ZAURI O MEMUSHAJ? “CHI VOLETE”? E LA FORMAZIONE CONTRO I “MUSSI” CLIVENSI…
28/12/2019
Sperimentazione VAR in B dalla 1a di ritorno
28/12/2019

I duelli storici di 40mila.it del 28/12/2019: QUANDO? CHI? QUALE? CHE?

QUANDO? A che anno si riferiscono le foto dei due calciatori in copertina?
CHI ci allenava?
QUAL E’ l’altra squadra?
CHE giornata era quella in cui si affrontarono a Pescara?

Allora, vediamo un po’…
Serie B 1996/97, 9a giornata: domenica 3 novembre 1996. Allo stadio Adriatico, arbitrava Dagnello di Trieste.
La nostra formazione: De Sanctis, Mezzanotti, Chionna, Zanutta, Colonnello, Gelsi, Terracenere, Sullo, Palladini, Greco, Giampaolo.
Chi ci allenava? Delio Rossi.

E loro chi sono? Ovviamente, il Chievo, con: Gianello, Moretto, D’angelo, Zamboni, Lanna, Nardi, Melosi, Fiore, Melis, Cerbone, Cossato. Allenatore: Alberto Malesani.
Risultato finale? 2 a 1. Reti: 33′ Giampaolo, 36′ Cerbone (nella foto), 62′ Palladini.

Come finirà quella stagione? Il Pescara concluderà il campionato al sesto posto con 54 punti, ben lontano dal quarto posto del Bari a 62 punti valido per la promozione in A (insieme a Brescia, Empoli e Lecce). Retrocedono Cosenza, Cesena, Palermo e Cremonese.

Capocannoniere con 24 gol Dionigi (Reggina); seguono con reti 20 Bellucci (Venezia) e proprio Cerbone (Chievo). A 16 si ferma “Re” Federico Giampaolo, uguagliato da Paci (Lucchese) e Saurini (Palermo).

Impossibile dimenticare in quella stagione la prima apparizione in serie B del Castel di Sangro, che si salvò con 44 punti, davanti al Cosenza. Per il Castello, oltre alla gioia della salvezza, va ricordata purtroppo la tragedia accaduta nello stesso anno, a circa un mese dal match di copertina: esattamente il 10 Dicembre 1996, due giocatori della squadra abruzzese vennero a mancare in un tragico incidente stradale: Danilo Di Vincenzo, 28 anni (ex Bomber del Giulianova) e Filippo Biondi, 19 anni (che veniva dalla Pistoiese). A loro è dedicata quella salvezza e una statua posata all’ingresso dello stadio Patini. Ogni anno, a Castel di Sangro, quel 10 dicembre viene ricordato con la celebrazione di una messa in suffragio.

CILLON

P.S.: nel ringraziare l’utente CILLON per averci inviato il suo contributo, cogliamo l’occasione per ricordare a tutti gli utenti che sono benvenute proposte di articoli. A tal fine, è possibile utilizzare la mail di contatto info@40mila.it (anche raggiungibile dal link nel menù principale in alto).

 

Lascia un commento

4 Comments

  1. Buongiorno
    Che emozione rivedere Re Federico in azione , e poi la serie B era tostissima , se andiamo a vedere gli attaccanti e la classifica cannoieri di quel periodo viene la pelle d’oca

  2. Si tuscia , rimasi sconvolto , cosí giovani.
    Tornavano in macchina dalla toscana , Di Vincenzo aveva la ragazza a Firenze e Biondi era di vicino Firenze .
    Avevano approfittato per fare il viaggio insieme 😥

  3. tusciabruzzese ha detto:

    Indimenticabile la notizia di Di Vincenzo e Biondi
    cry

  4. antateavanti ha detto:

    Grande Federico Giampaolo …unico neo che non scordo è una partita ad Avellino dove si mangiò in maniera pazzesca almeno 5 gol di cui 2 a porta vuota (1 tiro prese la traversa e 1 andò in curva) Da uno come lui mai me lo sarei aspettato ….forse giocò con le coliche, chissà.