si vede che sentirsi “di casa” vuol dire “scapparne” al più presto….
Si vede che una “scelta di vita” dura appena un po’ meno di una vita…
Insomma: 9 gennaio 2017, il mercato di riparazione parte con il botto. Arriva nientepopodimeno che l’ex Campione del mondo 2006, vincitore di una UEFA Champions League, una Supercoppa UEFA e una Coppa del mondo per club FIFA!!!
Vero che noi tifosi avevamo dei seri dubbi su uno che aveva segnato nel girone d’andata solo un gol… ma speravamo che gli 11 mancanti li facesse tutti qui nel girone di ritorno.
Vero che sempre noi tifosi avevamo dei dubbi seri per certe voci che giravano sul suo fisico… Ma, ovviamente, noi tifosi siamo sempre in malafede, ignoranti, sospettosi, prevenuti, diffidenti, guardinghi, maldisposti, malevoli, ostili, scettici… brutta razza!
E MEMUSHAJ garantì per tutti, sia sul neo arrivo dall’Empoli che per un certo MUNTARI: “Hanno una voglia matta di lottare”. Aggiunse anche: “MANAJ? Sconfitta personale: non ha saputo gestire le troppe responsabilità”.
La storia (quella con la “s” minuscola) la conoscete: un certo Alberto da Empoli esordisce con noi il 15 gennaio 2017, nella partita persa 3-1 contro il Napoli allo Stadio San Paolo, ma solo 5 giorni dopo(!) viene
fermato da un problema al ginocchio (che sorpresa!); totalizzerà solamente altre 2 presenze con il Pescara.
I tifosi – soliti ingrati? – non ringrazieranno SEBASTIANI per aver risolto il problema di “na punta e nu…”.
W. RED ACTION

 

Lascia un commento

21 Comments

  1. nemicissim0 ha detto:

    Sebastiani’s January Market Show today in town! VENGHINO SIORI VENGHINO, l’elisir di serie B della premiata ditta SEBASTIANI è disponibile per tutti i veri tifosi!

  2. Insieme ad Alberto da Empoli arrivarono anche , Stendardo , Bovo ed il fortissimo Argentino/Uruguaiano Adriàn Andrès Cubas …
    Dov li truvet nu president che vi fa tutti ssi acquisti , ingrati sarcastic

  3. tusciabruzzese ha detto:

    vitabiancazzurra, una volta li calcolai e arrivai a un centinaio e più
    dash2

  4. vitabiancazzurra ha detto:

    Vogliamo parlare di Blasi Colucci Modesto Koldrup D’Agostino Bianchi Arce Terlizzi Sculli Sforzini Abbruscato Guana Boldor Rizzo Pogba (fratellino sfigato) Pesoli Da Silva Appelt Pires Milicevic Vukusic Sowe Coda Pepe.e ne scordo altri…ometto di nominare giocatori bravi sulla carta tipo Manay O Baebeck presi acerbi o rotti i quali non hanno colpa …anzi hanno avuto solo dei bravi procuratori

  5. pescarese1976 ha detto:

    Pardon esiliatofc friends

  6. pescarese1976 ha detto:

    Benvenuto a esilitatofc e buon 2020

  7. fdcpescara ha detto:

    Pescara hai ragione, i 2 giocatori erano sanissimi dal punto di vista fisico. Probabilmente non sono stati curati bene dallo staff medico

  8. Repoman ha detto:

    Gilardin e fracibeck er san com pescar e’ san di cocch rofl

  9. esiliatofc ha detto:

    Bahebeck in quel poco che giocò fece vedere buone cose. Fosse stato costante e non perseguitato dagli infortuni, un buon attaccante…

  10. pescara ha detto:

    Bahebeck non era rotto quando è arrivato. Neppure Gilardino lo era. Le visite mediche erano andate bene per tutti e due. E Gilardino aveva giocato in parecchie partite ad Empoli. Non si poteva prevedere. Su quel mercato, la società si era mossa con rapidità e per questo Gilardino era pronto e già in campo a metà gennaio

  11. draculone ha detto:

    Alex, ma gli rispondi pure laugh AUGURI

  12. pescarese1976 ha detto:

    Ops IMPOLPAMENTO in corsa mda

  13. pescarese1976 ha detto:

    Da duman iniziano OGGI LE COMICHE rofl

  14. alex74 ha detto:

    I famosissimi cervelli in figa…ops volevo scrivere fuga ahhahhahhaa

  15. Draculone, la moglie di Muntari sarà una bellissima donna, ma in Italia c’è molto di meglio, fidati curtsey . Sarà che voi maschietti avete paura di confrontarvi con donne che oltre all’aspetto fisico hanno anche un gran bel cervello cool

  16. Max1967 ha detto:

    Sci ma cmq la bunda l’ha gonbrada laugh

  17. Siori e siore, benvenuti al Teatrino Gilardino!!!! Dopo la gente non va più allo stadio. Per forza. Tutta una presa per il culo. Ma tanto a cullù gli conviene. Meno gente meno contestazione. MEGLIO LA RETROCESSIONE CHE QUESTO CAPOSTAZIONE. VATTENEVIADALPESCARA

  18. biancazzurri ha detto:

    il mio idolo? io tra 10 anni…… rofl dash dash2 punish fool anforgettebol bad

  19. tusciabruzzese ha detto:

    Cast, Draculone segue la scia dei grandi allenatori “Profetici” secret pescaresi che si sono dedicati tanto ad allenare fuori campo le mogli dei calciatori come i mariti sul terreno di gioco
    sarcastic

  20. Cast_biancazzurro ha detto:

    Buongiorno e buon anno a tutti voi, che sia un anno ricco di soddisfazioni personali e sportive….Draculone scusa ma tu in quanto mister dovresti avere occhi solo per i calciatori rofl

  21. draculone ha detto:

    Muntari na cosa buona l’aveva, il “topone di moglie”