LA SETTIMANA DEI BIANCAZZURRI E LE “ULTIME PAROLE FAMOSE”
29/11/2019
INDOVINA! Perugia vs Pescara – Chi ha di più…
30/11/2019

LE “FOLGORAZIONI” DI SEBASTIANI SULLA VIA DI PERUGIA

Le “uscite” del presidente della Delfino Pescara 1936, Daniele SEBASTIANI, “folgorato” sulla via di Perugia: 

“La partita col Perugia sarà difficile perché il Perugia è una buonissima squadra: viene da qualche battuta a vuoto ma ha un organico di tutto rispetto e soprattutto un allenatore che io stimo molto, perché Massimo – a parte il legame affettivo – è un bravo allenatore. Se rischia?  Mah, è la vita degli allenatori… In questo momento della stagione tutte le squadre che sono lì davanti sono nell’ambito di due punti: ci sono otto squadre se non vado errato, quindi parlare di rischio mi sembra esagerato; però poi ognuno vede in casa sua”.

“Quanto agli acciaccati, PALMIERO credo ne abbia ancora per una settimana, dopodiché dovrebbe rientrare definitivamente, spero già da sabato prossimo. Comunque, al di là del fatto di sperare di avere la rosa al completo, chi sta giocando sta facendo molto bene, quindi sicuramente la preoccupazione non è quella. Però è chiaro che noi vogliamo avere gli effettivi tutti presenti, perché questa è una rosa che – se è al completo – è importante. FIORILLO credo che abbia bisogno di qualche tempo in più, perché viene da una piccola operazione alla mano e per il portiere credo sia fondamentale stare al top; però anche lui è sulla via della guarigione. Per CHOCEV c’è tempo, ma non è un problema: lo aspettiamo con pazienza perché sapevamo dall’inizio cosa aveva avuto e che tempi aveva. MELEGONI è tra i convocati nella partita col Perugia, e questo è un bel segnale”.

Sul presunto risentimento di Massimiliano Santopadre, presidente del Perugia, sulle cifre circolate relativamente a Melchiorri: “Con Massimiliano ho un bellissimo rapporto; siamo insieme nel Consiglio di Lega… Anche io, se mi fanno una richiesta su un giocatore, ho le mie idee; e lui ha le sue sul suo giocatore: è giusto che sia così. Non parleremo di Melchiorri perché in questo momento, come ho sempre detto, il nostro pensiero non è sul mercato. Il nostro pensiero è soprattutto su queste ultime partite che mancano nel girone di andata per cercare di fare il meglio possibile”.

A proposito di richieste dalla Germania per BORRELLI: “E’ un giocatore del 2000 che sta facendo molto bene; però

va lasciato tranquillo, va lasciato in pace, non gli devono essere messi grilli per la testa,

perché è alla sua prima stagione. La sta facendo alla grande. E’ chiaro che abbia movimentato degli interessi perché non credo ci siano tanti 2000 che giocano titolari in questa categoria e anche nella categoria superiore. Soprattutto ha un ruolo importante perché è una punta centrale e ha un fisico che difficilmente si trova in circolazione. E’ evidente che se un ragazzo si mette in mostra, gli operatori di mercato – che sono attenti – lo guardano con interesse; però al momento non ho nessuna comunicazione in questo senso. Se arrivano le chiamate ufficiali non c’è bisogno di parlare la lingua (il tedesco NDR), quindi non è un problema quello (sorride), ma in questo momento credo che il ragazzo debba essere concentrato su quello che sta facendo, e lo sta facendo molto bene. È un ragazzo molto determinato, e questo già mi basta”.

“Il Pescara è una società di calcio, con tutte le problematiche di una società di calcio, ma sicuramente è una società che è in regola con tutto: basterebbe chiedere ai giocatori come sta la Pescara calcio… Però, fondamentalmente è una società che ha un suo budget, ha le sue entrate e le sue uscite. E’ evidente che questa è una società che vive facendo lavorare il sistema calcio, vive quindi anche di quelle che sono le plusvalenze rivenienti dai giocatori che vende. Noi speriamo ogni anno di farne qualcuna, in maniera tale da poter l’anno successivo ripresentarci ai nastri di partenza sempre competitivi, come facciamo ormai da anni.

Questo è quello che che preme di più in primis a me,

ma anche e soprattutto ai tifosi che vengono allo stadio e vogliono vedere la loro squadra sempre lottare ai massimi livelli”.

“Io ho sempre detto che se trovassi una persona seria che si accolla il Pescara sarei disponibilissimo: è evidente che Pescara non è una piazza che ha un appeal così importante, come non lo hanno tante altre piazze piccole, quindi è difficile trovare l’acquirente per il Pescara. Però l’importante è che la società sia in regola su tutto e che possa garantire un futuro sereno perlomeno sotto la mia gestione. Poi, se un giorno arriverà qualcuno che sarà in grado di ‘liberarci’ degli impegni e assumerli con la stessa serietà, la stessa dedizione, lo stesso impegno che abbiamo messo noi in questi anni, ben venga”.

“Sogni di mercato? No, io sinceramente sono molto soddisfatto di quello che ho, e non è una frase di rito. Noi abbiamo allestito una squadra importante, una squadra che ha dei valori, una squadra che ha giocatori giovani, bravi, di cui sentiremo parlare nei prossimi anni e ha dei giocatori meno giovani che stanno facendo vedere che cosa significa avere un giusto mix in una squadra di calcio, per cui noi siamo soddisfattissimi di quello che c’è. E’ evidente che se poi devi guardare in casa d’altri, ci sono tanti giocatori importanti, non uno… Brugman? Gaston è in Serie A, ha lavorato tanto per arrivare in Serie A e adesso si sta ritagliando piano piano uno spazio nel Parma: l’ho visto nell’ultima partita, dove è entrato e ha fatto molto bene, quindi mi fa piacere per lui perché se lo merita”.

 

40mila.it

Lascia un commento

19 Comments

  1. fdcpescara ha detto:

    Mi dispiace fare il bastian contrario, ma almeno una volta riuscite a vedere le cose con oggettività o la rabbia vi rende gli occhi infuocati?

  2. fdcpescara ha detto:

    Presidente ce ne vorrebbero tante di persone come lei.

  3. Se per voi è poca cosa presentarsi ad ogni campionato “competitivi”, fatevi avanti e dimostrate concretamente di cosa siete capaci. Sbaglio o chi voleva comprare la Pescara calcio non è stato capace neanche di mantenere il calcio a 5? Sbaglio o chi lo ha preceduto è fallito?

  4. antateavanti ha detto:

    Grazie presidente grazie di esistere …..

  5. tusciabruzzese ha detto:

    È UFFICIALE: una società senza obiettivi sportivi se non quella di esistere, cioè d’iscriversi ogni anno!
    negative
    Eccerto, sennò parte la cantilena: Ancona, Siena, Bari, Messina, Palermo, Foggia, Cesena, Catanzaro, Latina, Catania, … proseguite voi l’elenco … non vorrei dimenticarne qualcuna …

  6. tusciabruzzese ha detto:

    vattevia… ti dico la verità: la frase m’era suonata male anche a me. Diciamo un lapsus freudiano
    diablo

  7. Ma noi viviamo “facendo lavorare il sistema calcio” a voi non vi fa ripensare a Moggi e compagnia bella?

  8. biancazzurri ha detto:

    Sebba t’è rraggion’: Borrelli va lasciato tranquillo, va lasciato in pace, non gli devono essere messi AUTOgrilli per la testa rofl

  9. tusciabruzzese ha detto:

    Le plusvalenze sono OK.
    Le bugie ripetute per anni? NO!
    Dire oggi una cosa e domani il contrario? NO!
    La mancanza di sensibilità verso il fatto che non è una Società come le altre ma porta il nome e i colori della Città? NO!
    Mettersi in tasca tutte le plusvalenze e non prendere un attaccante a Pillon a gennaio fregandosene della possibile serie A? NO!
    Il menefreghismo verso il risultato sportivo ogni volta che c’è da lucrare 50 centesimi? MANCO!

  10. È un peccato vedere un “pescarese” che maltratta ripetutamente la propria città e la propria gente. Tutto ha un inizio e tutto ha una fine

  11. Repoman ha detto:

    Si ni da’ ji’, PUNTO

  12. Certo , concordo con voi , il suo comportamento da Ignorante , Insensibile e Arrogante è la cosa che mi fa gridare sempre di più VATTENE
    Ma è tutto rapportato , siccome della tifoseria e della piazza non se ne frega proprio un c…o , allora cerca di fare l’ingordo con più plusvalenze possibili vendendo pure l’aria , vabene fare le plusvalenze per portare avanti la baracca , ma se ci tieni alla città e alla tifoseria ogni tanto fallo un c…o di sacrificio e dimostra un minimo di attaccamento , come puoi pretendere poi di avere il pubblico dalla tua parte , per avere bisogna anche saper dare , invece cussù è solo un grandissimo Egoista 🤘

  13. Cast_biancazzurro ha detto:

    Concordo con Alex, il problema non sono le plusvalenze, che se le fanno le strisciate allora tutti ad elogiare i dirigenti. Il problema è che non riesce e manco ci prova a ridare entusiasmo all’ambiente, oltre i numeri deserto assoluto

  14. alex74 ha detto:

    Il problema non sono le plusvalenze o se ci guadagna. A me di ste cose non me ne frega niente. Il problema è che, secondo me, non sai fare il presidente di una squadra di calcio. Essere un presidente va al di fuori dei soli numeri e soldi. Non sei stato in grado di creare un minimo di interesse intorno alla tua squadra. Il che e’ molto grave a mio avviso. Poi che si campa di plus valenze avet fatt la scupert dell’acqua cal

  15. Repoman ha detto:

    Ci sirvev cullu’ pi capi’ ca campem di plusvalenz dash

  16. AppressAluPscar ha detto:

    Riassunto: teniamo i conti apposcto grazie alle plusvalenze. Sentiremo parlare in futuro dei nostri giovani (in altre squadre).

  17. Max1967 ha detto:

    Scusate ma le interviste a cullù non riesco a leggerle…

  18. draculone ha detto:

    Il Pescara ha solo entrate

  19. pescara ha detto:

    Non è quello che volevate? Adesso ve lo ha detto in maniera sincera: il Pescara è una società che ha un suo budget, ha le sue entrate e le sue uscite. E che vive anche di plusvalenze. Se non ne facciamo, l’anno successivo non possiamo ripresentarci.
    E’ chiaro?