Pescara in formato ripresa, Benevento cooperativa del gol
09/10/2019
Godiamoci il presente! Cioè… “Lu dialett a lu stadie”
10/10/2019

ANALISI TECNICO-TATTICA – 7° ep. [Ascoli]: IL 3-5-2 E GLI INTERNI DI CENTROCAMPO

Spogliatoio post-Ascoli: la "compattezza" è la chiave della vittoria!

Ampiamente annunciato il passaggio alla difesa a 3 e al centrocampo a 5. Tanto netto dev’essere stato il dettato tattico sul compitino da fare che i nostri già prima del fischio d’inizio si sono piazzati scolasticamente – così da non sbagliarsi – con il 3-5-2:

Una piccola curiosità: per i 2 avanti, chi a destra e chi a sinistra? Sembrava logico GALANO a destra, ovvia eredità delle posizioni che i 2 avevano nel 4-3-3. E infatti si parte così, ma in realtà i 2 si scambieranno spesso:

    

A proposito del duo d’attacco: è un 3-5-2 o un 3-5-1-1? Beh, dipende: in fase d’iniziale impostazione avversaria, BRUNORI e GALANO sono in linea; quindi, sarebbe 3-5-2. Però, quando poi siamo più schiacciati a ridosso della nostra area, BRUNORI resta più avanti di GALANO, con il primo pronto a ricevere il rilancio di quest’ultimo o di un altro compagno; invece, GALANO darà maggiore supporto alla fase iniziale della ripartenza ricevendo la palla più corta, da un compagno più vicino.

Detto del duo d’attacco e considerando abbastanza nitida – e con poco da commentare – la disposizione a 3 in linea della difesa, la curiosità restante riguarda il centrocampo, particolarmente il ruolo degli interni di centrocampo MACHIN e BUSELLATO.

Intanto, è da notare il costante inserimento degli interni di centrocampo in fase d’attacco, andando ad aggiungersi a BRUNORI e GALANO e così formando una linea avanzata a 4, come si vede nella sequenza delle 2 foto seguenti:

Di fatto, quando possibile, i biancazzurri finivano con il ritrovarsi con un 3-3-4 in fase d’attacco. Qui MASCIANGELO la crosserà a BUSELLATO all’estrema destra, cambiando totalmente fronte (… forse avrebbe potuto fare l’assist per MACHIN a sinistra):

Inoltre, sempre a riguardo degli interni di centrocampo, è interessante notare che, sull’impostazione dei difensori avversari, a turno BUSELLATO (a destra)…

… e MACHIN (a sinistra) vanno a dare manforte a disturbare la circolazione di palla del reparto arretrato ascolano, avanzando sulla linea del nostro duo d’attacco e così formando una linea di avanti a 3 e uno schieramento d’insieme 3-4-3:

Chiaro che, a titolo precauzionale, l’interno di centrocampo (BUSELLATO in basso a sinistra nell’immagine seguente) non “sale” se deve restare a protezione della fascia (in questo caso quella destra) sulla quale è invece l’esterno difensivo (qui CIOFANI, in basso a destra nell’immagine) ad essersi già “proiettato” a fare l’ala:

Quelli sopra sono già vari esempi di come giocare “di squadra”, coprendosi e aiutandosi l’un con l’altro: la famigerata compattezza, decisiva ad Ascoli (e atteggiamento mancato contro il Crotone). Lo si vede però ancor più nell’essere vicini al compagno da aiutare, restando corti e dandogli sempre una chance di “scaricare” la palla se sotto pressione. Qui di seguito si vede BUSELLATO pressato da un avversario, comunque già con la difesa del Pescara abbastanza “alta” e vicina alle sue spalle per eventualmente supportarlo, che in aggiunta ha anche due possibilità di “scarico” in avanti nei vicini MEMUSHAJ (che infatti la riceverà) e MACHIN:

Per inciso, guardate dove già si trova MASCIANGELO (in alto a destra nelle ultime 2 foto) a confermare il centrocampo a 5.

Nel complesso, un 3-5-2 già con un minimo di fluidezza, soluzioni e varianti. E’ chiaro che, come detto da ZAURI a fine partita, ora c’è la pausa che aiuterà a migliorarlo, soprattutto sviluppando automatismi che velocizzino la sua interpretazione.

Al di là del modulo, tuttavia, rimangono decisivi due fattori e cioè che:

  1. l’atteggiamento dei giocatori in campo sia quello di Ascoli: compatti, vicini, attenti per i 99 minuti;
  2. ZAURI dia un taglio al turnover dei titolari, per consentire continuità ad un undici di base. A proposito, va bene il rientro di PALMIERO nel ruolo di MEMUSHAJ e lo spostamento di quest’ultimo al posto di uno degli interni di centrocampo… ma nulla più! E con buona pace della valorizzazione di DI GRAZIA, CISCO, BOCIC e VITTURINI (mentre ZAPPA sarà alternabile a CIOFANI e BETTELLA a uno del trio difensivo).

W. RED ACTION

Link alla precedente analisi tecnico-tattica

Lascia un commento

65 Comments

  1. biancazzurri ha detto:

    Draculo’, le so lette! Ma ti pare che addavere si sa già che a giugno Bettella se lo compra il Pescara quanne ancora nzi sa se joche bone o joche male, se sta bene e se si fa male, se vale 2 lupini o 400 bottiglie di sciampàgne?. Ma cirte giurnaliste, pure di scrive caccheccose un giorno sì e l’altro pure, fanno 2 righe su qualunque cosa! ma nin si virgognene? blush

  2. nemicissim0 ha detto:

    Concordo con Antateavanti sulla vicenda Sansovini: anch’io credo che la volontà del giocatore abbia avuto un ruolo nel “divorzio”. In definitiva, un giocatore più che maturo che riceve una offerta molto allettante da una società sulla carta ambiziosa come lo Spezia di quel periodo, giustamente e comprensibilmente la accetta. E questo di fronte alla prospettiva di fare panchina in serie A (nessuno – nè lui, nè noi, nè credo la Società, che era partita con idee diverse, poteva immaginare che ci saremmo ritrovati con Abbruscato…). Col senno di poi, sarebbe stato centomila volte meglio di Abbruscato, ma nel momento in cui fu ceduto, la scelta poteva anche essere comprensibile. Anche tenuto conto dei costi necessari a farlo restare (appunto, almeno 300mila cocuzze l’anno, oggettivamente un pò troppe).

  3. Max1967 ha detto:

    Draculò vai ancora appresso a sti lacchè…..

  4. draculone ha detto:

    Per non parlare dei portali pescaresi che per riempire le pagine, parlano di un” nuovo triangolo Inter-Atalanta-Pescara ” per Bettella dash

  5. antateavanti ha detto:

    Per Sansovini provo riconoscenza e affetto da tifoso per i tanti gol alcuni dei quali memorabili …ne menziono alcuni per pregevolezza tecnica e per importanza in quel preciso momento A Verona A Gubbio, in casa col Varese l’anno di Zeman …roba che se lo faceva in A dybala ci riempivano i giornali 3 giorni…col Catania in casa. Sulla sua non riconferma in A nel 2102/13 però credo che la responsabilità societaria sia da condividere anche con la volontà del giocatore per quello che si e’ intuito ed è trapelato…infatti lo Spezia lo stimolava con un triennale da 300 mila euro mi sembra, e da titolare seppure in B e comunque non piu giovanissimo… mentre il nostro recchie di gomma insieme al suo datore di lavoro erano impegnati a scovare i gioielli tipo Abbruscato…non potevano promettergli nulla se non un posto ai margini della rosa che lui orgogliosamente ha rifiutato…e ha fatto bene….Sono convinto in A avrebbe fatto discretamente bene …ma non ci voleva molto visti gli attaccanti del Virtus Brancaleone

  6. draculone ha detto:

    “CIATTE’ D’ORO” a Marinelli. Definito da Masci ” PUNTA DI DIAMANTE ED ISTITUZIONE DELLA CITTÀ” rtfm

  7. draculone ha detto:

    ILLUMINACI, 1936. Provo ad immaginare, per te è un incapace sia come imprenditore, perché non ha chiuso tutte le sue attività come qualcuno , e soprattutto come presidente, perché ci ha rimesso i SUOI SOLDI, senza fare plusvalenze. VERO 1936?

  8. 1936 ha detto:

    Ma che ne sapete voi di Scibilia….avete solo la fissa di cullù. Pensate a tifare.

  9. draculone ha detto:

    1936, se la maglia che tu nomini potesse parlare dash . Si è dovuta far indossare da gente come Caraglio, Appelt Pires, Muntari, Sculli ( capitano) e tanti altri. Per fortuna che c’è stato il ” commendatore” che di contro l’ha messa addosso a gente come Pagano, Dunga, Junior, Baka, e tanti altri, TUTTI DI PROPRIETÀ, senza diritti televisivi e paracaduti

  10. Bhe certo …
    Vi ricordo che quando la volp nin puteij arrivà a lu lard , diss che er rangic cool

  11. 1936 ha detto:

    Chi se ne frega di allenatore, giocatori e presidenti. A me vengono i brividi solo a pensare alla nostra maglia biancazzurra.

  12. draculone ha detto:

    Appressalupiscar, mi esce la stessa cosa anche a me sarcastic

  13. AppressAluPscar ha detto:

    Cillon, a me esce que: 🍆

  14. Se scrivi cullù che esce?

  15. draculone ha detto:

    Vado per scrivere Pescara e mi esce la ” risata”‘ . Pure lo smartphone, si rifiuta di scrivere so’ nick laugh

  16. draculone ha detto:

    Cillo’, statti a vedere che adesso arrivera’ fdc e rofl a dargli man forte dash2

  17. draculone ha detto:

    Cillo’, condivido pure le virgole.

  18. biancazzurri ha detto:

    A me a Ascoli m’anne piaciut proprio. Belli tosti e uniti com a nu sugli spalti. Maglia sudata e pure appiccicata, una a quell de l’atre cumpagne! In campo e fuori. Accuscì mi piace friends

  19. Biancazzurra senza offesa , ma con quale coraggio riuscite a difendere questa società e questo personaggio ? Non sei nemmeno capace di spendere una parola a favore dell’ultima vera bandiera che abbiamo avuto , cioè Marco Sansovini , siete completamente fuori dalla realtà , non siete capaci di ragionare con il cuore , passione e valori .
    Ragionate come cullù , solo con il portafoglio .
    Che amarezza

  20. La società fa delle scelte, condivisibili o meno. Evidentemente non rientrava nei piani societari. Questo non toglie che ha fatto grandi cose da noi. I GIOCATORI PASSANO, LA MAGLIA RESTA

  21. draculone ha detto:

    Sansovini è e sarà sempre una nostra ” vera bandiera”‘ GRANDE SINDACO, chi ci gestisce, NON TI MERITA

  22. johnny blade ha detto:

    Sansovini uomo vero come Pillon. Ess la fine c’ha fatt. CHE VERGOGNA.
    \m/

  23. tusciabruzzese ha detto:

    CILLON: e chissà perché andava bene fare la serie A con Abbruscato ma non con Sansovini! Qual era la diffrenza a favore del primo?

  24. Grande sindaco👏👏👏 grande professionalità e grande uomo …
    Non tocchiamo questo tasto.
    Dietro a gente come immobile e insigne fece 16 gol , Cullù non si è degnato di fargli fare nemmeno una partita in serie A dash
    CULLU’ VERGOGNATI

  25. AppressAluPscar ha detto:

    Il gol di Sansovini mi ricorda un pò quello che fece al Catania sotto la pioggia. Il rumore del sostegno della rete, colpito dal missile, ce l’ho ancora nelle recchie.

  26. pescara ha detto:

    Mi dispiace dirvelo, ma l’infortunio di Crecco non è colpa di Sebastiani boast. Il vecchietto Crecco ha 10 anni in meno di 34 anni laugh

  27. ilfigliodel36 ha detto:

    Crecco ha appena fatto 24 anni

  28. 40mila.it ha detto:

    @Draculone: ecco il gol di Sansovini di cui parli (al minuto 0:46 del video)

  29. johnny blade ha detto:

    Ma quanti anni te Crecco? 51?

  30. 40mila.it ha detto:

    Aggiornamento
    Come riportato anche nel titolo del nostro scorrevole cliccabile (sopra questa area commenti), Luca CRECCO – già fermatosi in fase di rifinitura ad Ascoli – ha subito una lesione distrattiva di 1° grado al quadricipite destro.
    Il giocatore aveva appena recuperato dal precedente infortunio ed era pronto a dare il suo contributo nel nuovo 3-5-2 di ZAURI, un modulo a lui congeniale.

  31. Max1967 ha detto:

    Ma come pensate di fare la serie A con cullù se non sono neanche in grado di scrivere un comunicato sctamba…..

  32. Maiella ha detto:

    Il nocciolo è proprio quello; i giocatori per salvarti in A possono anche prestarteli ma gli devi pagare lo stipendio e li il nostro butta male….

  33. draculone ha detto:

    Ma avete visto la ” perla di Sansovini”? GRANDE MARCO

  34. draculone ha detto:

    BASTEREBBE VOLERLO

  35. pescara ha detto:

    Basterebbe cambiare la ripartizione dei diritti TV e, anche grazie agli agganci di Sebastiani e Repetto, potremmo puntare ad avere i giocatori per restare in serie A

  36. nemicissim0 ha detto:

    Vita, a me basterebbe un Nicola Di Sipio…

  37. Aternum ha detto:

    Analisi perfetta. Io comunque riconosco a Zauri di aver lavorato bene dopo Crotone perché dopo una partita del genere poteva arrivare un’altra batosta.

  38. tusciabruzzese ha detto:

    Vita, ci vuole tanta passione per certi imprenditori per avvicinarsi al calcio, perché i rischi di finire in un giro poco piacevole ci sono

  39. vitabiancazzurra ha detto:

    Leggevo di Moncler l’Azienda Italiana di Piumi…che fattura 1 miliardo e 400 milioni Si avete letto bene ….ma questo Ruffini il proprietario domattina non potrebbe risvegliarsi da grande tifoso del Pescara e comprare la società aggressive ….mah,credo rimanga un sogno a occhi aperti ….eppure mi auguro che un giorno anche il Delfino non solo possa fare diversi e consecutivi campionati di serie A ma giochi anche in Europa come è capitato ad esempio al Vicenza in passato e alll’Atalanta odierna…..

  40. johnny blade ha detto:

    Sebastiàaa auà ca lu sgiambagn cosct na freca, n’fa lu cocciut.

  41. draculone ha detto:

    A Gennaio vende Fiorillo

  42. Max1967 ha detto:

    A gennaio ci pensa il bresidente a non svalorizzare acute

  43. tusciabruzzese ha detto:

    E’ tanto vero che Galano e Brunori si scambiavano di posizione che infatti sul primo gol Brunori stava a destra “al posto di Galano” e viceversa

  44. pescara ha detto:

    Di Grazia era già partito da riserva (di Brunori sulla fascia sinistra). Non mi pare venga sacrificato da questo modulo, dove diventa riserva di Galano. Invece, Cisco dovrà essere mandato a giocare a Gennaio per non svalorizzarlo

  45. Basta con queste ” beceri allusioni”. Un giorno non troppi lontano, vi mordere i gomiti

  46. UK_Dolphin ha detto:

    Continuare cosi. Modulo relativamente semplice da attuare e piu’ prudente, considerate le lacune della rosa ( terzini ed esterno d’attacco sx). Bruttini, ma per vedere il calcio sciampagn bisogna prima cambiare il padrone della cantina: SEBASTIANI VATTENE!

  47. draculone ha detto:

    Adesso s’inizia la raccolta delle olive, FRANTOIANI, OCCHIOOOOOO rofl

  48. Quella dei debiti intendevo

  49. Max , e lu ver , sta cosa l’ho già sentita cool

  50. Max1967 ha detto:

    Io sto ancora in attesa di un post illuminato di OccasionaleOmaggio laugh

  51. draculone ha detto:

    Anzi ” la tenuta” laugh

  52. draculone ha detto:

    La cantina laugh

  53. Max1967 ha detto:

    Rateizzate i debiti…..in questo modo scompariranno rofl

  54. Gli chiedo un regalo per natale …VATTENE

  55. draculone ha detto:

    Voi chiedete, che Sebastiani , ve lo darà laugh1

  56. draculone ha detto:

    Sebastiani, continua a darlo a lui, quello che chiede rofl

  57. fdcpescara ha detto:

    A volte leggere alcuni dei vostri commenti mi viene la depressione. Sebastiani non dare loro ciò che chiedono. FORZA PESCARA

  58. draculone ha detto:

    Prima non prenderle, poi magari darle

  59. pescarese1976 ha detto:

    Come al solito ottima relazione tecnica. UNA RONDINE NON FA PRIMAVERA boredom

  60. pescara ha detto:

    Notizie dallo spogliatoio secret : nessun dubbio che il modulo verrà riproposto con lo Spezia acute

  61. draculone ha detto:

    Secondo me, assolutamente da riproporre sia con lo Spezia che con il Benevento. Naturalmente, Palmiero al posto di Machin. Zauri, per favore, dai continuità a Busellato

  62. nemicissim0 ha detto:

    A vostro giudizio, il modulo è riproponibile con lo Spezia (gara in casa, da vincere), oppure verrà tutto di nuovo stravolto, con la conseguenza che gli automatismi arrivano verso aprile?

  63. Max1967 ha detto:

    Ma mi sembra un po’ troppo presto per dare giudizi….dopo una sola partita con 3-5-2 non saprei dire se certe manovre sono frutto dei dettami del mister o dovute più che altro ad una diligente autogestione dei giocatori….vedremo…. no

  64. draculone ha detto:

    Bella analisi. Quanto da voi asserito si vedeva benissimo dal campo, soprattutto il fatto di dare diverse possibilità di scarico al possessore di palla