CASCIONE post CESENA – PESCARA 1-0
30/03/2024
FARE i tifosi – ESSERE il “proprietario” (§1): il “presidente-proprietario”
02/04/2024

Pubblichiamo un contributo così come trasmessoci dall’autore – 

Ennesimo boccone amaro per i tifosi del Delfino, che hanno dovuto assistere alla promozione in serie B del Cesena, facendo da spalla ai romagnoli. Sembrava una gara scontata fin dall’inizio, con lo stadio in festa e pronto a celebrare il ritorno nel calcio che conta; ma l’undici schierato da Cascione ha saputo tenere testa per quasi tutta la partita ai giocatori di casa, forse scesi in campo un po’ contratti per l’obiettivo ormai a portata di mano da raggiungere a tutti i costi e costretti a non deludere i propri supporters. Purtroppo, a metà della ripresa proprio il biancazzurro migliore in campo fino a quel momento, ovvero il giovane Matteo Dagasso, ha dovuto abbandonare il terreno di gioco per crampi e al suo posto l’inesperto trainer del Pescara, anziché inserire Antonino De Marco come tutti si aspettavano, gli ha preferito l’ex cesenate Simone Franchini, che in pratica ha deciso la gara in favore della sua vecchia squadra. Subito si è fatto ammonire per un inspiegabile quanto plateale fallo a centrocampo, condizionando così fin dall’inizio la sua prestazione, ma soprattutto atterrando un avversario a pochi minuti dal termine proprio sulla mattonella preferita dall’assist man del girone, Daniele Donnarumma: questi, non si è fatto pregare pennellando  una precisa punizione dal lato sinistro del campo sulla testa di Edoardo Pierozzi, che ha insaccato la porta dell’incolpevole Alessandro Plizzari, entrando così nella storia del calcio cesenate per l’eternità.

Certo siamo qui a commentare qualcosa di inutile, giacché il pareggio non avrebbe modificato di molto lo stato delle cose. Il Gubbio aveva già vinto la sua partita, portandosi a +6 dal Delfino e rendendo, di fatto, inavvicinabile il quinto posto. L’unico obiettivo, superfluo quanto fastidioso, rimane pertanto la difesa del sesto, a quattro gare dal termine. Insomma, come al solito ci troviamo a dover raccattare le briciole, mentre i soliti giornalisti – ormai ben conosciuti e famigerati – non trovano di meglio che osannare gli ipotetici miglioramenti della squadra, rispetto al precedente periodo Bucaro. Di questo passo magari la prossima stagione ci troveremo a dover festeggiare la salvezza o addirittura una vittoria ai play out per evitare la serie D? Sinceramente, più che produrre rabbia, alcuni di questi pseudo calciofili inizia a fare quasi tenerezza, se non fosse che c’è ancora chi segue le loro trasmissioni come se rappresentassero l’unico modo per restare attaccati alla propria squadra del cuore. Trattasi di una sorta di Sindrome di Stoccolma, ovvero quello stato psicologico che induce le vittime (in questo caso i poveri tifosi che ancora li considerano) a produrre sentimenti positivi e di stima nei loro confronti.

Nel frattempo, dopo la cordata americana, il nuovo virtuale acquirente della società si è palesato nel presidente del Grosseto, tale Giovanni Lamioni. Chissà chi o cosa uscirà la prossima settimana, magari approfittando della sorpresa pasquale? Non terremo, invece, in considerazione, il compratore odierno, sicuramente frutto di un vero pesce d’aprile, almeno stavolta giustificato quindi. La questione relativa alla vendita da parte di Daniele Sebastiani, se non fosse tragica, vista la situazione, almeno dall’esterno potrebbe risultare comica, se nonché i tifosi sono davvero stufi di queste continue prese per i fondelli, che uniscono al danno di aver smarrito forse per sempre il calcio che meriterebbero, alla beffa di doversi sorbire questi continui rumors senza reali fondamenti.

Prossimo appuntamento con il calcio più o meno giocato, lunedì prossimo alle ore 20:45, con la Virtus Entella, allo Stadio Adriatico.

Fabio Ros

P.S.: nel ringraziare Fabio Ros per il suo contributo, precisiamo che il contenuto rappresenta sempre e solo un’espressione dell’autore e non impegna il punto di vista del sito 40mila.it. Cogliamo inoltre l’occasione per ricordare a tutti i tifosi biancazzurri che questo sito “appartiene” ai tifosi stessi della Pescara Calcio: sono pertanto benvenute proposte di ulteriori contributi. A tal fine, è possibile utilizzare la mail di contatto info@40mila.it (anche raggiungibile dal link nel menù principale).

40mila.it

1077 GIORNI di SERIE C, 4525 di PRESIDENZA SEBASTIANI
Condividi su:

Lascia un commento

14 Comments

  1. caps ha detto:

    Ormai l’Indice di Sputta..mento Del Gestore è Nazionale.. .. ma Vogliamo Parlare di Stellone a Pesaro !!! Il Suo Amico della Serie se lo Conosci lo Eviti !!! Questo Gestore Sta Succhiando le Ultime Gocce di Sangue dal Delfino !!!

  2. Solo Pescara ha detto:

    Il pesce d’Aprile lo viviamo ogni settimana. Il Pesce d’Aprile è questa società. Il Pesce d’Aprile è Cullù che apre la bocca e fa dichiarazioni. Il Pesce d’Aprile sono i giornalisti che non riportano le situazioni reali ed i rapporti fra tifoseria e società.
    Buon Pesce d’Aprile a tutti noi.

  3. tusciabruzzese ha detto:

    Forse il miglior risultato dei recuperi di questo mercoledì non sarebbe tanto la vittoria della Juventus NG, che così ci supererebbe in classifica relegandoci al settimo posto, quanto le vittorie contemporanee di Virtus Entella e Rimini, che porterebbero l’undicesimo posto, cioè l’esclusione dai play-out, a soli -4 punti da noi, con scontro diretto in casa lunedì prossimo!

  4. Admin Supremo ha detto:

    PESCARA-MAGICO, cortesemente dovresti evitare di scrivere in maiuscolo.
    È una regola del muro che tutti gli utenti rispettano, e non ci sono eccezioni. Grazie.

  5. PESCARA-MAGICO ha detto:

    FATE SCHIFO, FATE VOMITARE VOI TUTTI E I PORTA MICROFONO CHE VI INTERVISTANO PURE

  6. Max1967 ha detto:

    Oggi la cassa societaria permette di programmare l’assunzione di un mister solo fino a tre mesi.

  7. UK_Dolphin ha detto:

    Ma Stellone a Pesaro fino al 2026 e’ un pesce d’Aprile oppure non pozziamo fare la querra gon le fionte?

  8. UK_Dolphin ha detto:

    La penso diversamente. Non siamo inappetibili, nel contesto finanziario odierno internazionale, se parliamo di private equity multimiliardarie con investimenti diversificati. Ma di certo non vengono a buttare soldi o a compensare una precedente gestione fallimentare sotto ogni punto di vista.

  9. johnny blade ha detto:

    …senza dignità ovunque ti giri.
    Per me ha chiuso.

  10. johnny blade ha detto:

    A pensare al presente mi è venuto in mente il film Zombi (Dawn of the Dead) del 1978..

  11. lafestadeicolli ha detto:

    pochi giorni fa ho postato il link dell’intervista al presidente del grosseto che conferma l’interesse ma dichiara che avrebbe approfondito solo se non avesse avuto il grosseto, ma essendo lui grossetano di origine e di cuore non lascerà la squadra. proprio come cullù, pescarese di origine e di cuore non lascerà mai il pescara 🤣

  12. tusciabruzzese ha detto:

    Agli americani, più facile vendere la Fontana di Trevi che allacci alle fogne, magliette intelligenti e stadio artificiale, disegnino del Delfino, video che se ne trovano gratis su youtube quanti ne vuoi. Suggerirei a un presidente di provarci con la Nave di Cascella o le Colonne del Piccinato. Vero che anche il Ponte del Mare …

  13. ilfigliodel36 ha detto:

    Mi ha detto mio padre che il migliore pesce d’aprile è l’attivo del bilancio!! Quei valori decisi con una valutazione fatta dentro la società che dovrebbero servire a un compratore per coprire i debiti

  14. madelib ha detto:

    Al di là del “Pesce d’aprile”, manco Cristo acquisterebbe il Pescara!
    Il folle che subentrerebbe regalerebbe soldi a cullù a causa dei debiti; non varrebbe nemmeno la pena tenersi cullù in società nemmeno a garanzia delle fideiussioni né come socio occulto o testa di legno: sarebbe una mela marcia.