INDOVINA! Perugia vs Pescara – Chi ha di più…
30/11/2019
CHOCHEV operato di nuovo!
30/11/2019

COSI’ PARLO’ ZAURITHUSTRA, Decalogo § 14 (conferenza pre-Perugia)

Luciano ZAURI, allenatore Pescara Calcio

  1. “Con Massimo [Oddo] e Marcello [Donatelli, secondo di Oddo] abbiamo vissuto delle bellissime annate, nonostante qualche risultato negativo: e poi anche le difficoltà cementano positivamente il rapporto. C’è quindi un bellissimo bellissimo ricordo e sarà un piacere ovviamente rivedere delle facce amiche: insomma, sarà una bella emozione sicuramente. Chiaramente, nei 90 minuti sarà come per le altre partite, dove ognuno vorrà vincere. L’ultimo incontro risale a quest’estate forse anche ai primi di giugno perché dopo ognuno ha fatto le sue cose, tra vacanze, eccetera”.
  2. “Il Perugia è forte e gioca bene anche se viene da risultati negativi. Si sa, il campionato di calcio vive anche di situazioni negative, però è una squadra che, dati alla mano, ha giocato molto bene, ha un ottimo palleggio: è la seconda-terza squadra del campionato per caratteristiche di palleggio. Ha delle difficoltà in questo momento: le sconfitte hanno evidenziato delle problematiche. Si sa che poi, quando si costruisce una squadra per vincere e se si va giù, logicamente si va incontro a problemi. Credo che li stiano affrontando. Il parco macchine che hanno davanti è notevole e speriamo che non si sblocchi nessuno [proprio] per questa questa giornata. Insomma, hanno giocatori importanti lì davanti, sia nei tre attaccanti puri che per quanto riguarda i trequartisti. C’è un potenziale offensivo enorme, che per motivi che non conosciamo non hanno fa quel che vuole in questo momento. Ma è una squadra molto temibile, che gioca molto bene a calcio. Giocherà in casa e vorrà far valere il ‘fattore campo’ sicuramente. Però, ovviamente noi vogliamo vincere: abbiamo grande rispetto del Perugia e non potrebbe essere altrimenti ma siamo consapevoli comunque della nostra forza. Abbiamo un’idea di calcio che vogliamo portare e abbiamo le nostre armi
  3. E’ una squadra di calcio la nostra che ancora oggi ha bisogno di trovare delle situazioni consolidate: è una squadra totalmente rinnovata negli elementi cardine. Il player e l’attaccante centrale in qualsiasi squadra non si regala. Ogni volta che vai a a modificare delle situazioni fai fatica. Magari la trovi subito la quadra, dopo rallenti, dopo magari ingrani e poi rallenti un’altra volta. Quindi, non è detto che noi abbiamo risolto i problemi. Sono sicuro che abbiamo dei problemi. Però è chiaro che gli uomini in questo momento, messi in alcune situazioni, funzionano. I fatti ci danno ragione a livello numerico ma sicuramente non potremo vincerle tutte”.
  4. “La Cremonese è una squadra forte: l’abbiamo affrontata e ci siamo resi conto della sua forza fisica. Ha due attaccanti che abbiamo visto cosa possono creare: quindi, c’è stata l’idea di bloccarli così come abbiamo fatto e secondo me è andata bene. Ed è chiaro che non avevamo tutti gli elementi al cento per cento per tutti i motivi che ci siamo detti. Per cui, è andata come volevamo: l’avevamo quasi vinta. E poi tra poco non la perdiamo: quindi, alla fine, credo il pari sia stato giusto. Secondo me abbiamo fatto un’ottima gara. I ragazzi ce l’hanno messa tutta. Prepararla è stata difficile, anche per via degli assenti. La risposta sul campo credo ci sia stata”.
  5. “Sono sincero: le tabelle [di marcia] non le faccio mai. Abbiamo inanellato delle situazioni positive in termini di risultati, quindi vorremmo continuare a farne. E’ la famosa continuità che farà sì che la classifica sia più o meno di un certo livello”.
  6. “Noi sappiamo che dobbiamo avere rispetto per l’avversario: spesso ci terrà nella nostra metà campo e dovremo saper difendere, consapevoli delle nostre armi. Il Perugia in casa vuole tornare a vincere e a convincere. Quindi, mi aspetto una squadra che partirà forte e che vorrà imporre il proprio gioco, come spesso fa. Ripeto, noi abbiamo abbiamo qualche arma e speriamo di utilizzarla”.
  7. Con Oddo: “andavamo d’accordo perché avevamo la stessa idea di calcio che ci accomunava. A entrambi piace ‘giocare’ ma sono marsicano per cui il discorso non è sempre fatto di bollicine: bisogna fare quello che serve; mi piace giocare ma non mi piace regalare gol. Quindi, non devi costruire per forza da tre metri dalla porta per far vedere che vuoi ‘giocare’ a calcio. Mi piace quando è possibile adattarmi all’avversario, tra virgolette, perché comunque si può far male all’avversario anche adattandoti a loro ma mantenendo dei principi di gioco che sono quelli che vogliamo sempre mantenere in campo. La classifica è talmente corta che con una vittoria si ribalterebbero probabilmente anche i giudizi sul Perugia”.
  8. “Di giustificazioni a Pippo [MANIERO] non ho date e non devo darne; ma nell’ultima partita, per esempio, ho avuto un cambio obbligato per DRUDI. Tanto è vero che Pippo si stava scaldando da parecchio. Non è entrato, se non alla fine, purtroppo, perché non potevo giocarmi l’ultimo cambio a un quarto dalla fine: poi, avessi avuto un problemino mi sarei trovato senza cambi. Pippo è un giocatore che merita, ma altrettanto spazio merita BRUNORI. Sono ragazzi che si allenano sempre bene. Mi dispiace che Pippo in questo momento stia giocando meno: mi auguro che abbia spazio per difendere il risultato e non per ribaltarlo”.
  9. “Sono convinto che a gennaio qualcuno chiederà di andare perché magari lo spazio che ha avuto è stato veramente poco. Per quanto riguarda la rosa, la vorrei quasi quasi completare in certe situazioni come si deve, però è chiaro che a livello numerico poi sarebbe un problema. Se guardiamo i numeri oggi, comunque con il rientro degli infortunati  andremo veramente a riempire tante caselle. Per cui, sicuramente in uscita dovremo fare qualcosa. Poi, se dovessero uscire più di 2-3 giocatori per reparto, chiaramente andrebbero sostituiti; ma se dovesse uscire uno per reparto, allora noi siamo abbastanza coperti. Sono sincero e dico che vorrei solo avere i centrocampisti che ho già in rosa perché con i centrocampisti che abbiamo noi al completo in qualsiasi momento della gara in cui ci fosse un calo, riesci a cambiare e comunque a mantenere intensità. A volte ci siamo trovati con tre centrocampisti pur avendone 8-9 in rosa”.
  10. “Aneddoti con Massimo [Oddo] se ne sarebbero tanti: ricordo con piacere alcune difficoltà perché comunque, quando chiudevamo la porta ed eravamo in 2-3 nello spogliatoio, nelle sofferenze si è creato un bel rapporto. Da questo punto di vista, quando si scherza e si ride sempre è facile stare assieme; è nelle difficoltà che poi si compattano i rapporti.”.

Link al precedente articolo della stessa serie.

40mila.it

Lascia un commento

21 Comments

  1. pescarese1976 ha detto:

    alex74 ha detto:
    1 Dicembre 2019 alle 8:34
    Un campionato di serie b cusci’ scadente non me lo ricordo. 20 squadre ammucchiate a 2 3 punti. il benevento già in A col minimo sforzo. giocatori che non azzeccano due passaggi di fila. squadre senza uno schema e un identità di gioco. stadi deserti. cuss che elogia una partita da sonno totale.
    ***************
    alex74 non è che ha ragione ma na fregh di chiù, questi sono i danni che hanno fatto questi procuratori che con il calcio non ciazzeccano nulla di nulla…poveri noi come stanno riducendo questo bellissimo sport…ah oggi giochiamo contro il 1999 più forte d’italia? laugh

  2. AppressAluPscar ha detto:

    Sono marsicano quindi il discorso non è fatto di bollicine. Si, è fatto di bucce di patate, totalmente inutili. ZAURIIIIIIIIIIII

  3. alex74 ha detto:

    Un campionato di serie b cusci’ scadente non me lo ricordo. 20 squadre ammucchiate a 2 3 punti. il benevento già in A col minimo sforzo. giocatori che non azzeccano due passaggi di fila. squadre senza uno schema e un identità di gioco. stadi deserti. cuss che elogia una partita da sonno totale.

  4. antateavanti ha detto:

    Buongiorno e benvenuti nel mese delle Palle…..di Natale .
    A proposito di Sebastiani e del suo modo di porsi che da fastidio più del suo modo di operare, resto piacevolmente stupito (ma dovrebbe essere la norma) dalla signorilità di Comisso il presidente della Fiorentina che dopo una sconfitta in casa e una brutta classifica PARLA DA VERO PRESIDENTE, Consiglio a cullu’ di farsi dare 1936 lezioni di doposcuola gestionale calcistica e di specchiarsi nel l’atteggiamento

  5. alex74 ha detto:

    La vist sol ess sta grande partita contro la Cremonese. M arcummann, contro un perugia alle corde e un loro mister super impaurito rifai un altra grande prestazione difensiva come quella di venerdi scorso.

  6. antateavanti ha detto:

    Mi auguro che negli spogliatoi riesce a farsi comprendere bene il mister….perché da come si esprime nelle interviste ho molti dubbi

  7. tusciabruzzese ha detto:

    L’unica frase in cui ha detto qualcosa è stato per mettere le mani avanti: “E’ una squadra di calcio la nostra che ancora oggi ha bisogno di trovare delle situazioni consolidate”. E ha dato la colpa ai cambi in 2 ruoli chiave (cioè alle assenze di Palmiero e Tumminello).
    All’inizio mi pareva schietto e sincero nelle conferenze stampa. Adesso, sta cambiando.
    Toccherebbe ai giornalisti incalzarlo sul serio. Ma forse sono ancora colti alla sprovvista da questo cambio di atteggiamento. Vediamo se ci riflettono per la prossima volta …
    boredom

  8. 1936 ha detto:

    Qualcuno va a Perugia?

  9. draculone ha detto:

    Fa’ pretattica laugh

  10. Max1967 ha detto:

    na dett’ nint’…con quale modulo domani?? fool

  11. draculone ha detto:

    È forte come l’aceto laugh

  12. johnny blade ha detto:

    Sci proprio forte la cremonese…c ha fatt oggi…

  13. fdcpescara ha detto:

    Vi ricordo che Zauri è il nostro allenatore e non quello del Perugia.

  14. draculone ha detto:

    Pare di sentire Cullu’ che parla marsicano rofl

  15. Zauri, pure a te ti stesse mica a venire un inizio di sebastianite?

  16. johnny blade ha detto:

    io non leggo niente prima di cena o mi passa la fame dal nervoso per quello che avrebbe detto.👋

  17. draculone ha detto:

    Non si arrivava mai alla fine e quando vai a sintetizzare ca’ dett di concreto?che devono sfoltire la rosa e che il Perugia è forte dash

  18. johnny blade ha detto:

    UAGLIÚUU SO ARVAAAT! STASERA DEBUTTO AL GRAN CANYON. CHI VIENE R FA IL NOME MIO HA UN POSTO RISERVATO. FATEVI SENDÍ
    bye

  19. vitabiancazzurra ha detto:

    Mahhh …un groviglio aggrovigliato di parole e poi ancora a parlare della cremonese ? Se come ha fatto capire avrà lo stesso timore di venerdì scorso perché affrontava due attaccanti come ceravolo e Ciofani col Perugia imposterà la partita della serie chiusi coperti e contropiede ??? Sulla carta in attacco loro sono molto temibili ….però in difesa non sono granché e a mio avviso il nostro centrocampo è superiore malgrado l’assenza di Palmiero quindi se ce la giochiamo attaccando convinti possiamo indirizzare la partita a nostro favore anche a livello mentale e mettendoli in difficoltà il pubblico scontento sarà un arma da sfruttare …..

  20. biancazzurri ha detto:

    Cussù sa fatte furbe. Dice tante ma nin dice ninte! Mo’ parle degli avversari e delle amicizie co gl altri allenatori ma annasconne quelle che fa col pescara