LO “ZEMAN CONTRO”… I SUOI! Il pre PESCARA-VIS PESARO
15/10/2023
PESCARA – VIS PESARO 0-0: i 99 MINUTI con i 40mila!
16/10/2023

Pubblichiamo un contributo così come trasmessoci dall’autore – 

Che bisognasse fare attenzione al Pineto e non sottovalutarlo, lo avevamo anticipato, ma che addirittura il Delfino sarebbe uscito sconfitto dal derby tutto biancazzurro, beh questo non era facilmente pronosticabile.
Eppure, nonostante la fortunosa possibilità di giocare all’Adriatico una gara programmata in trasferta, i ragazzi di Zeman hanno clamorosamente sprecato l’occasione, non senza parecchi rimpianti, per le due clamorose palle goal capitate sui piedi di Cangiano (primo tempo) e di Merola (nella ripresa), in situazioni praticamente identiche, ovvero lanciati in solitaria verso la porta avversaria e con il risultato ancora bloccato sullo 0-0. A stregare entrambi, i riflessi di uno dei due eroi della serata: il portiere Alessandro Tonti, davvero strepitoso.
L’altro protagonista di questa sorta di stracittadina “amichevole”, giacché i pinetesi sono storicamente sempre stati anche tifosi del Pescara, è stato – manco a dirlo – l’attaccante Diego Gambale, entrato a un quarto d’ora dal termine e subito decisivo con la rete che ha fissato il risultato sul definitivo 1-0 per i “padroni di casa”. Una marcatura che resterà per sempre, indelebile, negli annali di questa simpatica società, che senz’altro merita l’attuale ottima posizione di classifica, in zona play off.

Per il Delfino, quindi, il primo stop della stagione, giunto forse in un momento di stanchezza più mentale che fisica, a causa dei tanti impegni ravvicinati in programma. Le assenze di Tunjov e Accornero si sono fatte sentire, così come quella della mancanza di un attaccante vero, alla Facundo Lescano per intenderci. Zeman continua ad insistere su Cuppone, lasciando in panchina Tommasini e Vergani. Avrà senz’altro le sue buone ragioni e questo, a dirla tutta, non può che farci preoccupare. Si può pensare di vincere un campionato senza avere in organico una punta da, almeno, quindici goal potenziali?
A questa, così come ad altre domande che hanno iniziato a frullare nelle teste dei tifosi dopo il triplice fischio del derby di mercoledì scorso, dovranno rispondere sul campo i giocatori biancazzurri, a partire proprio da stasera, quando all’Adriatico scenderà in campo la Vis Pesaro, squadra sulla carta non trascendentale. Una vittoria e i relativi tre punti in palio, stante anche la parziale battuta d’arresto della capolista Torres “finalmente” fermata da un pari (1-1, a Perugia), riporterebbe immediatamente il sorriso nell’ambiente, in vista delle prossime due importantissime sfide in calendario, contro una buona Lucchese prima e proprio contro i sardi a seguire. Insomma, con uno sguardo sempre attento al Cesena, che a nostro avviso rimane la favorita numero uno – nonostante si sia fatto imporre ieri pomeriggio il pari interno da un Sestri Levante in stato di grazia – alla fine di questo mese potremmo dare un giudizio più preciso sulle reali possibilità del Pescara in prospettiva promozione diretta (leggasi primo posto finale).

Fabio Ros

P.S.: nel ringraziare Fabio Ros per il suo contributo, precisiamo che il contenuto rappresenta sempre e solo un’espressione dell’autore e non impegna il punto di vista del sito 40mila.it. Cogliamo inoltre l’occasione per ricordare a tutti i tifosi biancazzurri che questo sito “appartiene” ai tifosi stessi della Pescara Calcio: sono pertanto benvenute proposte di ulteriori contributi. A tal fine, è possibile utilizzare la mail di contatto info@40mila.it (anche raggiungibile dal link nel menù principale in alto).

40mila.it

1115 GIORNI di SERIE C, 4563 di PRESIDENZA SEBASTIANI
Condividi su:

Lascia un commento

17 Comments

  1. alex74 ha detto:

    partita slittata alle 21:15

  2. confucio ha detto:

    I punti sono tutti importanti. Non si possono perdere. Poi una ci scappa e non la prendiamo più. Reggiana, Modena, Catanzaro, Crotone, Bari, Ternana. Ci sta sempre in C una che scappa.

  3. Max1967 ha detto:

    Noto che il delirio ha preso piede tra i tifosi, effettivamente di cosa vu parlà?

  4. lufijedigin ha detto:

    ” Si nin vid la port, com cazz pinz di fa gol? Mittit l’ucchial o cagn mistir, soprattut si ti pur li pid sturt”
    Aforisma di Lufijedigin dedicato a Merola, Cuppone… e tanti altri…

  5. antateavanti ha detto:

    Draculone quello lo fa gia Vergani che stasera si buttera addosso 50ml di eau de toilette così i marcatori suoi si allontanano e lui farà una quintupletta

  6. antateavanti ha detto:

    Mahhh tutti ad aspettare sto di Pasquale Io me lo ricordo nello 0-4 in campionato quando sulla fascia del suo Foggia fece errori a ripetizione e Merola lo saltava come gli pareva prima ammonito poi altro fallo di frustrazione e si fece espellere…ma gari era stata una giornata storta ….

  7. draculone ha detto:

    Io per stasera sono andato prima dal parrucchiere e poi dall’estetista, mi so fatt proprio bello per essere ripreso da ogni angolazione

  8. nico956 ha detto:

    Bhe dopo i fuochi di artificio della partenza..anche Torres e cesena..tornano con i piedi per terra come era successo a noi..quindi calma e gesso..certo stasera bisogna vincere..ma soprattutto dovrebbe giocare il vero centravanti di questa squadra e cioè Tommasini..che durante la preparazione si era infortunato quindi era in ritardo di condizione..secondo me vede la porta ..comunque vediamo..io aspetto anche di pasquale ..per la formazione tipo..

  9. caps ha detto:

    Quando Non c’è la Fai Con la Tecnica Mettila Sull’ Aggressività , la Voglia di Vincere . Quando Non hai ne la Tecnica.e.Manchi di Aggressività Ti Devi Tirare Na Culata.. Quando Non hai Nulla di Questi Cambia.Squadra !!! FORZA PESCARA

  10. alex74 ha detto:

    Se non vinciamo stasera contro il niente assoluto direi che siamo ufficialmente in piena crisi.

  11. nemicissim0 ha detto:

    Stasera rispolveriamo il colpo di karma e i tre punti sarranno nostri. E con essi il secondo posto (che notoriamente nzerv a nind a fine campionato, figuriamoci adesso).

  12. Solo Pescara ha detto:

    Sono stregato dal Pescara. Vedi, alcuni incantesimi vanno anche bene.

  13. tusciabruzzese ha detto:

    Sintesi:
    “Quando guardi a lungo nell’abisso negli occhi del portiere, l’abisso degli occhi del portiere ti entra dentro … E ti frega la palla”
    (Tusciedrich Nietzsche – Aforismi sulla saggezza nella vita di Cuppone e Merola)
    (:mosking:)

  14. tusciabruzzese ha detto:

    “Avanzava il nostro.
    Avanzava verso quel varco di sette metri e trentadue centimetri.
    Sicuro di sé.
    D’altronde, lo aveva già fatto in passato.
    Altre volte.
    Diverse altre volte.
    Non troppe, vero, ma perlomeno diverse.
    Tutto filava dritto.
    Tra lui e la gloria della curva solo una piccola insignificante figura.
    Nulla di preoccupante.
    Con quel nome poi: TONTI!
    Dei tonti gli avrebbe fatto fare la figura, suo malgrado.

    All’improvviso, l’imprevedibile.
    L’assurdo dell’impossibile.
    Che diventava realtà.
    Quel Tonti, proprio lui!!!
    Che lo guardò fisso negli occhi.
    E LO STREGO’!
    E quella corsa solitaria, lanciata, finì.
    Finì in una figura.
    Meglio, una figuretta.
    Quella dei TONTI.
    Non il portiere.
    Gli altri.

    Tutta colpa della stregoneria,.
    Ma proprio a lui doveva capitare?
    Proprio a lui doveva capitare di finire come quell’altro?
    L’altro, quello … Il Cuppone …
    Quello non venne stregato però.
    Lui le colpe le aveva solo lui.
    Fa pur sempre una bella differenza.
    O no?”.

    Estratto dal mio (e vostro) diario dei Pescara Ros-gers

  15. nemicissim0 ha detto:

    Alex, pure tu però… è ovvio che se Merola ha zappato non è perché sta chiuso, ma a causa dell’influsso stregonesco del portiere, che lo ha ipnotizzato. Ma le vedi le partite o no?

  16. alex74 ha detto:

    Addirittura a stregare Merola è stato il portiere e non il fatto che ha zappat e lisciato il pallone. Sempre peggio sti articoli. Certo che se fosse stato cuppone………

  17. Solo Pescara ha detto:

    Voltiamo pagina. 3 punti stasera senza se o ma.