ANALISI TECNICO-TATTICA O TATTICA DI UN TECNICO IN ANALISI? 5° ep. [Cittadella e il 4-3-1-2]
25/09/2019
COSI’ PARLO’ ZAURITHUSTRA, Decalogo § 6 (conferenza pre-Crotone)
26/09/2019

UNA PARTITA DI SERIE B O DELLE GIOVANILI?

Una fase di Cittadella - Pescara

Nel descrivere l’esito di Cittadella-Pescara si fa una gran fatica nel tenere al riparo dall’invettiva del tifoso il giudizio critico, perché ascoltare da Zauri che la sua squadra è stata “penalizzata dagli episodi” rende difficile mantenere la lucidità per l’analisi della partita.

Chiediamo al mister: quali episodi avrebbero determinato il risultato di Cittadella? Prendere un gol a freddo non è mai un vantaggio, ma “gli episodi” a cui fa riferimento Zauri non esistono. I biancazzurri hanno dormito e sono rimasti imbambolati subendo un gol che, seppur propiziato da una rimessa laterale dei veneti, poteva essere evitato. Più che una errata posizione in campo o sulle marcature, infatti, ci è sembrato che ai nostri giocatori sia mancata reattività e cattiveria agonistica.

E in effetti questa mancanza di decisione non è nuova in casa biancazzurra; il gol subito contro l’Entella nell’ultima partita all’Adriatico, con quel batti e ribatti al limite dell’area di rigore, ha visto prevalere la determinazione degli attaccanti dell’Entella a scapito della indecisa difesa biancazzurra, poco pronta ad avventarsi su quel pallone per allontanarlo. Una situazione simile è accaduta anche ieri dopo il palo colpito dal Cittadella, quasi “nell’indifferenza” dei difensori del Pescara.

Tralasciando il giudizio tecnico e sul 433, che rimane più o meno invariato rispetto a quanto già espresso per le precedenti giornate di campionato, anche a Cittadella, il Pescara ha giocato, a nostro avviso, con l’intenzione di voler applicare in maniera rigida le direttive di Zauri.

La sensazione avuta è stata non quella di una compagine di serie B, ma quella di una squadra giovanile che rispetta i fondamentali tecnici e tattici in maniera scolastica limitandosi ad accontentare l’allenatore.

Zauri, infatti, è apparso soddisfatto perché, secondo lui, il Pescara “ha proposto situazioni interessanti” e di conseguenza non può “rimproverare niente ai ragazzi”. Un atteggiamento tradito dalla poca esperienza, nel quale rimangono evidenti dei superstiti approcci memori dell’esperienza passata alla guida della primavera. In definitiva, è sembrato che i nostri si sono limitati a svolgere il compitino: cercare il passaggio facile e giocate elementari; in una parola rimanere disciplinati.

Non possiamo disconoscere i valori di questa rosa. Ci sono sicuramente dei limiti legati all’applicazione di un modulo piuttosto che un altro, o alle condizioni fisiche di alcuni calciatori con qualche anno di troppo, però mister Zauri deve entrare in fretta nell’ottica del campionato di B. In questa categoria, infatti, “l’imprevisto” (vedi un gol preso a freddo) non può essere recuperato con il solo ordine tattico, ma occorre fare ricorso anche all’inventiva e a soluzioni che possano in qualche modo aiutare una squadra che, seppur non eccelsa, può fare molto meglio di ciò che abbiamo visto a Cittadella.

In conclusione va osservato che i giocatori di maggior caratura tecnica, soprattutto in fase offensiva, sembrano poter dare molto di più quando escono fuori dall’impostazione data dal mister e si affidano all’estro personale. In queste prime cinque giornate ciò è apparso abbastanza chiaramente e forse non è escluso che dal Veneto il tecnico marsicano sia tornato con il dubbio che adottare un altro modulo possa far rendere meglio il suo gruppo.

class thirty-six

Highlights della partita

Lascia un commento

35 Comments

  1. pescarese1976 ha detto:

    UKD come al solito freddo e lucido, la tua analisi non fa una grinza. I numeri parlano chiaro, CULLU’ TE NE DEVI ANDARE LI SI CAPIT CHE QUESTA CITTÀ NON TI VUOLE?

  2. Aternum ha detto:

    dai…Maxi-Lopez ni segn chiù manc ngh la matit

  3. antateavanti ha detto:

    ma il Crotone ha preso l’ex marito di quella monaca di clausura di Wanda ….hai capito i crotoniani…. laugh laugh

  4. Aternum ha detto:

    Il dato su cui mi piacerebbe si riflettesse un po’ di più è la situazione gol fatti/subiti. Per me è un indicatore che quasi sempre non mente. Il Pescara ha segnato 9 gol, non pochi, ma ne ha subiti anche tanti (9 gol). Di conseguenza risulta difficile credere che possiamo fare un campionato di vertice se non invertiamo questa tendenza. Poi se interpretiamo questi numeri ci accorgiamo che per Zauri c’è tanto lavoro da fare. Ben 4 dei 9 gol fatti cono scaturiti da palla inattiva: la punizione assist a salerno di memushaj con gol di campagnaro, i 2 rigori, e la punizione di memu contro l’entella. La sqaudra non è male ma effettivamente manca una scossa, quella scintilla che ci possa far prendere la rincorsa.

  5. lapescara ha detto:

    Io sono ancora fiducioso in Zauri. Deve scrollarsi un po’, sta troppo tirato….mister lascia andare io freno a mano ca si ugliun possono giocare e divertire.

  6. draculone ha detto:

    Ho visto l’intervista di Zauri, ha parlato mezz’ora, ma in pratica non ha detto niente. dash

  7. AppressAluPscar ha detto:

    meglio passare un attimo a San Capriele.

  8. draculone ha detto:

    Brutto infortunio per Balzano. Se non si opera, starà almeno tre mesi fuori ( rottura parziale crociato), se invece Salini decidera’ per l’intervento, almeno sei mesi fuori. AUGURI ANTONIO

  9. draculone ha detto:

    Brutto infortunio per Balzano. Se non si opera, starà almeno tre mesi fuori ( rottura parziale crociato), se invece Salinità decidera’ per l’intervento, almeno sei mesi fuori. AUGURI ANTONIO

  10. AppressAluPscar ha detto:

    @Pescara: non sono io a dover anticipare i soldi a sebastiani per un nuovo allenatore. Tu dici che il padrone ha diritto di gestire la società come una qualsiasi impresa. L’hai detto tu. Beh, se un imprenditore si accorge di aver preso un manager che non gli porta risultati, lo destina ad altri incarichi e ne prende uno capace. Per far questo, non chiede soldi ai suoi clienti, ma ce li mette lui. Si chiama rischio d’impresa: una volta ti va bene, e guadagni dei soldi; un’altra ti va male e i soldi ce li rimetti per il bene dell’azienda e per ottenere i risutati E mo vatt’a ddurmì.

  11. Repoman ha detto:

    Pesca’, ti piacess ca finess pur sopr a li social? Cusci’, calma piatt cool

  12. pescarese1976 ha detto:

    Zauri è come una certa categoria di giocatori, è nato per fare il secondo e chiù di quello non può dare, quando ti va bene. Il prossimo anno tornerà da Oddo.

  13. draculone ha detto:

    Io penso che se si critica, un motivo ci sarà. Se le cose andassero bene, secondo voi lo si farebbe?Allo stadio non si critica dai tempi di Zeman, ma in fondo siamo rimasti in pochissimi

  14. guerriero ha detto:

    pescà ti ragion a pur na fregh ma ndo stann tutt sti vuccalun quando iuchem in casa? sola a critica critichet critichet baste leggere i nomi dei nick che è tutt nu dic

  15. pescara ha detto:

    Contestate la Società sui social? Strano perché allo stadio non vi si sente mica

  16. biancazzurri ha detto:

    Pecché? Che scuadre allene su schettino?

  17. antateavanti ha detto:

    Sta squadra te la stessa flemma del suo allenatore che in panchina si mette braccia conserte per 90 minuti….speriamo non ripercorra le orme di schettino

  18. biancazzurri ha detto:

    IETE A FA L’ACCREDITO!!!! laugh1

  19. pescarese1976 ha detto:

    prima di andare a pranzo concludo con un mio pensiero e domanda, ma non sono le stesse problematiche di cui parliamo da 4/5 anni a questa parte? si ni ti li sold, vattin, preferisco ripartire tra i dilettanti quantomeno si ha la possibilità di ricompattare l’ambiente.

  20. pescarese1976 ha detto:

    è evidente ed è sotto gli occhi anche di un incompetente che c’è tanta volontà ma manca l’organizzazione. solo quando è entrato Memu, si è visto che ha cercato di dare delle linee guida. se anche giocatori di esperienza come Scogna, fanno cagate di quel genere, a cui lo scorso anno non ho mai visto fare significa che nemmeno loro sanno casa fare o perlomeno non sono adatti ai dettami di Zauri.

  21. pescarese1976 ha detto:

    se iniziamo a cambiare modulo è l’inizio della fine secondo me. già manca una vera identità di gioco se ci mettiamo pure le incomprensioni tattiche, ciavem pulit. zauri ahimè dispiace dirllo, mi auguro che stia sbagliando ma non lo vedo ancora pronto per i pro.

  22. tusciabruzzese ha detto:

    Baka, non tutti i giocatori hanno la duttilità che avevi tu: non cambierei d nuovo in meno di 72 ore. Già, in campo si spesso va piano perché pare che debbano pensare prima di fare … Non penso si debba rischiare di confondergli la testa ulteriormente. E comunque rimane un problema: le 2 punte che reggano 90 minuti non le hai ancora (Maniero non sembra pronto). Quindi, moduli a 2 punte sono esclusi per ora

  23. Maiella ha detto:

    A me sembra che la squadra stia li li per esplodere,fare progressi e poi invece si blocca; quasi quasi sembra che sia un fattore psicologico. Ci vorrebbe un’altra bella vittoria. Strano perché la discreta prestazione col Pordenone e la vittoria di Cosenza non sembrano aver dato fiducia al gruppo.

  24. Baka ha detto:

    Secondo me con il Crotone ci sarà qualche novità sul modulo. Non credo che Zauri riproponga il 433.

  25. biancazzurri ha detto:

    Sci, magare li pummadore nghe la rucole. SEBASTIA’, sa squadra è na MARE E MONTI ndo si capisce cchiù che sapore sti magnà

  26. draculone ha detto:

    Pescara1976, è evidente che questa squadra non possa fare il 433. Ecco perché ci vuole un’allenatore che si sappia adeguare alla rosa a disposizione

  27. guerriero ha detto:

    coma lu solit facet na frec di chicchier con le tastiere viiiiineeeeet a lu stadio e gridate FORZA PESCARA ALLINTEEETIL PI FAVOR

  28. pescarese1976 ha detto:

    Narrazione di fine estate. In una bella serata estiva dopo una bella mangiata di pizza e pomodorini arricchiti di rucola, nel bel mezzo di un ragionamento sportivo con oggetto il Pescara, ciascuno diceva la sua. Io a più riprese, confermavo sempre le stesse cose: questa squadra non potrà mai e poi mai giocare il 433 spiegando i motivi in modo minuzioso. Adesso i risultati sono evidenti e nessuno lo può negare. Vogliamo giustificare che sono subentrati infortuni vari? Ma fatemi il piacere, con tutte le bravure del caso come può un Tummy fare i movimenti che questo assetto richiede? Idem, Galano. Gli unici che potrebbero fare il 433 sono Palmiero e Di Grazia, ma se questi 2 non hanno centrocampisti con i dovuti attributi ed i relativi terzini con due palle come mongolfiere ndo ti prisint combàààà? Eccoci, come al consueto ho avuto ragione, hanno elaborato una CREATURA IBRIDA, con a capo un allenatore SCOLASTICAMENTE bravo ma privo di intuizioni tattiche. Questa è l’unica spiegazione tecnica del caso, solito casino alla CULLU’ dove ha un solo fine…..

  29. pescara ha detto:

    AppressAluPscar, il problema è che qua ancora dobbiamo fare la colletta per vedere le partite su DAZN.
    Poi, solo poi, possiamo cominciare quella per lo stipendio a un altro allenatore.
    O pensavi di anticipare tu i soldi a Sebastiani?
    mosking

  30. draculone ha detto:

    E poi spiegatemi una cosa, ma Busellato, di colpo è diventato un rincalzo? Per me , è un ” signor giocatore”

  31. AppressAluPscar ha detto:

    Le elementari, con i relativi “compitini”, finiscono a giugno con una sonora bocciatura. Occorre sostituire il maestro con un professore – non dico di università o di liceo – ma almeno di scuola media. Zauri non ha colpe: l’inesperienza e la mancanza di idee non sono colpe, sono modi di essere. Ma in questo momento abbiamo bisogno di altro. Fuori Zauri ADESSO.

  32. draculone ha detto:

    La” cattiveria agonistica in campo” ai giocatori la deve trasmettere il mister dalla panchina ( Pillon docet), ed in questo, purtroppo, Zauri pecca. Se poi ci aggiungi che alla fine della gara( per me persa in malo modo) rilasci delle interviste del tipo ” non posso rimproverare niente ai miei”, ecco che la frittata è fatta, perché i giocatori, invece di reagire, si siedono sugli allori

  33. tusciabruzzese ha detto:

    Nell’altra news, vitabiancazzurra ha detto:
    26 Settembre 2019 alle 8:21
    A me Zauri sembra ogni settimana che passa sempre di più un allievo di Baroni….frasi ridicole e vuote della serie : importanti/situazioni / nn mi è dispiaciuta/ ci può stare/ risultato bugiardo …..qui non c’è traccia di identità di gioco….bastano le attenuanti infortuni ?
    VITA, ERA GIA’ VENUTO IN MENTE ANCHE A ME e l’avevo già scritto.
    Zauri: “Abbiamo proposto situazione IMPORTANTI”!!! ______ BARONI: ESCI DA QUESTO CORPO! dash

  34. Aternum ha detto:

    Sono d’accordo Tuscia. Inoltre quando mantieni un “ordine” tattico senza rischiare in qualche movimento o giocata che esuli dallo stare in campo disciplinati si viene marcati più facilmente.

  35. tusciabruzzese ha detto:

    Bella la foto in cui si vede chiaramente il loro trequartista in marcatura alta su Kastanos, per impedirgli d’impostare liberamente. Già l’Entella lo aveva fatto su di lui e il Cosenza su Palmiero. Uno dei problemi che mi pare abbiamo è proprio quello che in tali casi (che sono frequenti nel calcio), l’avanzata alternativa tramite le fasce non sempre funziona. Finora, è abbastanza funzionata sulla sinistra: ma lì poi abbiamo difficoltà di precisione nel cross finale di Masciangelo. Sulla catena di destra, le cose vanno peggio, o per le “timidezze” di Vitturini (con Cosenza ed Entella), o perché Galano non difende la palla (la perde spesso quando aggredito), o perché Ingelsson è apparso incerto sul da farsi. Da rivedere Zappa sugli interi 90 minuti. Contro il Cittadella ha fatto bene, però era più fresco degli altri