Calaiò lascia il calcio giocato
17/09/2019
BOLOGNA, LUGLIO 1979: RACCONTO DI UN INNAMORATO BIANCOAZZURRO
19/09/2019

ANALISI TECNICO-TATTICA O TATTICA D’UN TECNICO IN ANALISI? 3° ep.

Squadra corta in 20 metri

Squadra corta in 20 metri

FRAMMENTI DI ZAURISBANDA –

Ci sarebbe piaciuto fare un’analisi tecnico-tattica complessiva, mettendo in luce l’organizzazione “di squadra”, i meccanismi, le manovre, etc … Ma voi le avete viste?!?
Allora, limitiamoci ad alcuni “frammenti” (come di un vetro rotto), purtroppo solo sprazzi di alcuni aspetti tattici. Ma se avete visto di più, fatecelo sapere con i vostri commenti.

Perlomeno abbiamo giocato corti e compatti? Tutto sommato sì. Guardate come siamo riuniti in 20 metri [nella foto qui sopra] … peccato che poi la compattezza si sia presto spostata parecchio più indietro!

Altro “frammento”: si dice che giochiamo con il 4-3-3. Vero? Senza dubbio. E ben più 4-3-3 che con Pillon. Infatti, in fase di non possesso palla e d’impostazione degli avversari [prima foto], le nostre ali DI GRAZIA e GALANO rimangono sulla stessa linea di TUMMINELLO prima (… in bocca al lupo, ragazzo!) e MANIERO poi. Invece, Pillon retrocedeva Marras e Antonucci sulla linea dei 3 centrocampisti, giocando in fase difensiva con un 4-5-1. Insomma, ZAURI applica il 4-3-3 in entrambe le fasi [nella seonda foto: i nostri 3 avanti in fase d’attacco]; un 4-3-3 talvolta definito “puro” o “totale”:

 

Però, c’è anche da notare che spesso PALMIERO non sta sulla stessa linea degli altri 2 colleghi di centrocampo (MACHIN e MEMUSHAJ), perché si piazza qualche metro dietro, “tra le linee”, cioè tra il nostro centrocampo e la nostra difesa [foto seguenti]. Quasi quasi, in cosiddetta “fase di non possesso palla”, il nostro schieramento diventa un 4-1-2-3:

E veniamo alla sovrapposizione dell’esterno difensivo/terzino. Il nostro terzino dapprima collabora all’impostazione da dietro e poi immediatamente scatta velocemente in avanti per “sovrapporsi” esternamente al nostro esterno offensivo/ala. Qui lo si vede con MASCIANGELO rispetto a DI GRAZIA:

Calci d’angolo avversari? Come difendiamo? Diciamo ad uomo, ma non del tutto: chiamamola una “zona mista”. Gli avversari li prendiamo a uomo, ma alcuni dei nostri occupano zone specifiche davanti a FIORILLO [come si vede, nelle foto qui sotto, sia da un lato che dall’altro]:

 

E i nostri falli laterali? Un po’ come tutti, ZAURI dà molte opzioni a chi batte la rimessa [qui MASCIANGELO, nella foto], con 6 opportunità diverse. Nella situazione della foto di sotto, MASCIANGELO finirà per darla al più avanzato dei compagni (DI GRAZIA):

Punizione degli avversari sulla nostra tre quarti? Anche qui come tanti. Linea dei nostri al limite dell’area di rigore:

Insomma, lo chef ZAURI ci mette di sicuro numerosi ingredienti, ma forse i tempi di cottura sono ancora prematuri.

Meno male che un po’ di piccante messo lì nel finale dal duo KASTANOS-GALANO ha coperto il cattivo sapore della cucina!

Post scriptum: già che ci siamo, ma i rigori c’erano? Sì, rigori, al plurale: uno per noi e uno per loro. Il nostro mi pare di no: DI GRAZIA inizia la caduta prima del contatto e quando c’è il contatto [nella prima foto qui sotto] già sta cadendo! E per loro? La spinta in area al loro attaccante … c’è proprio stata [seconda foto qui sotto]!

W. RED ACTION

Lascia un commento

105 Comments

  1. VECCHIA GUARDIA ha detto:

    Tutti allo stadio!

  2. AppressAluPscar ha detto:

    Antateavanti, no, perché poi dirà: “io il drigiglo lo voglio ventere, ma non gi sctanno aguirendi gha fare la fila…”

  3. antateavanti ha detto:

    E intanto Il Seba abbott lu pett…..patron anche del Matteotti, grazie a lui possiamo fregiarci di questo evento che stava scomparendo….Chapeau a monsieur le president alla faccia dei famosi 4 scemi….come diceva Pippo Baudo , “ ti ho inventato io” . Chissà cosa si inventerà per fare plusvalenza anche col ciclismo…..venderà un triciclo al prezzo di una Mountain Bike….?chissà

  4. pescara ha detto:

    Per chi dice che abbiamo raccolto qualche punto in più di quelli che ci meritavamo, vorrei ricordare che lo stesso successe a inizio campionato precedente con Pillon. Un po’ di fortuna darà fiducia ora e la diede allora. E in effetti poi la squadra decollò e da questo periodo fino a novembre volò acute

  5. mario ha detto:

    Germano mi viene in mente la storia dell’aquila rubata, ma tu la ricordi meglio di me…🤣

  6. draculone ha detto:

    Germano, Chapeau

  7. germanodacuneo ha detto:

    x nemicissim0 ha detto:

    18 Settembre 2019 alle 23:29

    E ti devi fare il col di tenda bad….SI PASSA DA SAVONA E GENOVA… A CUNEO SI STA BENE PER IL CLIMA…NIENTE NEBBIA D’INVERNO E NIENTE ZANZARE D’ESTATE…QUANDO NEVICA CI SONO I PORTICI….

  8. germanodacuneo ha detto:

    L’ultima pillola di ah!… m’arcord dopo la vittoria del Pescara sul Chieti 1-0.I tifosi pescaresi lasciarono il campo soddisfatti e contenti. I teatini con evidente delusione e con parecchi mugugni per la sconfitta, presero la via Tiburtina Valeria per tornare a casa. Anche la gabbia e l’aquila, con le ali e la testa abbassate, presero la via del ritorno per essere di nuovo riposizionate nel centro della Villa Comunale.
    Non successe niente di grave tra le due tifoserie. Solamente qualche presa in giro durante l’improvvisato funerale fatta alla squadra teatina, dall’esterno del campo Rampigna e poi per via Chieti, guarda il caso, fino al Bar delle Rose, seguito da tanti tifosi del Pescara esultanti.
    I tifosi del Pescara fecero alla squadra del Chieti il funerale – allora era parecchio in voga – con un grande e lungo scatolone di cartone a forma di bara che recava lo strafottente annuncio mortuario, preparato all’istante.
    Il manifesto mortuario, mi è rimasto talmente impresso nella memoria, che ricordo molto bene il suo beffardo contenuto:

    È venuta a mancare all’affetto dei tifosi teatini, dopo 90 minuti di agonia, sotto i colpi del Pescara Calcio, la odiata compagine del
    CHIETI Calcio
    Ne danno il felice annuncio i tifosi del Pescara Calcio.
    Le esequie muoveranno dal Campo Rampigna di Pescara alle ore 17:00 di domenica 13 aprile 1955. Non fiori ma, brindisi al Bar delle Rose.

    Tip. Tontodonati – Pescara Buonanotte a tutti.

  9. johnny blade ha detto:

    Sebastiàaa l’anno prox organizza una amichevole precampionato con la pro.lo.co. cuneo..E cagn nu poc!

  10. nemicissim0 ha detto:

    E ti devi fare il col di tenda bad

  11. germanodacuneo ha detto:

    X Seccia Impavida ha detto:

    18 Settembre 2019 alle 22:11 Germano , in veritá ti devo dire con rammarico che anche io , ricordando la pescara di qualche tempo fà , a volte mi sento un estraneo , una città che a volte non riconosco ….
    Comunque la nostra pescaresità è custodita dentro i nostri cuori , quando tornerai di nuovo ci farai sapere , e sono sicuro che inseme non ti sentirai affatto straniero , ma fiero e orgoglioso d’esser nato pescarese drinks. GRAZIE PER LE VOSTRE BELLE PAROLE, MA TORNARE PER POCHI GIORNI, PER RASSAPORARE LE COSE BUONE E BELLE, PER POI LASCIARLE FA MOLTO MALE…ALLORA E’ MEGLIO NON PENSARCI.

  12. germanodacuneo ha detto:

    X pescarese1976 ha detto:

    18 Settembre 2019 alle 22:13

    Anche nella trasferta di ritorno a Entella passiamo a prendere Germano e poi tutti allo stadio…SONO CIRCA 200 KM DA CUNEO E BISOGNA VEDERE A CHE ORA DI GIOCA.

  13. germanodacuneo ha detto:

    X nemicissim0 ha detto:

    18 Settembre 2019 alle 23:10

    Uagliu, onore DOPPIO a Germano, che non solo è esiliato, ma è esiliato A CUNEO! Un posto dove non ci si “passa” ma ci si deve andare apposta. Da Pescara a me pare un viaggio interminabile: al ritorno, arrivato a Piacenza, mi pare di stare a Montesilvano. CONCORDO

  14. germanodacuneo ha detto:

    X vitabiancazzurra ha detto:

    18 Settembre 2019 alle 23:02

    Germano tu che vivi in Piemonte da tanto hai per caso assistito a un Novara Pescara 3-3 ? Era il 1977 l’anno della prima promozione in A….ricordo perdevamo 3-0. NO, ERO A CASA DI UN AMICO VICINO A TORINO…HO SEGUITO LA PARTITA ALLA RADIOLINA…. SUL 2-0 NOBILI A DIMEZZATO SU RIGORE, POI IL NOVARA 3-1 E ORAZI CON UNA DOPPIETTA A PAREGGIATO 3-3 E MI PARE CHE IL PESCARA HA SFIORATO NEL FINALE IL 4-3….

  15. antateavanti ha detto:

    Di solito non sono ottimista a oltranza in generale, diciamo sono realista o un positivo coi piedi per terra…..però credo sia troppo presto per continuare a criticare Zauri. Nessuno o pochissimi credo sono contenti del gioco espresso finora dalla squadra ….ma chi finora chiedo,in questo inizio di campionato ha espresso un gioco convincente ? Vidi Pisa Benevento alla prima giornata e i campani con La Rosa assurdamente competitiva che si ritrovano giocarono da schifo….Diamo tempo qualche giornata poi diciamo verso fine Ottobre possiamo già dare qualche giudizio più probante….più che altro per scaramanzia voglio ricordare che l’anno scorso Zauri parti’ molto male con la primavera è fini invece come sappiamo…anche se per molti motivi i paragoni sono improponibili….

  16. nemicissim0 ha detto:

    Uagliu, onore DOPPIO a Germano, che non solo è esiliato, ma è esiliato A CUNEO! Un posto dove non ci si “passa” ma ci si deve andare apposta. Da Pescara a me pare un viaggio interminabile: al ritorno, arrivato a Piacenza, mi pare di stare a Montesilvano.

  17. vitabiancazzurra ha detto:

    Germano tu che vivi in Piemonte da tanto hai per caso assistito a un Novara Pescara 3-3 ? Era il 1977 l’anno della prima promozione in A….ricordo perdevamo 3-0
    È una delle partite che mi è rimasta impressa,io da solo con le mie emozioni di adolescente tifoso a casa mia con la radiolina appiccicata addosso ….fu una delle partite dove capii che quella squadra era composta di gran giocatori, con un anima . Ricordo fece doppietta Angelo Orazi ….quando la sera nn prima di mezzanotte tvq mandava la partita registrata telecronista il mitico Sergio Di Sciascio che a Reggio Emilia l’anno prima fece uno show col microfono ma questa è un altra storia, e io puntuale sul divano a gustarmela tutta, specie se il risultato era stato positivo, …passava in secondo piano che la mattina poi andavo a scuola ancora intontito di sono ….

  18. Jack87 ha detto:

    GERMANO TOTEM!

  19. draculone ha detto:

    ONORE AGLI ESILIATI

  20. 1936 ha detto:

    Germano è la dimostrazione che la fede non muore mai!

  21. pescarese1976 ha detto:

    Anche nella trasferta di ritorno a Entella passiamo a prendere Germano e poi tutti allo stadio

  22. Seccia Impavida ha detto:

    Germano , in veritá ti devo dire con rammarico che anche io , ricordando la pescara di qualche tempo fà , a volte mi sento un estraneo , una città che a volte non riconosco ….
    Comunque la nostra pescaresità è custodita dentro i nostri cuori , quando tornerai di nuovo ci farai sapere , e sono sicuro che inseme non ti sentirai affatto straniero , ma fiero e orgoglioso d’esser nato pescarese drinks

  23. pescarese1976 ha detto:

    Approvo e appoggio Johnny. Io ci sto

  24. johnny blade ha detto:

    Uagliúuu l’ann prossm ce ni ijemm tutti da Germano a ferragosto.
    Abbijet a organizzá.

  25. johnny blade ha detto:

    Germáaa mi si fatt quasi commuovere..mannaggia a te!

    Cillóooo 😊

  26. germanodacuneo ha detto:

    X pescara ha detto:

    18 Settembre 2019 alle 21:41

    Germano, ma torni mai a Pescara? L’ULTIMA VOLTA NEL 2015 E HO VISTO PESCARA-LIVORNO 3-0 (PLAY OFF) E , NELLO STESSO ANNO A CASA DI CORRADO LIVORNO-PESCARA 4-O. QUEST’ANNO HO MANDATO IMIA FIGLIA N ABRUZZO CHE NON CONOSCRVA TANTO….BUONA SERATA.

  27. 40mila ha detto:

    Grazie a te Germano

  28. pescarese1976 ha detto:

    tusciabruzzese vedrò il video da te segnalato. Ma sapete che domenica c’è il Matteotti?

  29. germanodacuneo ha detto:

    x Max1967 ha detto:

    18 Settembre 2019 alle 21:33

    Germano io non potrei mai sopportare la sofferenza da te appena descritta…. LA MIA FAMIGLIA ED IO ABBIAMO AVUTO TANTO CORAGGIO A LASCIARE PESCARA E LA SIV DI SAN SALVO PER VENIRE IN PIEMONTE, MA UN POSTO IN FERROVIA NON POTEVO RIFIUTARLO..ADESSO A QUASI OTTANT’ANNI TORNANDO A PESCARA SAREI NON UN ESILIATO, MA UN ESTRANEO NELLA MIA CITTA’. NELLA VITA NON SI PUO’ AVERE TUTTO. PER FORTUNA CI SIETE VOI CHE MI TENETE LEGATO A PESCARA E AL PESCARA. GRAZIE DI CUORI A TUTTI VOI. SEMPRE FORZA PESCARA

  30. pescarese1976 ha detto:

    Germano è stato eletto a consenso 100% di 40mila.it UOMO PRINCIPE

  31. pescara ha detto:

    Germano, ma torni mai a Pescara?

  32. Johnny mi fatt fa na risata con il fatto che non ci avevi capito un caxxo dal balcone laugh

  33. draculone ha detto:

    Stare in un posto che non sia quello dove hai le cose care, è tostissimo.

  34. Max1967 ha detto:

    Germano io non potrei mai sopportare la sofferenza da te appena descritta….

  35. draculone ha detto:

    Parole sante, GRANDE GERMANODACUNEO

  36. draculone ha detto:

    Queste tre partite nell’arco di una settimana, saranno determinanti. Io metterei la firma per cinque punti ( vittoria con il Cittadella, veramente poca cosa fino ad adesso, e pareggi casalinghi con Entella e Crotone). Se dovessero arrivare due sconfitte ( mi auguro di no)per Zauri si mette male

  37. germanodacuneo ha detto:

    Un’altra piccola pillola di ah!… m’arcord di un esiliato. In caso di vittoria del Pescara, la gioia è diversa. Da lontano si può solo immaginare cosa succede alla fine della partita, come quando battendo il Verona ai play-off, si è festeggiato alla nave di Cascella.
    Come sarei stato contento di essere con loro, facendo un bel bagno!
    Solo una cosa accomuna chi ha visto la partita con chi sta lontano: la sconfitta del Pescara (speriamo che quest’anno siano poche), perché la delusione e la tristezza sono le stesse, per chi abita in città e per chi vive lontano.
    La notte non si dorme, ripensando a quello che è successo. La mattina dopo ci si alza e, passata la delusione, si pensa già alla partita successiva con la speranza che vada per il verso giusto e che si possa gioire.
    Ripeto, non è facile vivere lontano dalla propria città, costretti per il proprio lavoro, specialmente se uno è tifoso della propria squadra di calcio.
    Solo quando il Pescara era in serie A o B, e veniva a giocare a Torino ho potuto vedere le partite (col Torino ha vinto parecchie volte e così tornavo a casa contento e orgoglioso).
    Per più di quarantacinque anni ho seguito gli alti e bassi del Pescara da tifoso esiliato, con gioie e dolori. Lo scorso anno ho gioito gustandomi la vittoria del Pescara sul Verona con quel magnifico gol di Ganci. Per quest’anno sono fiducioso e penso che il Pescara con qualche ritocco, un buon attaccante di 15-16 gol, possa fare un buon campionato.
    Un caro saluto a tutti i tifosi del Delfino Pescara sparsi in tutta l’Italia, dalle Alpi alla Sicilia, e …… speriamo bene per le prossime partite.
    E per terminare – con la speranza che non vi abbia annoiato – voglio dire che di Pescara, oltre a tante cose, mi è mancato e tuttora mi manca il muretto del lungomare davanti allo stabilimento Calypso, dove da giovane con i miei amici si facevano tanti discorsi e tanti progetti per la vita futura che ci veniva incontro.

  38. tusciabruzzese ha detto:

    @pescarese1976, il soprannome non lo conosco. Però, conosco questa pagina bellissima, che parla anche di lui: http://www.daridere.it/dr/pag/Documento.asp?formIdOggetto=1078 .
    Leggetelo se si va … Almeno fino a dove cita Piloni friends

  39. pescarese1976 ha detto:

    Nemicissimo, ragione tu hai. Meriti un applauso. Piloni come lo chiamavamo?

  40. pescarese1976 ha detto:

    Onore a Germano e a persone come lui che sono l’orgoglio di noi PESCARESI e di questa città

  41. johnny blade ha detto:

    FORZA RAGAZZO !⚽

  42. Contentissima per il buon esito dell’intervento. Ti auguro una pronta guarigione. FORZAAA

  43. biancazzurri ha detto:

    TUMIcatìl’aNELLO (a lu nase) e GERMANO i nostri eroi di oggi!
    yess

  44. Repoman ha detto:

    Germa’ si nu “grand”, valor aggiunt. Onor a te

  45. pescara ha detto:

    Contento per Tumminello. Forza ragazzo!

  46. Jack87 ha detto:

    Complimenti per l’ultima novità rofl 40mila.it se si guarda indietro, vede il futuro!!! Siete (siamo) la realtà più importante della nostra regione. Grandiiiii drinks

  47. johnny blade ha detto:

    40mila.it ha detto:
    18 Settembre 2019 alle 19:08
    Aggiornamento
    Un altro passo avanti per tutti noi e voi di 40mila.it!
    Sopra al box dove inserire i commenti….

    @@@@

    Bellissimo 👍

  48. germanodacuneo ha detto:

    Una piccola pillola di un mio ah!… m’arcord. Una domenica di febbraio del 1954 si giocava Pescara – BPD Colleferro che era una partita di cartello, molto importante per il primato in classifica.
    Davanti all’ingresso della tribuna c’era tanta gente ed io, che mi trovavo nei pressi, spinto da un signore alle mie spalle, mi son trovato quasi dentro il campo; l’addetto al controllo dei biglietti mi chiese: «Ragazzo, biglietto!» io, che ne ero sprovvisto, prontamente, anche se impaurito, risposi: «Ce l’ha quello davanti» e indicai un signore che neanche conoscevo. L’addetto al controllo mi disse: «Vai pure!» ed entrai al campo felice e contento. La partita fu vinta dal BPD Colleferro per 2 a 1. Quell’anno il BPD Colleferro vinse il campionato di IV serie, il Pescara si classificò terzo.
    Tornai a casa triste e deluso.
    Mia madre, al mio ritorno a casa, si accorse del mio stato d’animo e mi disse: «Per caso il Pescara ha perso?», io annuii con la testa e lei per consolarmi terminò: «Non essere triste perché verranno tempi migliori!».
    Fu una brava veggente…. per quello che sarebbe successo anni dopo.
    Il Pescara, con l’allenatore Cadè, vent’anni dopo, il 3 luglio del 1977, riuscì a essere promosso in serie A.

  49. nemicissim0 ha detto:

    comunque, il portiere più memorabile in assoluto a mio parere resta VITANGELO SPADAVECCHIA… rofl

  50. 40mila.it ha detto:

    Aggiornamento
    Un altro passo avanti per tutti noi e voi di 40mila.it!
    Sopra al box dove inserire i commenti, trovate una riga scorrevole e cliccabile contenente i piccoli aggiornamenti e le notizie spicciole, utili ma non meritevoli di un articolo apposito.
    Un grazie particolare al neo-arrivato utente Francesco che ce lo ha segnalato sulla nostra email. good

  51. germanodacuneo ha detto:

    Confermo SAVORANI

  52. johnny blade ha detto:

    Mareggini..ca so dett?savoeani Sì

  53. pescarese1976 ha detto:

    Le previsioni non sono il mio forte, i presupposti che il cipriota possa fare un buon campionato ci sono eccome. Io non ricordo nemmeno il giorno che misi per la prima volta piede nello stadio. Mi ricorda solo un nostro portiere lo chiamavano SAPONETTA, indovina indovinello chi era? bye

  54. johnny blade ha detto:

    Kastanos mi ispira fiducia.

  55. ilfigliodel36 ha detto:

    Chissà se Kastanos riuscirà a fare anche lui bene nel ruolo di Palmiero.. L’ assist che ha fatto a Galano sembra un inizio promettente!

  56. draculone ha detto:

    74? Frecati sei giovanissimo laugh

  57. guerriero ha detto:

    TIFOSI VERI CERCASI – ENTELLA MO TI DEM NA SCHIATTAT

  58. nemicissim0 ha detto:

    Pescara-Barletta 2-0, 12 maggio 1974. Mi ci portò mio padre, che mi minacciò di lasciarmi a casa perchè mi stavo attardando a farmi una bandierina biancazzurra colorando un foglio di quaderno. Fu la stagione che si concluse trionfalmente il 16 giugno con il ritorno in serie B, grazie al successo sul campo di Latina a firma di Franco Rosati, “Battellone”.

  59. draculone ha detto:

    Operazione riuscita con successo per Tumminello a Villa Stuart. Un grosso in bocca al lupo

  60. 40mila ha detto:

    Johnny, é un amarcord davvero carino.
    Se ne avessi altri e ti andasse, mandali pure a info@40mila.it e te li pubblichiamo come articoli, con un “montaggio” editoriale/fotografico.
    A 40mila.it siamo semplici tifosi come te, nessun professionista: quel che scriviamo non è che la stessa cosa che puoi scrivere e proporre anche tu.

    E questo messaggio vale per tutti!
    big_boss

  61. draculone ha detto:

    Io la prima volta che misi piede all’adriatico fu in un Pescara Palermo dell’83-84. Mi rimase impresso, perché con i siciliani giocava Sandro Tovalieri, ma non perché era forte, bensì perché era scuro rispetto agli altri, cosa rarissima all’epoca rofl

  62. johnny blade ha detto:

    Quando ero piccolo e lo stadio era ancora basso (solo col primo anello) capitó di andare al 4 piano del secondo palazzo di via chiarini,quello dopo il negozio di pesci surgelati (all’epoca c’era una concessionaria renault forse). C’era in programma pescara napoli (ai tempi di piloni andreuzza zucchini silva..) e vigeva il gemellaggio. Erano le prime partite di coppa italia (erano a girone)quindi fine agosto.
    Della terrazza era una festa allo stadio. Ad ogni gol era uno sventolio di bandiere. La gente sul terrazzo ospite come me era più intenta a ciaciarare di cazzate e a farsi gli aperitivi, io che mi ricordo essere uno dei pochi bambini presenti, stavo appoggiato alla ringhiera. Una squadra giocava in bianco e una in azzurro. Ma capii quale era il pescara perché quando segnava era una esplosione di gioia,urla e bandiere. Era un pomeriggio soleggiato. Vinse il pescara di brutto e finita la partita tornai a cssa dei miei nonni che stavano al piano di sotto. Non vedevo l’ora di vedere 90°min per guardare bene i gol. Quando iniziò la trasmissione Paolo Valenti annunciò i risultati e lessi pescara – napoli 1 a 3. Madonna che botta. Ci rimasi male. Praticamente realizzai che dalla terrazza non ci avevo capito proprio un cxxxo. Dalle stelle alle… Fu l’atmosfera del gemellaggio a tradirmi. Era tutto un bianco azzurro e non capii niente di quel che vidi.
    Mi sentii come un bambino un pò rimbambito.

    Ps
    Sinceramente non ricordo se si vedeva dalla terraza perché lo stadio era basso o se perché mancava ancora la palazzina che si affaccia su via pepe,quella accanto all’asilo dei Rangers che c’era una volta.

  63. OccasionaleOmaggio ha detto:

    Max, mi riconoscerai in occasione della finale playoff, quando mi siederò accanto a te e ti chiederò se gioca il portiere Fiorini e che numero ha l’attaccante Galante. bravo

  64. draculone ha detto:

    Max, se non l’hai capito occasionaleomaggio, c’ ha ” i ricci in tasca”, va ai laterali

  65. Max1967 ha detto:

    OccasionaleOmaggio nin ti fa arcunosc’ se vieni ai distinti centrali bomb

  66. pescara ha detto:

    Purtroppo, Johnny… cry

  67. johnny blade ha detto:

    Stagione finita per Tummy.sad

  68. Repoman ha detto:

    Viva la sincerita’ sarcastic

  69. OccasionaleOmaggio ha detto:

    laugh1 Ancora non avete capito…io non sono nè a favore nè contro Sebastiani…io sono solo a favore di me stesso: e paradossalmente quando posso entrare gratis non faccio certo un favore a Sebastiani, visto che vedo la partita senza dargli una lira!

  70. Repoman ha detto:

    dash senza accredit, t’abbiss a ji a li distint lateral( mang quill central) e a bev la birr dell’eurospin? Speriam ca Sebastian, vi chiud definitivament li rubbinit

  71. biancazzurri ha detto:

    Sta fatt’: vedemece all’intervallo occasionà, alla separazione tra curve e distinti. Ognune nghe na birra in mane. Ji da na parte e tu dall’atre. E brindiamo insieme. M’arcunusce perché vaje vestite nghe qualcosa di biancazzurre addosso

  72. OccasionaleOmaggio ha detto:

    Agli assidui che sentono la mia mancanza, volevo dire che sabato, causa la presenza della capolista e la giornata di sole, ma non afosa, potrei fare il mio esordio stagionale ai distinti. Purtroppo pagando il biglietto. In ogni caso, faccio i distinti laterali ma poi mi siedo in mezzo. La birra va benissimo dell’eurospin, basta che è fresca. drinks

  73. germanodacuneo ha detto:

    Cari utenti c’è qualcuno che ha conosciuto di persona o per sentito dire di Giuvanne Scillone, personaggio pescarese del calcio dilettantistico abruzzese degli anni ’50 e seguenti. Di lui ho scritto un bell’ah!… m’arcord che spero sia pubblicato…

  74. 40mila.it ha detto:

    Caro GermanodaCuneo, confermiamo di averli ricevuti. Stiamo lavorando al loro montaggio online. Grazie a te e agli altri utenti che ci stanno inviando le loro proposte. Ne riceviamo diverse e per questo c’è attualmente un po’ di coda. Per la settimana prossima dovremmo poter iniziare a pubblicare qualcosa di tuo.

  75. germanodacuneo ha detto:

    x pescarese1976 ha detto:

    18 Settembre 2019 alle 13:02

    Gentilissimo Germano, hai fatto bersaglio, il modulo che hai segnato e cioè il 5-3-2 è proprio quello che ha fatto Zauri a Cosenza, chi ha visto la partita dal vivo lo potrebbe confermare (se fosse intellettualmente onesto), altro che gioco frizzante e brioso come una gazzosa. Adesso nessuno si lamenta DELLA DIFESA A OLTRANZA? Povero Pillon, e pensare che i palati fini volevano vedere calcio spettacolo con giocatori non adatti. Piedi per terra e pedale, BRAVO GERMY, sei una persana squisita e gradevole da leggere…AI MIEI TEMPI NON SI GIOCAVA CON IL 5-3-2 COME TU HAI EVIDENZIATO, MA TUTTO IL CONTRARIO ERA IL 2-3-5 PERCHE’ IL GIOCO DEL CALCIO E’ NATO PER FAR GOL E NON PER EVITARLO…

  76. germanodacuneo ha detto:

    x 433offensivo – Concordo…Germano gran bella persona ricca di valori e straordinaria memoria storica del nostro Delfino. Grazie e Corrado non perde occasione per farti un saluto tramite la mia connessione. Buona giornata. Ho inviato un po’ dei miei ah!… m’arcord alla Redazione che penso almeno un paio saranno pubblicati nella sezione Pescaresità.

  77. draculone ha detto:

    Machin, è un ” cavallo di ritorno”, di cui questa squadra, a mio avviso, non aveva bisogno in termini sportivi, ma in altri termini, sicuramente si

  78. tusciabruzzese ha detto:

    Sono d’accordo con l’analisi di questo articolo (e tutto sommato anche sui rigori).
    E fa bene Zauri a difendere così sui calci d’angolo, sui quali, se non erro, non abbiamo finora sofferto quest’anno, a differenza che con Pillon con il quale, non so perché, ma erano spesso un incubo per noi.
    Mi lascia perplesso quello che è qui ben evidenziato: cioè il centrocampo rimane a 3 anche nella fase difensiva. Penso che Machin non sia adatto a coprire così tanto campo lateralmente; ancor più con lo sfasamento della linea del mediano (Palmiero) rispetto agli altri 2 colleghi di centrocampo. Troppo da correre, coprire e contrastare per uno che non ha queste caratteristiche nella sua testa. Per questo spero di vedere Busellato al suo posto sabato

  79. Repoman ha detto:

    Nsa bbass a la birr dell’eurospin, quiss è di palato fin dash

  80. biancazzurri ha detto:

    occasionaleomaggio arcurdete ca ti na birra pagata al buffé curva nord che t’aspetta drinks

  81. Repoman ha detto:

    Sci, ma jet a fa’ lu bijiett. Occasionaleomaggio, tu coma sti mess pi sabt? Arrivat l’accredit? rtfm

  82. Bravi, analisi semplice da capire con un supporto delle foto “bellissimo”. Adesso supportiamo la squadra con la nostra presenza allo stadio.

  83. Jack87 ha detto:

    Complimenti per l’analisi tattica. Davvero non se ne leggono cosi da nessuna altra parte. Siete grandi drinks

  84. 433offensivo ha detto:

    Concordo…Germano gran bella persona ricca di valori e straordinaria memoria storica del nostro Delfino.

  85. pescara ha detto:

    io quoto la frase “Insomma, lo chef ZAURI ci mette di sicuro numerosi ingredienti, ma forse i tempi di cottura sono ancora prematuri.”
    Aspettiamo ancora un po’ big_boss

  86. pescarese1976 ha detto:

    Gentilissimo Germano, hai fatto bersaglio, il modulo che hai segnato e cioè il 5-3-2 è proprio quello che ha fatto Zauri a Cosenza, chi ha visto la partita dal vivo lo potrebbe confermare (se fosse intellettualmente onesto), altro che gioco frizzante e brioso come una gazzosa. Adesso nessuno si lamenta DELLA DIFESA A OLTRANZA? Povero Pillon, e pensare che i palati fini volevano vedere calcio spettacolo con giocatori non adatti. Piedi per terra e pedale, BRAVO GERMY, sei una persana squisita e gradevole da leggere

  87. 433offensivo ha detto:

    Le acute osservazioni di Nemicissimo sui portieri che non corrono dietro ai palloni, sono perle di rara finezza….che voi comuni mortali non potrete mai comprendere 🤣🤣🤣🤣🤣

  88. pescarese1976 ha detto:

    Per cortesia lasciate da parte la matematica che non è per voi, come legittimamente ha rimarcato tusciabruzzese il 18 Settembre 2019 alle 11:02 noi abbiamo giocato con una difesa a 5 e cioè 3 centrali e 2 TERZINE. Siamo seri e sinceri e non prendiamoci per il sedere. Oramai Cosenza è alle spalle, da subito abbiamo la prima vera prova di paragone contro una squadra che ad oggi è la migliore del campionato. Se sabato vinciamo con i liguri, anche se non dovessimo giocare bene (in questo caso me ne frego) allora possiamo iniziare a pensare in positivo, altrimenti ci prenderemo una bella ridimensionata e vivadio l’importante sarà salvarsi

  89. germanodacuneo ha detto:

    Interessante il servizio fotografico… tutte queste tattiche a volte non servono proprio. La filosofia del mio allenatore 60 anni fa era: il Portiere deve cercare di parare il più possibile, i difensori devono difendere bloccando gli attaccanti avversari e gli attaccanti devono cercare di infilare il pallone in porta. Poi lanciava il pallone a centro campo e diceva: palla lunga e pedalare. Si giocava con il 2 – 3 – 5 con le due mezz’ali un po’ arretrate. Alla fine si vedeva il risultato

  90. Che bello il supporto fotografico. Non vedo l’ora che arrivi sabato. SEMPRE FORZA PESCARA

  91. biancazzurri ha detto:

    draculo’, ok vaie a pijà la calcolatrice e te le diche gamer

  92. draculone ha detto:

    Max, mi hai tolto le parole di bocca laugh

  93. draculone ha detto:

    Biancazzurr I, stai confuso totale e soprattutto la matematica non è per te. Fai la somma. A di 433 e 4312 è vedi se fa 11 wacko

  94. Max1967 ha detto:

    mo cià manc, pure nemicissim0 che parla di tattica….. dash

  95. biancazzurri ha detto:

    Oddì, 433 4123, mi facete venì lu male di cocce a fa tutte sti cunte … ma adardà sempre 11 no?

  96. nemicissim0 ha detto:

    @tuscia: so anche che i giocatori possono essere meno di 22, in caso di espulsioni. E non tutti corrono dietro al pallone: di solito i portieri non lo fanno unknw

  97. nemicissim0 ha detto:

    @pescara: sci, sci, un conto è vedere i fermo immagine con la spiegazione, un conto è capire queste cose in tempo reale mentre si guarda la partita. Io non immaginavo nemmeno che ci fossero schemi e dettami anche per le rimesse laterali: per me, si dà la palla a chi sta libero e punto. laugh1

  98. tusciabruzzese ha detto:

    pescarese1976: hai ragione. Secondo manca infatti una foto emblematica, quella di Palmiero spesso in mezzo a Scognamiglio e Drudi a fare il centrale difensivo aggiunto, lasciando però campo libero ai tiratori avversari da fuori area (che meno male che non ci sanno fare). no
    Però mi sa che qui evitano queste cose più compicate e lo fanno per insegnare l’ABC a nemicissim0, cioè che in questo sport ci sono 22 giocatori che corrono appresso a un pallone rofl
    A parte gli scherzi: è l’unica analisi tattica che leggo (e con immenso piacere) in … tutta Pescara! giornalisti (“g” minuscola voluta) di calcio … Si specchino, please
    bravo bravo bravo

  99. Vabbè non facciamo la conta dei rigori perchè a noi per tutti quelli che non ci hanno dato putassam campà di rendita

  100. draculone ha detto:

    Complimenti, bella disamina, impeccabile

  101. pescarese1976 ha detto:

    Redazione, te ne faccio passare 1, te ne faccio passare 2, te ne faccio passare 3, alla 4 mi viene quasi d’obbligo risponderti punto per punto, purtroppo non ho il tempo di farlo, quindi non sarò prolisso ma breve. Ma se tutto rientra nei dettami tecnico/tattici di Zauri, come mai in campo nell’arco dei 94 minuti abbiamo visto TUTTO IL CONTRARIO? Non è che anche voi siete entrati nell’olimpo degli eletti e fate vedere quel bel bombolone bello esternamente e avvelenato dentro? Siate più sinceri e onesti almeno voi che siete giovani e ancora verginelli laugh

  102. pescara ha detto:

    eh ma così non vale! Di questo passo, pure nemicissim0 finirà per imparare ad intendersene di calcio e comincerà a scrivere di tattica. E poi non ci delizierà più con i suoi articoli di Pescaresità laugh