Pescara: le donne al terzo posto… meglio dei maschi!
16/11/2019
QUEL PESCARA-CREMONESE IN CUI I “RAGAZZI TERRIBILI”… PRESERO LA MATURITA’
17/11/2019

LA SETTIMANA DEI BIANCAZZURRI E LE “ULTIME PAROLE FAMOSE”

Gennaro Scognamiglio

Confermato ad Empoli il buon momento di forma della squadra, la sosta di campionato può consentire alla compagine di ZAURI di recuperare a pieno alcuni dei calciatori acciaccati e di affinare in allenamento gli automatismi necessari alle novità tattiche introdotte nelle ultime settimane. Per contro, occorrerà mantenere alto il livello di impegno nervoso e concentrazione ed evitare – in questa fase propizia – cali di tensione dovuti alla prolungata assenza di impegni ufficiali.

In settimana, i biancazzurri hanno parlato del positivo periodo, sia personale che della squadra.

SCOGNAMIGLIO:
“Dopo queste due prestazioni con due risultati positivi sicuramente si lavora meglio, si sta un po’ più sereni tutti. Ci tenevamo anche noi a dare continuità ai risultati. Siamo contenti che dopo la partita col Pisa in casa siamo riusciti ad andare su un campo difficile come quello di Empoli, fare una prestazione importante e portare a casa i tre punti. Abbiamo dato seguito al gioco che si è visto già qui in casa a Pescara, siamo riusciti a imporlo anche lì ad Empoli, cosa che non era facile perché affrontavamo una squadra forte, costruita per vincere il campionato. Ma noi ce l’abbiamo messa tutta e abbiamo fatto veramente una grande partita”.
L’esonero di Bucchi sulla coscienza? “Questo fa parte del calcio: sicuramente dispiace, però noi dobbiamo guardare in casa nostra”.
La posizione di MACHIN ha agevolato la fase difensiva? “Sicuramente queste due volte abbiamo trovato un po’ più d’equilibrio: adesso non so se sia per la posizione di Machin o meno, ma se devo guardare a queste due ultime partite, sicuramente un po’ di equilibrio in più l’abbiamo trovato. E si vede, perché comunque abbiamo affrontato due squadre come Pisa ed Empoli e secondo me non abbiamo rischiato tantissimo: la difficoltà era un pò quella di trovare qualche equilibrio, e in questo momento ci stiamo riuscendo. Speriamo di continuare perché questa secondo me è la strada giusta”.
SEBASTIANI ha parlato di vittoria per…2-0, data l’irregolarità del gol empolese: “sul gol dell’Empoli anche PALMIERO è andato subito dal guardalinee perché ci siamo accorti che lui (l’attaccante, NDR) era più avanti. Dispiace perché se il primo tempo si chiudeva sul 2-0, magari nel secondo tempo poteva essere un’altra partita. Quel gol un po’ ci ha tagliato le gambe: abbiamo sofferto un po’ nel secondo tempo, ma senza comunque concedere tantissimo una squadra forte.
La classifica, adesso, secondo me non bisogna guardarla perché siamo ancora agli inizi, siamo a novembre. Secondo me la classifica bisogna vederla ad aprile. Quindi adesso si, fa piacere stare lassù, però non gli diamo troppa importanza. Sicuramente lottare per i piani alti è bello, stare lassù è bello, però il campionato è lungo.
Un mio gol? Se il Pescara vince senza i gol di Scognamiglio va bene uguale. Speriamo il prima possibile perché fa sempre piacere, magari con la Cremonese, mai dire mai…”.

BRUNORI SANDRI:
C’è entusiasmo come è giusto che sia, anche perché dovevamo dare continuità ai risultati dopo la vittoria in casa e questo è avvenuto: quindi siamo contenti. Ora abbiamo una settimana di pausa e lavoriamo per la prossima.
Spero, dopo la prestazione personale ad Empoli, di ‘essere tornato’: ci vuole continuità e sono contento che sono entrato bene. L’assist a CRECCO? Luca forse ci è arrivato un po’ stanco, ma l’importante era far risultato e l’abbiamo fatto”.
Un blackout tra l’assist a GALANO per il gol di Ascoli e la partita di Empoli? “E’ successo solo che c’è il mister che fa delle scelte, come è giusto che sia: è stato cambiato anche modo di giocare. Io mi alleno per giocare, poi è normale che il mister fa delle scelte e si accettano: quando mi chiamerà in causa cercherò di farmi trovare pronto.
Il modulo per esaltarmi? Ad Arezzo giocavamo col trequartista e le due punte, quindi avevo sempre un giocatore vicino alle mie spalle. Sicuramente, adesso, il modulo 4-3-3 è diverso, però cerco di fare quello che mi chiede il mister. E’ un modulo dove devi giocare tanto per la squadra di sponda: cerco di farlo. Le mie caratteristiche sono quelle di attaccare la profondità quando c’è la ‘palla libera’ e anche con questo modulo lo posso fare. Devo trovare il tempo giusto”.
Il futuro tra Parma e Pescara? “Io a Pescara sto sto bene, poi è normale che la Società faccia di me quello che vuole: sicuramente io darò il massimo finché sono un giocatore del Pescara. Il mio futuro non lo so. Per adesso penso al Pescara perché sto veramente bene”.

BOCCHETTI (Direttore Sportivo):
“Posso dare un giudizio di grande crescita. Abbiamo tanti giocatori nuovi, un mister e metodi di lavoro nuovi: i risultati si vedono alla distanza e noi su questo eravamo tranquilli. Anzi, siamo felici di aver insistito sulla squadra e sull’allenatore, anche se ovviamente tutto dipende molto dal lavoro settimanale”.
“La sosta, certo, avremmo preferito non averla visto il momento che stavamo vivendo; ma ci permette di recuperare alcuni giocatori come FIORILLO e far rifiatare quelli che hanno speso di più: abbiamo una rosa ampia, è vero, ma purtroppo siamo stati anche falcidiati dagli infortuni. Per sopperire alle partenze di MANCUSO e BRUGMAN abbiamo preso due talenti come TUMMINELLO e PALMIERO, che nel loro migliore momento si sono infortunati. E abbiamo perso anche BALZANO, leader carismatico oltre che grande giocatore: non cerchiamo alibi, ma questi sono fattori che incidono, specie se colpiscono i calciatori che si stanno esprimendo meglio”.
Sull’arrivo di Charpentier dall’Avellino? “Come Pescara, avendone valorizzati molti, ci siamo ritagliati una fetta importante nel mercato dei giovani, puntiamo su di loro. Ma con Charpentier e il suo entourage non ci sono stati contatti o cene; e neppure con l’Avellino.
Abbiamo elementi di valore come BORRELLI e BRUNORI SANDRI; c’è MANIERO: continuare a dire che vogliamo un attaccante è scocciante, anche per rispetto di tutti questi ragazzi che stanno facendo bene e si impegnano più del 100%. Prima di parlare di mercato dobbiamo essere concentrati sull”ora’ e vedere come arriveremo alla fine del girone di andata. Abbiamo un bellissimo gruppo, ragazzi volenterosi. Mancando TUMMINELLO può starci che escano rumors sul nostro reparto offensivo, ma siamo soddisfatti di chi abbiamo: e vogliamo siano rispettati”.
Ibrahimovic? “Non posso smentire un interesse per lui. Ma c’è anche Cristiano Ronaldo, può giocare come prima punta…”

40MILA.IT


Lascia un commento

30 Comments

  1. Buongiorno e buona domenica a tutti…
    Alla figlia di Caldora gli squali l’hanno fatta fuori subito

  2. germanodacuneo ha detto:

    Bel ricordo di Caldora, ma si comportava da finto “scemo” perché sapeva dove voleva arrivare: farsi benvolere e apprezzare da tutti quelli di cui si circondava e… non è poco. Io avrei preferito la figlia in toto. Buona domenica.

  3. antateavanti ha detto:

    Pescara trovo condivisibile il tuo punto di vista….ma solo al 70%.
    Lo so che nella vita nessuno escluso dal mendicante al manager mettono al rimo posto il dio denaro, ma permettimi di dire che se non ci metti un minimo di passione di cuore di spontaneo trasporto specie nello sport, prima o poi fallirai nei tuoi progetti.
    Guarda ad esempio Moratti spinto dall’amore viscerale per l’Inter del suo papà che ha speso durante la sua gestione quasi un miliardo di euro, ma alla fine ha vinto il famosissimo triplete e vorrei vedere pure….(mettendosi contro anche i suoi fratelli per aver sperperato una fortuna solo in parte rientrata….) Qua il nostro ragioniere fatte le debite proporzioni incassa 10 investe 1 ….finché dura….

  4. pescara ha detto:

    antateavanti, proprio simpatico il tuo ricordo di Caldora. Però credo che gli altri intorno a lui e che tu hai ricordato (Taraborrelli, Di Properzio, De Cecco, Marinelli) fossero giustamente preoccupati dei pericoli del suo modo un po’ troppo improvvisato di sbilanciarsi finanziariamente nel gestire la società a quel tempo. E mentre Caldora cercava forse soprattutto di apparire pubblicamente, il che gli dava un gusto sano di essere un protagonista e lo riscattava da un giudizio diffuso di parvenu, gli altri stessero lì molto più per innanzitutto non rimetterci e semmai trovare il modo di guadagnarci

  5. Antateavanti , magari ad avercelo oggi un personaggio carismatico come Caldora

  6. Effettivamente l’idea dei soli calzettoni è interessante sarcastic

  7. antateavanti ha detto:

    Bella Tipa Ilary…dopo la t la vocale è sbagliata 😁

  8. tusciabruzzese ha detto:

    Speriamo che posta la moglie con i calzettoni biancazzurri… e basta

  9. draculone ha detto:

    Domani Mucciante posta Totti con la maglia biancazzurra dash

  10. Ho saputo da un’amico che oggi al centro di Pescara passeggiavano Totti e la moglie

  11. Grande caldora , io pensavo che invece era sua la storia della malgama

  12. johnny blade ha detto:

    A posctissimo.

  13. antateavanti ha detto:

    Cillon mi hai fatto tornare in mente il mitico presidente Caldora che io conoscevo bene di persona per motivi extra calcio ….un personaggio genuino che amava davvero Pescara ma troppo ingenuo a fidarsi in mezzo agli squaletti invidiosi dell’epoca…i Tarabborreli i Di Properzio I De Cecco e Marinelli sopratutto….
    Di lui voglio ricordare degli episodi trovo simpatici, intanto era un istintivo in tutte le cose anche da costruttore, la sua attività si buttava con entusiasmo e ottimismo, memorabile il suo giro di campo a Bologna nello spareggio del 77 che suscitò grande fastidio agli altri dirigenti oscurati dalla sua popolarità . Negli spogliatoio in festa del Dall’Ara lui che fece ? Si mise a staccare gli assegni del premio promozione consegnandoli uno ad uno nelle mani dei giocatori …gesto spontaneo e di slancio ma anche ciò non fu visto di buon occhio dagli altri in società ….Proverbiali le sue uscite dovute alla scarsa istruzione ma anche ad un impulsività che lo rendevano troppo simpatico….(intanto ti dico che la storia dell’Amalgama appartiene a Massimino ex presidente del Catania e non a Caldora….) Ricordo alcune espressioni esilaranti del nostro primo presidente della A, ad esempio quando entrò in un bar dei colli e vedendo il poster della squadra esclamò meravigliato, ma chi è questo “accosciati” hanno preso un giocatore a mia insaputa ? Oppure di quando a Bergamo arrivò in tribuna il secondo tempo perché non trovava l’uscita Atalanta sull’autostrada o ancora di quando in un Taranto Pescara intervistato a fine partita disse una delle frasi più conosciute e pazzesche ( questa l’ho sentita pure io in prima persona) e cioè alla correzione del giornalista che gli faceva notare che era corretto dire Siamo Stati invece di Abbiamo Stati, lui gli replico ah giusto siete venuti pure voi…😂😂😂, qualcuna di queste uscite esilaranti forse sarà stata anche ingigantita ad arte ma ci sono stati sempre dei testimoni a confermare il tutto, come quella volta che disse assistendo agli allenamenti e alla richiesta di comprare i guanti a Piloni il portiere lui disse, No mi spiace niente ingiustizie i guanti a tutti o a nessuno ….🤣🤣🤣

  14. Stappost allor😄

  15. johnny blade ha detto:

    M ha dett “tutt a posct. Nromb.”

  16. 😂😂😂😂 chi t’ha dett

  17. johnny blade ha detto:

    pescarèee1976 non le ho ste corna (mo chiedo a miss blade per sicurezza )..il copia incolla non va..
    Chissiccis..

  18. biancazzurri ha detto:

    Auà, Bocchè, a gennaio ci vò na punte e nu centrale laugh Dico serio, Scogna tè na certa età. Campagnaro à chiuse, Carciofani ngi sa fa. Nzi’ po’ fa solo con Drudi come riserva. Lo capisco pure ji che so rmast a lu 4+3+3

  19. Come disse caldora , se serve la malgama la compriamo

  20. draculone ha detto:

    Brunori effettivamente è rimasto al 433 dash

  21. biancazzurri ha detto:

    Mo su carpentiere chi è? Ngi sta la malgama ma ci metteme la calce! laugh

  22. pescara ha detto:

    Brunori si deve essere intrecciato un po’ con le parole a proposito del modulo

  23. Per la punda sctate sereni , uommini di poca fede

  24. tusciabruzzese ha detto:

    Ma Zauri glielo ha detto a Brunori che non giochiamo più con il 4-3-3?
    sad

  25. tusciabruzzese ha detto:

    Il campionato scorso a gennaio ci voleva una punta per andare in A. Quest’anno a gennaio ci rivuole una punta per andare in A: Bocchetti, “già sai” che “la Società mi ha promesso un attaccante e quindi sono sicuro che lo prenderà”
    punish

  26. pescarese1976 ha detto:

    Johnny ma ncora nghi se corna che non compaiono? Cia’ sand sul tuo cell ci mi sta a go go 🤘🤘🤘🤘🤘🤘 fa copia e in colla sul mio et voilà laugh

  27. johnny blade ha detto:

    Draculóooo qui le corna non mi compaiono.

  28. draculone ha detto:

    Germano adesso ho visto le foto COMPLIMENTONI good

  29. draculone ha detto:

    Non c’è due senza tre ( corna… Johnny dillo pure a me dove le hai trovate, perché se non ci aiutiamo tra vecchietti è la fine rofl )