PERUGIA-PESCARA 3-1: I 99 MINUTI!
01/12/2019
I BIANCAZZURRI PRENDONO I VOTI
02/12/2019

LE INTERVISTE DEL DOPO PERUGIA-PESCARA

“Peggiore di un’assenza è una presenza distratta” –

ZAURI:
“il 3 a 1 non rispecchia sicuramente l’andamento della gara e abbiamo pagato degli errori ma quando si perde bisogna fare dell’autocritica perché in tanti episodi ci abbiamo messo noi un qualcosa, purtroppo. Come a Castellammare, il Perugia ci ha aspettato per poi ripartire. Purtroppo quando proponi calcio tante volte vai davanti alla porta e fai goal, ma quest’oggi ci siamo arrivati tante volte senza segnare. Naturalmente quando giochi alto devi stare più attento quando gli altri ripartono. Non dirò mai ai miei di stare basso ma di stare più attenti ‘si’. Avevamo di fronte giocatori molto bravi in avanti e qualche errore l’abbiamo commesso. GALANO ha commesso un errore a inizio gara ma non gli posso rimproverare nulla perché lui di solito con le sue giocate ce le fa vincere le partite. La sua prestazione come tutti gli altri, l’ha fatta. Gli episodi cambiano le partite e oggi ci è andata male. Mi dispiace per gli errori individuali soprattutto in occasione delle ripartenze altrui, ma non mi va di condannare nessuno. Ci rifaremo dalla prossima”.

SCOGNAMIGLIO:
“gli episodi fanno la differenza se avessimo fatto gol prima con GALANO magari parlavamo di un’altra partita; però questo non vuol dire niente. Dobbiamo stare più attenti, dobbiamo avere più equilibrio. Sembra di rivedere un po’ la nostra squadra di 2-3 partite fa, anche se  comunque la squadra ha cercato sempre di giocare con palla a terra e di mettere in difficoltà il Perugia. E secondo me ci siamo anche riusciti: il pallino del gioco ce l’avevamo in mano noi. Dobbiamo capire che quando perdiamo palla poi c’è da rimboccarsi le maniche correndo indietro, perché se la perdi a 70 metri dalla tua porta è normale che la squadra avversaria riparta. Devi essere bravo poi a chiudere gli spazi. Quindi, secondo me, dobbiamo trovare equilibrio in questo”.

MACHIN:
“loro venivano da una sconfitta pesante a Pordenone; quindi, ci hanno messo qualcosina in più sotto l’aspetto della cattiveria. Hanno contrastato di più; quindi, sicuramente erano un po’ più incazzati di noi. Noi non siamo stati bravi a gestire questo momento perché sapevamo che andavamo su un campo di una squadra forte, che magari stava attraversando un momento di difficoltà, e potevamo portare la partita dalla parte nostra. Se GALANO avesse fatto subito gol, magari questa cosa sarebbe successa. Però non è stato così e oggi siamo a raccontare che abbiamo perso 3-1 a Perugia. Purtroppo, siamo anche stati sfortunati: loro hanno approfittato delle loro chance e alla fine andiamo a casa senza punti. Pensiamo subito alla prossima partita e cerchiamo di rifarci. Se non sbaglio, nel primo tempo loro sono arrivati due volte in area e hanno fatto due gol; noi invece abbiamo fatto la partita per tutti i novanta minuti e alla fine abbiamo perso. Nel calcio la differenza la fanno i gol. In altre partite, abbiamo fatto tanto palleggio ma anche tanti gol. Quindi, dobbiamo cercare di trovare la maniera di tornare a fare gol come prima e vincere le partite. MANIERO, BRUNORI  e BORRELLI danno tutto e sono giocatori forti: sono sicuro che se trovano l’episodio giusto potranno dare una grande mano. Nel calcio di oggi le squadre ti studiano, ti guardano e forse hanno capito il modo di farci male”.

ODDO (allenatore del Perugia):
“il Pescara è una squadra che ha grande qualità. Io credo, che per quanto mi riguarda, è la miglior squadra che ho visto fino a questo momento in termini di qualità dei giocatori. E’ stata una partita equilibrata: poi, il risultato lascia il tempo che trova. Oggi direi che siamo stati bravi nell’unione e compattezza. Siamo stati bravi nel ripartire; abbiamo sfruttato bene le nostre occasioni. Dal punto di vista mentale abbiamo fatto una partita giusta. Capita che fai 15 tiri in porta e non fai neanche un gol. Però, il calcio è fatto anche di queste cose. Le squadre devono saper fare un po’ tutto, perché poi ogni partita è una storia a sé. Puoi trovare squadre forti davanti, che ti schiacciano, che hanno qualità, come il Pescara: soprattutto nei due trequartisti. E li ci sono momenti in cui una squadra deve sapere anche soffrire, essere cinica po’ nel ripartire. Voi mi conoscete: io non ho peli sulla lingua; vi dico sempre la verità: non l’ho preparata così. Noi l’abbiamo preparata per provare ad andare a prendere il Pescara in avanti. Loro sono stati bravi a palleggiare: non riuscivamo ad andare a prenderli avanti. Però, al tempo stesso, abbiamo preparato la partita sapendo che il Pescara si sarebbe potuto mettere nella nostra metà campo; e in quei momenti noi avremmo dovuto essere assolutamente ordinati in campo. E’ quello che abbiamo fatto. Abbiamo concesso magari qualche triangolazione di troppo ai loro giocatori davanti, ma poi comunque siamo stati sempre abbastanza ordinati e compatti, perché serve anche questo. Faccio i complimenti a Luciano [ZAURI], perché non sono un’ipocrita: credo veramente, per quello che ha dimostrato il Pescara stasera, che sia la miglior squadra che ho visto fino a questo momento. Quantomeno per la qualità delle giocate dei suoi giocatori. Per me incontrare il Pescara è sempre un’emozione. Io credo di poter dire senza patemi d’animo che

l’emozione più grande della mia vita non l’ho vissuta ad Atene, non l’ho vissuta a Berlino, ma l’ho vissuta a Pescara”.

Highlights del match

40mila.it

Lascia un commento

17 Comments

  1. pescarese1976 ha detto:

    Caro Zauri si proprio nu di di copp quand la briscola è denari…ma si po sape’ chi sto a fa sopr a sa panchina vist che non decidi niente? rofl

  2. Seccia Impavida ha detto:

    Già come scritto altre volte , questa squadra ogni volta che dovrebbe fare un qualcosa di importante fà e ci fà fare figure di M….

  3. Max1967 ha detto:

    ricordatevi che la settimana inizia sempre con un bel SEBASTIANI VATTENE!

  4. draculone ha detto:

    PESCARA È UNA PIAZZA CHE NON HA APPEAL, infatti c’ha preso il premio valorizzazione rofl

  5. tusciabruzzese ha detto:

    Vita … e mentre si “vivacchia” a livello di risultati calcistici si fanno soldi privatamente. Quest’è. Tutto il resto è lasciato al c…aso

  6. vitabiancazzurra ha detto:

    Tuscia per me Ciofani è una delusione totale dove gioca gioca….allora punta su questo Zappa che ha corsa è di proprietà sbaglierà certo ma è un prospetto interessante…..
    Comunque riflettevo che c’è totale abulia nell’ambiente e non è una novità ….senza nerbo senza obbiettivo fare campionati mediocri aspettando giugno e prima ancora i mercati di svendita di gennaio e agosto …un tifoso con quale spirito quale entusiasmo dovrebbe seguire la squadra con che obbiettivo quello di salvare la B….Noi nn siamo abituati a vivacchiare noi vogliamo sognare ….come dice il nick di un altro utente : antateavanti e kaxxx aggiungo ! Rivoglio i due campionati fatti con Ivo Iaconi anche se in lega pro,pensa un po’, tolta la stella cometa zemaniana e il Lapadula Moment in quegli anni mi sono divertito troppo….

  7. 433offensivo ha detto:

    A me preoccupa la classifica molto corta. Perdere 2/3 partite di fila significa ritrovarsi in piena zona retrocessione….e quando ti trovi immischiato in quelle zone comincia a subentrare nervosismo, insicurezza, paura. Purtroppo a questa squadra manca continuità perchè non è che siamo scarsi…non vinci col Benevento , ad Empoli per caso….

  8. tusciabruzzese ha detto:

    L’inesperienza di Borrelli e Bettella e la parziale inadeguatezza di Ciofani e Masciangelo a questi livelli hanno fatto danni ieri. Poi, ancora ancora Ciofani è presentabile come esterno del centrocampo a 5, ma come terzino arretrato della linea a 4 non ce la fa proprio

  9. Disamina perfetta da parte del mister, questa volta la buona sorte ci ha girato le spalle ma ci rifaremo sabato

  10. AppressAluPscar ha detto:

    Draculó tranquillo. È pure un problema mio, quello di non capire che dice il Mister. Se all’inizio dicevo che l’inesperienza non è una colpa, adesso sta cominciando a infastidirmi sul serio.

  11. draculone ha detto:

    Si ma in campo ci vanno loro, quindi meno chiacchiere e più fatti

  12. ilfigliodel36 ha detto:

    Sembra che tutti hanno voluto dire che bisogna stare più attenti in campo

  13. pescara ha detto:

    Il Mister deve tenere più alta l’attenzione dei giocatori. Troppe leggerezze. Ci vuole un clima più tosto

  14. Max1967 ha detto:

    La cosa più importante l’ha detta Scognamiglio…si devono rimboccare le maniche e correre di più per coprire

  15. draculone ha detto:

    A parte il fatto che quando rilascia interviste faccio fatica a capire il senso di quello che dice (ma questo sarà un problema mio), ma Zauri dalla panchina che partite vede? dash

  16. AppressAluPscar ha detto:

    “Ci rifaremo alla prossima”. Eh già, alla prossima probabilmante batteremo il Venezia, e il mister sarà ancora saldamente in sella. E così, mediocremente, andremo avanti senza infamia e senza lode. Emozioni zero, ambizioni zero. Buon riposo, e poi tutti al mare.

  17. Repoman ha detto:

    Come mai Cullu’ na fatt l’intervista? Vulev avvide’ se vinciavam coma abbuttev lu pett cool