Il Crotone vola, il Trapani non molla, il Pescara scivola giù
13/07/2020
“MANATA” PESANTE IN FACCIA A GALANO!
14/07/2020

LE INTERVISTE DEL DOPO VENEZIA-PESCARA

L'abbraccio a fine incubo

Daniele SEBASTIANI (presidente del Pescara): “Nel secondo tempo, in 10, abbiamo giocato meglio del primo tempo sicuramente; e dopo l’espulsione del loro giocatore la partita si è rimessa in equilibrio dal punto di vista numerico e noi abbiamo fatto sicuramente meglio. Non è che loro abbiano fatto chissà che cosa e nel primo tempo come al solito abbiamo preso un gol su una palla in mezzo all’area, mentre noi avevamo avuto quella occasione con ZAPPA. Sicuramente un punto importante in questo momento. Soprattutto va rimarcata la reazione e lo spirito della squadra che non ha mollato niente fino alla fine; anzi poteva arrivare alla vittoria con l’azione di MANIERO, che fatto una prestazione molto generosa e di qualità. Per quanto riguarda il Benevento: ci si può aspettare un calo di tensione. Noi dobbiamo giocare per vincere, non dobbiamo giocare per fare calcoli. Venerdì ci sarà il Frosinone che, anche se non sta facendo benissimo in quest’ultimo periodo, però è una squadra costruita per vincere; poi andremo a Trapani.
Il primo tempo siamo entrati un po’ timorosi e  abbiamo lasciato un po’ troppo il possesso palla a loro; poi c’è stata quella espulsione ingiusta di GALANO, decretata più dalla panchina veneziana che dall’arbitro. Sembrava avessero ucciso Montalto: e invece gli ha dato una manata. C’è stato pure un fallo a centrocampo da rosso per loro. Però va bene: alla fine abbiamo abbiamo pareggiato una partita che serviva come il pane e quindi siamo soddisfatti. Anche l’arbitro può sbagliare, ci mancherebbe. Quando ci siamo messi con i 2 al centrocampo, inserendo BALZANO, credo che Pescara sia stato equilibratissimo. ZAPPA, poi, vicino alla porta avversaria diventa micidiale. Non sembrava di essere a Venezia ma in un campo ‘acceso’ del sud.
Non sputo mai nel piatto dove mangio: quindi, e ci mancherebbe, ho sempre fatto i complimenti al nostro staff, avendo  collaboratori validi. Servono due vittorie per salvarsi come ha detto SOTTIL: e prima le facciamo e prima ci tiriamo fuori da questa situazione. Mi piace l’atteggiamento della squadra e mi è piaciuto l’atteggiamento del mister, che ha gestito per tutto l’arco del tempo i ragazzi guidandoli dalla panchina e facendo sentire la sua voce per tutti i 95 minuti”.

Andrea SOTTIL (allenatore del Pescara): “Siamo partiti bene ma siamo rimasti subito in inferiorità e questo ci ha complicato i piani, anche se fino alla fine del primo tempo abbiamo fatto una fase difensiva molto attenta. Nel secondo tempo ci siamo messi in una maniera diversa e i ragazzi hanno dimostrato di essere una squadra con gli ‘attributi’: hanno voluto il pareggio e hanno giocato molto bene. La palla l’abbiamo fatta girare bene, sia in inferiorità numerica che quando si è ristabilita la parità. Complimenti a tutti i ragazzi, sia a quelli scesi in campo dall’inizio che a quelli subentrati: hanno dato tutto ed è quello che voglio. Quindi, portiamo a casa un punto importantissimo. I ragazzi nel secondo tempo hanno capito in fretta cosa bisognava fare e l’hanno fatto. L’ingresso di BALZANO ha dato equilibrio e, se ci fosse stata la ‘zampata’ di MANIERO, magari potevamo portare a casa la partita. Ho voluto continuare con il tridente che ha fatto bene con il Perugia ma so che CLEMENZA, come gli altri in rosa, possono darmi una grande mano: e oggi Luca [CLEMENZA] lo ha dimostrato. Non sono abituato a far polemica con gli arbitri ma l’espulsione di GALANO è stata esagerata: quando si dà un cartellino rosso dev’essere la massima punizione per un giocatore; quindi dev’essere una cosa grave. In quella situazione dai un giallo ai due giocatori e la chiudi lì: ci sarebbe voluto un pò di buon senso. La partita si era messa male ma siamo stati bravi a stare in partita. Un punto importante: e sapevamo che non era facile perché ogni partita c’è da sudarcela. Ci sono gli avversari che devono salvarsi come noi. Dobbiamo fare almeno due vittorie. Prestazione ‘gagliarda’ e di grande carattere. Ci prepariamo alle altre perché la salvezza credo sia sui 47 punti, più o meno.
Il cambio modulo del secondo tempo è stato dettato da non fare una ripresa ‘remissiva’ perché con il 4-4-1 ti schiacci tanto e non riesci a ripartire. Quindi, con i due dietro, i terzini che andavano contro i loro, i mediani in mezzo e CLEMENZA a supporto di MANIERO eravamo più alti. Il 4-3-3 rimane un modulo che a me piace molto e che noi abbiamo nelle nostre caratteristiche. Non c’è tanto tempo per lavorare perché si gioca sempre”.

Gabriele ZAPPA (giocatore del Pescara): “sono contento di aver dato il mio contibuto alla squadra con questo goal. Forse non è stata la mia miglior partita. C’era da soffrire essendo rimasti in 10 dal primo tempo, però siamo stati bravi a portare a casa almeno 1 punto.
Sicuramente siamo stati molto bravi – da quando siamo rimasti in 10 – a non mollare un centimetro. Poi, quando hanno espulso un loro giocatore siamo stati bravi a rimettere in piedi la partita. Sono molto contento: avevamo bisogno di questo punto e tornare a casa con un pareggio è stato molto importante. Faccio una dedica a tutti i miei compagni, a Vincenzo [FIORILLO] che prima della partita mi ha detto: ‘dai che abbiamo bisogno di un altro tuo goal’; poi anche a CLEMENZA che mi ha dato una gran palla; ma ringrazio tutti i miei compagni che ce la mettono tutta e sono contento.
Non è facile il passaggio dalle giovanili alla prima squadra, sicuramente devo dare qualcosa in più ma sono contento. Dopo il goal sono tornato subito a centrocampo perché volevo festeggiare con la squadra. Era importante portare a casa almeno un pareggio: avremmo voluto vincere, purtroppo non è andata così”.

Alessio Dionisi (allenatore del Venezia): “Sono molto arrabbiato, molto molto. Lo siamo un po’ tutti perché si era messa bene. Già andava bene in undici contro undici, ancora meglio in undici contro dieci. L’abbiamo sbloccata e poi c’è stato un black-out ingiustificabile. Nella gestione della gara non possiamo attaccarci alla gestione arbitrale: era una partita da portare a casa perché la stavamo conducendo bene. Eppure è subentrata una paura di vincere che non deve esistere. Siamo giovani; ma non deve esistere. Perché l’unico modo che abbiamo per vincere le partite è affrontarle a viso aperto: il coraggio però a un certo punto sparisce e questo è colpa mia. Potevamo essere a 43 punti e invece siamo a 41: siamo sempre lì, non è finita, ma era una bella occasione. Dobbiamo rimboccarci le maniche perché sarà la terza partita in una settimana: andremo a La Spezia senza diversi elementi e affrontando una delle squadre più forti. Nessuno ci vieta però di provarci. Gol in fuorigioco? Mi dispiace tanto, l’ho visto ma non è utile parlarne; mi dispiace per i ragazzi perché eravamo sopra, ma la cultura dell’alibi in Italia già ce l’abbiamo troppo. Anche gli arbitri sbagliano: ma sicuramente noi abbiamo sbagliato di più. Spezia? Abbiamo buttato via punti, quindi questa partita è molto importante. Dovremo andare a La Spezia cercando di recuperare qualcosa. Andremo ad affrontare una squadra forte e in salute: noi invece non siamo pronti già stasera per la terza partita, ma nella vita esistono cose più difficile. Queste partite ravvicinate non devono creare un problema”.

Marco Firenze (giocatore del Venezia): “Eravamo in totale controllo, ma l’espulsione ha cambiato tutto. Peccato per come sia finita. Abbiamo ancora quattro partite da affrontare e dovremo lottare fino alla fine: siamo tutte lì. Sono venute a mancare energie visti i tanti impegni ravvicinati, ma è un discorso che vale anche per l’avversario”.

 

40mila.it

Lascia un commento

32 Comments

  1. alex74 ha detto:

    Ngul 3 iurnat manco gli avesse aperto il cranio. A sto punto era meglio che lo croccava peddavver

  2. 433offensivo ha detto:

    3 giornate…. Salta Frosinone e Trapani…due partite che se dovessimo perderle, rischiaremo anche la retrocessione diretta..

  3. antateavanti ha detto:

    Leggo di 3 giornate di squalifica a Galano…incredibile . Per violentemente colpito al volto un avversario …bello fare larbitro demente incompetente a 3000 euro a partita so sbajate tutt nella scelta del lavoro
    Cmq avere il ragioniere consigliere di lega ha i suoi inconfutabili vantaggi

  4. vitabiancazzurra ha detto:

    Nemicissimo era quello che ho espresso ieri sera nei post durante la partita….Si fa per parlare eh…il bamboccione dell’arbitro termolese era Lontano dall’azione Si è fatto abbindolare dalla plateale sceneggiata della panchina lagunare che entrata tutta in campo sbraitando lo ha convinto che Montalto non stava recitando e simulando in maniera vergognosa ma era stato preso a coltellate da Galano …si il pugliese ci è cascato ma rivedete bene come è stato provocato….ne aveva uno dietro che lo menava anche dopo caduto e l’attore davanti che scalciava apposta….tutto a tavolino per far cacciare il nostro più pericoloso….Galano andava ammonito Oppure cacci tutti e due se vuoi esagerare….il veneziano per simulazione squallida…e dire che ste cose una volta si vedevano solo a Nocera Inferiore e dintorni del sud Sta di fatto che siamo stati penalizzati fortemente…e ora ce la squalifica . A me le ingiustizie fanno incazzare anche extra calcio…sono un ingenuo forse Se dobbiamo parlare della partita poi senza ogni passaggio o fallo laterale ci mittem Sebastiani in ogni caso …amen

  5. johnny blade ha detto:

    Oramai venendo ogni tanto e non standoci di fisso,le nette differenze col passato le noto subito.
    È tutto morto.

  6. johnny blade ha detto:

    Manco io cia crid.

    Avevo detto che ieri sera sul lungomare la gente guardava inter torino anziché venezia pescara..dopodiché li so mannat a fareinculo. Moijm sa spaventat..

  7. draculone ha detto:

    Johnny non ci credo che sei un ‘intertriste

  8. johnny blade ha detto:

    dopo il 3a1 dell’inter sul Torino,stamattina al mare si respirava un’aria distesa. Le vittorie fanno stare bene.

  9. alex74 ha detto:

    Ma un che si chiam male nin po’ sta bbon

  10. nemicissim0 ha detto:

    Ho rivisto gli aializ. Vorrei segnalare a futura memoria il comportamento da grandissimo ***** IPOCRITA (e mo bannatemi, ma quando ci vuole ci vuole) del n. 23 del Venezia, tale MALEH. Il quale, subito dopo la manata di Galano a cullù poi colpito da ictus, si avvicina al nostro giocatore e lo abbraccia in maniera gentile per calmarlo, quasi a dire “iamm su, ndì ngazzà” per poi, mezzo secondo dopo, cambiare improvvisamente atteggiamento con scatto improvviso verso l’arbitro per invocarne a gran voce l’espulsione. Insomma, dapprima si era accorto che l’incidente era cosa da nulla, e poi, approfittando del coro di proteste, ha “cambiato idea” in maniera plateale e ridicola. Tu, caro ******, meriteresti di marcire nei campetti di periferia che meglio ti si addicono.

  11. draculone ha detto:

    ZONNO IBNODICO rofl GRANDE MILTON hi

  12. alex74 ha detto:

    Io ho notato nel post covid una frega di fuorigioco non rilevati. Evidentemente i guardialineeeeee hanno bisogno dei tifosi che gli mandando affangul le mogliiii per rendere

  13. nemicissim0 ha detto:

    Quoto al 100% l’analisi del match fatta da Alex (che mostra di capire di calcio almeno quanto capisce di mazzate): fortunatamente la ritrovata parità numerica ci ha aiutato non poco. Il golletto in fuorigioco ci ha salvato le chiappe. E’ altrettanto certo che, a poche partite dalla fine, mettersi a rischiare con formazioni (sulla carta…) d’assalto comporta enormi possibilità di prendere le imbarcate. Mo sono cazzi perchè la serie negativa del Frosinone non può durare in eterno.

  14. Milton Tita ha detto:

    non ghe il momendo di gridigare ne indivituare i golbevoli…. benziamo a salvargi ghe boi direremo le somme… penso sia questo il leit motiv di scdamba logale e nn in merito alla posizione di classifica… io mi ricordo le critiche PUBBLICHE verso un PROFESSIONISTA CON ANNI DI ESPERIENZA QUALE PILLON… i bullman davandi la borda, il zonno ibnodico, cullatre che si lamentava che il miscder giocasse ber nn berdere e che la mangata zerie gha fosse un tanno egonomigo gonziscdende…. per nn richiamare le ordigarie di guescdanno alla barola salvezza… io dico : E MO? io nn sono per attendere a colpevolizzare il responsabile (perchè è uno solo), si puo traquillamente criticare il suo operato oppure dobbiamo attendere ? si puo dire che questa squadrra non ha nè capo nè coda? che si è scelto di affidare la conduzione a due tecnici della primavera e un tecnico senza alcuna esperirenza come allenatore in B? si puo dire che abbiamo tolto Machin per l’ennesima volta a gennaio? A me frega veramente poco che il perugia abbia gli stessi punti nostri e un squadra nettamente piu forte della nostra… L’umiltà di dire ” IO HO SGABLIATO TUTTO QUEST’ANNO, PERCHE’ LA MIA STRATEGIA E’ NN SPENDERE PER GIOCATORI DI CATEGORIA NE TANTOMENO PER TECNICI DI CATEGORIA…”

  15. johnny blade ha detto:

    Sebastiàaa stupiscici ancora .
    Dai che ce la farai.

  16. hugobiancazzurro ha detto:

    Siamo in 6 squadre a giocarcela perché l’Entella non può stare tranquilla. Adesso ne ha due in trasferta a Empoli e La Spezia. SU 6 ci sono 5 posti per salvarsi senza i playout. Ce la facciamo.

  17. johnny blade ha detto:

    Errare è umano, dare la colpa a qualcun altro mostra capacità dirigenziali.

  18. hugobiancazzurro ha detto:

    Però Sottil ha reagito bene e ha cambiato la squadra. Ha avuto una gestione da allenatore esperto di queste situazioni.

  19. 433offensivo ha detto:

    Non puoi prendere sempre e solo allenatori con poca o nessuna esperienza da allenatore nella categoria.
    Giocare é una cosa, allenare é un altra.
    Dà giocatore gestisci te stesso… Pensi a te, da allenatore devi gestire un gruppo di 25 – 30 e più elementi… Farli diventare gruppo, trasmettere personalità alla squadra…
    Poi se uno non sa stoppare un pallone, li non puoi fare molto, ma in questa situazione, dovevi prendere un allenatore con almeno un po di esperienza nella categoria.

  20. Cullù vattene, la purchett ha scort

  21. alex74 ha detto:

    Di a tuo padre che dice mio cuggggino che non è detto

  22. ilfigliodel36 ha detto:

    Ha ragione Dionisi. Con il Venezia a 43 punti e noi a 40, dice mio padre che eravamo nella melma fino al collo

  23. draculone ha detto:

    Tuscia ed Alex, allenatori- giocatori in campo del sito

  24. alex74 ha detto:

    Tuscia j ve l ‘ ambar lu pallon cazz t’ acrid

  25. tusciabruzzese ha detto:

    quoto l’analisi tattica di alex74 …
    … mi devo essere rincoglionito proprio
    laugh

  26. draculone ha detto:

    Un piede in serie C e questi parlano di prestazione gagliarda e punto importantissimo, mah. Una cosa però va detta secondo me, Sottil, a differenza dei predecessori, legge bene la partita dalla panchina ed è tempestivo nell’apportare le modifiche alla squadra

  27. ho premuto pubblica prima di finire……………. PRIMA DI FINIRE IN C VATTENE VIA DAL PESCARA !!!!!!

  28. alex74 ha detto:

    Mo ve lo dico io come è andata la partita di ieri. Non sentite le cazzate di gente palesemente di parte. Abbiamo iniziato molto male, impauriti e secondo me messi anche male in campo. Quelli menavano (nel calcio si deve anche imparare a menare senza dare nell’occhio) e noi ci siamo innervositi. Il primo a cascarci è stato galano. In 10 ovviamente ci hanno schiacciato. Auspicavo una squadra piu’ coperta nella difesa ma cuss ha fatto cambi a mio avviso senza senso. Il Venezia di ieri non avrebbe segnato manco con 3 partite a disposizione e puntualmente ci fanno gol. A quel punto il pescara si perde e se non era per quell’altro voccaperto del giocatore del venezia che si fa espellere la gara era persa. Da li il pescara inizia a giocare, grazie anche all’unico cambio normale fatto (non capisco perche’ clemenza non gioca) e segna in fuorigioco ma avrebbe pareggiato comunque visto che quello era il risultato che doveva uscire. Punto finito. rimane il fatto che se finisce oggi il campionato andiamo ai play out e li perdiamo pure co ssa flemma.

  29. alex74 ha detto:

    Sci l’arbitro ha sbaiat pure a regalarti un pareggio in netto fuorigioco. Non c’e’ mai fine all’indecenza.

  30. biancazzurri ha detto:

    ahh mo sci, vatt’neviadalupiscàre, mi parèv’ ca ci’ammanchev’ caccheccosa laugh

  31. PRESIDENTE SBAGLIATO………………….. NON SBAGLIARE E VATTENE VIA DAL PESCARA !!!!!

  32. E’ vero Sebastiani, anche l’arbitro può sbagliare talvolta…. Noi invece siamo abituati a un presidente che sbaglia purtroppo non esattamente solo ‘talvolta….