RISULTATI SONDAGGIO: E’ PIU’ FORTE LA ROSA IN MANO A ZAURI O QUELLA DI PILLON?
09/09/2019
Gli arbitri del terzo turno della Serie BKT
12/09/2019

LA SALVEZZA DI COSENZA… E IL REGALO DI PADRE FEDELE!

Padre Fedele

Padre Fedele

In vista della trasferta di Cosenza, ci arriva questa gradita sorpresa da un utente …

Il campionato di B ‘93-’94 per il Pescara fu pieno di apprensione a causa dello spauracchio di una seconda consecutiva retrocessione.

Il Delfino, infatti, era tornato subito tra i cadetti dopo l’ultima serie A conquistata da Giovanni Galeone, deludendo le aspettative dei tifosi. La squadra, che sembrava poter competere nella massima serie, esibì lo spudorato e spettacolare gioco offensivo di Galeone, ma non riuscì a conquistare la salvezza.

La partita simbolo di quell’annata fu il 4-5 col Milan, che, nonostante la sconfitta, consegnò alla storia una domenica pomeriggio ricordata con affetto e simpatia, oltreché dai pescaresi, anche da tanti tifosi del Milan. Ma non mancarono belle vittorie: lo 0-1 all’Olimpico contro la Roma, le tre sardelle date con il 3-0 al Napoli di Zola, il sonoro 5-1 rifilato alla Juventus di Trapattoni e altre vittorie come quella con l’Atalanta di Marcello Lippi.

Bel gioco dunque, ma anche pochi punti con l’inevitabile retrocessione in B. E non è tutto: nell’estate del ’93, infatti, arrivò la sentenza circa l’omessa denuncia di alcuni ex biancazzurri di un illecito sportivo risalente alla partita col Taranto di qualche anno prima. Il Pescara fu condannato con 3 punti di penalizzazione: una mazzata! In quegli anni il regolamento prevedeva ancora 2 punti a vittoria; inoltre l’avvio del campionato fu disastroso e il segno positivo in classifica giunse solo alla 5a giornata con la prima vittoria della stagione: 3-1 sull’Acireale. Ma già la domenica successiva di nuovo una sconfitta: un 3-0 impietoso ad Andria.

A fine ottobre il Pescara contava una sola vittoria e qualche pareggio ottenuto a stento, occupando l’ultimo posto in classifica. La situazione in riva all’Adriatico si fece drammatica: il duo Corelli-Zucchini era stato esonerato alla 6a giornata e sostituito da Franco Scoglio, ma l’esperienza dell’indimenticato “Professore” si concluse brevemente. Arrivò un terzo allenatore, un certo Giorgio RUMIGNANI, che pare fosse esperto di situazioni ingarbugliate.

Rumignani

L’anno prima aveva salvato l’Andria compiendo un miracolo, ma a Pescara i giocatori avevano mollato e non erano più convinti di farcela, tanto che Giovanni Loseto dichiarò lapidariamente: “Sarà impossibile salvarsi”.

E anche lo spogliatoio non offriva all’ambiente delle sensazioni positive: nel mercato di riparazione novembrino giunse Andrea CARNEVALE, sceso dalla A alla B col mal di pancia, perché scambiato dall’Udinese che gli preferì Borgonovo.

Carnevale

Rumignani, con il suo aspetto distinto e cordiale, mascherava la capacità di essere duro con i calciatori e una delle prime partite della sua gestione attirò le simpatie dei tifosi riaccendendo la speranza. Il 31 ottobre a Firenze il Pescara sembrava destinato al ruolo di vittima sacrificale di uno squadrone lanciato verso il pronto ritorno in A dai gol di Batistuta. Ma le cose andarono diversamente: il Delfino bloccò i viola sullo 0-0 giocando buona parte della partita in 9 uomini.

Fu la svolta, la scintilla che mancava ad una stagione ormai incanalata verso l’epilogo peggiore di tutti.

Dopo Firenze la squadra si compattò e iniziò a far prevalere il clima ostile dell’Adriatico grazie ai gol di Carnevale –14 a fine stagione- e alle sgroppate di Massara. La risalita della classifica fu lenta ma progressiva fino all’ultima giornata, quando bisognava vincere per forza a Cosenza.

Ancora 90 minuti di sofferenza a Cosenza per non gettare al vento una stagione in grado di passare alla storia. In Calabria, il Pescara si impose per 2-0, raggiungendo quota 35 punti in classifica al pari di Pisa e Acireale. La classifica avulsa, però, premiò il Delfino, che evitò sia la retrocessione diretta che lo spareggio. Rumignani ce l’aveva fatta! Una trionfale e insperata rincorsa che la tifoseria pescarese festeggiò con un’invasione di campo e con un “souvenir gentilmente offerto” dal buon PADRE FEDELE.

G.F.

P.S.: nel ringraziare l’utente G.F. per il suo contributo, cogliamo l’occasione per ricordare a tutti gli utenti che sono benvenute proposte di articoli da parte loro. A tal fine, è possibile utilizzare la mail di contatto info@40mila.it (anche raggiungibile dal link nel menù principale in alto).

Lascia un commento

77 Comments

  1. lapescara ha detto:

    Ma Padre Fedele dopo l`assoluzione in cassazione è stato riammesso in curva????……c’è a lui aguidare il tifo cosentino come ai vecchi tempi…..maracanà… good

  2. Jack87 ha detto:

    Grazie mille!! Mi era sfuggita la notizia. Freeeeghete, speriamo che non sia ancora in condizione😂😂

  3. 40mila.it ha detto:

    @Jack87: guarda nella nostra home page, nella sezione “News Lega B” declare

  4. Jack87 ha detto:

    Buonasera a tutti. Ho letto che il cosenza ha preso un nuovo attacante svincolato, se ne sa di piu? Puo gia giocare domenica? Grazie a chi saprà rispondermi. Ho poco tempo per scrivere ma vi leggo sempre, ogni volta che posso boredom

  5. OccasionaleOmaggio ha detto:

    Draculone, birre accettate. E se m’arvì simpatc, ti faccio fare un accredito gratis per vedere una partita playoff in tribuna. Per un giorno VIVI DA OCCASIONALE ANCHE TU! blum

  6. biancazzurri ha detto:

    T U T T I A C O S E N Z A !

  7. 40mila.it ha detto:

    … e grazie a Repoman e Maiella. Il sito è di tutti gli utenti/tifosi: insieme, lo aggiorniamo cool

  8. 40mila.it ha detto:

    Grazie Johnny ok

  9. johnny blade ha detto:

    Aggiornamento : Mo funziona. A voi studio.

  10. Maiella ha detto:

    Al Poggio si accede al costo di 5euro

  11. Repoman ha detto:

    Domani alle 14 su sportitalia è possibile vedere Pescara – Inter primavera

  12. Repoman ha detto:

    Tuscia, giustissimo, una squadra sulla carta che se la poteva giocare in serie A, ma che si salvo’ all’ultima di campionato , in serie B

  13. Maiella ha detto:

    Borgonovo fino a novembre poi va a Udine; e da Udine arriva Carnevale.

  14. tusciabruzzese ha detto:

    Comunque quel Pescara 1993/94 annoverava gente come Gaudenzi, Massara, Borgonovo, Marchegiani, Carnevale, Bivi,
    Palladini, Loseto, Di Cara, Righetti … insieme a Sivebæk e Terracenere.

    OGGI, QUASI QUASI TI CI SALVI IN SERIE A!!!

    Ovvio che poi gli sfuggì di comprare Amalgama come regista [pare che il fax non funzionò bravo ], per cui il il gioco d’insieme faceva acqua. rofl

    Ah, e c’era anche un certo … Massimo Epifani! don-t_mention

  15. Kimura ha detto:

    Lupo della Sila non incudere timore a Kimura; meglio delfino.

  16. 40mila.it ha detto:

    Aggiornamento
    La prevendita dei biglietti per il “Settore Ospiti” per la partita Cosenza-Pescara di domenica 15 settembre, h. 15:00, proseguirà fino a sabato 14 Settembre 2019 h. 19:00, sul circuito di vendita Vivaticket (€ 13,00, incluso diritto di prevendita).
    Non è richiesta la tessera del tifoso ma, all’accesso allo stadio, insieme al biglietto dovrà essere esibito il documento di riconoscimento.
    Domenica non sarà possibile acquistare i tagliandi presso lo Stadio San Vito Gigi Marulla di Cosenza.

  17. Maiella ha detto:

    Forza Magico Pescara

  18. 40mila.it ha detto:

    Johnny-blade: giusto, ottima segnalazione!
    Siamo appena partiti con questo sito e lo stiamo migliorando giorno dopo giorno. Quello che tu dici sta nella lista delle cose da fare per i nostri programmatori.

    Però non ci dare della “Redazione”. Non siamo giornalisti ma solo semplici tifosi come te drinks, che si divertono intorno alla propria passione comune: la maglia biancazzurra. hi

  19. johnny blade ha detto:

    Redazió, ma com’è che si cellulare android le emoticon non funzionano? Non che mi siano indispensabili ma è una domanda più a sfondo tecnico. Saluti.

  20. draculone ha detto:

    Si, occasionaleomaggio a bere la birra dell’eurospin al bar della nord, dopo mezz’ora di fila tra spinte e puzza di sudore friends

  21. Aternum ha detto:

    Forza Pescara…..sbanchiamo Cosenza

  22. Aternum ha detto:

    Baka senza offesa ma ti apprezzamo molto di più, ma veramente tanto, da cal ciatore. smile

  23. ilfigliodel36 ha detto:

    per noi giovani di oggi srebbe bello che gli ultras veri di un tempo raccontassero loro stessi le gesta loro e dei loro miti su un forum di semplici tifosi come questo

  24. biancazzurri ha detto:

    Occasionaleomaggio, vieni una volta in curva con noi! Un paio di birre al buffet sotto la curva te le offro io sarcastic

  25. draculone ha detto:

    Occasionaleomaggio, da un lato ” mi sti’ ngul all’ennesima potenza”, ma dall’altro ti ammiro , perché a differenza della stragrande maggioranza dei pescaresi, sei schietto e veritiero, e non è una cosa da poco. Sebastiani, ad esempio, ti rispecchia nel tuo lato negativo rofl

  26. OccasionaleOmaggio ha detto:

    Draculó si vede che non frequenti la tribuna: il buffet mica è per tutti, solo per l’area VIP. Alla Maiella laterale ci sta pure chi paga il biglietto. Ma senza buffet.

  27. antateavanti ha detto:

    Perdonate gli errori….scrivo di getto

    FORZA IL DELFINO !!!!

  28. antateavanti ha detto:

    Ricordo bene quella partita che decreto’ la salvezza del Pescara in quel campaccio ….ero a casa ad ascoltare con la radiolina portafortuna di mio suocero(guai ad usare altri apparecchi porta sfiga) ….la tensione era altissima infatti un vicino di casa ci osservava sul mio terrazzo tra l’impaurtito e il divertito ….ogni occasione sprecata per andare in gol se ne andava mezzo calendario al triplice fischio ….avevo sudato più dei giocatori. Imagino le emozioni di chi era presente sugli spalti in Calabria….bei tempi, il calcio era più umano e vivibile in tanti aspetti….

  29. draculone ha detto:

    Oramai in curva si va’ a ” farsi due tazze” e in tribuna ” a magna’ a scrocc a lu buffet vip”

  30. biancazzurri ha detto:

    @OccasionaleOmaggio ha detto:
    12 Settembre 2019 alle 10:00
    Condivido il pensiero di biancazzurranelcuore, ma bisogna sempre tenere conto del contesto: anch’io ai buffet dell’area vip ho dato gomitate per accaparrarmi i vol-au-vent all’acciuga.

    SIAMO UGUALI: PURE IO DEVO SGOMITARE QUALCHE VOLTA PER PIGLIARMI LA BIRRA SOTTO LA NORD ALL’INTERVALLO TRA PRIMO E SECONDO TEMPO! laugh rofl crazy

  31. Aternum a me la voglia la passione e la pescaresità m’avanz , sempre presente in curva a incitare la squadra e sono pure abbonato , ma quando in curva mi giro intorno vedo che la passione si è andata a fare benedire , la gente non ha ne voglia di stare a cantare e nemmeno di contestare , vedo la gente completamente spenta , non è una cosa facile come dici tu riaccendere la passione , cullù ha fatt na frega di danni e non fa niente per rimediare qualcosa di buono , a partire dai tifosi

  32. Tinuviel82 ha detto:

    Aternum un punto di vista quello da te espresso che potrebbe risvegliare pian piano dal torpore. L’unica osservazione è che oggi i tempi sono cambiati e anche i ragazzi vedono le cose in maniera in diversa. Rimane indiscutibile, però, che per recuperare l’orgoglio di essere pescaresi non è mai tardi, almeno in quelle due passate dentro la curva nord quando c’è la partita.

  33. Baka ha detto:

    si scritt na frec di cazzat…..secondo te na avem cuntistà Sebastini????? roba da pazzi dash

  34. Aternum ha detto:

    CILLON.BIANCOAZZURRO perdonami se ti obietto quanto scritto nell’ultimo post, ma credo che sia più utile spostare il baricentro sul discorso invece di continuare a criticare Sebastiani. Quanto tempo è che si critica Sebastiani? sono quasi 10 anni e nel frattempo, parecchio tempo, le cose sono anche peggiorate. Appare evidente, quindi, che forse IL TIFOSO PESCARESE DEVE RIAPPROPRIARSI DELLA VOGLIA , DELLA PASSIONE,, DELLA PESCARESITA’ IN ALTRO MODO. Uno dei motivi per cui ho trovato accattivante questo nuovo portale sul Pescara risiede proprio nella sua volontà palese di rendere PROTAGONISTA IL TIFOSO PESCARESE E DI RICORDARGLI CHE DELLA NOSTRA STORIA DOBBIAMO ESSERE FIERI ED ORGOGLIOSI. Infine, ma non per importanza, ho apprezzato anche “l’informalità” di 40mila.it non vincolato ai rigidi formalismi dei giornalisti professionisti e dii testata. I VERI PROTAGONISTI DOBBIAMO ESSERE NOI TIFOSI SENZA INTERMEDIARI, lasciando per quanto possibile in disparte Sebastianai. (scusate ho scritto in maiuscolo non è urlato ma è solo per sottolineare l’importanza del concetto)

  35. Pescara ma che ti vo dispiacè , è la verita , questa dirigenza non è che ha affievolito la passione ma di più ,appiattimento totale .

  36. lapescara ha detto:

    Untente OccasiOnaleomaggio per caso hai vissuto in Inghilterra?

  37. pescara ha detto:

    Benvenuto a un pescarese76 che parla di fiducia nella squadra! Però mi spiace che dici che questa dirigenza ha affievolito stimoli e passioni: è il calcio che è cambiato, ovunque e, come tu dici bene, confrontare 2 dirigenze in epoche diverse diventa molto difficile. Scibilia affrontava difficoltà che oggi non ci sono. Oggi ci sono dei vantaggi ma anche delle difficoltà che Scibilia non aveva wacko

  38. OccasionaleOmaggio ha detto:

    Condivido il pensiero di biancazzurranelcuore, ma bisogna sempre tenere conto del contesto: anch’io ai buffet dell’area vip ho dato gomitate per accaparrarmi i vol-au-vent all’acciuga.

  39. Bello rivivere certe emozioni, anche se non condivido affatto ” gli episodi di violenza”. Il calcio e la passione per questo sport bellissimo, sono altra cosa

  40. pescarese1976 ha detto:

    Buongiorno e bene alzati al popolo dei 40mila. Secca Impavido, concordo solo in parte con il tuo pensiero. Il Dio degli ILLUNINISTI dice che il passato non esiste e il presente combinato al futuro sono le strade da intrapendere e bisogna sempre essere ottimisti. Ringrazio anche l’utente draculone. Complimenti alle vostre news, sarebbe bello proporre un articolo per i più giovani, dove riportano le attività delle loro giornate sportive. Che ne dite?

  41. draculone ha detto:

    Ben arrivato pescarese1976. Per quanto mi riguarda non c’è nessun problema ad entrare in polemica, come dici tu, anche se arrivato da poco. L’importante è farlo nel rispetto delle opinioni altrui, altrimenti , per farti un esempio, un utente come Pescara ( non me ne voglia), sarebbe da scomunicare laugh ). I ricordi servono e come, ma come dici tu, si deve pensare al futuro, naturalmente senza questa proprietà

  42. Seccia Impavida ha detto:

    …non avrebbe senso

  43. Seccia Impavida ha detto:

    Non sono d’accordo , i ricordi e la storia servono per capire e dare valore alle cose attuali , altrimenti possiamo cancellare la storia nelle scuole perchè non avrebbero senso

  44. pescarese1976 ha detto:

    Essendo l’ultimo arrivato, preferisco non entrare in polemica. Da come vado io le cose, sarebbe opportuno guardare avanti, di soli ricordi non si vive. Allo stato attuale il Pescara ha urgente bisogno di novità. Di norma le novità portano nuovi stimoli e accendono anche le passioni dei più giovani. Mi rincuore dirlo, questa dirigenza le ha affievolite e addirittura spente. Speriamo che prima o poi si possa presentare un qualcuno e riaccende il fuoco che è dentro ogni PESCARESE.

  45. Seccia Impavida ha detto:

    Scibilia ha fatto anche i suoi errori , ma la passione e l’impeto che aveva il commendatore non hanno niente a che vedere con il personaggio attuale

  46. 1936 ha detto:

    C’è pure chi oggi dice ancora le parole a Scibilia nonostante lo scempio che fa cullù…..

  47. pescarese1976 ha detto:

    Ringrazio per il benvenuto. Sono 2 giorni che vi seguo, i commenti sono molto equilibrati e la critica è gran parte costruttiva. Parlare di 2 dirigenza in epoche diverse diventa molto difficile stilare un giudizio che si avvicini il più possibile alla verità. Speriamo che l’attuale rosa ci faccia vivere belle giornate di sport e riporti i tifosi allo stadio. Io sono fiducioso

  48. Benvenuto pescarese 1976

  49. pescarese1976 ha detto:

    Fu un vero pellegrinaggio, una interminabile distanza e solo la nostra allegria ci fece superare questo enorme viaggio. Risate, racconti, è bevande di vario genere. Il fischio finale fu una vera liberazione. Fu una delle rarissime volte che ringraziammo il calabrese.

  50. pescarese1976 ha detto:

    Buonasera a tutti, sono un nuovo iscritto. Ricordo questa trasferta come se la stessi vivendo in questo preciso istante. Complimenti a chi ha messo su questa community.

  51. biancazzurri ha detto:

    @pescara, ma una risata mai?! sad E che pesantezza! Iamme su punish

  52. biancazzurri ha detto:

    Aspé, comé sa storia di padre maronno? rofl rofl rofl

  53. Ecco qua , la perla del giorno dash

  54. pescara ha detto:

    La Storia del Pescara, dei 40mila e dei Rangers è grandiosa. Ma dobbiamo capire che il calcio di oggi è invece fatto di concretezza, affari e quella sana dose di cinismo. Se Sebastiani pensasse ai sogni, faremmo la fine dell’Ancona sorry

  55. Repoman ha detto:

    Ilfigliodel36, si gliel’abbiamo frecata sotto gli occhi. È vero, Cillo’, ricorda proprio ” padre Maronno”, non ci scordiamo i periodi che si faceva fotografare con varie pornostar

  56. Max1967 ha detto:

    Ha perfettamente ragione AppressaluPescara

  57. Aternum ha detto:

    A me è capitato di confrontarmi con delle generazioni più giovani con una strana idea dell’essere tifoso. E’ molto triste percepire l’insana volontà di distacco dalla storia che appartiene al Pescara. Ancora peggio è quando qualcuno ha il coraggio di schernirla con argomentazioni frutto di ignoranza e strafottenza. In ultimo, ma non per importanza, sembra quasi che di fronte al disinteresse generale per i colori biancazzurri degli ultimi tempi, senza voler fare riferimento ai soliti discorsi pro o contro la società, si è incapaci di comprendere che a riaccendere l’entusiasmo e l’orgoglio di essere pescaresi è proprio la nostra storia….una gran bella storia.

  58. AppressAluPscar ha detto:

    Di Tom Rosati e di altri ancora.

  59. AppressAluPscar ha detto:

    Comunque, il fatto che ci ricordiamo con rispetto di Rumignani, malgrado a Pescara siamo tutti infatuati dai guru e dai profeti di turno (galeone-Zeman-oddo per citarne tre), conferma che alla fine quello che ti resta nel cuore sono le gesta epiche, l’impegno e i risultati, non i 433 o i catenacci che siano. E per questo ci ricorderemo con rispetto anche di Lerda, di Sarri e di Pillon.

  60. Cmq freekt avet a’rcacciat padre fedele , cussú oltre a fa l’ultras mi ricorda padre maronn , che andava ritrovando le pecorelle smarrite sarcastic

  61. Infatti , e chi se lo scorda quel campionato

  62. Max1967 ha detto:

    E chi se lo scorda quel campionato….sopratutto la partita di Firenze

  63. ilfigliodel36 ha detto:

    Ma quante ne avete combinate voi vecchietti?😂cioè lo striscione era di Padre Fedele?

  64. Repoman ha detto:

    Altre due cose mi ricordo di quel giorno, le pietre che ci tiravano da fuori a dentro lo stadio( da non crederci, ma ci riuscivano eccome) che ad un certo punto, siccome era primavera , pure le rondini, venivano scambiate per pietre, e noi per buona parte del secondo tempo, tutti con le spalle al muro dello stadio. Altra cosa, un cosentino, mentre ci recavamo allo stadio dalla stazione, ci tirò dei vasi dal terzo piano di un palazzo. Al ritorno alla stazione, dopo la fine della partita, si ricordarono qual’era il balcone, e ci fu una gara a chi si arrampicava prima. BEI TEMPI

  65. Aternum ha detto:

    Io di quell’anno ricordo anche le tantissime innumerevoli partite giocate in 10, e buona parte vinte o pareggiate.

  66. Aternum ha detto:

    Sarà il nome che avete scelto che evoca ricordi leggendari per i pescaresi ad incentivare questi rimandi alla storia. Anche l’articolo che ho scritto per voi mi è balenato alla mente non appena ho letto 40mila. Sono simpatici e ogni tanto fa bene poter ripassare con la memoria bei momenti di vita vissuta. Questa è passione.

  67. draculone ha detto:

    Nemicissim0, mi hai letto il pensiero laugh

  68. draculone ha detto:

    Quell’anno non andai a Cosenza, ma mi è rimasta impressa la ” trasferta di Andria”, quando NU ERAVAM NU, e la gente diceva “ESS QUISS, nel terrore generale. Eravamo una massa di CANI SCIOLTI

  69. nemicissim0 ha detto:

    Di quell’anno, ricordo in maniera indelebile il gol di Carnevale col quale espugnammo Andria: di testa in tuffo su un cross dalla trequarti (schema “mittl in mezz ca po sembr succed caccos” laugh ).

  70. Kimura ha detto:

    Maestro Kimura saluta Padre Fedele

  71. Repoman ha detto:

    Bell’articolo, che mi ha fatto tornare giovane dash . Io ero tra quella ” banda di scappati di casa” che partirono a mezzanotte dalla stazione di Pescara con il cosiddetto ” treno della speranza” quasi interamente pagato da Scibilia ( biglietto e treno, 16000 lire, MO’ LI FACESS SEBASTIANI). Vi devo correggere, non ci fu’ invasione di campo, ma ci fecero uscire a fine partita passando in mezzo al campo per uscire dalla curva locale, e facemmo un macello, gente appesa alla rete delle porte, cartelloni tutti distrutti. Lo ” striscione a Padre Fedele” glielo’ rubammo nella loro curva prima dell’inizio della partita

  72. Maiella ha detto:

    2 partite straordinarie con Fiorentina che inviterei ad andarvi a vedere che squadra aveva. Lo 0-0 a Firenze fu eroico e poi in casa 1-0 in notturna gol di Massara. Purtroppo non ci si stava accorgendo dell’avvento delle pay Tv e dello spezzatino. Comunque un’annata memorabile.

  73. tusciabruzzese ha detto:

    “90 minuti di sofferenza”?!? Un eufemismo! 90 minuti di arresto cardiaco! don-t_mention
    rofl

  74. lapescara ha detto:

    Quello che gli urlavano dalla sud è qualcosa di incredibile….. smile smile smile

  75. Baka ha detto:

    Padre Fedele…..ma cussù andava pure in trasferta. e’ stato pure nel gabbiotto dell’Adriatico. Io ricordo a metà anni ’90 …tinev pur nu striscion!!! laugh laugh

  76. AppressAluPscar ha detto:

    Non c’ero, purtroppo: quell’anno stavo facendo il militare. Mi ricordo però di un ragazzo di Ortona che montava di guardia con la radiolina in tasca per seguire le gesta di Carnevale e compagnia bella… rofl