Highlights 5a giornata Serie B 2020/21
26/10/2020
Reggiana, 27 positivi: in campo la Primavera?
26/10/2020

QUESTO E’ IL MOMENTO!

Pubblichiamo un appello ricevuto da un tifoso biancazzurro sulla email di 40mila.it   

Sono sempre stato convinto che un dialogo costruttivo sia la base per affrontare e risolvere qualsiasi problema.
Fatta questa premessa, vado subito al dunque: mi chiedo
dove sono i Rangers?
Non é una domanda provocatoria o polemica.
La faccio a me stesso da tempo: dove sono coloro che vorrei fossero la mia guida, la guida del tifo pescarese? Il punto di riferimento per tutti?
Criticarli, per chi si eventualmente si ponesse in quel modo, non serve a nulla.
Qui, ora, vorrei magari un comunicato, visto che é il canale preferito, su come o cosa possiamo fare per dare una mano, per provare a dare uno scossone ad una situazione chiaramente in declino sotto ogni punto di vista.
Il momento é difficile per tutti. Stadi vuoti, campionati falsati da partite rimandate o giocate con rose ridotte dai contagi… Tuttavia, questo non giustifica chi ha trasformato una squadra di calcio, patrimonio di una città che era nota a tutti per il suo attaccamento ai propri colori, in una sorta di mercatino di calciatori.
Noi non possiamo essere questi.
Noi, anche noi che per svariati motivi non siamo più Rangers ma che abbiamo un passato di militanza o che siamo cresciuti dietro il mito dei PR, non possiamo accettare che il calcio a Pescara sia ridotto a questi minimi termini.
Cosa possiamo fare? Come possiamo contribuire?
Inutile rispondere: “andate in sede” … Non si cerca un confronto per discutere, ma un’azione comune per crescere.
Questo é il momento,
prima che questo virus di apatia… stermini la nostra Storia, il mito di ciò che eravamo.
Anonimo

P.S.: nel ringraziare il tifoso Anonimo per averci inviato il suo contributo, precisiamo che il contenuto rappresenta sempre e solo un’espressione dell’autore e non impegna il punto di vista del sito 40mila.it. Cogliamo inoltre l’occasione per ricordare a tutti i tifosi biancazzurri che questo sito “appartiene” ai tifosi stessi della Pescara Calcio: sono pertanto benvenute proposte di contributi. A tal fine, è possibile utilizzare la mail di contatto info@40mila.it (anche raggiungibile dal link nel menù principale in alto).

 

Lascia un commento

26 Comments

  1. harken1936 ha detto:

    Qualsiasi tipo di offerta (tipo di 100 €) fa ridere. La società oggi ha un vale pari al vecchio conio, figurarsi 20.000.000 €. Chi si è riproposto di acquistare sono fuggiti a gambe in aria. Preghiamo che chiunque si avvicini non scappi, se non fuggiranno quanto potranno offrire? rofl

  2. alex74 ha detto:

    Però forse lo striscione era rivolto a loro stessi? Chi lo sa?

  3. alex74 ha detto:

    Striscione durissimo fuori lo stadio laugh1 laugh1 laugh1

  4. tusciabruzzese ha detto:

    Fiorillo sarà contento dei suoi “tifosi veri”?

  5. nitro ha detto:

    Vendo Fiat Tipo 1.2 GPL, l’ho mandata a fare il tampone: se è positiva la vendo a 1.000 euro, se è negativa a 10.000.
    No aspè… com’era? Con Covid 50% e senza 90?

  6. 433offensivo ha detto:

    Credo che il discorso decadimento é generale a tutti i settori che ruotano per interesse al calcio pescarese.
    Curva ridotta ai minimi termini, stampa che non sa prendere una posizione critica incisiva, salotti TV dove gli ospiti sono sempre fissi e quindi non si può assistere a diversità di opinione, imprenditori completamente disinteressati… È tutto in declino non solo i pr

  7. Dove sono? …………………………… sono andati………………… VIA DAL PESCARA !!!!!!

  8. VECCHIA GUARDIA ha detto:

    La curva da mò che ha finit’

  9. D’accordo con Benitino1936, i Rangers devono ascoltare la piazza. Era così e sarà sempre così, al di là di chi gestisce il gruppo al momento.
    Troppo silenzio, troppa indifferenza, conosco bene queste dinamiche, la situazione mi puzza.

  10. draculone ha detto:

    Calma piatt, silenzio surreale da parte di chi doveva vigilare, poi è normale che la gente pensa male. Io l’ho vissuto, ma quando gli è stato detto e fatto al commendatore? Lu dito onorario, per chi non lo ricordasse o non c’era per uscire dall’Adriatico, se dovuto imboscare nell’ambulanza, mentre mo si permette di mandare palesemente affanculo un’intera curva e tutti quelli che non sono allineati

  11. nitro ha detto:

    E la storia “vendo con Covid al 50% e senza Covid al 90%” gli è venuta in mente mentre sentiva qualche bollettino della ProCiv? Ma ci sta prendendo per dei mammozzi di 5 anni?

    QUANTO CAZZO LO DOBBIAMO SOPPORTARE ANCORA?

  12. nitro ha detto:

    Ah… ma l’unica trattativa al mondo di cessione di una società dove non si conosce manco la controparte come è andata a finire?
    Calmata la piazza gabbato lo santo?

    E la “giùggiliggenz”? Partita? Rimandata a settembre 2030?

  13. nitro ha detto:

    Riporto una citazione che ho sentito distrattamente in un bar di Pescara: “lo sport professionistico è una merda, e solo i pezzi di merda riescono a sguazzarci dentro facendocisi anche i soldi, anche essendo semplici ragionieri”

    Evito di riportare altre considerazioni sulle “collusioni” con (im)prenditori e politici locali per non beccare una querela… dico solo una cosa: forza fiamme gialle.

  14. nitro ha detto:

    Qualcuno segue la Formula Uno? Secondo voi se Hamilton guidasse quel catorcio della Ferrari riuscirebbe a vincere il campionato?

    La similitudine è semplice: se dopo 5 giornate sei ultimo con 1 punto, hai la peggior difesa con 11 gol subiti (insieme al Pisa che però ha segnato di più) e soli due (DUE) gol fatti… potete metterci Pillon, Zeman, Conte, Mouriño… al massimo anziché fare ultimi facciamo penultimi scavalcando il Pisa.
    Siamo nella merda prima del “mergado” di Gennaio dove il primo a salutare sarà Maistro… siamo nella merda con una classifica dove quasi tutta la parte “destra” ha da recuperare una giornata.

    Però qualcuno è convinto che mettendo Mr. “punticinosalvezza” Pillon possa cambiare qualcosa.

    È finita, ma nessuno mi toglie dalla testa che cullù, in un modo o nell’altro, continuerà a fare la bella vita… il Pescara non so. Ma sono disposto a fare il derby con la Vastese pur di non vederlo più.

  15. tusciabruzzese ha detto:

    Se vogliono rappresentare solo se stessi, non vedo il problema. Liberi di fare quello che vogliono e soprattutto di farlo contro tutto il resto della tifoseria, ma devono rinunciare a quel nome che appartiene a tutti. Se invece vogliono rappresentare la Curva intera e addirittura molto di più per la città, allora devono ascoltare ed eseguire e non chiedere di andare in sede a discutere, perché il popolo biancazzurro ha già discusso e si è già espresso da tanti anni, allo stadio e fuori. Se non ci arrivano, allora è il suicidio, come già da anni in corso, purtroppo. Il messaggio amico è: non vi crede più nessuno: chiedetevi il perché …

  16. Max1967 ha detto:

    Solo una cosa va chiarita.
    Gli ultras non sono i tifosi di una determinata squadra. Ma sono una parte dei tifosi di una determinata squadra.

  17. vitabiancazzurra ha detto:

    Condivido quanto scritto dall’utente nel post che mi precede….ma credo che a questo punto L’UNICA MANIERA PER RIFONDARE TUTTO E RINASCERE SIA UN CAMBIO SOCIETARIO .
    In quanto vedrete, che con un altro presidente l’andazzo attuale non si ripeterebbe . Ne sono convinto. Non so perché ma ho come l’impressione del tutto personale e forse deviata che il ragioniere abbia una grande influenza diciamo così su una certa parte di tifoseria …parlo di tribuna adriatica e curva nord …………L’albero va estirpato dalle radici inutile potare qualche rametto.

  18. benitino1936 ha detto:

    C’è un concetto semplice da capireper ogni persona: la coerenza. Se i PR pensano che la maglia non è solo di chi la possiede legalmente (cioè Sebastiani e soci) , ma è moralmente di tutta la città, allora per coerenza anche i Pescara Rangers sono di tutti i tifosi biancazzurri e non solo di chi possiede e gestisce il marchio attualmente. Quindi, se si pretende che Sebastiani ascolti la “città”, i PR devono ascoltare le critiche della maggioranza dei tifosi, ovunque sono fatte e fuori dalla sede compreso. E da tanti anni, la stragrande maggioranza dei tifosi dice che loro stanno sbagliando perché troppo consenzienti e non sono più credibili. Non c’è discussione da fare in sede: i PR devono seguire la grande massa dei tifosi che sono i veri possessori morali dei PR, che vuole messaggi di contestazione a Sebastiani e agli altri di continuo! Altrimentii PR sono allo stesso livello di Sebastiani, cioè pensano che il marchio Pescara Rangers sia davvero solo il loro.

  19. draculone ha detto:

    Purtroppo hanno perso di credibilità, non so se dovuto ai tempi, alle restrizioni ed è difficilissimo adesso tornare sui propri passi. PECCATO, chi li ha fatti diventare punto di riferimento, ha dato tutto per quegli ideali

  20. biancazzurri ha detto:

    Ci sta angore chi nin vo capì! A li PR di quell’ che si dice sopra a li social gliene fréghe meno de na pernacchia PR…RRRR!

  21. draculone ha detto:

    VIA CHIARINI, VINET A VIA CHIARINI, non sono questi i posti dove discutere di certi argomenti

  22. alex74 ha detto:

    Appelli al vuoto, un po come quelli che abbiamo fatto per anni a quell essere sperando che cambiasse invece è peggiorato. Alzem lu cul e rifondiamo qualcos altro in un altro settore. Sennò ngi lamendem

  23. ilfigliodel36 ha detto:

    Io ho gli adesivi dei Pescara Rangers dappertutto in camera mia. E ora che mi hanno regalato un biliardino, lo riempio degli stessi adesivi yes