Highlights della 12a giornata di B
11/11/2019
Il Pescara decide l’esonero dell’allenatore …
12/11/2019

VI VOGLIAMO COSÌ…

Il Pescara supera brillantemente la trasferta di Empoli giocando un’ottima partita e dimostrando un carattere da grande squadra. In Toscana, infatti, il Delfino è come se avesse disputato due partite in una; nei primi 45’ minuti gli uomini di ZAURI mettono alle corde l’Empoli sciorinando un calcio gradevole ed efficace che consente di chiudere la prima frazione di gioco sul 2-1. Nel secondo tempo, invece, il baricentro del Pescara si abbassa a causa della reazione della squadra empolese, ma proprio in questa fase sofferta della partita viene fuori un gran Pescara. Escluso l’ultimo periodo, avevamo più volte sottolineato i problemi caratteriali della squadra che avevano penalizzato le prestazioni più degli aspetti tecnici e tattici. Nelle ultime partite, però, il cambiamento di atteggiamento è stato palese.

Da Empoli giunge la conferma definitiva che la squadra riesce a calarsi nelle varie situazioni: da un lato tenta di giocare e fare la partita a viso aperto quando è il momento di fare gol,  dall’altro si difende e lotta senza scomporsi per portare a casa il risultato, senza però rinunciare a far male con contropiedi micidiali come quelli che abbiamo visto contro Benevento e Pisa.

Un altro aspetto interessante e che sottolinea i progressi fatti da ZAURI e la sua squadra è la solidità difensiva. Anche se ad Empoli il Pescara ha subito un gol, ci sentiamo di dare un giudizio positivo sulla prestazione della difesa biancazzurra in linea con le ultime partite disputate. Il gol incassato, infatti, è sintesi di tutto quanto può accadere quando si è sfortunati: palla inattiva calciata in area,  mischia rocambolesca, rimpalli, svarioni e alla fine gol segnato pure in fuorigioco. In considerazione di quanto appena illustrato, quindi, non possiamo che dare tutte le attenuanti del caso al reparto difensivo.

A tal proposito, è utile sottolineare che una grossa mano ai difensori biancazzurri giunge dalla corsa dei centrocampisti e degli attaccanti; quest’ultimi in particolare, già da alcune giornate si stanno sacrificando parecchio arretrando fino alla propria tre quarti per aiutare i compagni nelle fasi più delicate della partita.

Anche ad Empoli, infatti, abbiamo visto MACHIN e GALANO ripiegare sulla linea mediana e apportare un grosso contributo al recupero palla di MEMUSCHAJ e compagni, denotando anche un’ottima condizione fisica.

In definitiva la trasferta empolese consegna al campionato del Pescara un’ulteriore certezza: la squadra è competitiva ed è assolutamente padrona del proprio destino; ZAURI e i suoi ragazzi hanno compreso che l’approccio caratteriale è componente troppo importante per il campionato di serie B e, altro aspetto non secondario, un atteggiamento leggermente più sbarazzino aiuta a giocare con maggiore sicurezza.

CLASS THIRTY-SIX


Lascia un commento

28 Comments

  1. antateavanti ha detto:

    Che rottura le interruzioni di campionato per le nazionali, non basta giocare con là spezzatino indegno di martedì venerdì lunedì oltre al sabato che dopo tanti anni ancora non metabolizzo …😠

  2. Volevo dire non lo so

  3. Non lo sa se la pausa sia un bene o un male , secondo me ora che avevamo trovato un minimo di continuità non ci voleva .

  4. draculone ha detto:

    Di centrali ne hai tre ” arruolati” più Campagnaro e qualche adattabile, quindi , secondo me più che coperti. Centrocampo idem. Anche a me ha fatto un’ottima impressione Zappa. Siamo più carenti come punta , ma con questo modulo ” è di supporto”. Vedo più tanti esuberi per quanto riguarda gli esterni d’attacco

  5. johnny blade ha detto:

    Quando è entrato Drudi, Ciofani ha giocato est.dx. Ma era una fase in cui Zauri aveva deciso alla fine per difendersi e giocare di rimessa con Brunori. Quindi un modulo per le contromisure.
    Qusta pausa serve per riposare e recuperare i giocatori. Speriamo non perdano la concentrazione e la rabbia,che non si ammoscino.

    Adesso vado ad ascoltarmi l’ultimo degli angel witch.
    [corna]

  6. tusciabruzzese ha detto:

    A dire il vero, la difesa dimostra buona solidità dalla partita con il Benevento, quindi incluso la trasferta a Castellammare: in quest’ultima furono “dormite” di singoli – Bettella e Ciofani su tutti – a farci perdere l’incontro. Penso che Ciofani rimanga essenzialmente più adatto a giocare da esterno di un centrocampo a 5 (vedi Ascoli) piuttosto che come “distratto” terzino destro in difesa: ma qui avremmo Zappa che finora ha destato un’ottima impressione.
    Forse c’è da preoccuparsi per una panchina un po’ corta sui centrali difensivi: dietro Bettella e Scognamiglio (che dovrà pur tirare il fiato nel corso del campionato) c’è solo Drudi di spendibile se si considera che Campagnaro è più “di là che di qua” search, Celli e Marafini devono rientrare da infortuni oltre a dover dimostrare ancora di poter giocare in B e che, per l’appunto, Ciofani, benché provato durante tutta l’estate come centrale, non sembra dare garanzie come marcatore di una punta avversaria

  7. draculone ha detto:

    Se piove in colpevole ha un nome e cognome. DANIELE SEBASTIANI VATTENE

  8. Piov a tutta callar …Cullù vattene

  9. draculone ha detto:

    Dopo Ibrahimovic e Ronaldo , EVA HENGER MASSAGGIATRICE della Pescara calcio rofl

  10. Max1967 ha detto:

    Ma se questi stanno sui social a postare le foto di Ibrahimovic e Ronaldo come gli uagliunitt’…immaturi o doppiodefisti mancati? Non si sa ma sicuramente stem’ a diventà na barzellet.
    Livello mediocre come tutta la gestione della società

  11. biancazzurri ha detto:

    Sci, simpatiche uguale uguale a cullù negative

  12. draculone ha detto:

    Secondo me, Mucciante è pure convinto di essere ” simpatico” crazy

  13. draculone ha detto:

    Pescara, tu dici tante ” stupidaggini”, tante quante ne spara Mucciante dash

  14. pescara ha detto:

    Si, così poi se ne va e rischiamo qualcuno che sul serio ‘pochi maledetti, tutti e subito’, quindi… fallimento

  15. VECCHIA GUARDIA ha detto:

    pure qualche zampatone

  16. Repoman ha detto:

    “Più sardelle per tutti”, e ” soprattutto a Cullu'”

  17. nemicissim0 ha detto:

    Il confronto, anche duro, non può che far bene, se è fatto nell’interesse della squadra e non per questioni strettamente personali. Se poi, come parrebbe dall’esterno, il presunto faccia a faccia (chiamiamolo pure “sardelle”, se vogliamo) è stato seguito dal chiarimento e da ritrovata armonia, allora iniziano anche a vedersi i risultati.
    Speriamo si continui così.

  18. pescara ha detto:

    Ancora una volta viene provato con chiarezza che se i giocatori ci mettono impegno, la Società ha azzeccato le scelte su come comporre la rosa

  19. Repoman ha detto:

    Tutto è avvenuto grazie a ” Memu ” ca a tirat ” du san sardell” cool

  20. Quess è poc ma sicur

  21. Max1967 ha detto:

    E’ probabile che dopo i chiarimenti avvenuti nello spogliatoio le cose sono iniziate ad andare meglio…. buba

  22. tusciabruzzese ha detto:

    Diversi errori fatti da luglio a inizio ottobre da parte di Zauri (che nel complesso mi è però sempre più piaciuto che dispiaciuto): ok, occorre non nasconderli. Ma al di là degli errori del tecnico e delle disattenzioni dei singoli, su una cosa Zauri aveva sempre avuto ragione: Il tecnico si può inventare quello che vuole ma se l’ATTEGGIAMENTO dei giocatori non è quello di “mordere le caviglie”, aiutarsi a vicenda, farsi vedere dal compagno pressato, tornare a coprire, contrastare, fare le 2 fasi, etc. etc., insomma se la “testa” e la “volontà” mancano, c’è poco che un allenatore possa risolvere “da solo”. Poi, è chiaro che trasmettere e ottenere l’atteggiamento necessario dipende ANCHE dall’allenatore. Però, non è solo lui che può farcela: se i giocatori non ce lo mettono, tocca alla Società “dietro” azionare gli strumenti di pressione necessari.
    Comunque, ora pare che “ci siamo” e possiamo guardare con fiducia avanti, almeno finché (a) l’età di alcuni non diventa un problema man mano che passano i mesi (Memu, Scogna) e (b) la vena realizzativa di Galano e Machin non si “secchi” (incrociamo le dita) dato che manchiamo chiaramente, a tal fine, di una punta all’altezza

  23. draculone ha detto:

    Qualche problema nello spogliatoio c’era sicuramente, speriamo che si siano chiariti definitivamente

  24. Jack87 ha detto:

    Ottimo articolo. Devo ammettere che io pensavo che questa fosse una squadra con uno spogliatoio spaccato e allo sbando. Invece ora lotta. È evidente che ho detto una frega di stupidaggini fino a mo. Scusate ragazzi, vi cusci drinks

  25. draculone ha detto:

    Di buon auspicio la crescente forma fisica di Galano

  26. 1936 ha detto:

    Finalmente una squadra che lotta!

  27. Molto più galano che machin a ripiegare , cmq ottima cosa ,bene così tutti si devono sacrificare , nessuna primadonna .